DOMANDA Non so quale università scegliere

Sabrina_S.

Nuovo Utente
@rctimelines risponderò entro sera anche al tuo post :)
Post automaticamente unito:


Io studio a Milano e purtroppo non so dirti come sia l'università a Pisa. Online penso si possano trovare diverse classifiche delle migliori università in Italia ed Europa, ma prenderei sempre con le pinze certe classifiche.

A Milano, sia alla Statale, sia in Bicocca, c'è il test di ingresso per informatica. O almeno c'era quattro anni fa quando l'ho fatto io e non penso che sia cambiato qualcosa. Non è detto che in altre università sia a numero aperto, ma anche qui, dovresti informarti sui siti delle diverse università dove sicuramente troverai le informazioni che ti servono.

Dato che la mia affermazione è stata criticata da un altro utente, preferisco specificare anche a te che ovviamente intendevo dire che si può applicare in qualsiasi campo, rimanendo sempre e comunque informatico. Davo per scontato il fatto che se ti specializzi per esempio in campo medico non avrai competenze da medico, ma sarai in grado di implementare algoritmi o sviluppare software che possano aiutare i medici nel loro campo.

Come detto, anche se hai fatto il classico (non ho nulla contro il classico sia chiaro, anzi, ma è il liceo che da meno basi scientifiche rispetto a tutti gli altri) potrai fare Informatica. Non solo per i corsi di analisi, ma anche per quanto riguarda la programmazione. Il primo anno io ho avuto il corso di "Programmazione 1", programmazione Java, che dava le basi della programmazione, per poi essere approfondito in un secondo corso di "Programmazione 2". In altri corsi abbiamo visto anche altri tipi di linguaggi, come per esempio Lisp e Prolog. C'è tanta programmazione, ma dal terzo anno quando si fanno un po' più di progetti, mentre per i primi due anni si fa anche molta teoria. Questo è probabilmente il punto chiave del fatto che l'università non ti rende veramente esperto in un determinato lavoro: l'università serve per imparare i concetti che vanno poi applicati nella pratica del mondo del lavoro, quindi non aspettarti di programmare 24h su 24h, perchè non sarà praticamente mai così. Ci saranno progetti che richiederanno più pratica, quindi più codice scritto, di altri, ma alla fine quello che ai professori interessa maggiormente è sempre il concetto con cui hai applicato le cose e come lo spieghi nelle varie relazioni che consegnerai.

Parti col piede giusto. Come ti ho detto, ci sono moltissimi corsi e troverai quello che non ti piace, ma se man mano che procedi con gli esami ti rendi conto che la laurea in informatica è davvero l'obiettivo che vuoi ragiungere, allora riesci a passare anche gli esami più ostici. Nel corso di informatica a Milano ci sono moltissimi ambiti, tra i quali trovi robotica, immagini, ingegneria del software, bioinformatica, intelligenza artificiale, machine learning e altro.

Bhe i soldi spesi per l'istruzione non sono mai soldi buttati, anche se dovessi spenderli per passare un anno a fare un corso che non ti piace. Come detto nel post prececdente, sarebbe un anno in cui ti sei resa conto di cosa non ti piace fare per tutto il resto della tua vita.

Non dico che certi corsi non servano a nulla, anzi ci sono magari aziende che li richiedono, ma sono proprio casi singolari e dovresti vedere i requisiti richiesti da tutte le varie aziende. Il titolo universitario conta in egual modo in bene o male tutte le aziende. Certo è che corsi o accademie che rilasciano attestati fanno curriculum e più è ricco il tuo curriculum, più puoi richiedere tu stessa alle aziende.


Assolutamente no. Uno dei consigli che ti ho dato prima era quello di studiare in gruppo anche perchè capita spesso che se non capisci qualcosa è molto probabile che lo capisca un tuo compagno e quindi, oltre ad apprendere più conoscenze, risparmi tempo senza dover magari passare ore ed ore a cercare nozioni su libri e dispense. Può sembrare una cosa banale, ma non lo è. Io pratico sport più volte alla settimana e ho anche altri hobby, quindi tranquilla che con la giusta organizzazzione riuscirai a seguire altre tue passioni. Magari durante le sessioni esami dovrai fare qualche sacrificio, ma è giusto così. Anche a me, e a tutti quelli che hanno frequentato una qualsiasi università, è capitato sotto esami di saltare più allenamenti o passare le sere a studiare.
p.s.: il mio consiglio sul fatto di studiare in gruppo ovviamente non vale per tutti. Molte persone preferiscono studiare da sole e si concentrano meglio. Preferisco specificarlo dato che è stata criticata come affermazione.

