Windows 7 - Edizioni, Novità, FAQ, Tips&Tricks

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7






Windows 7 è arrivato: le novità, le edizioni, i programmi da integrare, le Tips&Tricks, la FAQ, le curiosità e la zona bugs


Alle 22.40 del 22 luglio 2009 è nato Windows 7, il nuovo, attesissimo, sistema operativo di Microsoft.


Steven Sinofsky è stato a capo dell'intero processo di sviluppo di Windows 7. Ha curato e seguito passo passo ogni singolo giorno, ogni singola operazione durante questi durissimi mesi di lavoro. E' stato fatto presidente della divisione Windows di Microsoft, dunque anche nel futuro ci aspettano probabilmente release di uguale qualità o anche superiore.
Il processo venne messo in atto sin da quando Vista non era ancora stato completato. Il lavoro vero e proprio iniziò seriamente, almeno per quanto noi abbiamo potuto vedere, il 20 dicembre 2007.



La build 6519, di cui si iniziò a parlare nel gennaio 2008, fu la prima build conosciuta di Windows 7.
Passando per altre build di sviluppo, Beta e RC, siamo arrivati alla build finale, la 7600.16385, compilata il 13 luglio 2009 e dichiarata ufficialmente RTM il 22.



Nei prossimi post parlerò dettagliatamente delle edizioni, delle questioni attorno ad alcune funzionalità rimosse, alcuni trucchetti e una FAQ a riguardo di 7.

Immagine della RTM presa da Wikipedia
.

Requisiti di sistema

Requisiti minimi di sistema:

  • Processore a 32 o 64-bit da 1 GHz o superiore
  • 1 GB RAM (32-bit) / 2 GB RAM (64-bit)
  • 16 GB di spazio libero su disco (32-bit) / 20 GB (64-bit)
  • Scheda grafica compatibile DirectX 9 con driver WDDM 1.0 o superiore
Requisiti addizionali per usare specifiche funzioni

  • Connessione ad Internet (a seconda dell'operatore, potrebbe avere dei costi)
  • A seconda della risoluzione, la riproduzione dei video può richiedere maggiore memoria e hardware grafico più performante
  • Per alcune funzionalità di Windows Media Center potrebbero essere necessari un sintonizzatore TV e altro hardware aggiuntivo
  • Windows Touch e le funzionalità di Tablet PCs richiedono hardware specifico
  • HomeGroup richiede una rete tra PC con Windows 7 installato
  • La creazione di DVD/CD richiede un drive ottico con tale funzione
  • BitLocker richiede il Trusted Platform Module (TPM) 1.2
  • BitLocker To Go richiede un flash drive USB
  • Windows XP Mode richiede 1 GB di RAM aggiuntivo e 15 GB di spazio libero su disco aggiuntivi
  • La riproduzione di suoni e musica richiede dispositivi audio di output

Prodotti futuri ufficialmente compatibili con 7


I prodotti di attuale e di prossima uscita sul mercato che saranno ufficialmente compatibili con 7 possono avere uno dei seguenti bollini:



Immagine presa da Tom's Hardware USA http://www.tomshardware.com/us/.

Il primo logo identifica i computer che avranno precaricata una edizione di Windows 7, sia essa Starter, Home Premium, Professional o Ultimate.
Il secondo logo identifica invece le periferiche hardware o i software testati e compatibili ufficialmente con Windows 7.
Quando si andrà a comprare un computer, una periferica o un software, tramite questi bollini sapremo a colpo sicuro che quel prodotto ha oppure è compatibile con Windows 7.

Gli aggiornamenti sinora usciti

Il Service Pack 1, disponibile dal 22 Febbraio 2011, è una raccolta di bugfixes e di nuovi drivers, con alcuni supporti aggiunti come la USB 3.0.

Curiosità


  • Dalla General Availability di Vista, 30 gennaio 2007, a quella di 7, 22 ottobre 2009, sono passati appena 996 giorni, nemmeno 3 anni. E questo sarà uno standard, ovviamente spannometrico, per il futuro. Tra una versione di Windows e l'altra non passeranno più di 3 anni, a detta di Microsoft.
  • Il Beta/RC Testing di Windows 7 è stato il testing più grande del modo. Oltre 8 milioni di utenti. E non sono calcolati coloro che hanno fatto ricorso a muli e torrenti per scaricare le build, altrimenti il numero schizzerebbe.
  • La Beta di Windows 7 è stata scaricata in 113 Paesi nel mondo.
  • I feedback durante il testing di Windows 7 hanno coinvolto milioni di PC situati in oltre 200 Paesi del mondo, e i rilevamenti degli strumenti di telemetria integrati nella Beta e nella RC hanno registrato oltre un miliardo di sessioni di Windows al fine di tracciare ed eliminare tutte le problematiche.
  • Alcune aree di Windows 7 hanno visto aggiornamenti che non avvenivano dai tempi di Windows 95. Un esempio è il nuovo metodo di installazione dei font, che era addirittura un retaggio di Windows 3.x. Poi vi sono la Calcolatrice e WordPad, praticamente fermi dal 95 come sviluppo e completamente rinnovati in 7:






    Fa una leggera eccezione Paint, che è stato anch'esso completamente rinnovato in occasioni di 7, ma che nel tempo ha comunque avuto piccoli aggiornamenti costanti.
  • La percentuale di componenti di 7 backportati anche sul buon vecchio Vista è veramente alta: tra essi si annoverano il nuovo Windows Update, la nuova Powershell, varie API e framework, le DirectX 11 ed altro ancora. Ciò dimostra la stretta parentela tra i due sistemi operativi.
  • In una indagine condotta da Microsoft su 1999 persone, l'80% dei Mac users presenti nel campione hanno affermato di voler consigliare Windows 7 ad amici e parenti. Un dato piccolo, magari poco significativo, ma che mostra comunque un netto cambiamento nella percezione di Windows con l'arrivo di 7.
  • Purtroppo alcune features previste per Windows 7 nascono e muoiono prematuramente durante lo sviluppo. La prima, presente nella build 6519, è la nuova cartella Programs, che poteva consentire una serie di azioni come installazione, disinstallazione, tasks a portata di click, in una sola finestra. La seconda, morta nella build 6780, è la funzionalità Accelerators. Simile a quella presente in Internet Explorer 8, rendeva a portata di click determinati strumenti e servizi. Come analogia, si può considerare il menu Servizi presente in altri sistemi. La terza, infine, morta nel passaggio dalla Beta alla RC, è la Guest Mode:



    Questa consentiva la creazione di un utente "in sandbox", ossia un utente le cui modifiche non erano registrate al termine della sessione, nemmeno i dati, per i quali veniva offerta possibilità di salvataggio prima dello spegnimento del computer. Utile per smanettare e fare determinati test in tutta tranquillità senza il rischio di rovinare il sistema.
Alcune curiosità prese da Winsupersite.
Immagini sui componenti "morti" prese da Winsupersite e Within'Windows, http://www.withinwindows.com.


Follow up -> Le principali novità
 
Ultima modifica:

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Le principali novità di Windows 7

Le principali novità di Windows 7



A dispetto di ciò che può far credere il numero di versione, 6.1, e a dispetto dell'aspetto quasi identico, 7 ha tante differenze rispetto a Vista, dal quale deriva.

Desktop

La prima novità importante sotto questo ambito è data sicuramente dalla possibilità di utilizzare e creare dei temi personalizzati, con differenti combinazioni di sfondi, colori, screensaver, suoni e cursori. Oltre ai temi precaricati, ogni edizione localizzata contiene inoltre un tema specifico per la propria regione. La versione italiana conterrà dunque un suo tema ad hoc, con sfondi da varie parti d'Italia.
Altra novità qui degna di nota è il Desktop Slideshow, che consente di mettere una serie di sfondi in rotazione temporale, a sequenza ordinata o casuale. Infine, i Gadgets della ex-Sidebar sono ora fluttuanti e spostabili per tutto il desktop.

Explorer

Qui principesse sono le Libraries, o Raccolte, nell'edizione italiana. Esse sono cartelle virtuali, indicizzate dal Search, che contengono documenti, foto, video e musica. Lo scopo è riunire gli stessi contenuti, anche quelli di Rete, in delle locazioni semplici da trovare e consultare, riducendo lo sparpagliamento dei file nel computer. Ovviamente, è a vostra discrezione ciò, di default indicizza solo la normale cartella dedicata a quel genere di media.
Passiamo al menu Start; la ricerca all'interno del menu è stata notevolmente potenziata. Ora, inoltre, i risultati delle ricerche hanno uno spazio dedicato molto maggiore. Un'altra caratteristica del nuovo Start è la possibilità di aggiungervi (pin) degli elementi fissi, e di questi potrete anche vedere gli ultimi lavori effettuati nonché alcune opzioni dedicate di scelta rapida, con le Jumplists.
Un comportamento qui simile alla nuova barra delle applicazioni (più grande, ma si può rimpicciolire). In un modo simile alla Dock di OS X, si possono aggiungere i programmi più utilizzati in modo da averli sempre a portata di mano. Il tutto non perdendo la funzionalità di barra delle applicazioni, ma anzi, espandendola e rendendola più efficiente. Le anteprime sono inoltre più interattive, e permettono la chiusura di un programma, e anche altre operazioni. Per ora, a beneficiarne di più sono IE e Windows Media Player, ma chissà che in futuro i programmi esterni non sappiano sfruttare al meglio tutte le caratteristiche della nuova barra. Infine, l'area di notifica assume una sua area semi-separata dal resto, riducendo quella presenza massiccia di iconcine di stato che spesso ingombravano la barra delle applicazioni.

