Suonare la chitarra al computer

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
“Suonare la chitarra elettrica al PC”. Quante volte avete sentito questa frase? Probabilmente tante, come sono le pagine in giro per il web che trattato questo argomento, delicato e interessante allo stesso tempo. Delicato perchè non sempre si possono ottenere buoni risultati, molti infatti si lamentano del fatto che la chitarra, cioè il segnale proveniente da questa, venga trasmesso in ritardo sul PC, questo comporta anche un problema nel caso si volesse incidere qualcosa, suonare su una base, anche con soli 7ms di ritardo sarebbe impossibile. Avremo modo di approfondire la faccenda in un secondo momento.

Fino a qualche anno fa, esercitarsi con la chitarra elettrica significava; prendere e collegare i jack, accendere e regolare l'amplificatore, inserire magari qualche effetto con opportune regolazioni di volume in base al luogo di utilizzo. Insomma, il più delle volte si crea nella stanza una gran confusione di cavi e alimentatori. Quasi sempre inoltre abbiamo talmente poco tempo per suonare ed esercitare la nostra passione, che risparmiare qualche minuto è fondamentale. In questo caso le alternative sono varie, la prima è suonare con una chitarra acustica (scontato?), la seconda è suonare con un'elettrica non amplificata, altrettanto scontato sicuramente, oppure leggere questa guida su come fare musica al PC con pochi euro, anche se questo è a vostra discrezione, volendo si può spendere benissimo in attrezzature costose, ma non è questo l'obbiettivo.


 
  • Mi piace
Reactions: Vez Figo e Dark-Lee

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
ASIO4ALL



ASIO è l'acronimo di “Audio Stream Input/output”, ed è un driver sviluppato da Steinberg. E' conosciuto sopratutto agli utilizzatori di Cubase, sviluppato sempre da quest'ultima azienda, ed altri VST in generale. ASIO4ALL è un pannello di controllo che offre funzioni apparentemente limitate, ma che permette di configurare al meglio alcuni parametri altrimenti “non modificabili”, utili per ovviare al problema delle latenze. Cos'è una latenza? Si potrebbe spiegare in parecchi modi, in ambito musicale dovete interpretarla in questo modo: Pensate ad esempio al semplice collegamento della chitarra al pc tramite l'ingresso audio del microfono (con l'adattatore), noterete che tra la pressione del tasto e la trasmissione del suono trascorre un certo lasso di tempo, in quel tempo di ritardo, mettiamo caso 7ms, l'hardware acquisisce le informazioni, le lavora e rimanda il segnale nell'uscita audio. Quel tempo di ritardo viene descritto come Latenza appunto.

A cosa è dovuto un eccessivo tempo di latenza? Può essere causato da diversi fattori, il più delle volte il problema principale è rappresentato da una scheda audio di scarsa qualità, che non sono soltanto quelle integrate nei notebook, ma anche nei tradizionali sistemi Desktop. Drivers obsoleti e tipo di connessione della periferica Audio, se USB, Firewire, PCMCIA, possono incidere in modo altrettanto importante. ASIO4ALL, è un driver generico per tutti quegli Hardware che non supportano I driver ASIO, è quindi possibile installarlo (pochi Kb), e configurare I parametri opportuni.

Nel caso la scheda audio sia compatibile con i driver Asio, assicuratevi di aver installato quelli più recenti, oltre che I driver in generale, questo vale anche per I vari Guitar Link, quei piccoli pre-amplificatori come il Behringer UCG102, che necessitano di questo tipo di driver per offrire dei tempi di latenza mediamente bassi. Mediamente, perchè non è solo “ASIO” il problema, ma dovete valutare una serie di fattori come il tipo di Hardware, in particolar modo la CPU. SI potrebbe continuare a parlare di questo “pannello di controllo”, ma per fortuna abbiamo un Manuale in Italiano scritto veramente bene, che spiega in tutto e per tutto il funzionamento di questo driver, pertanto vi invito a leggerlo. [FONT=Verdana, sans-serif][FONT=Verdana, sans-serif][FONT=Verdana, sans-serif][FONT=Verdana, sans-serif]ASIO4ALL 2.9 - Italian (Translation: Gianfranco Minischetti) [/FONT][/FONT][/FONT][/FONT]
 

