DOMANDA rete piccolo ufficio

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Madfrog

Nuovo Utente
8
1
Salve a tutti, sto cercando di sistemare la rete per un piccolo ufficio, vi espongo qualche dubbio:

attualmente nell'ufficio ci sono 4 computer (2 mac e 2 win) + 2 stampanti di rete + 1 pc win che fa da server (dev'essere win perché ci gira un programma che gestisce delle licenze), il modem-router è uno di quelli base forniti dalla Telecom e come switch è utilizzato un vecchio router netgear con dhcp disabilitato (soluzione orrida, lo so) e la rete va a 100 Mbit.

vorrei cambiare queste cose:

1. prendere un NAS a 2 bay per i dati (sono orientato su un qualche modello della synology, tipo un ds214 o simili) - mantenendo il server win solo per il programma che gestisce le licenze;
2. passare ad una rete ad 1Gbit (quindi cambiando le eventuali schede di rete che non fossero compatibili);
3. prendere uno switch dedicato (pensavo ad un Netgear ad 8 o 16 porte).
4. tirare un bel po' di cavi in giro per le stanze.

Le domane sono:

1. quello che ho scritto sopra ha senso? Ci sono errori più o meno gravi?
2. mi conviene tenere il router della telecom e far gestire a questo la rete oppure meglio prenderne un altro e usare l'aggeggio telecom solo come modem?
3. che cavi devo prendere (bastano quelli dritti? e di che categoria? 5e vanno bene, non avendo distanze superiori ai 10 metri?)

4 (bonus). se invece che far eseguire al NAS dei backup su un disco esterno USB programmassi ogni giorno l'esecuzione di una copia di sicurezza sul server di cui sopra (che quindi oltre a gestire 'ste benedette licenze farebbe anche altro) potrebbe andar bene? Certo in caso di incendio tutto andrebbe in fumo... ma ho paura che i backup sul disco USB da spostare in un'altra stanza verrebbero eseguiti solo nel primo periodo.

Grazie :)
 

a.deglinnocenti

Nuovo Utente
95
5
Salve a tutti, sto cercando di sistemare la rete per un piccolo ufficio, vi espongo qualche dubbio:

attualmente nell'ufficio ci sono 4 computer (2 mac e 2 win) + 2 stampanti di rete + 1 pc win che fa da server (dev'essere win perché ci gira un programma che gestisce delle licenze), il modem-router è uno di quelli base forniti dalla Telecom e come switch è utilizzato un vecchio router netgear con dhcp disabilitato (soluzione orrida, lo so) e la rete va a 100 Mbit.

vorrei cambiare queste cose:

1. prendere un NAS a 2 bay per i dati (sono orientato su un qualche modello della synology, tipo un ds214 o simili) - mantenendo il server win solo per il programma che gestisce le licenze;
2. passare ad una rete ad 1Gbit (quindi cambiando le eventuali schede di rete che non fossero compatibili);
3. prendere uno switch dedicato (pensavo ad un Netgear ad 8 o 16 porte).
4. tirare un bel po' di cavi in giro per le stanze.

Le domane sono:

1. quello che ho scritto sopra ha senso? Ci sono errori più o meno gravi?
2. mi conviene tenere il router della telecom e far gestire a questo la rete oppure meglio prenderne un altro e usare l'aggeggio telecom solo come modem?
3. che cavi devo prendere (bastano quelli dritti? e di che categoria? 5e vanno bene, non avendo distanze superiori ai 10 metri?)

4 (bonus). se invece che far eseguire al NAS dei backup su un disco esterno USB programmassi ogni giorno l'esecuzione di una copia di sicurezza sul server di cui sopra (che quindi oltre a gestire 'ste benedette licenze farebbe anche altro) potrebbe andar bene? Certo in caso di incendio tutto andrebbe in fumo... ma ho paura che i backup sul disco USB da spostare in un'altra stanza verrebbero eseguiti solo nel primo periodo.

Grazie :)


Ciao,

direi che non fa una piega ma ti consiglio di pensare magari all'acquisto di un router che ti supporti anche le VPN o magari un Firewall che sarebbe ancora la soluzione migliore.

Non ho ben capito il punto 4, puoi essere più dettagliato?

Saluti,
AD
 

Madfrog

Nuovo Utente
8
1
Ciao,

direi che non fa una piega ma ti consiglio di pensare magari all'acquisto di un router che ti supporti anche le VPN o magari un Firewall che sarebbe ancora la soluzione migliore.

