UFFICIALE Imparare a Programmare

DispatchCode

Utente Attivo
974
599
CPU
Intel i7 6700HQ, 2.60Ghz, 4 core 8 threads
Scheda Madre
Asustek
HDD
Hitachi 7200 rpm, 1TB
RAM
16GB DDR4 (2 slot su 4)
GPU
Nvidia Geforce GTX 960M, 4GB
Audio
Realtek
Net
30Mbps/3Mbps con Eolo
OS
Windows 10 64bit
Riporto per contesto ciò a cui fai riferimento, tratto da questa.

Ps. io iniziai da Java, non è immediato e la curva di apprendimento è sicuramente più ripida rispetto a Python... mi sentirei però di consigliartelo. Le alternative sono tante: Python può essere una buona strada perchè è "semplice" da apprendere, per contro è molto astratto, e quando approccierai altri linguaggi sarà un pò traumatico (vedi C, C++, Rust...).

@DispatchCode intendi che è meglio c++ rispetto a python?

No, non c'è un meglio a prescindere, dipende dalla necessità che hai. Se farai Machine Learning o analisi dati (per esempio) è molto probabile che ti orienterai su Python, in quanto esistono già una miriade di librerie.

Intendo dire che Python è più semplice da apprendere, nell'arco di "breve" tempo puoi iniziare a scrivere qualcosa ed è più semplice da affrontare. Ha anche il vantaggio di essere più astratto di altri linguaggi, il che ti agevola la scrittura del codice (in quanto ti preoccupi dell'algoritmo, più che dell'implementazione in sè).

L'ho già detto molte volte, ma secondo me per iniziare uno vale l'altro: ciò che conta è il modo in cui pensi per arrivare alla soluzione. Certo, in Python la implementi in maniera diversa che in Java (per esempio), ma l'aspetto importante è il modo in cui arrivi alla soluzione.
Come dicevo li sopra quando ho iniziato io c'era chi mi consigliava Python, chi C e chi Java. Alla fine mi sono guardato un pò le sintassi e il modo di scrivere codice, ed ho scelto quello che mi attraeva maggiormente, Java.

Il "scegli il linguaggio in base alla necessità" vale se sai programmare secondo me; ecco perchè l'importante è imparare.
Il discorso da fare sarebbe anche più lungo e va ad abbracciare i paradigmi, ma rischia di diventare inutile, visto che devi ancora inziare.

Una delle cose che devi sapere è che se scegli Java ti scontri subito con la programmazione orientata agli oggetti. La teoria è più o meno sempre quella, poi nella pratica ci sono alcune differenze da linguaggio a linguaggio (tipo l'ereditarietà, è gestita diversamente da Java rispetto a C++).

Io con Java iniziai da un testo di Herbert Shildt, "Guida completa a Java". E' un bel mattone, ai tempi era di 1200 pagine ora sospetto si aggiri attorno alle 1500. Di libri validi ne trovi anche altri.


Ps. una delle tappe quasi d'obbligo secondo me è passare per il C, prima o poi, almeno per uno sguardo e familiarizzare con alcuni concetti. :)
 
  • Like
Reactions: Andretti60 e Mursey

giammo82

Utente Attivo
600
224
@DispatchCode intendi che è meglio c++ rispetto a python?

Dipende quello che vuoi fare oppure ti piace fare ....mi spiego meglio:

Se ti piace la programmazione e basta allora puoi imparare : rust , pascal, C, C++ , Python , Java ecc ecc questo per farti capire che per passione vanno bene tutti questi linguaggi.

Se vuoi lavorare nel campo dei videogiochi allora C++ oppure C# , ma bada bene non è che con Python non si possano fare i videogiochi è che semplicemente puoi trovare molte aziende che assumono programmatori C#\C++

Python è molto popolare in ambito deep learning , data scienze perché si presta bene per quel tipo di situazioni.