Aero

Anche qui vi sono stati dei miglioramenti. Se andiamo sulla destra della barra delle applicazioni, troviamo un parallelepipedino finale. Passandoci sopra, avremo Aero Peek, che rende temporaneamente trasparenti le finestre aperte. Niente paura, però, non è una condizione trasparente. Spostando il mouse dall'area, le finestre torneranno nuovamente visibili. Cliccando sull'area, invece, il funzionamento è lo stesso del vecchio Mostra Desktop.
Altre funzionalità sono Aero Snap, che consente di suddividere tra due finestre lo schermo in parti uguali, nonché di ingrandire e di rimpicciolire le finestre col trascinamento verso o via dai bordi; Aero Shake, che riduce tutte le finestre presenti meno quella atttiva scuotendo quest'ultima.

Multimedia

Qui Windows Media Player e Media Center fanno da principi, con il loro supporto ai formati più diffusi (DivX, MOV, 3GP, AAC), un maggior uso delle risorse hardware per scaricare il lavoro dalla CPU e dalla RAM e il supporto a molte periferiche e molti standard audiovisivi.

Core

Nel cuore del sistema troviamo tante novità. Ad esempio, le DirectX 11, con nuove librerie come il Direct2D e il DirectWrite, specializzate nella visualizzazione di testi e contenuti bidimensionali, che sostituiscono le vecchie GDI+; altra novità il WARP, che emula le funzionalità Direct3D via software.
Con l'introduzione del WDDM 1.1, il consumo di prestazioni a causa del Desktop Window Manager si riduce sensibilmente. E' retrocompatibile, quindi tutte le schede grafiche con il WDDM 1.0 avranno tranquillamente la possibilità del desktop compositing, ma con lo stesso comportamento prestazionale dell'1.0 e non con i benefici dell'1.1.
Altra miglioria è la gestione più flessibile e semplice dei DPI, che ora sono personalizzati anche per i singoli utenti del PC.
Non si possono poi non menzionare i numerosi miglioramenti fatti alla parallelizzazione dei processi, al supporto fino a 256 processori e allo User Mode scheduling, così come i numerosi passi avanti fatti per i Solid State Drives in NTFS, le nuove funzionalità per i Tablet PC con il supporto al multitouch, e tantissime altre cose che meriterebbero molto più di un singolo post per essere descritte.

6.1 e non 7.0

Prima di chiudere il post, però, parliamo un attimo del 6.1. Perché non 7.0? Beh, questione di compatibilità. Le prime build di 7, antecedenti alla 6519, stando alle dichiarazioni di alcuni programmatori Microsoft sulla Rete avevano 7.0 come numero di versione, ma la compatibilità con le applicazioni si andava in gran parte a friggere. Incredibile cosa può fare un numerino!
Perciò, hanno deciso di continuare nel ramo 6.x, ed è probabile che anche per i sistemi futuri possano seguire la stessa strada, già percorsa da sistemi operativi concorrenti con un buon successo.
A tutto ciò, hanno aggiunto un eccellente lavoro riguardo alla compatibilità anche con vecchi programmi, argomento un po' più approfondito nelle FAQ.

Follow up -> Le edizioni
 
Ultima modifica:

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Le edizioni

Le edizioni


Le edizioni di Windows 7 sono sempre le stesse, come per Vista, eccetto che una:

Starter
Home Basic
Home Premium
Professional
Enterprise
Ultimate

Al di là della nuova Professional, che sostituisce la Business, vi sono molte novità, che semplificano la scelta all'utente, benché non sembri.

Iniziamo col dire che la Starter sarà disponibile per tutti i paesi, ma solo sul mercato OEM, con destinazione i netbook più infimi (se proprio lo vorrete comprare alla Lidl, dunque, siete avvisati, eh eh...). La Home Basic invece sarà solo per i mercati emergenti. Dunque, in Italia non la vedremo mai più.

Andando più in alto, troveremo la Ultimate che avrà una disponibilità molto più limitata di prima, e la Enterprise che sarà uguale alla Ultimate, ma destinata solo alle imprese e ai grandi volumi di ordini.

Ho parlato di Enterprise uguale alla Ultimate. Ciò dà lo spunto per dare l'altra novità di 7: ogni edizione è incrementale, ossia contiene anche le funzionalità della edizione inferiore. Per intenderci, con Vista la situazione è questa: la Business ha funzioni che la Home Premium non ha, ma al contempo la Home Premium ha funzioni che la Business non ha. Ad esempio, per funzionalità di Rete più avanzate nella Business, troviamo il Media Center solo nella Home Premium. Con 7 il problema non si pone: la Professional, oltre alle sue funzionalità specifiche, ha anche quelle della Home Premium. Dunque, niente più compromessi da fare.

Tabella dei prezzi in €:


Windows Anytime Upgrade

Che funzione è? In parole povere, è una feature del sistema, già presente in Vista, che consente di passare da una edizione ad un'altra superiore di 7 in massimo 10 minuti, effettuando l'acquisto online o inserendo il product key del box fisico acquistato in negozio. L'opzione Windows Anytime Upgrade è nel Pannello di Controllo, e probabilmente non sarà presente nella Ultimate, visto che è la edizione massima.

E' disponibile in 13 paesi, tra cui l'Italia.

WAU porta ad un risparmio in termini di costi e di tempo (soprattutto quest'ultimo) rispetto alle normali versioni upgrade.

Per capire un po' il funzionamento, vi rimando qui: The Windows Anytime Upgrade Experience for Windows 7 - Windows 7 Team Blog - The Windows Blog

Per i prezzi, fate riferimento alla tabella più sopra.

Questione IE

Suppongo che abbiate sentito parlare della vicenda che ha coinvolto Microsoft, Opera e l'Unione Europea in una recente battaglia diplomatica, ancora oggi ben lungi dall'essersi conclusa.

Opera ha svolto una serie di azioni contro Microsoft presso l'antitrust europeo per l'inclusione di Internet Explorer in Windows. Ciò ha portato all'apertura di una istruttoria, e alla conseguente misura contro Microsoft per imporre la separazione di IE da Windows.

La prima misura è stato rendere IE, assieme a Media Player, Media Center e altri componenti, disattivabile da Attivazione/disattivazione funzionalità di Windows, che si trova nel Pannello di Controllo. Ma non è bastato: Windows non doveva più avere IE preinstallato.

Ciò ha portato Microsoft a creare le edizioni E, che sono specifiche per l'Unione Europea (ma varranno anche per Svizzera, Croazia e Norvegia, che non sono nell'UE), e non conterranno IE. Verranno sempre proposte anche le versioni N, che non conterranno nemmeno Windows Media Player.

Il rischio però era quello di non poter avere le versioni upgrade in Europa, né di avere un browser preinstallato, lasciando l'onere all'utente di cercarlo. Per gli OEM il problema non si sarebbe posto, in quanto avrebbero avuto un CD contenente IE 8.

Fortunatamente, si è arrivati ad una soluzione di compromesso. Microsoft ha presentato nei giorni scorsi la proposta di lasciare la scelta all'utente di quale browser installare. L'Unione Europea ha accolto con favore la proposta, e le versioni E sono saltate in favore di una ballot screen all'avvio di IE.

I lavori sul ballot screen sono stati ultimati, e a partire da marzo 2010 gli utenti che utilizzano Internet Explorer come browser predefinito dopo l'installazione dell'aggiornamento vedranno questa schermata:


Premendo OK, si andrà alla schermata di scelta:


La scelta sarà effettuabile tra 12 browser, Internet Explorer compreso, ovviamente.

Immagini da MClips.