Non ho ben capito il punto 4, puoi essere più dettagliato?

Saluti,
AD

Ciao, grazie per la risposta!

In realtà non me ne intendo di router e non so cosa potrebbe darmi un prodotto più serio di quello della telecom... tipo, per quanto riguarda la VPN (non è una priorità ma certo sarebbe gradita): so che l'abbonamento internet dell'ufficio prevede un indirizzo pubblico - pensavo di gestire il collegamento dall'esterno attraverso il NAS (ho trovato queste istruzioni ma non ho ancora approfondito: Come configurare Synology NAS come server VPN - Network Attached Storage (NAS) Synology Inc. ). Non so, mi consigli qualcosa di più specifico?

La volontà era anche quella di non cambiare proprio tutto quello che non fosse necessario (anche per una questione economica).

Nel punto 4 intendevo dire che so che sarebbe saggio tenere un disco USB per il backup giornaliero dei dati dal NAS... solo che le operazioni "prendi il disco, attaccalo, aspetta che il backup sia finito, staccalo e (a far bene) portalo in un'altra stanza per maggiore sicurezza" temo che alla lunga non verrebbero più eseguite... quindi mi chiedevo se non valesse la pena impostare un backup giornaliero dal NAS al Server (che rimarrebbe comunque per far girare il programma che gestisce le licenze del software che viene usato dall'ufficio). Niente disco USB insomma... e niente pericolo che gli impiegati si stufino oppure si dimentichino di portare avanti e indietro il disco... mi domandavo se ne valesse la pena.

Ciao, grazie ancora.
 

bonnot23

Utente Attivo
483
63
CPU
Intel I5-3570k Ivy bridge con Noctua nh-d14
Scheda Madre
MSI Z77A-GD65
HDD
SSD: Samsung 830 series 128GB + WD Caviear Blue 1TB + Hitachi 500GB
RAM
Corsair Vengeance blu 1600 lp (2x4GB)
GPU
Sapphire radeon HD7950 dual-x
Monitor
Samsung T22B300 22" 1920x1080 full HD
PSU
Corsair CX600
Case
Corsair carbide 400r
OS
Windows 10 Home
Per il backup dislocato potresti adottare una soluzione cloud automatizzata, a tal ora ti fa il backup direttamente in cloud, altrimenti metti il nas fisicamente da un'altra parte ed esegui il backup nell'hardisk interno al nas ti fai un raid così hai ancora più sicurezza in caso di guasto di un hardisk
 

a.deglinnocenti

Nuovo Utente
95
5
Ciao, grazie per la risposta!

In realtà non me ne intendo di router e non so cosa potrebbe darmi un prodotto più serio di quello della telecom... tipo, per quanto riguarda la VPN (non è una priorità ma certo sarebbe gradita): so che l'abbonamento internet dell'ufficio prevede un indirizzo pubblico - pensavo di gestire il collegamento dall'esterno attraverso il NAS (ho trovato queste istruzioni ma non ho ancora approfondito: Come configurare Synology NAS come server VPN - Network Attached Storage (NAS) Synology Inc. ). Non so, mi consigli qualcosa di più specifico?

La volontà era anche quella di non cambiare proprio tutto quello che non fosse necessario (anche per una questione economica).

Nel punto 4 intendevo dire che so che sarebbe saggio tenere un disco USB per il backup giornaliero dei dati dal NAS... solo che le operazioni "prendi il disco, attaccalo, aspetta che il backup sia finito, staccalo e (a far bene) portalo in un'altra stanza per maggiore sicurezza" temo che alla lunga non verrebbero più eseguite... quindi mi chiedevo se non valesse la pena impostare un backup giornaliero dal NAS al Server (che rimarrebbe comunque per far girare il programma che gestisce le licenze del software che viene usato dall'ufficio). Niente disco USB insomma... e niente pericolo che gli impiegati si stufino oppure si dimentichino di portare avanti e indietro il disco... mi domandavo se ne valesse la pena.

Ciao, grazie ancora.


Io non farei mai fare da VPN Server ad un NAS, non ritengo che la cosa sia sufficientemente sicura, ma poi sono scelte!

Per il punto 4, potresti lasciare sempre l'HD attaccato al server e criptarlo con truecrypt (ottimo sistema di sicurezza per i dati sensibili), così copi dal NAS al disco USB co truecrypt e sei apposto!