Inviato da iPhone tramite App ufficiale di Tom\'s Hardware Italia Forum
 

bigendian

Utente Attivo
315
151
OS
Linux forever, freedom
Piu che altro paragonare c++ e python ha poco senso. Uno e' un linguaggio compilato, programmazione dlela cpu vera e prorpia, vengono gnerati dal compilatore dei codici operaitvi, e C / C++ che sono parenti sono appunto definiti i piu a basso livello tra gli alto livello. L'altro e' interpretato, cioe richiede un interprete (python) che interpreta ed esegue degli pseudo codici. Cosi nasce python, anche se si possono eseguire blocchi binari veri e priorpi, ma la sua praticita'/portabilita' sta nell'essere un linguaggio interpretato da usare al volo quando serve. Tutta un'altra storia. Che poi se vuoi mostrare una finesrtra hello world su un moderno pc lo fai con tutti e due, va bene, ma e' necessatro a mio avviso capire le grandi differenze di base.
C e C++ sono linguaggi spesso usati in ambienti embedded, per la ricerca di performance, ottimizzazioni, etc. Python si puo usare anche su embedded (vedi micropython per stm32 ad esempio) ma le performance di opcode interpretati non sono certo le stesse di un codice compilato. Su moderni PC te ne freghi, ma su un microcontrollore 8 bit con poca flash C e' in genere l'unico linguaggio utilizzato (eccetto per chi usa i PIC che spesso utilizza ancora l'assembly).

Quindi python o c++ ? E' tutto un discorso del tuo orientamento, su che cosa ti interessa sviluppare, applicativi con database, sistemi operativi realtime, piuttosto che finestre hello world, o controllo di un missile. etc.
 
Ultima modifica:

giammo82

Utente Attivo
600
224
Piu che altro paragonare c++ e python ha poco senso. Uno e' un linguaggio compilato, programmazione dlela cpu vera e prorpia, vengono gnerati dal compilatore dei codici operaitvi, e C / C++ che sono parenti sono appunto definiti i piu a basso livello tra gli alto livello. L'altro e' interpretato, cioe richiede un interprete (python) che interpreta ed esegue degli pseudo codici. Cosi nasce python, anche se si possono eseguire blocchi binari veri e priorpi, ma la sua praticita'/portabilita' sta nell'essere un linguaggio interpretato da usare al volo quando serve. Tutta un'altra storia. Che poi se vuoi mostrare una finesrtra hello world su un moderno pc lo fai con tutti e due, va bene, ma e' necessatro a mio avviso capire le grandi differenze di base.
C e C++ sono linguaggi spesso usati in ambienti embedded, per la ricerca di performance, ottimizzazioni, etc. Python si puo usare anche su embedded (vedi micropython per stm32 ad esempio) ma le performance di opcode interpretati non sono certo le stesse di un codice compilato. Su moderni PC te ne freghi, ma su un microcontrollore 8 bit con poca flash C e' in genere l'unico linguaggio utilizzato (eccetto per chi usa i PIC che spesso utilizza ancora l'assembly).

Quindi python o c++ ? E' tutto un discorso del tuo orientamento, su che cosa ti interessa sviluppare, applicativi con database, sistemi operativi realtime, piuttosto che finestre hello world, o controllo di un missile. etc.

Direi che anche C è C++ sono diversi tra loro, molti scambiano il C++ come una estensione dello C ma la gestione delle variabili e delle classi è completamente diverso in quest’ultimo...


Inviato da iPhone tramite App ufficiale di Tom\'s Hardware Italia Forum
 

bigendian

Utente Attivo
315
151
OS
Linux forever, freedom
Direi che anche C è C++ sono diversi tra loro, molti scambiano il C++ come una estensione dello C ma la gestione delle variabili e delle classi è completamente diverso in quest’ultimo...


Inviato da iPhone tramite App ufficiale di Tom\'s Hardware Italia Forum
Se vuoi in c++ puoi fare tutto quello che fai in c nello stesso identico modo. E generalmete il compilatore c++ compila codice c senza problemi. Non si puo' certo dire che sono cose diverse. In questo senso sono parenti, c++ estende il c. Poi, utilizzando le molte funzionalita' aggiunte del c++ puoi fare le stesse cose che fai in c in maniera molto piu semplice, se vuoi organizzando il codice in oggetti, o anche solo utilizzando le stl, namespace, e altre feature. c++ = classi / oggetti e' un approccio in parte sbagliato. In c++ hai molte piu funzionalita' aggiuntive utilizzabili rispetto al C anche senza creare oggetti, specie negli ultimi standard.

Linguaggi ad oggetti sono nati mentre i software diventavano estremamente grandi e complessi da gestire, organizzando le fiunzionalita' ad oggetti la manutenzione e l'isolamento dei problemi risulta piu semplice. Se devi scrivere dei semplici tool, non servono molto. Poi c'e' chi vuole per forza applicare i design pattern dappertutto, anche dove non servono a nulla, per esaltare le sue conoscenze.
 