Follow up -> I programmi che completano Windows 7
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Ippolo

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
I programmi che completano Windows 7

I programmi che completano Windows 7







Avrete penso notato come 7 risulti un po' più povero di Vista nel fattore dei programmi inclusi. Questo è dovuto a diverse cause, tra cui l'intervento dell'antitrust e la volontà di mantenere più aggiornati alcuni prodotti rispetto al sistema. Da qui è sorta la necessità di rimuovere i seguenti programmi da Windows 7:

  • Calendario
  • Mail
  • Movie Maker
  • Parental Control
  • Raccolta Foto
Li abbiamo persi del tutto? No! Perché Microsoft non li ha abbandonati, ma come detto, semplicemente scorporati dal sistema principale per aggiornarli più frequentemente. Ecco dunque la nascita delle Windows Live Essentials, che contiene i sostituti dei quattro programmi sopra elencati, più Windows Live Messenger (ha bisogno di presentazioni?), Windows Live Writer (un editor di blog), Windows Live Mesh (un servizio di salvataggio e sincronizzazione contenuti e impostazioni online) e la Bing Toolbar (una barra per IE).

Più compiutamente, la lista dei programmi che compongono la suite Windows Live Essentials è la seguente:

  • Bing Toolbar
  • Raccolta Foto Windows Live
  • Silverlight
  • Windows Live Family Safety
  • Windows Live Mail
  • Windows Live Mesh
  • Windows Live Messenger
  • Windows Live Movie Maker
  • Windows Live Writer
Ecco qui, ad esempio, una schermata del nuovo Movie Maker:



Immagine presa da Wikipedia.

A questo punto, logico chiedersi: ma scusa, hai detto che il calendario è stato rimosso e spostato nelle Windows Live Essentials, ma non l'hai scritto però. Ebbene, le funzioni di calendario sono state integrate in Windows Live Mail, come da screenshot seguente:



Per i controlli parentali, invece il riferimento è Windows Live Family Safety, che consente di filtrare il web su misura per i bambini.

Insomma, una suite completa e gratuita, soprattutto, per iniziare ad utilizzare proficuamente il nostro PC, sia online che offline.

Se vogliamo scaricare la suite, il riferimento è: Essentials - Windows Live

Bene, passiamo ora ad un altro programma, questo però che non va a sostituire, bensì ad ampliare una funzionalità di Windows 7. Da Vista (e volendo c'è anche la versione per XP) è disponibile Windows Defender, un prodotto antimalware incluso, leggero ma dall'efficacia limitata.

A fronte di ciò, Microsoft ha creato la suite Security Essentials, che si compone di antivirus, antimalware e altri piccoli strumenti per mantenere al sicuro il PC:



Il prodotto è gratuito, come Windows Live Essentials, ed è leggero ed efficace. Una prova la merita.

Il link per scaricarlo è questo: http://www.microsoft.com/Security_essentials/

Importante! E' necessario avere una copia ORIGINALE E GENUINA di Windows.

Piccolo nota bene finale: dopo l'installazione, Windows Defender verrà disattivato. Questo perché MSE ne riprende ed espande le funzionalità, non rendendo necessario un doppione in azione per l'antimalware.

Se amate però prodotti alternativi, come non citare alcuni esempi:

  • Antivirus/antimalware: Antivir, Avast, AVG
  • Calendario: Sunbird
  • Editor video: Videospin
  • Gestione foto: FastStone, Picasa
  • Messaggistica: AMSN, Pidgin, Yahoo! Messenger
  • Posta elettronica: IncrediMail, Thunderbird
Follow up -> Tips&Tricks
 
Ultima modifica:

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Tips&Tricks/1

Tips&Tricks



Questo post verrà aggiornato anche successivamente, per ora riporto solo alcune tra le Tips&Tricks più conosciute.

Sono state testate sulle versioni precedenti alla final, dunque alcune scritte sono in inglese per questo.

Abilitare la Quick Launch

La Supertaskbar di Windows 7 è bella e include molte funzionalità, tra cui incorpora anche quella della Quick Launch. Tuttavia, può non piacere l'abbandono della vecchia toolbar di avvio rapido. Allora, cosa fare? La rimettiamo!

Per prima cosa, premiamo col tasto destro sulla barra delle applicazioni, andiamo su Toolbars (Barre degli strumenti) e scegliamo New Toolbar (Nuova barra degli strumenti)



A questo punto, nella finestra che esce, iniziamo la navigazione verso la cartella:

%SystemDrive%\Users\%username%\AppData\Roaming\Microsoft\Internet Explorer\

Al posto di %SystemDrive% e di %username% ricordiamoci di mettere la lettera della nostra unità (es. C: ) e il nostro nome utente.

Selezioniamo la cartella Quick Launch e poi premiamo su Selezione Cartella.

Ritorna la Quick Launch! Ora sbloccate la barra delle applicazioni per muovervela dove vi pare, oppure per riportarla al suo vecchio posto:



Immagini prese da AskVG.com.

NOTA BENE: nell'indirizzo grassettato, potrebbe essere visualizzato uno spazio in corrispondenza di "Microsoft". Non riesco a risolvere il problema in alcun modo, dunque non riportate quello spazio, tutto attaccato.


Ripristiniamo l'icona di stato di Windows Live Messenger

Chi utilizza Messenger avrà notato con 7 uno strano comportamento del programma, che tende a creare due istanze distinte nella Barra delle Applicazioni.

Magari però preferiamo il vecchio sistema con l'icona di stato. Nessun problema.

Per prima cosa, assicuriamoci di aver chiuso Messenger. E' importante!

Dunque, apriamo Computer dal menu Start, e raggiungiamo la seguente locazione:

C:\Program Files\Windows Live\Messenger (se abbiamo 7 a 32-bit)
C:\Program Files (x86)\Windows Live\Messenger (se abbiamo 7 a 64-bit)


Ora, andiamo a pescare il file msnmgr.

Clicchiamoci sopra col tasto destro del mouse, e premiamo Proprietà.

Nella finestra che compare, premiamo la tab Compatibilità, selezioniamo la checkbox Esegui il programma in modalità compatibile e impostiamo dal menu a tendina "Windows Vista (Service Pack 2)", come nell'immagine:



Fatto ciò, premiamo OK e riavviamo Messenger.

Lo troverete insieme alle altre icone di stato nella nuova area di notifica!

Hai un netbook e vuoi installare 7 da chiavetta USB?

Ecco come creare facilmente una chiavetta USB da cui installare Windows 7.
Oltre alla chiavetta vi serve un DVD con Windows 7 oppure un'immagine ISO di Windows 7 montata con un tool tipo Virtual CloneDrive o DaemonTools.

  1. Inserire la chiavetta
  2. Aprire un command prompt coi privilegi di amministratore
  3. Scrive i seguenti comandi:
    a - list disk e prendere nota del numero del disco del drive USB (solitamente e' l'ultimo della lista)
    b - select disk x (sostituire x con il numero di cui sopra)
    c - clean
    d - create partition primary
    e - active
    f - format fs=ntfs quick
    g - assign
    h - exit
  4. inserire il DVD di Windows 7 (o l'immagine ISO)
  5. nel command prompt scrivere i seguenti comandi:
    d: (sostituire d: con la lettera del DVD del vostro sistema)
    cd boot
    bootsect /nt60 e:
    (sostituire e: con la lettera della chiavetta USB)
  6. Copiare l'intero contenuto del DVD sulla chiavetta USB
Tip fornita da EnricoG su imieiguaiconvista.blogspot.com.

Utilizzare un solo DVD per installare diverse edizioni di 7 su più computer (con relative singole key)

Nell'ottica di semplificare il processo di installazione, al contrario dei DVD di Vista, per impostazione predefinita il DVD di 7 installa l'edizione per cui è stato creato.
Ma niente paura: estraete il contenuto del DVD originale in una cartella del disco rigido, rimuovete il file EI.CFG dalla cartella SOURCES, e rimasterizzate il tutto su un nuovo DVD.
Avrete di nuovo la scelta come su Vista.



Immagine presa dal sito di Long Zheng, istartedsomething http://www.istartedsomething.com.

Nota importante: non utilizzate Nero, crea un disco non valido per l'installazione! Usate Imgburn, CDImage o simili.

Alzare il livello dell'UAC


Tra tutti i suggerimenti, questo è quello forse da applicare per primo. Devo per forza utilizzare un tono abbastanza concitato, perché la vicenda è grave.
Molti utenti si sono lamentati per l'UAC invasivo di Vista, con l'oscuramento dello schermo e la schermata per confermare le azioni.
Questa concezione dell'User Account Control è molto sbagliata, poiché è figlia dei sistemi precedenti a Vista, che hanno lasciato molto spesso il fianco scoperto ai virus (ovviamente, se ci si sa difendere bene, il problema non sussiste; il problema è che non tutti sono esperti o hanno discrete conoscenze del PC).
Chi invece è abituato al root dei sistemi Unix, può apprezzare di più l'UAC, in quanto funziona in modo simile (non uguale, ovviamente, ma simile).
Lo schermo si oscura perché il processo di acconsentimento all'operazione avviene nel cosiddetto Secure Desktop, un ambiente totalmente separato da quello dell'utente, e poco raggiungibile dal malware.
Ad ogni modo, Microsoft ha accontentato le lamentele rendendo più flessibile l'UAC.
Il risultato? Al livello di default, l'UAC è inefficace!
Per stessa ammissione di Microsoft, a default l'UAC è indebolito rispetto a Vista, e non si può correggere la cosa.
Ciò significherà una probabile festa dei rootkit e schifo vario.
Come fare?
Bene o male, l'UAC ora è flessibile, dunque si può scegliere il livello di protezione.
Dunque, riportiamolo al massimo.
Premete su Start -> Pannello di Controllo -> Sistema e sicurezza -> Modifica le impostazioni di Controllo dell'account utente.
Normalmente, lo troverete una tacca sotto il livello massimo. Riportatelo al massimo, come nell'immagine:



In questo modo: è vero che l'UAC tornerà a rompere e ad oscurarvi lo schermo, ma vi assicuro non alla stessa frequenza di Vista, e la sicurezza sarà molto migliore.
Con l'UAC su un PC sto senza antivirus da più di un anno. L'UAC più il buonsenso possono fare un sacco di cose.