- - - Updated - - -

Per il backup dislocato potresti adottare una soluzione cloud automatizzata, a tal ora ti fa il backup direttamente in cloud, altrimenti metti il nas fisicamente da un'altra parte ed esegui il backup nell'hardisk interno al nas ti fai un raid così hai ancora più sicurezza in caso di guasto di un hardisk


Per fare un backup in cloud serve moltissima banda in upload se i contenuti sono di grandi dimensioni, altrimenti è una cosa che andrebbe molto a rilento, ma sempre fattibile.
 

bonnot23

Utente Attivo
483
63
CPU
Intel I5-3570k Ivy bridge con Noctua nh-d14
Scheda Madre
MSI Z77A-GD65
HDD
SSD: Samsung 830 series 128GB + WD Caviear Blue 1TB + Hitachi 500GB
RAM
Corsair Vengeance blu 1600 lp (2x4GB)
GPU
Sapphire radeon HD7950 dual-x
Monitor
Samsung T22B300 22" 1920x1080 full HD
PSU
Corsair CX600
Case
Corsair carbide 400r
OS
Windows 10 Home
se sono incrementali impiegherebbe tanto la prima volta ma le altre sarebbe molto meno l'upload da effettuare. Poi certo dipende dai dati che deve caricare, è da valutare la possibilità
 

a.deglinnocenti

Nuovo Utente
95
5
se sono incrementali impiegherebbe tanto la prima volta ma le altre sarebbe molto meno l'upload da effettuare. Poi certo dipende dai dati che deve caricare, è da valutare la possibilità


Assolutamente si, validissima se sono dati di piccola entità, altrimenti è valida la soluzione USB+TRUECRYPT in alternativa anche un RDX USB :)
 

Madfrog

Nuovo Utente
8
1
Grazie per le risposte!

Per quanto riguarda un servizio cloud in effetti non avevo approfondito proprio per il discorso "quantità di dati in upload"... che non sono tantissimi ma nemmeno così pochi da rendere l'operazione veloce (o meglio: la maggior parte dei giorni non ci sarebbero problemi perché si parla di qualche decina di mega... ma ogni tanto ce ne sarebbero a centinaia).

Per il NAS avevo pensato ad un Raid 1 (non volevo proporre soluzioni più avanzate per una questione prettamente economica).

Per quanto riguarda la VPN:
- che router potrei considerare? (magari non il top di gamma, ma una soluzione che dia un risultato accettabile con la spesa minore possibile...);
- sostituirei quello della telecom e basta senza toccare lo switch o ci sono anche soluzioni "integrate"? (un dispositivo che li sostituisca entrambi, ad esempio);
- i problemi di far gestire tutto al NAS sarebbero solo di sicurezza o anche prestazionali?

Grazie per la pazienza :)
 

a.deglinnocenti

Nuovo Utente
95
5
Grazie per le risposte!

Per quanto riguarda un servizio cloud in effetti non avevo approfondito proprio per il discorso "quantità di dati in upload"... che non sono tantissimi ma nemmeno così pochi da rendere l'operazione veloce (o meglio: la maggior parte dei giorni non ci sarebbero problemi perché si parla di qualche decina di mega... ma ogni tanto ce ne sarebbero a centinaia).

Per il NAS avevo pensato ad un Raid 1 (non volevo proporre soluzioni più avanzate per una questione prettamente economica).

Per quanto riguarda la VPN:
- che router potrei considerare? (magari non il top di gamma, ma una soluzione che dia un risultato accettabile con la spesa minore possibile...);
- sostituirei quello della telecom e basta senza toccare lo switch o ci sono anche soluzioni "integrate"? (un dispositivo che li sostituisca entrambi, ad esempio);
- i problemi di far gestire tutto al NAS sarebbero solo di sicurezza o anche prestazionali?

Grazie per la pazienza :)

Fare gestire la VPN al NAS è "solo" una questione di sicurezza e scusami il solo!

Avendo IP statico non puoi sostituire l'apparato di Telecom, pertanto dovresti fare un nat 1:1 verso il firewall ( ti consiglio un Netscreen 50 Juniper ), così lui gestirebbe tutto quello che serve.
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: E3 2021, chi ti è piaciuto di più?

  • Ubisoft

    Voti: 38 23.2%
  • Gearbox

    Voti: 3 1.8%
  • Xbox & Bethesda

    Voti: 103 62.8%
  • Square Enix

    Voti: 14 8.5%
  • Capcom

    Voti: 8 4.9%
  • Nintendo

    Voti: 21 12.8%
  • Altro (Specificare)

    Voti: 15 9.1%

Discussioni Simili