Ultima modifica:

giammo82

Utente Attivo
600
224
Se vuoi in c++ puoi fare tutto quello che fai in c nello stesso identico modo. E generalmete il compilatore c++ compila codice c senza problemi. Non si puo' certo dire che sono cose diverse. In questo senso sono parenti, c++ estende il c. Poi, utilizzando le molte funzionalita' aggiunte del c++ puoi fare le stesse cose che fai in c in maniera molto piu semplice, se vuoi organizzando il codice in oggetti, o anche solo utilizzando le stl, namespace, e altre feature. c++ = classi / oggetti e' un approccio in parte sbagliato. In c++ hai molte piu funzionalita' aggiuntive utilizzabili rispetto al C anche senza creare oggetti, specie negli ultimi standard.

Linguaggi ad oggetti sono nati mentre i software diventavano estremamente grandi e complessi da gestire, organizzando le fiunzionalita' ad oggetti la manutenzione e l'isolamento dei problemi risulta piu semplice. Se devi scrivere dei semplici tool, non servono molto. Poi c'e' chi vuole per forza applicare i design pattern dappertutto, anche dove non servono a nulla, per esaltare le sue conoscenze.

Le variabili sono gestite in maniera diversa in C++ l’allocazione e la dimensione della memoria è gestita in un altro modo, questo porta a coloro che passano dallo C al C++ a compiere degli errori che spesso non riescono ad individuare...


Inviato da iPhone tramite App ufficiale di Tom\'s Hardware Italia Forum
 

bigendian

Utente Attivo
315
151
OS
Linux forever, freedom
Le variabili sono gestite in maniera diversa in C++ l’allocazione e la dimensione della memoria è gestita in un altro modo, questo porta a coloro che passano dallo C al C++ a compiere degli errori che spesso non riescono ad individuare...
? Variabili vanno in .data o .bss esattamente come in C. Una classe con poche variabili compilate non e' che un gruppo di bytes. In ultima analisi, la gestione della memoria poi e' legata all sistema operativo. Tutto l'address space disponibile, fisico o virtuale che sia e' accessibile allo stesso modo in C o C++. Anche i new fanno capo a malloc. Cosa intendi per gestione della memoria diversa ? Il c++ semplicemente offre oggetti e librerie (stl) che bisogna conoscere, introduce i reference, overloading, classi, templates, namespaces, e alre cose come runtime cast vari, smart pointers, templates. ma sono a mio avviso sempre "estensioni" al C, non e' un linguaggio diverso, come gia' detto dentro a codice c++ puoi scrivere tutto anche in C puro. Se per stampare usi cout, puoi usare anche printf, dov'e' il problema ? Poi se uno vuole restare c++ style, usera' solo std::cout.
 
  • Like
Reactions: Andretti60

Andretti60

Utente Èlite
4,016
2,706
Per favore ricordiamo che in questa discussione gli utenti chiedono “come imparare a programmare”, stare a discutere nei dettagli le differenze dei vari linguaggi è deleterio perché confonde le idee (credete che chi stia iniziando sappia cosa voglia dire “malloc” e “new”?)
 
  • Like
Reactions: Cibachrome e Mursey

bigendian

Utente Attivo
315
151
OS
Linux forever, freedom
In effetti era un inutile contenzioso, non utile alla discussione. scusate torno in idle
 

giammo82

Utente Attivo
600
224
Se uno volesse imparare a programmare là scelta del linguaggio è secondaria bene o male la filosofia di base è la stessa per tutti i linguaggi (tranne che programmare i computer quantistici li si entra in un’altra dimensione!!!) discorso diverso se uno punta al lavoro allora in quel caso è bene puntare direttamente ed focalizzarsi sul linguaggio ed ambiente utilizzato in quel ambito scelto , io per esempio mi son trovato a cambiare C++ con il C# perché la richiesta di programmatori C# per Unity (che di fatto utilizza quest’ultimo) è più alta di coloro che usano Unreal ungine (dove si usa il C++) nelle richieste di lavoro si trova mediamente 50 offerte per unity contro le 5-6 di Unreal