Masterizzare le ISO con la utility integrata di 7

Pochi sanno che in Windows 7 l'utilità di Imgburn e simili può essere messa in discussione. Se avete bisogno di montare una ISO, dovrete ricorrere ai soliti Daemon Tools e compagnia bella, ma per masterizzarle va benissimo Windows.
Facendo doppio click su una immagine ISO, vi comparirà questa schermata:



Inserite un disco vuoto, e premete su Masterizza. Se volete verificare la presenza di errori, mettete il segno di spunta sulla checkbox.
E il disco è pronto!
Ovviamente, se non utilizzate le ISO, ma formati come CUE, BIN, ecc. dovrete rivolgervi altrove.

Cara, vecchia barra delle applicazioni...

Personalmente, adoro la nuova barra delle applicazioni, se sfruttata bene diventa di notevole comodità; tuttavia, so che non tutti la amano. Non disperate, si può far tornare la barra delle applicazioni quasi come la vecchia!
Se avete la Quick Launch o più semplicemente non vi importa di avere i programmi pinnati, iniziamo dando alla barra delle applicazioni un aspetto pulito. Premete col tasto destro sugli elementi pinnati, comparirà questa schermata, solitamente utilizzata per le jumplist:



Premete su "Rimuovi questo programma dalla barra delle applicazioni", e il programma non sarà più fisso nella barra. Rifatelo per ogni programma pinnato.
Ricordo che è un passo accessorio, magari qualcuna vi potrà fare comodo e la vorrete tenere.
Ora, occupiamoci dell'aspetto. Premete col tasto destro sul pulsante Start, e dunque su Proprietà.
Nella finestra che compare, fate in modo che le opzioni siano come in questo esempio:



Volendo, potete anche scegliere "Non combinare".
Premete OK, e avrete di nuovo una barra delle applicazioni simile (ma non del tutto uguale) a quella precedente!

Follow up -> Part 2
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Byte e floppyfrolla

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Tips&Tricks/2

Hardware "capatosta": il chipset 855 di Intel

Dunque il chipset 82855 è di Intel che ha pensato bene di rilasciare i driver dal 98 ad xp e poi abbandonarlo. Ma Vista nella sua installazione possiede i driver Intel perchè all'epoca la Microsoft pagò l 'Intel per avere il driver per Vista dato che era un chipset molto diffuso tra i netbook nel 2006-07.
Inoltre il 7 non vi installa i driver video ne del 2000 ne di xp nemmeno forzandolo, sembra lo faccia ma poi al riavvio reinstalla "scheda grafica VGA standard". Come fare? Semplice si scarica Driver Max, un programmino che ESTRAE driver da installazioni di sistemi operativi, si installa Vista, va bene anche in una macchina virtuale, e si avvia Driver Max, al quale si dice di cercare il driver del chipset 82855, trovato gli si dice di ESPORTARLO e lui ci da il file. A questo punto si forza l installazione del driver facendo un "Aggiorna Driver" da Gestione dispostivi e si forza il 7 ad installarlo, perchè da la scritta rossa che non è un driver certificato. Si riavvia e voila il driver video funziona, per fortuna che il 7 supporto i WDDM 1.0 altrimenti....

link a Driver Max DriverMax - FREE driver download program for Windows XP & Vista

Tip fornito da mauriziofa

Ricerca nel menu Start, molto più di una ricerca

Immagino che chi provenga da Vista sappia già di cosa parlo. Ma è bene rinfrescarlo un po' a tutti, nonché parlarne a chi ha tenuto il caro vecchio XP e non l'ha mai provata questa funzionalità.

Nel menu Start abbiamo una comoda barra di ricerca, come si può vedere nell'immagine:



Questa barra di ricerca è molto utile, e ci consente attraverso le keywords di cercare agilmente impostazioni, programmi e file all'interno del nostro computer.

Ad esempio, supponiamo di voler cercare delle proprietà solitamente richiamabili dal Pannello di Controllo, quelle del display. Digitiamo nel campo "display", ed ecco cosa ci appare:



Tutte le opzioni che sono direttamente o indirettamente legate alla parola "display".

Ovviamente, possiamo affinare la ricerca, ad esempio digitiamo "change display settings":



Et voilà.

Non è nemmeno necessario essere precisi, ad esempio, se digitiamo "change display resolution" ci comparirà "Change screen resolution", che alla fine è ciò che cercavamo, ossia come cambiare la risoluzione dello schermo.

Ma proviamo ora con un file, supponiamo di cercare un filmato. Nell'esempio, il trailer del film Alexander:



Trovato, con due colpetti di tastiera. Facile, no?

Ci saremo sicuramente accorti che nel menu non c'è più il comando Esegui a portata di mano. Ebbene, quella stessa barra funziona come se fosse il buon vecchio Esegui. Supponiamo, ad esempio, di voler aprire il documento a.txt nella nostra cartella documenti.

Digitiamo C:\Users\%mionomeutente%\My Documents\a.txt e premiamo il tasto Invio.

Si aprirà il documento da noi desiderato.

Più in là, quando prenderemo pienamente confidenza con la funzione, noteremo che sarà sempre più facile trovare ciò che cerchiamo, basteranno anche solo due o tre lettere!

Buona ricerca!

Riparare il bootscreen di 7

Talvolta, può capitare che al posto del bootscreen di 7, con l'animazione del logo di Windows, compaia la barretta con le tacche verdi in movimento di Vista. Bug di sistema? Bug del vostro PC? No, tranquilli!

Questo accade quando si fanno modifiche al boot loader di Windows, oppure se si usa il DVD di Vista per fare delle riparazioni. In questi casi, il boot loader di 7 non riesce più a ritrovare l'animazione originaria, e allora fa comparire quella di Vista.

Per ripristinare la animazione di 7, apriamo un prompt dei comandi con privilegi di amministratore (Start -> Accessori -> Prompt dei Comandi -> tasto destro del mouse -> Esegui come amministratore).

Digitiamo una delle due stringhe:

bcdedit /set {current} locale it-IT

o

bcdboot %WinDir% /l it-IT

Solo una delle due, non tutt'e due!

Per la prima: al posto di current dovete mettere nelle graffe il cosiddetto BCD ID. Lo potete vedere con un programma quale EasyBCD, premendo su View Settings:



Screenshot fornito da Iron.

Se avete il sistema in un'altra lingua, ad esempio l'inglese, sostituite en-US al posto di it-IT.

Riavviate, e avrete di nuovo la bootscreen di 7!

Tip originale da mydigitallife, riadattato.

God Mode

Sebbene alla fine trovo che abbia poco di divino, la metto anche qui della God Mode.

Create una nuova cartella sul Desktop chiamandola così:

GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}

Vedrete la cartella assumere l'icona del Pannello di Controllo.

Una volta entrati, troverete tutte le opzioni per configurare i diversi aspetti di Windows.

Benché trovo che il Pannello di Controllo ha tutte le funzionalità che servono, a qualcuno potrebbe tornare comodo.

Funziona su 7 x86 e x64. Non su altri Windows.

PS: come dicevo, di divino non ha nulla, anche perché, prima del . potete metterci il nome che volete, sì, anche

Megan Fox è una gnocca.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}

Le Tips&Tricks verranno aggiornate mano a mano che se ne scoprono di nuove. Ovviamente, ho riportato attualmente solo quelle che si possono applicare alla versione finale e non alle build precedenti, da considerarsi presto in disuso.

Follow up -> FAQ
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Iron

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Faq

FAQ





Spazio dedicato a dubbi e perplessità riguardo a Windows 7. Suscettibile di aggiornamenti futuri.

Windows 7 è disponibile sia a 32 che a 64-bit?

Certamente. Dalla Home Premium in su, sono incluse ambo le versioni nella scatola.

Ho sentito parlare di una funzionalità chiamata XP Mode. Che cos'è?