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
Amplitube 2



Sviluppato da IK Multimedia, è un programma per PC dedicato ai chitarristi/bassisti. E' un software di modellazione del suono, mette a disposizione una gran varietà di amplificatori ed effetti famosi, l'aspetto grafico gioca un ruolo fondamentale in questo genere di applicazioni, ed è sicuramente un punto a favore. AmpliTube2 potrebbe risultare meno intuitivo rispetto a Guita Rig 3, alcuni comandi sono un po nascosti, come quello che riguarda la scelta del Cabinet per esempio, ma niente di complicato. La struttura si divide essenzialmente in due linee, A e B, ed è più o meno questa: Tuner, Stomp, Amp, Cab e Rack. Per sintetizzare ancora di più il programma stesso divide la scelta del sound in quattro fasi; Testata, Cassa, stomp ed effetti a rack. Vediamo nello specifico cosa offre AmpliTube2.

La prima sezione è appunto l'accordatore, è preciso e graficamente parlando, ben realizzato. Nella seconda sezione andremo a scegliere gli effetti, anche qui ci sono chiari riferimenti ad effetti famosi, ad esempio il Tube Screamer Ibanez, regolabile in; Drive, Level e Tone, c'è poi il DCOMP, che pare essere a tutti gli “effetti” un Dyna Comp della MXR, non manca un Fuzz Face in stile Hendrix, in questo caso “Fuzz Age”. Chorus, Phaser, Opto-Tremolo, PitchShifter, gli effetti non mancano di certo, è possibile inoltre pilotare una seconda catena, proprio grazie alle due linee separate, A e B, stesso discorso per amplificatore, cab e rack.

Al contrario di Guitar Rig, AmpliTube fa una distinzione più o meno evidente tra effetti a pedale ed effetti a rack. Nella sezione stomp è quindi opportuno inserire degli effetti classici del tipo; Compressore, distorsore, overdrive, e nei rack come avviene più nella “realtà”, andremo ad inserire ad esempio degli effects più complessi come Delay e Rotary Speaker, o magari un reverb. Ovviamente questo è solo un consiglio, provate a sperimentare varie combinazioni, ad esempio un chorus negli stomp e un chorus analogico nei rack, inserite più delay con parametri differenti, inserire un tube compressor post-amp, vi consiglio di iniziare con dei parametri bassi, in particolar modo il volume (output) degli effetti, evitate così di sentire una gran confusione.

AmpliTube2 è un software versatile e intuitivo, come abbiamo già ribadito l'interfaccia grafica è gradevole, e questo è fondamentale nei programmi di ultima generazione parliamoci chiaro, gli strumenti ci sono e anche di buona fattura, ma sicuramente in termini di quantità, non è ai livelli di Guitar Rig 3 per esempio. Come mai? Semplice, IK Multimedia cioè l'azienda sviluppatrice, per fortuna o sfortuna, secondo me più la seconda, ha sviluppato varie versioni del programma. Ad esempio esiste la versione AmpliTube Fender, un software licenziato al 100% dalla stessa Fender, che ad esempio offre effetti a pedale aggiuntivi come; Fender Phaser, Fuzz Wah, '63 Reverb, Tape Echo e volume. La sezione amplificazione è impressionante, ovviamente ogni AMP è stato fedelmente riprodotto, qualche nome; Champion 600, '65 Twin Reverb, '64 Vibroverb Custom e molti altri. La “sfortuna” di cui si parlava, sta nel fatto che ogni singolo programma ha dei prezzi notevoli, un po come per gli altri, senza dubbio sarebbero soldi ben spesi, manca però una versione completa, che racchiuda un po tutto. L'unica versione “quasi completa” è il Total Guitar & Bass Gear Bundle, racchiude I seguenti software: AmpliTube2, Ampeg SVX, AmpliTube Jimy Hendrix, AmpliTube Metal, AmpliTube X-Gear. In totale si parla di circa 51 stomp effects, 23 effetti a rack, 11 amplificatori, 33 cabinets, accordatore per chitarra e bass e varie features. Il costo del programma è di circa 450€.