Inviato dal mio iPhone utilizzando Toms Hardware Italia Forum
 

emagrana

Nuovo Utente
3
0
Ciao a tutti, premetto che non ho mai programmato in vita mia e quindi non sono minimamente esperto in tutto ciò. Da un po' di tempo mi stavo informando su quali corsi potrei seguire come Web Developer/Creator e ne ho trovati alcuni che sembrano buoni. Start2Impact e Boolean sono due fra questi. Ora, leggendo su questi siti, sono rimasto un po' scettico, più che altro perchè promettono di dare una formazione completa in circa sei mesi e addirittura di riuscire ad immettersi abbastanza tranquillamente nel mondo del lavoro che pare, in questo periodo, cercare molto queste figure professionali anche senza avere obbligatoriamente una laurea (per loro conta di più la bravura e la creatività di un programmatore rispetto ad un titolo di studio (bah)). Ho guardato nel forum, mi sono informato leggermente ed il lavoro del programmatore sembra tutt'altro che una passeggiata. Molta esperienza, molto studio e soprattutto argomenti che non sembrano poi così tanto facili.
Voi che cosa ne pensate? Tra l'altro, bisogna avere delle grandi conoscenze nella matematica? Non è mai stato il mio forte.
Sono un ragazzo di 22 anni, sempre stato appassionato d'informatica e di mondo tecnologico, non a livelli da "nerd" infognatissimo ma comunque non male. Ditemi la vostra con la massima sincerità e schiettezza e se avete voglia, date un occhiata ai due corsi che vi ho detto, giusto per capire di cosa sto parlando.
Grazie in anticipo.
 

zabnicola

Nuovo Utente
32
6
CPU
intel dual core n3050
Scheda Madre
asus x540s
RAM
4gb
GPU
intel HD
OS
Windows 10
Ho guardato nel forum, mi sono informato leggermente ed il lavoro del programmatore sembra tutt'altro che una passeggiata. Molta esperienza, molto studio e soprattutto argomenti che non sembrano poi così tanto facili.
Quello dipende piu dalla commessa sul lavoro e da quale framework ti chiede il progetto.
Tra l'altro, bisogna avere delle grandi conoscenze nella matematica? Non è mai stato il mio forte.
Se vuoi provare ad approcciare al machine learning meglio se si conosce: la teoria dei grafi, il calcolo infinitesimale, algebra lineare, la geometria della matematica.
A riguardo questo: machine learning e nuove tecnologie. Ne hai uno da consigliarmi che se sei del settore usavi alle superiori.
 

Matteo34

Nuovo Utente
103
2
CPU
i5-10500 3.2Ghz
Dissipatore
Non specificato
Scheda Madre
Non specificata
HDD
M.2 251GB e M.2 500GB
RAM
16GB DDR4 2666mhz
GPU
Grafica Intel® UHD 630
Audio
Non specificata
Monitor
1920x1080 27"
PSU
Non specificato
Case
Non specificato
Periferiche
Nono specificato
Net
Eolo
OS
Ubuntu
Ciao a tutti, premetto che non ho mai programmato in vita mia e quindi non sono minimamente esperto in tutto ciò. Da un po' di tempo mi stavo informando su quali corsi potrei seguire come Web Developer/Creator e ne ho trovati alcuni che sembrano buoni. Start2Impact e Boolean sono due fra questi. Ora, leggendo su questi siti, sono rimasto un po' scettico, più che altro perchè promettono di dare una formazione completa in circa sei mesi e addirittura di riuscire ad immettersi abbastanza tranquillamente nel mondo del lavoro che pare, in questo periodo, cercare molto queste figure professionali anche senza avere obbligatoriamente una laurea (per loro conta di più la bravura e la creatività di un programmatore rispetto ad un titolo di studio (bah)). Ho guardato nel forum, mi sono informato leggermente ed il lavoro del programmatore sembra tutt'altro che una passeggiata. Molta esperienza, molto studio e soprattutto argomenti che non sembrano poi così tanto facili.
Voi che cosa ne pensate? Tra l'altro, bisogna avere delle grandi conoscenze nella matematica? Non è mai stato il mio forte.
Sono un ragazzo di 22 anni, sempre stato appassionato d'informatica e di mondo tecnologico, non a livelli da "nerd" infognatissimo ma comunque non male. Ditemi la vostra con la massima sincerità e schiettezza e se avete voglia, date un occhiata ai due corsi che vi ho detto, giusto per capire di cosa sto parlando.
Grazie in anticipo.
Secondo il mio parere se si ci vuole approcciare *seriamente* a questa materia bisogna leggere molti libri e di qualità, non per forza comprandoli ma anche pdf gratis online che ti puoi stampare o qualche slide universitaria sul corso di "fondamenti di informatica" che poi approfondirai cercando su internet, non prendendo per buone le informazioni di una singola pagina web, ma informandoti su più pagine per avere una visione più ampia.
Parti da concetti semplici, approcciati a qualche linguaggio di programmazione, senza voler sapere perché quella determinata "cosa" sia così o perché funzioni così(tornaci dopo quando sarai più preparato).
Inoltre, molto importante, fai molta pratica, cerca problemi online da risolvere e decodificare, e se non capisci qualcosa non fare finta di niente, comprendila il più presto possibile chiedendo nei forum o facendo qualche ricerca, prima o poi quello che non hai compreso in passato si ripresenterà in futuro, tutto è collegato se non capisci un argomento molto probabilmente non capirai a pieno ciò che verrà dopo.