E' una funzionalità riservata alle edizioni dalla Professional in su da installare separatamente che prevede un Windows XP completo e licenziato, virtualizzato tramite il nuovo Windows Virtual PC. Ha anche delle caratteristiche particolari, come la possibilità di eseguire i programmi per XP senza dover per forza accedere al desktop della macchina virtuale. I programmi potranno essere richiamati dal menu Programmi come se fossero installati nativamente su Windows 7.
Il pacchetto è disponibile qui: http://www.microsoft.com/windows/virtual-pc/download.aspx Segui le indicazioni date.
Originariamente serviva una tecnologia di virtualizzazione hardware abilitata sul processore, ma da poco è disponibile in fase di download un aggiornamento che consente di usare Windows Virtual PC, e la XP Mode di conseguenza, senza la virtualizzazione hardware. Tuttavia, se puoi usufruirne, è meglio, le prestazioni cambiano nettamente. Controlla che il tuo processore abbia la Intel VT o la AMD-V, e che sia abilitata. Se non è abilitata, controlla che possa essere abilitata. In presenza di virtualizzazione hardware, Windows Virtual PC la userà automaticamente.

Non mi interessa la XP Mode, posso avere il solo Windows Virtual PC?

Sebbene sul sito per il suo download sia necessario avere la Professional o la Ultimate per scaricare tutti i pacchetti, Windows Virtual PC non fa distinzione tra edizioni. Funziona persino sulla Starter.
Seleziona come edizione Professional o Ultimate, scegli la lingua e poi scarichi Windows Virtual PC e, se non hai la virtualizzazione hardware, anche l'aggiornamento.
Il discorso non vale per la XP Mode: quella fa la distinzione tra edizioni. E ogni tentativo di eluderla è una violazione della licenza, oltre a non essere supportato da Microsoft.

Non c'è un modo per usare la XP Mode anche sulla mia Home Premium?

Ufficialmente, no. E anche se lo trovi, non chiedere supporto né a Microsoft né qui.

Non mi sento ancora sicuro a fare l'acquisto. Posso prima provarlo?

Certo.
Una possibilità è quella di trovare una ISO pulita di 7 o di farsi prestare il DVD di 7 finale da un amico, e installare il sistema senza seriale. In questo modo il sistema funzionerà in modalità completa per 30 giorni, anche estensibili con questi comandi da Prompt (avviato come amministratore, quindi tasto destro sul collegamento → Esegui come amministratore):

sysprep /generalize
slmgr.vbs –rearm
rundll32 slc.dll,SLReArmWindows
slmgr /rearm

Scegli uno e uno solo di questi comandi, non serve usarli tutti e 4. Personalmente, ti consiglio slmgr.vbs -rearm, funzionamento assicurato.
Riavvii, e hai altri 30 giorni di utilizzo. Puoi farlo però solo un numero limitato di volte. Ovviamente, altrimenti chi lo compra più Windows?

Avevo la RC. Posso riutilizzare la key di questa nella versione finale?

Ti piacerebbe, eh? Purtroppo no. Pagare!

Torniamo al discorso dei 32 e 64-bit. Posso utilizzare il product key per una installazione a 32-bit su un PC e una a 64-bit su un altro?

No. O uno, o l'altro.

Quale mi conviene tra le due versioni?

Se hai un PC moderno, e soprattutto oltre 4 GB di RAM, vai dritto sulla 64-bit, è ottima. E ti devo dire la verità, io la uso con soli 2 GB e ne vale lo stesso la pena.
Per la compatibilità, non ti spaventare. A parte i driver, quasi tutti i programmi a 32-bit funzionano tranquillamente.
Poi, ad ogni modo, trovare driver a 64-bit ora è molto più facile che in passato.
Meno i programmi, ma piano piano le software house si sveglieranno.
Comunque, prova magari anche la 32-bit, dopo: in questo modo puoi capire se vi sono delle incompatibilità che ti frenano dal passare alla 64-bit.
Se vuoi farti una idea più precisa su ciò che è disponibile a 64-bit, vai su questo sito: 64bit and x64 - Home.

Posso virtualizzare 7?

Dalla Home Premium in su, sì.

Nel caso avessi una versione Aggiornamento, potrei fare una installazione pulita?

Sì, puoi farla. Ci sono due modi:


  • Dalla versione da "aggiornare": in questo caso, avviando il setup da Vista, devi dirgli di fare una installazione pulita, scegliendo l'installazione Personalizzata;
  • Doppio upgrade: questo è forse il più ingegnoso dei due modi, in quanto apre anche ad un'altra possibilità che però qui non verrà nemmeno accennata, per convenienza; in pratica, si devono effettuare due installazioni consecutive di 7, la prima effettuando il boot dal DVD di 7 e facendo una installazione pulita, avendo cura di NON inserire il Product Key durante l'installazione. Arrivato al desktop, fai ripartire il setup di 7 scegliendo stavolta Aggiornamento e inserendo quando richiesto il Product Key.
Nota bene che se hai XP l'installazione pulita è la tua UNICA scelta.

Dunque posso prendere una edizione Aggiornamento anche se ho XP?

Certamente. Rimane il fatto che però devi fare l'installazione pulita.

Ho Vista Ultimate. Ci sono sconticini particolari per chi compra 7 Ultimate?

No, lo paghi come tutti gli altri.

Posso comprare una edizione di Windows 7 Starter e installarla sul mio PC?

Vero che sarà per OEM, ma non sperare di trovarla in negozio come succede per le altre OEM. La risposta è no.
Poi, è da farsi male installare la Starter.

Torniamo alla Ultimate. Ci sono gli Extras?

No. Dì loro addio, perché li perderai per sempre, passando a 7 Ultimate.

Posso utilizzare il DVD di una edizione non italiana di 7 con il mio Product Key italiano, oppure utilizzare il DVD di una edizione italiana con un Product Key non italiano?

Non dovrebbero esserci problemi. Ma meglio tenere il condizionale, in quanto non mi è mai capitata questa eventualità. Tuttavia credo che puoi.

Follow up -> Part 2
 
Ultima modifica:

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Faq/2

Posso installare 7 con la stessa key su più PC?

A meno che non sia un Family Pack, valido per 3 PC, no. Solo su un PC alla volta. Se lo vuoi installare su un altro PC, lo devi prima togliere da quello precedente.
Per la OEM, il discorso è più stringente: nasce e muore col PC a cui è legata.

E qual è la differenza tra una versione OEM e una versione retail/upgrade?

La OEM è solitamente abbinata ad un computer completo, assemblato autonomamente o preassemblato che sia, e una volta installata su quella configurazione hardware sarà legata per sempre a quella. Ovviamente, Microsoft non sta a stringere troppo la corda, dunque se si cambiano importanti componenti del PC, basta chiamare direttamente Microsoft per cercare di risolvere la questione.
Le versioni retail/upgrade possono essere installate su PC diversi, invece. L'importante è che sia un PC alla volta. Ovvero, non puoi mettere una copia su più PC, come ho detto anche nella domanda precedente.
Una distinzione importante va fatta: le versioni OEM possono essere acquistate solo per abbinarle ad un PC da assemblare e poi rivendere. L'assemblatore non ne può più fare un uso personale, come in passato era stato tollerato. Ovviamente, non valgono i PC assemblati per i parenti. Si intende un assemblatore che fattura e ha partita IVA, insomma, uno che lo fa di professione e non di hobby.

Ho MSDN/TechNet, e ho dunque una copia originale a disposizione di 7. Come funziona la storia?

Tramite MSDN/TechNet, tu hai a disposizione le varie edizioni di Windows 7 che teoricamente dovresti usare a solo scopo di valutazione per poi acquistare il prodotto o i prodotti. Di fatto però funzionano come delle retail, senza scadenza, dunque poi saranno i tuoi scrupoli morali a farti comprare o meno 7.
Hai a disposizione in tutto 10 Product Key per ogni edizione, e dunque ti consente di poter installare 7 su più PC.
Presta attenzione che NON è lecito regalare o vendere i Product Key di MSDN/TechNet.
Se tu hai MSDN tramite Academic Alliance, la questione cambia leggermente, perché al contrario dell'abbonamento normale hai a disposizione una sola versione, di solito la Professional.

Ho paura della compatibilità. Ci sono soluzioni?