Guitar and Bass Audio Interfaces/Controllers: Ma come la colleghiamo la chitarra al PC per utilizzare al meglio AmpliTube2 ed espansioni? Abbiamo diverse possibilità e sono tutte più o meno costose. IK Multimedia ha sviluppato ben tre interfacce audio USB, tutte create con lo stesso scopo; Ridurre al minimo I tempi di latenza per godersi al meglio l'esperienza di suonare la chitarra al pc. Andando per ordine di prezzo, il primo kit è lo StealthPlug, che include I software; AmpliTue 2 Live, X-GEAR e vari plug-in standalone. L'interfaccia non è altro che un cavo su cui da un lato è installato un classico jack per chitarra, dall'altro un connettore di tipo mini-jack, eventualmente è possibile utilizzare anche l'USB, in mezzo troviamo ovviamente il convertitore analogico digitale e viceversa. Tra le caratteristiche tecniche troviamo: 16 bit A/D -D/A converter. 44KHz/48KHz Sampling Frequency, Ultra-low latency ASIO and Core Audio Drivers. Tutto questo è disponibile per circa un centinai di Euro.


Arriviamo poi allo StealthPedal, un'interfaccia audio racchiusa In un pedale molto simile ad un Wah Wah. Le connessioni disponibili sono veramente molte, si possono inserire ben due strumenti, un pedale d'espressione, il pc tramite USB, altoparlanti esterni, cuffie ed altro. Anche il corredo software è stato ben progettato, il pacchetto include: AmpliTube 2, AmpliTube 2 Live, AmpliTube Fender, Jimy Hendrix, Metal, Ampeg SVX, oltre l'X-GEAR e un software di cui non abbiamo ancora parlato, ovvero RiffWorks T4. Parliamod di specifiche tecniche: 24 bit A/D and D/A conversion (notate I 24 bit rispetto ai 16 bit dello StealthPlug), 44.1/48 kHz operation, High-quality, low-noise input stage (109dBA /104dB RMS S/N ratio). Il prezzo è tutto sommato onesto, circa 200€.


Il top della casa è rappresentato dallo StompIO-1. E' un'interfaccia audio high-end, è veramente un giocattolo straordinario, ma estremamente costoso, come gli altri, consente il collegamento della chitarra al pc col massimo della qualità, la struttura infatti non è altro che una scheda audio on-board che funge da preamplificatore, la conversione del segnale è ovviamente affidata ai 24 bit A/D and D/A conversion. Riguardo le latenze? 5.4 kg di qualità, credo non ci siano strumenti in grado di fornire prestazioni migliori, parliamo di 2ms audio latency, come riporta la specifica tecnica “Ultra-low audio latency (2ms ASIO buffer size)”. Le caratteristiche sono veramente tante, per la salvaguardia del vostro portafogli fermiamoci qui, eventualmente chiedete ulteriori informazioni e vi saranno date. Il prezzo? Circa 800€, se avete già dei software AmpliTube originale potrete risparmiare parecchi soldi con la formula dell'upgrade.
 

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
Guitar Rig 3


Guita Rig è un software sviluppato da Native Instruments, permette di emulare amplificatori ed effetti al PC, attraverso un interfaccia molto gradevole e una serie di strumenti altamente professionali. La scelta del sound è a dir poco infinita, si parte dall'amplificatore per arrivare agli effetti di modulazione e delay, accordatore, Loop Machine e molto altro. Per ottenere risultati soddisfacenti non è necessario avere un sistema audio costoso, ne tanto meno un PC di fascia alta, è assolutamente fondamentale però, riuscire a tenere I tempi di latenza (latency) bassi, altrimenti il segnale della chitarra arriverà in ritardo al PC e suonare diventerà scomodo. Come fare questo? Abbiamo principalmente due opzioni più o meno costose, alcune già trattate. Un adattatore di tipo: “Jack/connettore da 3,5 mm” costa circa 3€ nei negozi, usando quindi la chitarra direttamente nell'entrata Microfono della scheda audio (integrata o non), in questo caso però non sembrano esserci risultati accettabili, la mancanza di un preamplificatore tra chitarra e scheda audio si fa sentire.