Come dice @zabnicola, il tuo percorso dipenderà da ciò che vorrai fare in questo ambito, se vuoi fare programmazione di sistema dovrai studiare molto sulle architetture dei processori, i relativi linguaggi Assembly e quindi il set di istruzioni implementato da quella determinata CPU, potrei continuare per un bel po con la lista....
Se vuoi invece fare machine learning bisognerà sicuramente comprendere a pieno gli algoritmi, e dovrai studiare molta matematica, non puoi creare intelligenze artificiali senza conoscere la matematica che gira attorno a essi (non so molto sul machine learning : /).

E ricorda "no pain no gain" , non pretendere di non dover aprire un libro o non impegnarti in tutto ciò, se ciò ti piace ti assicuro che non ci sarà "dolore" ma solo guadagno, stare davanti a un libro a studiare non sarà poi così pesante.

Spero di non averti scoraggiato, ma sono stato molto schietto.
 

emagrana

Nuovo Utente
3
0
Quello dipende piu dalla commessa sul lavoro e da quale framework ti chiede il progetto.

Se vuoi provare ad approcciare al machine learning meglio se si conosce: la teoria dei grafi, il calcolo infinitesimale, algebra lineare, la geometria della matematica.
A riguardo questo: machine learning e nuove tecnologie. Ne hai uno da consigliarmi che se sei del settore usavi alle superiori.
grazie per le informazioni. come ho già detto non ho alcun tipo di conoscenza in questo campo, provengo da un liceo artistico quindi non saprei cosa consigliarti.
Post automatically merged:

Secondo il mio parere se si ci vuole approcciare *seriamente* a questa materia bisogna leggere molti libri e di qualità, non per forza comprandoli ma anche pdf gratis online che ti puoi stampare o qualche slide universitaria sul corso di "fondamenti di informatica" che poi approfondirai cercando su internet, non prendendo per buone le informazioni di una singola pagina web, ma informandosi su più pagine per avere una visione più ampia.
Parti da concetti semplici, approcciati a qualche linguaggio di programmazione, senza voler sapere perché quella determinata "cosa" sia così o perché funzioni così(tornaci dopo quando sarai più preparato).
Inoltre, molto importante, fai molta pratica, cerca problemi online da risolvere e decodificare, e se non capisci qualcosa non fare finta di niente, comprendila il più presto possibile chiedendo nei forum o facendo qualche ricerca, prima o poi quello che non hai compreso in passato si ripresenterà in futuro, tutto è collegato se non capisci un argomento molto probabilmente non capirai a pieno ciò che verrà dopo.

Come dice @zabnicola, il tuo percorso dipenderà da ciò che vorrai fare in questo ambito, se vuoi fare programmazione di sistema dovrai studiare molto sulle architetture dei processori, i relativi linguaggi Assembly e quindi il set di istruzioni implementato da quella determinata CPU, potrei continuare per un bel po con la lista....
Se vuoi invece fare machine learning bisognerà sicuramente comprendere a pieno gli algoritmi, e dovrai studiare molta matematica, non puoi creare intelligenze artificiali senza conoscere la matematica che gira attorno a essi (non so molto sul machine learning : /).

E ricorda "no pain no gain" , non pretendere di non dover aprire un libro o non impegnarti in tutto ciò, se ciò ti piace ti assicuro che non ci sarà "dolore" ma solo guadagno, stare davanti a un libro a studiare non sarà poi così pesante.