L'unica che hai è: provare.
Mettilo in dual boot con un altro sistema preinstallato, in modo da effettuare una transizione più agevole.
Per quello che posso dirti, la compatibilità è molto buona. Quasi tutti i programmi in circolazione funzionano senza avere problemi di sorta, al massimo piccoli problemi di poco conto.
In 7 è stato fatto un lavoro micidiale per la compatibilità; ti basti pensare che molti hanno visto programmi che non funzionavano nemmeno su XP tornare a nuova vita su 7.
Anche per l'hardware, con i limiti del caso, è la stessa cosa: si rivede hardware che Vista rifiuta a priori, che 7 riconosce e sfrutta in tutta tranquillità. In alcuni casi, va bene anche il driver per XP.
Ma, ripeto, finché non provi non sai.
A scanso di equivoci: 7 non ha la bacchetta magica. Se un programma o un driver rompe le scatole e dà problemi al sistema, significa che è incompatibile. In quel caso, prova a contattare il produttore e vedi se farà aggiornamenti o nuove versioni per 7.
Voglio però metterti a conoscenza di un piccolo aiuto che ti potrà in parte dipanare la matassa: http://www.microsoft.com/downloads/...FamilyID=1b544e90-7659-4bd9-9e51-2497c146af15 Windows 7 Upgrade Advisor ti consentirà di scoprire in anticipo quali periferiche potrebbero non essere compatibili con 7. Ti consiglio in ogni caso di non sentire solo l'Upgrade Advisor, ma anche di provare 7 se puoi. Come ho già detto, a volte anche i driver per XP sono digeriti.

Ho sentito che 7 fa rinascere computer datati. E' vera la storia?

Come per le periferiche, anche qui con i limiti del caso: scordati di vederlo su un Pentium II. Diciamo che potrebbe essere nuova linfa vitale per un Pentium 4 con un adeguato quantitativo di RAM, almeno 1 GB. Ma per un computer datato, sinceramente, ci sono soluzioni ancora più leggere di 7, inutile illuderti.

Ho installato 7, ma lo sento un po' come se fosse "legato". E' normale?

Può essere. Se non hai mai utilizzato Vista, è una cosa sicuramente nuova per te. Vista e 7, infatti, dopo l'installazione hanno un periodo di "apprendimento", in cui si adattano al meglio all'hardware su cui sono installati e alle "abitudini" dell'utente, ad esempio i programmi che utilizzi di più.
Dagli qualche giorno di tempo e 7 inizierà ad andare a regime.

Ho scaricato 7 dai canali "underground". Fa schifo. Che faccio?

Provare a mettere una copia originale?

Non mi piace Windows 7, posso tornare a Vista/XP?

Tranquillamente. Vista rimane ancora un validissimo sistema, poi; se ci sono persone che non devono avere fretta impellente di aggiornare sono gli utenti di Vista, in quanto il papà di 7 è ancora una bella roccia, e che sui PC più moderni nulla invidia a 7 in quanto a prestazioni.
Per XP, va bè... Ormai è dell'età della pietra, che te lo dico a fà. Prima del 2014 che scade il supporto, almeno, cambialo, neh...

Follow up -> Part 3
 
Ultima modifica:

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Faq/3

Un piccolo domande e risposte (Question and Answers) su Windows XP Mode e Windows Virtual Pc, una delle nuove caratteristiche di Windows Seven.

Che cos'è esattamente XP Mode? In che versione di Seven lo posso utilizzare?

XP mode è una macchina virtuale utilizzata con Windows Virtual PC utilizzabile dagli utenti di Windows Seven Professional, Ultimate e Enterprise. Si distingue dalle soluzioni come Virtualbox e VmWare poiché utilizza una versione di Windows XP completa di licenza e le applicazioni installate su Windows XP Mode diventano accessibili anche da Windows Seven.

Quali sono le caratteristiche di XP Mode? Che applicazioni posso installare al suo interno?

XP Mode permette l'installazione di qualsiasi tipo di applicazione al suo interno; naturalmente, essendo una macchina virtuale, le sua potenza è alquanto limitata. La versione installata è infatti Windows XP a 32 bit, anche se installato su Seven a 64 bit; di default gli sono assegnati 512 MB di RAM, anche se il quantitativo è aumentabile, e utilizzerà sempre un solo core del nostro processore.

Il mio sistema è compatibile con XP Mode?

Con l'arrivo di un aggiornamento apposito, tutti i computer sono compatibli con XP Mode. Tuttavia, Microsoft consiglia ove possibile di usare la virtualizzazione hardware, che offre migliori prestazioni, presente nei processori Intel con Intel VT-x e AMD con tecnologia AMD-V. Tutti i processori più recenti dovrebbero essere compatibili, considerato che i primi processori a supportare questa feature risalgono al 2006. Comunque processori poco potenti (come gli Atom di serie non Z) potrebbero non supportare ancora la virtualizzazione hardware; suggerimenti per capire se il proprio processore è adatto si trovano per esempio su Wikipedia.

Ok, il mio sistema dovrebbe avere la virtualizzazione hardware: il processore è tra quelli supportati, ma le prestazioni della XP Mode sono scarse, come se non ci fosse. Perché?

Semplice: la virtualizzazione è disabilitata. Riavvia il PC, accedi al BIOS e abilitala, cercando le impostazioni per AMD-Vin sistemi AMD e per Intel VT-x in sistemi Intel.

Ho installato un applicazione sotto Windows XP Mode e non la trovo in Windows Seven. Dov'è?

Scrivi il suo nome nella casella di ricerca del menu Start, oppure la puoi trovare sempre nel menu Start sotto Windows Virtual PC -> Virtual Windows XP Applications. Se sei uno smanettone e curioso, nella guida di XP ci sono le spiegazioni per integrare anche le applicazioni di default (i.e.: Internet Explorer, etc.) sotto Windows Seven!

Ho un gioco che non funziona con Seven. Posso usarlo in XP Mode?

In genere, no. Usa piuttosto la modalità compatibilità di Seven, poiché essendo XP Mode una macchina virtuale non ha accesso alla scheda grafica, per cui tutti i giochi che usano grafica 3D in genere non funzioneranno.

Posso usare Windows Virtual PC solo per XP Mode o anche per virtualizzare altri sistemi operativi?

Windows Virtual PC permette di virtualizzare qualsiasi sistema operativo per architettura Intel compatbibile a 32 bit. Tutti i sistemi Windows dovrebbero funzionare, in generale; ricordati che per utilizzare gli appunti condivisi devi installare le funzioni di integrazione accessibili dal menu contestuale. Per quanto riguarda Linux, essendo il nuovo Windows Virtual PC figlio di Virtual Pc 2007 Sp1, per l'installazione e per il boot è consigliato utilizzare l'opzione noreplace-paravirt i8042.noloop clock=pit , che dovrebbe evitare problemi con molte distribuzioni Linux. Sei vuoi provare Linux con Windows Virtual PC, ti consiglio di iniziare con l'immagine di OpenSuSe fornita da Novell per Mono, scaricabile da qui.

FAQ sulla XP Mode a cura di Red.87. (Aggiornata il 21/3/2010)

Follow up -> Zona bugs
 
Ultima modifica:

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Zona bugs

Zona bugs



Bugs rinvenuti, in attesa di correzione o con correzioni provvisorie:


1) Occhio al bug del chkdsk! Il bug compare eseguendo CHKDSK /R nel prompt dei comandi o tramite le opzioni per il controllo dei dischi in Esplora Risorse.

Per ulteriori dettagli: Windows 7 RTM contains a rather nasty chkdsk bug

2) Il bug in questione fa scomparire tutte le icone dal desktop dopo che si è stati in stand by e si è riavviato il pc.

In attesa della patch che non tarderà ad arrivare basta premere il tasto destro andare su Visualizza e poi assicurarsi che sia cliccata "mostra icone del desktop". Il bug infatti non elimina le icone, e andando nella cartella utente/Desktop si vedono, solo non si vedono nel desktop vero e proprio.

qui maggiori chiarimenti in merito
Solved Desktop icons disappeared. plz help - Windows 7 Forums

Segnalato da mauriziofa

3) Altro bug IN TUTTE LE VERSIONI DI 7, durante l'installazione potrebbe comparire all'improvviso una schermata blu prima della scelta della lingua in cui dice che una periferica ha avuto problemi. Non spaventatevi è solo che non riconosce la periferica usb in questione.

Soluzione: Scollegate tutte le periferiche ad eccezione di tastiera (anche usb va bene la vede), mouse e rete lan e rilanciate il setup, vedrete che questa volta funzionerà senza problemi.

La periferica che mi ha dato probelmi è il DAZZLE USB 100 che serve per importare i video dal videoregistratore/telecamera analogica al pc.

Segnalato da mauriziofa

4) Se viene creata una nuova cartella ed in questa copiate come contenuto file video e file .srt (sottotitoli) e la stessa cartella la aggiungete alle library (con include in mew library); ebbene la cartella praticamente NON SI APRE.

Ma questo succede solo se la cartella è aggiunta come Library nel pannello di sinistra.

Se invece aprite la stessa cartella segundo il percorso dove è presente effettivamente, il problema non accade.

Soluzione:

1 O appunto aprite la cartella dal suo percorso reale.

2 Oppure nelle Library inserite 2 cartelle DISTINTE, una contenente i file video ed un'altra contenente i sottotitoli .SRT.