L'opzione più costosa è comprare una pedaliera esterna che lavora in perfetta sintonia con Guitar Rig 3, non a caso è stata sviluppata apposta. Parliamo della Rig Control 3, uno strumento eccezionale ma che ha dei prezzi a dir poco esorbitanti, circa 450€. In questa pedaliera la scheda audio on-board garantisce le massime prestazioni in termini di latenze e qualità audio, questo garantisce anche la massima affidabilità in contesti di registrazione musicale, e perchè no, anche in occasioni Live. La Rig Control non è solo uno strumento di collegamento e un intermediario tra chitarra e PC, racchiude anche un sistema di switching per attivare/disattivare gli effetti, oltre un pedale di volume/espressione e Wah. Uno strumento professionale per suonare a casa e non solo. L'ultima soluzione è il Behringer UCG102, e ne parleremo più avanti, per ora rimaniamo in tema Guita Rig 3, ecco cosa offre il programma:





Amplificazione (Amps): La scelta del sistema di amplificazione è alla base di tutto, come dicevamo nella guida dedicata. Guitar Rig ci viene incontro mettendoci a disposizione I più famosi amplificatori, con la possibilità di scegliere inoltre il tipo di cassa (4x10, 4x12 etc), la posizione del microfono e molti altri parametri. Tra I marchi famosi (nomi non originali, ma facilmente riconoscibili) troviamo; VOX, Marshall, HIWATT, Orange ed altri. L'aspetto grafico e la cura per la realizzazione è a dir poco eccezionale, facile riconoscere l'eleganza degli amplificatori HIWATT, qui sono completamenti bianchi ma si possono individuare ad esempio dalle manopole oltre che ovviamente del nome “HIGH WHITE”. L'Orange è possibile riconoscerlo dal colore per esempio, I Marshall dalla plancia d'orata e dai potenziometri, il VOX più o meno lo stesso discorso. Tutta la parte dedicata ai controlli è stata fedelmente riprodotta, tornando sempre gli HIWATT troveremo; Master, Normal, Brill ed molto altro. Se vi state chiedendo che fine abbia fatto Fender non preoccupatevi, c'è anche lui, sotto il nome di “Twan Reverb”.


Distorsioni (Dist): Passando alla scheda successiva troveremo distorsori ed overdrive altrettanto famosi. Qualche esempio? Il Pro Co RAT II, il sempre verde Tube Screamer, il Big Muff Pi, il Metal Zone della Boss, il classico Fuzz, insomma anche qui la scelta è vasta, passando dai sound più vintage a quelli più moderni, tutti personalizzabili come nella realtà. Ad esempio nel Big Muff Pi (BIG FUZZ) avremo I controlli di; Volume, Sustain e Tone, nel RAT; Volume, Filter e Distortion. Inoltre ogni effetto può essere leggermente equalizzato, basta aprire la scheda sottostante, ovvero cliccando su l'icona del “+”.





Modulazione (Mod): Qui la scelta è ancora più complessa, ma ancora più interessante rispetto alle precedenti schede. Troviamo tutto, dal Chorus al Rotary Speaker, I parametri sono infiniti, l'unico limite è la vostra fantasia, vi consiglio di provarne uno per volta e configurare il singolo parametro. Nel Phaser troveremo ad esempio I controlli di Rate, Depth e Color. E' possibile inoltre avere Chorus e Flanger insieme, configurando I parametri di; Speed, Intensity, Width, Mode (Chorus/Flanger), e chiaramente anche usare gli effetti separati. Tra I vari effects troviamo anche il Digitech Whammy, nascosto sotto il nome di “Pitch pedal”, in questo caso però ci servirà la Ring Control 3, cioè come un pedale di espressione, oppure attivare gli effetti Whammy permanenti, un po incontrollabili ma molto carini. La qualità degli effetti di modulazione è molto convincente, Il famoso “suono finto e digitale” non esiste, considerando poi che le prove sono state effettuate collegando la chitarra direttamente al PC, con delle casse tecnicamente non idonee al 100%, non ci possiamo lamentare.