Se trovi lavoro prima di laurearti (anche in aziende informatiche che assumono ancora prima che finisci il percorso di studi triennale) rischi di essere attirata dallo stipendio e dal mondo del lavoro e lasci gli studi a metà. Parlo per esperienze di amici che purtroppo hanno impiegato più tempo a laurearsi o hanno proprio smesso di studiare.

I test cambiano a seconda delle università penso, ma ti posso dire che a Milano quando l'ho fatto io non c'erano domande di fisica. Io avevo domande di logica e matematica. Gli alpha test non li ho mai fatti, ma avevo trovato ai tempi alcuni esempi di domande e test di prova sul sito dell'università. Online penso si trovano comunque test vari con cui prepararti. Inoltre se ti può rassicurare i test non sono impossibili e se provi a guardare un po' di esempi non farai fatica a passarli. Inoltre non tutti escono con 100 e lode alle superiori, quindi non sei certo una ragazza che si deve preoccupare per un test del genere! Impegnati come hai sempre fatto e non avrai problemi :)
Post automaticamente unito:


A me rattrista pensare che tu pensi al fatto che sia una community di "nerd gamers" e non al fatto che i "nerd gamers" presenti possano essere persone differenti con differenti percorsi e preparazioni. E come penso di aver dimostrato, essendo uno studente di informatica, penso e spero di essere tornato utile in qualche modo all'utente che ha posto la domanda.

E' imbarazzante il fatto che non sappia cosa si studia nello specifica ad ingegneria informatica? Sinceramente non vedo perchè un laureato in informatica debba sapere nello specifico i corsi di studi di un ingegnere informatico.

Ho già risposto e specificato qui sopra all'utente interessato riguardo questa tua affermazione, ti prego di andare a leggerla.

Anche per questa affermazione ho risposto sopra.
Post automaticamente unito:

P.s.: vi prego di scusarmi se ho commesso errori nelle risposte, è tardi e sono mezzo addormentato, ma ci tenevo a rispondere :)
Ti ringrazio davvero, sei stato molto utile. Grazie!!
Post automaticamente unito:

Se non te ne sei accorto, stai trasferendo la tua esperienza personale su un'altra persona, ignorando che -stando alle tue parole- sono passati vent'anni da quando tu hai fatto questa scelta.
Vent'anni nel mondo dell'informatica sono l'equivalente di un paio di ere geologiche... Non ti viene il dubbio che forse l'ambiente e' cambiato?



La professionalita' non si misura con le competenze o le capacita', ma proprio per definizione.