Segnalato da gervi

5) Versione Ultimate ed Enterprise, se installate il language pack in italiano in una versione inglese ad esempio, una volta finita l installazione vi chiede quale lingua mettere di default. Se dimenticate di cliccare la casella che dice "vuoi anche i system setting e le voci del sistema in italiano", al successivo riavvio anche riselezionando la vecchia voce e poi rifacendo la procedura avrete le voci di caricamento del sistema operativo e quelle delle impostazioni di windows sempre nella lingua del dvd, ad esempio in questo caso inglese. Per poter risolvere dovrete creare un nuovo utente,
disinstallare il language pack, riavviare, entrare con il nuovo utente, reinstallare il language pack e poi ricordarsi di cliccare la casella di installazione anche delle voci di sistema nella lingua desiderata.
Un esempio per tutti all'avvio di windows 7 se vi siete dimenticati questa casella metterà la scritta "Starting Windows" se invece ve la siete ricordata scriverà "Avvio di Windows".

Segnalato da mauriziofa

6)BUG DI WINDOWS 7 TUTTE LE VERSIONI: Quando andate su un'icona e con il tasto destro eseguite elimina, può capitare che sembra non la cancelli.

Ricliccando sopra all'icona e riselezionando elimina il 7 ci darà errore dicendoci che non trova il file.

SOLUZIONE: Basta cliccare tasto destro in un qualsiasi punto del desktop del 7 senza icone selezionare "Visualizza" e poi togliere la spunta da "Mostra icone del desktop". A questo punto spariscono le icone dal desktop, per farle ricomparire rieseguire la stessa identica procedura ma questa volta mettendo la spunta a "Mostra icone del desktop" e voilà le icone dei file cancellati non ci saranno più e saranno messe nel cestino.

E' un bug che non si verifica sempre ma saltuariamente. Il sintomo è il mancato refresh delle icone del desktop.

(ndf, volendo basta premere tasto destro sul desktop -> Aggiorna)

Segnalato da mauriziofa

7)BUG XPMODE RC CON CPU INTEL:

Se installate Windows Virtual Pc e XpMode su Windows 7 con cpu Intel abilitata al VT(Virtualization Tecnology) e non avete abilitato questa funzione da bios anche riavviando e abilitando questa funzione da bios vi metterà la schermata di errore che non avete la tecnologia di virtualizzazione hardware attivata anche se l'avete appena fatto.

SOLUZIONE

Quando riavviate il pc per attivare la virtualizzazione hardware da bios, salvate, uscite dal bios e poi invece di riavviare il pc SPEGNETELO per qualche secondo. Solo così alla successiva riaccensione xpmode si accorgerà che avete attivo il VT e vi avvierà l'installazione.

Segnalato da mauriziofa

8) BUG di Windows VIRTUAL PC RC [e bello grosso]: quando cancellate una virtual machine, Virtual PC NON RIMUOVE i file di configurazione e l'hard disk virtuale, lasciando un bel po' di spazio occupato anche se non dovrebbe (e possono essere decine di GB!); quindi, dovrete eliminare i file manualmente, in C:\Utenti\%nomeutente\appdata\microsoft\windows virtual pc\virtual machines.

Segnalato da Red.87

9)Da 17 anni c’è una vulnerabilità irrisolta, presente anche in 7, come spiegato qui: Windows hole discovered after 17 years - Update - The H Security: News and Features

In pratica, il bug è legato alla VDM, Virtual DOS Machine, usata per eseguire le applicazioni a 16-bit. Questa falla può portare all’esecuzione di codice con pieni privilegi a livello kernel. L’exploit può dunque aprire un prompt dei comandi con i massimi privilegi e fare carne di porco del sistema, se vuole.

Le condizioni in cui non è possibile eseguirlo sono:

  • Si usa la versione a 64-bit di Windows, che non ha la VDM
  • Si ha la VDM disabilitata, fattibile tramite Editor Criteri di Gruppo/Group Policy Editor, come spiegato nell’articolo linkato; oppure, tramite il Registro di Sistema, andando in HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows, creando la key AppCompat e inserendovi un valore D-Word chiamato VDMDisallowed, con valore esadecimale 1
Dunque, chi ha la 32-bit può disattivarlo tramite Registro, provato e funziona.

Occhio che se avete bisogno di applicazioni a 16-bit, o vecchie applicazioni che sono a 32-bit ma hanno lo stub di installazione alla vecchia maniera, questo trucco le fa smettere di funzionare! Dunque, lo faccia chi è sicuro di non aver necessità di usare vecchiume.

10)Attenzione alla calibrazione del monitor. Se utilizzate una calibrazione diversa da quella di default, il Visualizzatore Immagini andrà molto lento. Le soluzioni sono o tornare alla calibrazione di default, o utilizzare un visualizzatore diverso, come Raccolta Foto Live o IrfanView.

Follow up -> Alcune caratteristiche di 7
 
Ultima modifica:

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Alcune caratteristiche di 7/1

Alcune caratteristiche di 7

In questo post cerchiamo di vedere un po' delle novità che sono presenti in 7.

Superbar



Dimentica la cara, vecchia barra delle applicazioni. Ora con la Superbar hai molte possibilità in più. Non solo hai la possibilità di vedere quali sono le applicazioni attive, ma anche di mettere comodamente a portata di click quelle che usi di più, semplicemente trascinandole sulla Superbar. Premendo con il tasto destro su una delle applicazioni poste sulla Superbar, avrai accesso alle Jumplists, che contengono in base all'applicazione i files aperti recentemente, nonché azioni rapide da poter effettuare con un solo click. Una funzionalità che se ben sfruttata diventa molto interessante.

Live Thumbnails



Probabilmente ti capita spesso di avere a che fare con molte applicazioni aperte, da dover gestire. Le live thumbnails, o anteprime, possono essere molto utili allo scopo. Vai vicino ad una delle applicazioni aperte sulla Superbar e vedrai comparire delle anteprime miniaturizzate delle finestre aperte per quella applicazione. Passando sulle singole anteprime, vedrai la finestra relativa posta in primo piano rispetto alle altre. Basta poi premere sopra all'anteprima, e sarai subito portato alla finestra scelta. Alcune anteprime sono dotate anche di pulsanti, per accedere a delle funzionalità rapide direttamente dall'anteprima.

Flip 3D



Altro metodo per passare da una finestra all'altra, oppure anche da una applicazione all'altra. Si tratta di Flip 3D, richiamabile attraverso la combinazione da tastiera Windows+TAB. Le finestre, così come il desktop, vengono mostrate impilate. Tenendo premuto il tasto Windows e premendo TAB, si può scorrere tra le varie finestre in modo da trovare quella desiderata. Una volta trovato ciò che cerchi, ti basta rilasciare il tasto Windows e verrai portato all'applicazione scelta. Facile, no?

Aero Snaps



Aero Snaps può essere una funzionalità piuttosto utile in molte situazioni. Pensa ad esempio quando devi spostare dei files tra due cartelle. Nulla di più semplice con Aero Snaps. Porti una finestra con il mouse verso l'estremo lato sinistro, e rilasci il pulsante quando compare una sagoma che occupa metà schermo. Ed ecco la prima finestra occupare la prima metà dello schermo. Fai la stessa cosa, ma verso il lato destro, con l'altra finestra. Ecco che avrai le due finestre perfettamente appaiate, in modo da rendere l'operazione di spostamento più intuitiva ed efficace. Aero Snaps lo puoi usare anche per ingrandire e rimpicciolire le finestre. Trascina una finestra verso l'alto: si ingrandirà. Trascina una finestra massimizzata verso il basso: si rimpicciolirà. Bello, vero?

Aero Shake

Funzionalità molto utile quando vuoi concentrarti su una singola finestra. Premi sul bordo della finestra desiderata e, tenendo premuto il pulsante sinistro del mouse, scuotila. Le altre finestre si ridurranno automaticamente ad icona! In questo modo solo la finestra desiderata rimarrà sullo schermo. Quando rivuoi le altre finestre, basta dare un'altra scossa, ed ecco che torneranno tutte disponibili!

Aero Peek



Ecco un'altra utile funzione di 7. Se vuoi controllare un attimo il desktop, ti basta passare col mouse sull'angolo estremo destro della Superbar. Si attiverà Aero Peek, che renderà istantaneamente le finestre trasparenti e ti consentirà di vedere il desktop. Se vuoi avere accesso al desktop, ti basterà premere il rettangolino su cui ti sei posizionato e tutte le finestre saranno ridotte ad icona. Terminate le operazioni sul desktop, ti basterà ripremere sul rettangolino per richiamare tutte le finestre precedentemente ridotte.