Equalizzazione (EQ): Il comparto di equalizzazione è importantissimo, specie se volete avvicinarvi a particolari sonorità, e dove il singolo potenziometro del Tono non può arrivare, entrano I giochi gli effetti di equalizzazione, e anche qui la scelta è tutt'altro che limitata. E' possibile anzi tutto lavorare manualmente sul grafico in tempo reale, come su un Boss GE-7 tanto per capirci, oppure se non avete ancora dimistichezza con le bande, provate a scegliere tra I presets, sempre utili ed efficaci. Sempre in questa sezione troveremo svariati Wah Wah, purtroppo non è possibile utilizzarli senza una pedaliera esterna, per ovvi motivi. Vi consiglio comunque di lasciar stare questa sezione agli inizi, non è strettamente necessaria.


Volume e compressione (Vol): In questa parte dei componenti troveremo ad esempio il pedale di volume, anche in questo caso occorre la Rig Control 3 altrimenti è inutilizzabile. Non manca il Noise Gate e il Noise Reduction, rappresentano la stessa cosa, il Noise Gate ha qualche funzione (Attack e Release) in più ma dobbiamo capire bene il suo funzionamento, altrimenti rischiamo di non sentire nulla e basta. In questa sezione ci sono anche I compressori, come “Stomp compressor” e “Tube compressor”, il primo ha due soli controlli, Volume e Sustain, nel secondo caso troveremo altri parametri come; Attack, Release, Gain ed altro.


Riverbero/Delay (Rev): L'ultima scheda, diciamo pure “utile”, è quella dedicata agli effetti di riverbero e delay. Non manca il classico reverb a molla, uno da studio con funzioni aggiuntive, una bellissima postazione Echo con svariate funzioni, molto simile al twin-pedal Boss RT-20. I parametri e le possibilità di configurazione sono molteplici, si parte dal tempo in millesecondi (ms) per arrivare ai controlli di; Time, Feedback, Rate, Depth e molto altro. Nello Psychedelay è possibile inoltre avere I controlli “Reverse” e “Detune”, anche qui vi consiglio di iniziare con un effetto per volta, senza complicarvi troppo la vita otterrete buoni risultati, oppure usate I soliti presets.


Ci sono altre interessanti funzioni in Guitar Rig 3, ad esempio l'accordatore, si parte da un'accordatura cromatica tradizionale a un “Open D” senza difficoltà, nello specifico ecco cosa offre: Chromatic, Guitar, Bass, Open D, Open E, Open G ed Open A, DADGAD. L'aspetto grafico è veramente buono (due grafiche disponibili). Per accordare la chitarra nel modo migliore vi consiglio di spuntare la casella “Mute sound”, così da avere solo il Tuner senza gli effetti per tutto il tempo necessario. Un'altra funzione molto utile ed interessante è la Loop Machine, e permette di registrare la nostra performance, eventualmente salvarla e riascoltarla comodamente. Nella prima prova che ho fatto sono riuscito a registrare la chitarra ma senza effetti, ho risolto spostando il modulo a fine catena. Non finisce qui comunque. Per la gioia di molti, e io faccio parte di questa categoria, nel Software sono inclusi alcuni sounds già salvati, praticamente sono delle configurazioni di chitarristi famosi.





Dove si trovano? Collegatevi nella scheda “Browser” in alto, successivamente in “Sounds” che è appena più sotto, ed infine cliccando sulla bank menu “ALL”, portatevi su Signature Sounds. Alcuni nomi sono di facile intuizione, ad esempio Pink Numb Lead. Beh ragazzi, credetemi, il suono è veramente fedele, e finalmente dopo tanto tempo, dopo tanti soldi spesi in effetti (ma proprio tanti!) e ricerche folli, sono riuscito a suonare uno dei brani che più amo, il titolo non ve lo dico neanche! Vi consiglio di iniziare da qui, cominciare a modificare parametri e a sostituire I vari rack, è decisamente più semplice e vi porterà in breve a tempo al vostro sound personale, almeno spero sia questa la vostra intenzione. Penso di aver detto parecchio su questo programma, eventualmente chiedete o suggerite opinioni.
 