@Sabrina_S.
Ti rispondo da ingegnere, e anche se di altro ramo mi confronto spesso con amici di area informatica. Premesso questo, provo a rispondere alle tue domande:
  1. Che differenza c'è tra Informatica e Ingegneria informatica? (Spiegata in maniera molto semplice perché ancora oggi, dopo varie spiegazioni da parte di più persone, continuo a non capire molto) Qualunque facolta' di ingegneria presuppone una base comune di materie come matematica, fisica, e discipline derivate (elettrotecnica, algebra, etc.); lo scopo nel caso di informatica e' di insegnare i rudimenti per concetti piu' avanzati della teoria dell'informazione, e soprattutto per sviluppare una forma mentis "analitica", cioe' capace di scomporre un problema complesso. Ultimo ma non per importanza, un background di ampio respiro e' fondamentale per lavorare in un settore tecnico di alto livello.
  2. Che lavori si fanno poi con informatica e quali con Ing. Informatica? Ho un gruppo di amici dello stesso anno laureati in ing.informatica a Torino: uno fa lo sviluppatore software, uno lo sviluppatore database, il terzo il rappresentante di un grosso produttore di tubi, il quarto credo si occupi di sicurezza informatica in FIAT, un altro si e' dato al management dopo anni come sviluppatore. Da quello che vedo intorno a me, direi che ing. informatica sia un indirizzo che ti apre un ventaglio gigantesco di professioni, personalmente direi il piu' grande che mi venga in mente. Fermo restando che si tratta comunque di lavori in un settore tecnico, i.e. non tanto a contatto con la gente (a meno che tu non finisca -spero di no!- a fare helpdesk).
  3. A informatica si studiano anche quegli argomenti che ho nominato sopra, studiati alle superiori? Con il dovuto rispetto, ma c'e' un abisso tra il livello di approfondimento di qualsivoglia argomento tra scuola superiore e universita'. Detto questo, nel dettaglio dovresti guardare gli argomenti trattati dei singoli corsi (che possono variare tra universita' diverse), ma in generale direi assolutamente di si'.
  4. Provenendo da un istituto tecnico economico non ho praticamente basi né di matematica, né di fisica ecc. Credete che questo possa essere un problema nel caso scegliessi quei dipartimenti? Come detto sopra, ad ingegneria si affrontano delle basi belle robuste di queste discipline. Per esperienza personale, averle gia' viste alle superiori ti renderebbe la vita piu' facile per... diciamo i primi sei mesi se tu avessi delle OTTIME basi, ma in generale molto meno e ad un certo punto qualunque disciplina diventa un terreno inesplorato per lo studente. In altre parole, all'universita' ti insegneranno comunque tutto senza dare niente per scontato, non fosse altro perche' non si possono piu' fare le trattazioni semplificate dell'universita'. Certo, i programmi procedono a ritmo sostenuto, ma come detto sopra anche il miglior liceo non puo' che facilitarti la vita per qualche mese, poi sara' roba nuova per tutti.
  5. Io ho paura di scegliere informatica per il semplice fatto che mi piace la tecnologia, i computer, i videogiochi, i social, forse la programmazione, i siti web ecc. e poi scoprire che in realtà si studia tutt'altro e non mi piaccia e abbandonarla. Qualcuno che la frequenta mi spiega per bene come funziona e cosa si studia? Non conosco direttamente molti informatici. A spanne so che vedono piu' linguaggi di programmazione che non ing. informatica, ma non so altro.
  6. Se eventualmente mi volessi cimentare nel ramo dei videogiochi dovrei fare informatica o mi consigliate di andare nelle università dedicate appositamente a quello? Anche se non ho ancora capito se quelle danno una laurea valida o no... Per impostazione personale io suggerirei di costruirsi una base generalista, che poi andrai a specializzare nel tempo man mano che sviluppi i tuoi interessi. Ergo, informatica o ing. informatica, per poi andare sul settore particolare. Anche perche' se nel frattempo trovi altri settori che ti interessano di piu' cosa fai, ricominci a studiare da zero?
  7. Ho studiato con molta fatica le materie in generale quest'anno e so che entrambi i dipartimenti necessitano di studio intenso, diverse ore al giorno. È davvero come mi hanno detto che, specialmente in ing. informatica si deve studiare moltissimo anche 10h al giorno? Io non misurerei lo sforzo in termini di ore di studio, e' un parametro troppo personale. Io avevo tra le 20 e le 30 ore di lezione a settimana a seconda dei periodi, e come studio a casa circa altrettanto. 10h di studio al giorno le farai quando si avvicina qualche esame, ma in quel caso non hai anche lezione nello stesso giorno (salvo casi particolari). Forse torna piu' utile facendo un esempio concreto: dei miei compagni di corso ad ingegneria, nessuno aveva un lavoretto part time se non lavori che o permettevano di studiare (guardiano notturno, portinaio), o erano comunque attinenti allo studio (molti davano ripetizioni, qualcuno faceva l'esercitatore, pochissimissimi lavoravano part time in qualche azienda del settore).
  8. Ultima domanda. Siccome mi piace molto anche la parte della gestione social media, grafica pubblicitaria, animazione ecc. Pensavo, di intraprendere Informatica, in modo da avere una buona laurea, e contemporaneamente fare dei corsi aggiuntivi. Secondo voi è una buona idea? E se sì, mi sapreste indicare qualche sito sicuro su cui possa fare corsi di quel genere, che possano accrescere il mio curriculum? Non e' il mio settore, ma per esperienza indiretta ti direi che sono due cose abbastanza separate: grafica e informatica si fanno entrambe al pc, ma la prima discende dalla storia dell'arte e la seconda dalla matematica. In comune hanno solo l'hardware, ma non il software e non le basi teoriche dietro.
Grazie mille!!
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: BullClown

Entra

oppure Accedi utilizzando