Spero di non averti scoraggiato, ma sono stato molto schietto.
Grazie per le dritte. Tranquillo, nessun scoraggiamento, preferisco schiettezza e sincerità piuttosto che belle parole e inutili promesse. Da quanto ho capito il mondo della programmazione è davvero molto vasto, quindi riuscire a trovare un percorso specifico non è semplice. Guardando nel corso di Start2Impact, ci sono elencati i vari programmi che verranno utilizzati tra teoria e pratica, te li elenco e se vuoi, dimmi cosa ne pensi.

HTML & CSS: creerai il tuo sito personale, uno strumento importante per presentarti alle aziende.
JavaScript: realizzerai un'app per calcolare livello di inquinamento in una città.
PHP & MySQL: creerai un'app per raccogliere dati sulla raccolta differenziata.
Node.Js: realizzare una applicazione in Node per tracciare livelli inquinamento.
React: creazione di un sito per la ricerca di libri in tutto il mondo.
Angular: applicazione per la visualizzazione degli annunci di lavoro.
Vue.js: applicazione per monitoraggio incendi.
WordPress: creazione di un sito web per una attività locale.
Java: creazione di una applicazione per organizzazioni di volontariato.
Swift % iOS: creazione di una applicazione/app per iOS senza la conoscenza di altri linguaggi di programmazione.
React Native: creazione applicazione iOS/Android per visualizzare news importanti in tutto il mondo.
DevOps: creare e mettere in funzione una piattaforma web completa.

Non so quanti programmi tu conosca, ma come vedi sembrano tutti molto pratici e apparentemente "alla mano".
Dicono che si può partire da zero senza grandi conoscenze di chissà quale materia e sinceramente, per 400€ di corso, non è nemmeno male.
So che dipende da persona a persona e come hai detto tu, se vuoi qualcosa la ottieni, ma prima di buttarsi a capofitto in un mondo del genere è sempre meglio informarsi. Fammi sapere se ti va.
Post automatically merged:

Inoltre, nel caso volessi cimentarmi in questo mondo, volevo chiedere un'altra dritta.
Sto valutando di prendere un computer nuovo dato che il mio è davvero vissuto, e non so cosa scegliere tra Windows e Mac.
Mi sono informato per il nuovo MacBook Pro, ma da quanto ho capito il nuovo processore M1 di casa Apple non è ancora stato adattato a tutti i vari programmi che si possono scaricare, senza contare che in questi nuovi computer è scomparso il boot camp, quindi nemmeno più windows dentro posso mettere.
Anche se molte persone mi hanno detto che il Mac, quando si tratta di lavori di questo genere, va veramente alla grande, un sistema molto affidabile, sicuro e potente.
Voi cosa ne pensate?
 

zabnicola

Nuovo Utente
32
6
CPU
intel dual core n3050
Scheda Madre
asus x540s
RAM
4gb
GPU
intel HD
OS
Windows 10
Quello dipende piu dalla commessa sul lavoro e da quale framework ti chiede il progetto.
Si perchè sappiamo tutti programmare, cos'è un programma, scrivere codice che fa somme, funzioni che chiamano altre funzioni, una classe che astrae un concetto.
Ma tutto dipende dal problema che vuoi "informatizzare". Allora iniziano a chiederti la differenza tra "una viletta" e un "appartamento", per esempio appartamento ha l'ascensore. La viletta ha il giardino invece l'appartamento la terrazza. E' vero che i muri sono muri ma sono fatti in modo diverso: alcuni usano i porathon altre le scatole e cosi via. Ecco una analogia: un programmatore deve saper distreggiarsi sul come descrive il problema. Cosa uso: un model-view-controller oppure una gui. Il problema non è tanto il programmare quello in 6 mesi se studi per bene impari ma è il resto, "come faccio con un linguaggio di programmazione per". Chissà se è cosi per l'elettronica. Comunque in un certo senso è lasciato all'arte che deve avere nel pratico un riscontro.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: Quale crypto per il futuro?

  • Bitcoin

    Voti: 34 55.7%
  • Ethereum

    Voti: 21 34.4%
  • Cardano

    Voti: 13 21.3%
  • Polkadot

    Voti: 2 3.3%
  • Monero

    Voti: 7 11.5%
  • XRP

    Voti: 8 13.1%
  • Uniswap

    Voti: 0 0.0%
  • Litecoin

    Voti: 5 8.2%
  • Stellar

    Voti: 5 8.2%
  • Altro (Specifica)

    Voti: 10 16.4%

Discussioni Simili