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
VOX JamVox


Tra le ultime novità del mercato c'è il JamVox, prodotto dalla storica azienda, la VOX appunto.
Chi lo ha provato e recensito è rimasto molto soddisfatto, sopratutto riguardo alla fedeltà dei suoni e degli effetti, rispetto ai tradizionali prodotti come AmpliTube, che fornirebbero dei suoni troppo finti e a lungo andare noiosi. Il correggo hardware/software è interessante, anzi tutto diciamo che il JamVox è una scheda audio USB con monitor incorporati, tra I software troviamo il GXT (Guitar Xtracktion) che è probabilmente la novità più interessante, è un programma sviluppato in collaborazione con la KORG, consente di rimuovere la traccia di chitarra da un file. Riassumendo cosa offre il JamVox, parliamo di; 19 modelli di amplificazione, 54 tipi di effetti, 100 preset.





Tecnicamente parlando la scheda audio con monitor integrati offre coni da 3” con potenza di 0,75W per canale, gli ingressi/uscite disponibili sono: Mic Input (XLR, Mono), Mic Input Level Control, Uscita Cuffie (1/4, stereo) ed altri, ad esempio c'è la possibilità di collegare un Footswitch o un pedale d'espressione. Molto interessante anche la community online, sul sito ufficiale (JamVOX-Online) sono infatti disponibili dei presets creati dagli utenti, che consentono di avvicinarsi ai sounds più famosi. Il software è compatibile con Mac e PC, nella prima versione del programma non erano però compatibili I sistemi operativi a 64 bit, il problema è stato ora risolto tramite un aggiornamento. Il prezzo di questo sistema si aggira intorno ai 210€, una cifra apparentemente esagerata, ma se pensiamo alla scheda audio e alle casse monitor, ideali per questo genere di utilizzo, allora diventa tutto più chiaro.
 

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
Behringer UCG102


Recensione momentaneamente sospesa per problemi con la periferica.
 

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
Ultimi consigli pratici


Suonare la chitarra al PC può essere un'operazione tanto semplice e divertente, quanto noiosa e impossibile. Sul mercato si trovano prodotti di ogni genere ormai, ne abbiamo visto molti, dall'economico UCG102, al costosissimo StompIO della IK Multimedia, tutti con caratteristiche differenti e scegliere è tutt'altro che divertente. La maggior parte di questi sistemi vengono acquistati da chi possiede un notebook e questo rappresenta spesso un ostacolo, perchè le schede audio integrate e l'hardware non permette di raggiungere prestazioni soddisfacenti (a seconda dei casi). Ecco spiegato il perchè degli hardware più costosi, che non si limitano solo ad amplificare il segnale, ma elaborano lo stesso segnale, anzi tutto tramite una conversione AD – DA a 24 bit, ma lo fanno tramite un hardware appositamente sviluppato, e questo ci permette di raggiungere tempi di latenza incredibilmente bassi (2ms), senza gravare sulla povera CPU.

Abbiamo capito che collegare la chitarra direttamente all'ingresso Microfono de PC non consente di avere delle latency tali, da sentir uscire il segnale in tempo reale, ma avremo sempre dei fastidiosi ritardi (esempio a 7ms) che a lungo andare probabilmente ci faranno abbandonare e passare la voglia, oltre che l'entusiasmo, di suonare al PC. I prodotti commerciali come per esempio il Behringer UCG102, scrivono in bella mostra “ultra low-latency”, ma quanto c'è di vero in questo? Per fare musica non occorre un PC molto potente, ma scendere con I tempi di latenza significa aggiungere alla CPU un carico di lavoro non indifferente, in molti casi, proprio per il problema delle schede audio integrate di scarsa qualità, scendere ai 2ms (suonare in tempo reale praticamente), significa mandare la CPU in OVER e non poter suonare sui vari Guitar Rig 3 tanto per dirne uno, l'hardware non riesce a gestire e a compensare ciò che dovrebbe fare la scheda audio.



Quindi, in ciò che leggiamo scritto sui vari prodotti c'è poca sincerità se così vogliamo dire. Molti si domandano inoltre perchè le casse audio tradizionali non offrono un sound particolarmente realistico con AmpliTube e vari, pur collegandole magari a delle schede audio professionali. In questo caso andrebbero usate delle casse monitor, che hanno delle risposte in frequenze migliori e offrono un sound più realistico, in tal caso vi consiglio di guardare alcune serie economiche ma di buona qualità: Behringer MS40 (il minimo secondo alcuni), M-Audio BX5a, Edirol MA15D,Empire PS2050.