Windows Search



Ecco una utilità da conoscere subito, alla prima accensione del sistema. Si tratta di Windows Search, un utile e potente strumento di ricerca. Ti basta aprire il menu Start e iniziare a digitare alcune lettere, e Windows Search ti mostrerà tutto ciò che ha a che fare con ciò che hai digitato, compreso ciò che davvero cercavi. Puoi trovare impostazioni di Windows, files, documenti, contatti della rubrica, mails, musica, di tutto. Puoi anche affinare la tua ricerca impostando delle preferenze e usare gli operatori booleani, come su Google. In qualunque applicazione tu trovi un campo di ricerca, potrai sfruttare Windows Search. Buona ricerca!

HomeGroup



Se hai più PC in casa, magari connessi tra loro in rete, l'HomeGroup fa per te. Tramite l'HomeGroup puoi creare facilmente una rete protetta da password in cui tutti i computers possono accedere alle stesse risorse, come documenti, musica ma anche stampanti. L'HomeGroup ti semplifica notevolmente la creazione e il mantenimento delle reti domestiche, con strumenti efficaci e alla portati di tutti.

Action Center



Avrai probabilmente notato l'icona di una bandierina tra le varie icone di stato vicino all'orologio. Quello è l'Action Center. Tramite questa applicazione potrai essere messo al corrente dello stato del sistema in fatto di sicurezza e di manutenzione, nonché di eventuali problemi da risolvere. Se ci sono problematiche, Action Center dispone di procedure guidate che cercheranno di guidarti nella risoluzione del problema, con il supporto delle risorse di Internet. Non risolve tutto, ok, ma dà pur sempre una mano.

Windows Desktop Gadgets



I Desktop Gadgets sono mini-applicazioni poste sul desktop che si possono aggiungere tramite l'applicazione Gadgets richiamabile tramite il tasto destro del mouse. Coi Gadgets è possibile fare pressoché di tutto, prendere note, vedere le ultime notizie, sapere il meteo della tua città... Le potenzialità dei Desktop Gadget sono molte e possono essere espanse in qualsiasi momento tramite i vari Gadgets che trovi su Internet.

Follow up -> Part 2
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: GIOVA74

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Alcune caratteristiche di 7/2

Backup and Restore



Il sistema ha qualche problema? Niente paura: se hai un backup a disposizione, tramite l'applicazione richiamabile da Pannello di Controllo puoi intervenire prima dell'irreparabile. La combinazione di Windows Backup e Ripristino Configurazione di Sistema consente di riportare 7 ad una condizione precedente al fattaccio ed ottimale. Con questa applicazione puoi anche creare dei backups personalizzati, quando li vuoi tu, oppure puoi affidarti ai backup incrementali a programmazione periodica eseguiti automaticamente dal sistema. E' possibile anche creare dai backups delle vere e proprie copie di ripristino del sistema da mettere su DVD. Puoi recuperare anche un singolo file, o anche più files contemporaneamente, da precedenti backups, con comode procedure guidate che ti porteranno al risultato cercato. Con un po' di accortezza, Backup and Restore ti farà cadere sempre in piedi. Ed evitare brutte figure, nel caso quel file fosse importante per altri piuttosto che per te stesso.

Windows Media Player



Windows Media Player è il cuore multimediale del sistema operativo di casa Microsoft. Tramite il Catalogo Multimediale è possibile organizzare in maniera ordinata e comoda musica, filmati, immagini ed altro. La riproduzione avviene in una modalità ad-hoc, pensata per presentare solo i controlli essenziali e nulla più. Con un click rimane sempre la possibilità di tornare alla modalità estesa con l'accesso al Catalogo. Puoi acquistare musica tramite stores esterni, sincronizzare lettori multimediali con il tuo Catalogo, ascoltare musica in MP3, WAV, WMA e AAC nonché vedere DVD e filmati WMV, MOV, AVI e H.264. Tutto tramite Windows Media Player. Se non hai esigenze particolari, non ti deluderà.

Internet Explorer



Internet Explorer è il browser integrato in Windows per navigare su Internet. La sua interfaccia è semplice e gradevole, volta alla navigazione pura più che alle funzionalità del browser. Il supporto agli standards web è molto migliorato, e ora il browser Microsoft si pone in linea con la concorrenza per quanto riguarda l'HTML5. Tra le funzionalità sono sicuramente degne di nota la possibilità di "pinnare" i propri siti preferiti nella barra delle applicazioni e, se il sito lo consente (come Tom's), accedere alla jumplist contenente varie opzioni rapide, la funzionalità InPrivate, che consente di navigare anonimamente, la Tracking Protection, che consente tramite apposite liste di tenere più protetta la propria privacy in Rete e lo SmartScreen Filter, che analizza i links contenuti nei siti web e avvisa l'utente se è presente contenuto malevolo. L'integrazione con le più recenti tecnologie di sicurezza di Windows rendono la tua esperienza web molto più sicura ed efficiente.

Le immagini sono perlopiù provenienti da Wikipedia, solo alcune sono invece da Google Immagini.

Non esitate a fare osservazioni e a chiedere chiarimenti. E' importante che il thread sia buono e utile per tutti; se c'è qualcosa che è dubbioso, o errato, ditela pure. Anzi, prima vengono a galla, meglio è. Anche le critiche sono accette, ovviamente nei limiti del rispetto e della civiltà.

Sono inoltre ben accette ulteriori dritte da aggiungere nel post Tips&Tricks, nonché segnalazioni di eventuali bugs.
 
Ultima modifica:

cajenna

Utente Attivo
749
9
CPU
Phenom II x6 1090T
Scheda Madre
Asus M4A785TD-v EVO
Hard Disk
500Gb + 500Gb + 120Gb SSD
RAM
4*4Gb DDR3
Scheda Video
Sapphire HD4850 1Gb GDDR3
Scheda Audio
Via Audio HD + Logitech z523
Monitor
PackardBell Visio200T multitouch!
Alimentatore
ENERMAX 450W
Case
Zalman
Sistema Operativo
Win7 Ultimate x64 sp1 + Win8 consumer preview x64
Ciao floola,bell'articolo,mi iscrivo per poter usufruire di futuri commenti,spero positivi e senza flame,una discussione pacata...di casini sull'argomento win7 ce ne sono stati gia troppi...:)
 

floola

Utente Èlite
6,188
518
CPU
Intel Core 2 Duo P7550 2,26 GHz
Scheda Madre
chiedetela alla Apple
Hard Disk
250 GB, in attesa di SSD
RAM
4 GB DDR3 1066
Scheda Video
nVidia GeForce 9400M 256 MB
Scheda Audio
Intel HDA
Monitor
13,3" 1280x800
Alimentatore
MagSafe
Case
Apple MacBook White Unibody
Sistema Operativo
OS X Lion, Windows Developer Preview, Windows 7
Ciao floola,bell'articolo,mi iscrivo per poter usufruire di futuri commenti,spero positivi e senza flame,una discussione pacata...di casini sull'argomento win7 ce ne sono stati gia troppi...:)
Più che i flame, i quali spero anch'io spariscano, la discussione era ormai troppo appesantita, oltre 500 pagine che si protraevano da quando si parlava della 6801 del PDC. Oltretutto dovella non riusciva più ad aggiornare la prima pagina, che era ferma da un po'.

Ovviamente, ho chiesto prima a lui il permesso per alcuni dei tips & tricks, e di poter fare il nuovo thread.

Ho già avvisato Iron del thread, se va bene lo metterà in rilievo al posto di quello vecchio, che non verrà chiuso. :)
 

gervi

Utente Attivo
596
2
CPU
Intel Q9450
Scheda Madre
DFI LT X38 T2r
Hard Disk
2x500_Hitachi
RAM
8GB Geil
Scheda Video
Ati 4870_1GB
Scheda Audio
X-Fi Fatality
Monitor
Benq_Fp241_W
Alimentatore
Tagan U96 1100w
Case
Lian_Li
Sistema Operativo
Windows Vista_x64
però sta cosa mi dà terribilmente ai maroni eh...


la RC a 64 bit era Ottima.

avevano detto che ormai erano concentrati al 90 % sulla 64 bit , che qiundi in RTM doveva essere una bomba.

ed invece hanno fatto 10 passi indietro sulla RTM a 64 bit.

valli a capire , trovatemi una logica.

diamine Sinofsky stesso aveva detto che il loro obiettivo era maggiore sulla 64 bit + tutte le tecnologie di maggior rilievo che la 64 bit ha.

come mai ora la RTM 64 è peggiore della 32???


Maledetti , 6 mesi di betatesting dalla beta 7000 , un crescendo continuo e sul + bello nella finale rtm un calo di qualità !!!

e no sono incazzato.

scusate, ma non ci si può non arrabbiare dai!!!!!!!!!


Se io e cajenna abbiamo problemi, sulla 64 bit , ci sono , sullla RC non ne avevamo, è segno che la RTM 64 bit è stata quantomena fatta da Cani.

Mi sa che quà il VISTA DEJAVUE è reale.

ma vaff.....Microsoft , lo sceriffo e tutta la squadra.


:cav::cav::cav::cav::cav::cav::cav:
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot del momento