PS:
La guida non è ancora ultimata al 100%, mi scuso per eventuali errori di forma e comprensione, mancano alcune rifiniture di testo e grafica. Ho deciso comunque di pubblicarla in quanto ultimamente, andando anche ampiamente fuori discussione in molti Topic, se n'è parlato parecchio della "chitarra al pc". La discussione è aperta, un saluto!
 

Mr6600

Utente Attivo
4,566
162
Hardware Utente
CPU
Intel i5 6600
Scheda Madre
MSI H170A PCMate
Hard Disk
SSD Sandisk Plus 240GB + HDD 160GB 7200rpm
RAM
16GB Kingston DDR4 2133MHz
Scheda Video
AMD HD6950 2GB DDR5
Scheda Audio
Audient ID22 + Marantz PM4000 + KEF Q1 speakers
Monitor
Dell U2417H
Alimentatore
Corsair CX650M
Case
Cooler Master Silencio 452
Sistema Operativo
Windows 7 Professional 64 bit
che lavorone!! complimenti per l'impegno che ci hai messo ;)

solo una piccola notazione se permetti:

anzichè parlare delle casse nell'ultimo post, ne parlerei nel primo. farei una sorta di "lista della spesa", del tipo:
Materiale occorrente per suonare la chitarra al PC:

  • chitarra (elettrica o elettro-acustica) con jack 6,35mm
  • adattatori per collegare la chitarra all'ingresso MIC del PC (un adattatore jack 6,35 mm/3,5 mm serve sempre)
  • casse stereo di discreta fattura
il tutto, per evitare che chi legge possa pensare di suonare sulle casse integrate del portatile o su un paio di casse del genere, che usano quasi tutti.

non sono poi molti (videogiocatori incalliti a parte) ad avere collegato un impianto stereo o un home-theater al pc.

tutto questo per evidenziare fin da subito che il requisito fondamentale per poter suonare la chitarra al pc, è avere un paio di casse discrete con un bel woofer. senza quelle, non te ne fai nulla del programmino che ti fa parlare la chitarra, o le fa fare wuah wuah wuah, plof plof plof... :sisi:

PS: nel post sul Vox JamVox
Il correggo hardware/software è interessante
immagino volessi dire il corredo hardware/software è interessante...
 

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
La lista spesa può essere appunto una scheda audio esterna per notebook, USB, Firewire etc, delle casse monitor semi-professionali, al limite delle cuffie (io le uso), ma per quanto riguarda l'adattatore c'è poco da scrivere, costa 3€ massimo e si trova facilmente. Riguardo le tradizionali casse audio il discorso è semplice, qualunque tipo di sistema, costoso o economico offre un sound discreto, per l'utilizzo della chitarra al PC occorrono delle casse monitor, si ottengono comunque buoni risultati anche nel primo caso, ma non ha molto senso consigliarli. Comunque come ho detto mancano svariate cose, purtroppo ora ho dei problemi con il Behringer UCG102 e ho poco tempo per ultimare la guida, spero di ultimarla a breve. Grazie!
 

Mr6600

Utente Attivo
4,566
162
Hardware Utente
CPU
Intel i5 6600
Scheda Madre
MSI H170A PCMate
Hard Disk
SSD Sandisk Plus 240GB + HDD 160GB 7200rpm
RAM
16GB Kingston DDR4 2133MHz
Scheda Video
AMD HD6950 2GB DDR5
Scheda Audio
Audient ID22 + Marantz PM4000 + KEF Q1 speakers
Monitor
Dell U2417H
Alimentatore
Corsair CX650M
Case
Cooler Master Silencio 452
Sistema Operativo
Windows 7 Professional 64 bit
quindi pensi che vadano bene anche un paio di casse da supermercato da 10€ ??!
non so come suonino collegate a una chitarra, ma dubito che vengano fuori risultati accettabili....
io finora mi sto trovando bene a suonare al pc, ma solo perche ho due casse che mi arrivano alla cintura e con woofer da 18 centimetri..

cmq, ottimo lavoro.
grazie al tuo post su Guitar Rig, finalmente ho capito che i nomi fittizi degli effetti che trovo in Guitar Rig3 corrispondono ad effetti reali, e non sono inventati di sana pianta come credevo.

PS: che problemi hai col behringer guitar link? driver buggosi per Vista, di cui avevi letto in rete?
 

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
Non sto dicendo questo, dico che per sentire uscire il suono realistico di una chitarra dagli altoparlanti, occorrono delle casse monitor, che sono appositamente sviluppate per questo utilizzo. Gli altri sistemi, tipo; Creative, Trust, Empire Media, Hercules, Logitech, sono buoni e possono andar bene, ma offrono comunque un sound discreto, anche se andiamo a spendere 400€, la situazione non cambia molto. Io personalmente uso il sistema un cuffia, del resto sto spendendo per suonare il PC in quanto a casa non posso usare amplificatori e volumi troppo alti.

Riguardo il Behringer è successo questo: Come vi dicevo non è compatibile con Windows Vista ma si può comunque installare. Per farlo occorre disabilitare il UAC così da poter visualizzare le finestre Driver e scegliere di installare comunque il software nonostante sia incompatibile, se il UAC resta attivo l'installazione non va a buon fine. Io ho installato prima con i driver originali, è andato tutto bene tant'è che ho cominciato a provare il software incluso. Successivamente però, ho voluto aggiornare la periferica tramite gli ultimi Driver Behringer, compatibili anche con Windows Vista 32/64 bit, da qui i problemi; la periferica è praticamente morta, non viene più riconosciuta e non si accende più.
 

Mr6600

Utente Attivo
4,566
162
Hardware Utente
CPU
Intel i5 6600
Scheda Madre
MSI H170A PCMate
Hard Disk
SSD Sandisk Plus 240GB + HDD 160GB 7200rpm
RAM
16GB Kingston DDR4 2133MHz
Scheda Video
AMD HD6950 2GB DDR5
Scheda Audio
Audient ID22 + Marantz PM4000 + KEF Q1 speakers
Monitor
Dell U2417H
Alimentatore
Corsair CX650M
Case
Cooler Master Silencio 452
Sistema Operativo
Windows 7 Professional 64 bit
nulla di irreparabile allora.
fossi in te, farei innanzitutto un Ripristino Configurazione Sistema a prima dell'installazione dei driver originali (che presumo siano quelli che hai trovato nel CD contenuto nella confezione), così eviti di lasciare ricordini nel registro.
poi disattivi UAC, installi i driver aggiornati e riattivi UAC.
fine.

questa tua esperienza servirà da monito a tutti coloro che vorrano usare il guitar link in Vista :asd:
 

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
Niente da fare, è da questa notte che provo di tutto e di più, non da più segni di vita la periferica.
 

biruk22

Utente Attivo
296
22
Hardware Utente
CPU
i7 4770K
Scheda Madre
Gigabyte GA-Z87X-UD5H
Hard Disk
SSD Samsung 840 EVO + 2x1 tb samsung hd103sj
RAM
2X8gb Crucial Ballistix Tactical Tracer
Scheda Video
EVGA 780 Classified
Scheda Audio
integrata
Monitor
samsung s22b150
Alimentatore
Seasonic Platinum 660
Case
aerocool flamboyant
Sistema Operativo
win 8.1
Complimenti per la guida anche se non l'ho letta tutta .....
Hai provato in un altro pc per vedere se è defunta oppure è colpa del tuo pc?
Comunque anche io utilizzo la chitarra con il pc ma ho comprato direttamente la iaxe 393 e suono con guitar rig.
 

Smith

Utente Attivo
8,365
745
Hardware Utente
Case
ASUS X53S
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
Non ho provato la periferica su un altro PC, ma se fosse veramente un problema mio non avrebbe dovuto nemmeno installarsi la prima volta, per questo credo sia successo qualcosa di strano, magari un mezzo corto circuito, possibile? Comunque per ora ho contattato il negozio che provvederà ad un cambio dell'apparecchio. Pare che questo non sia un periodo particolarmente fortunato per me. Detto questo, potresti darci qualche info in più riguardo il Behringer USB Guitar iAXE393? Grazie.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Entra

oppure Accedi utilizzando