GUIDA Come Avere Un PC Silenzioso?

Vale92

Nuovo Utente
134
45
CPU
Ryzen 5 3600
Dissipatore
Arctic Freezer 34 eSports DUO
Scheda Madre
Asus TUF X570-PLUS Wi-Fi
Hard Disk
3,75TB SSD (2xNVMe, 2xSATA)
RAM
32GB (2x16) 3600MHz C16
Scheda Video
RTX 2060
Alimentatore
Corsair HX1200I
Case
Fractal Design Define C
Introduzione

Un aspetto spesso sottovalutato nella scelta dei componenti è la loro silenziosità.
Se sedere di fianco a un aereo in decollo non ti dà problemi, sei nel thread sbagliato.
Se invece, come me, vuoi che il tuo sistema sia il più silenzioso possibile, proverò in questa guida a condensare quanto ho imparato in 3 anni e una decina di build, più innumerevoli cambiamenti sui miei desktop. Sicuramente ci sono persone molto più esperte e indicate di me per fornire questi consigli: prendo quindi questo thread come un'occasione per confrontarsi, e per apprendere tutti qualche nuova conoscenza.

Soluzioni Estreme

Io preferisco cercare il "giusto mezzo" fra silenziosità e prestazioni/feature.
Nel caso in cui, invece,il silenzio assoluto sia tutto ciò che importi, si possono prendere in considerazione soluzioni estreme:
  • Porre il PC in un'altra stanza, con cavi che attraversano il muro.
  • Usare un PC in remoto.
  • Scegliere un tablet, o aspettare un laptop ARM privo di ventole.
Chiaramente sono soluzioni estreme, ma rappresentano anche probabilmente l'unico modo per non percepire nemmeno uno spiffero.
Adesso passiamo alle soluzioni serie.

Ventole

3-pin vs 4-pin


Qualora tu optassi per ventole stock a 3-pin di un case di fascia medio/bassa, tutto il resto non importa, e non avrai mai un sistema silenzioso.
Rispetto alle ventole da 4-pin, quelle da 3-pin (spesso incluse nei case) non hanno gli RPM (il numero di rotazioni che la ventola fa in un minuto) regolabili. O meglio, alcune schede madri permettono di modificarne il voltaggio, ma è un controllo più complesso e meno attento.
Troverai spesso le ventole 4-pin chiamate PWM (Pulse-Width Modulation): con il quarto pin è possibile regolare finemente la velocità di rotazione della ventola in base alla temperatura della CPU/Mobo/GPU. Se, infatti, la ventola non girerà sempre al massimo della velocità, sarà chiaramente più silenziosa.

A dire il vero, alcuni fan controller permettono di regolare la velocità delle ventole, riuscendo così a modulare le 3-pin. Un esempio è il case Corsair 100R Silent (che non consiglio, per altri motivi), che ha un fan controller dove poter impostare 3 velocità diverse delle ventole.
Ciononostante, il controllo non sarà mai davvero versatile.

Tipo di Ventola

Non tutte le ventole nascono uguali: la loro qualità, infatti, incide molto sul flusso e sulla pressione che riescono a creare e supportare a parità di RPM.

Ricorda sempre che quella dei decibell non è una scala lineare, ma algoritmica: ogni 3dB, l'intensità del suono raddoppia.
Se, per esempio, una ventola a massima velocità va a 35dB, mentre un'altra va a 41dB, il rumore non sarà di +17%, ma di +300%.
Anche il tipo di suono è importante, a seconda della preferenza personale.

E' importante confrontare i modelli specifici, magari cercando test su YouTube.
Ma, in generale, mi sono sempre trovato bene con Noctua.
Altre ventole eccellenti che ho provato sono le ML di Corsair, che, oltre a essere silenziose, quando in funzione hanno un suono simile al "vento", che non mi dà alcun fastidio.
Parlano molto bene anche di alcune BeQuiet.

Airflow

Quello dell'airflow è un discorso complesso.
Ma, una volta impostati profili delle ventole PWM adeguati, migliore è l'airflow, e migliori saranno le temperature, quindi meno girerà ciascuna ventola.

Case

Dimensione delle Ventole


Quando scegli il case, scegline uno che ti dia la possibilità di installare ventole da 140mm.
Essendo, infatti, più grandi delle 120mm, riescono a produrre un flusso d'aria maggiore con gli stessi RPM.
Non vale la pena di cambiare case per questo, ma se ne stai comprando uno, può valere la pena prestare attenzione anche a questo dettaglio.

Foam

Alcuni case pensati per essere silenziosi hanno dell'imbottitura sui vari pannelli.
Per esempio, io ho scelto il Fractal Design Define C (ottimo case).
Purtroppo, però, questi modelli sono spesso molto "chiusi", e quindi hanno un airflow peggiore. Va cercata la giusta via di mezzo.

Polvere

L'accumulo di polvere sui componenti (come ventole e radiatori) alzerà le temperature.
Per questo, è importante posizionare bene le ventole nel case, e scegliere un case con filtri antipolvere facilmente pulibili.
Oppure acquistarli a parte.

Posizione

Avere il case sulla scrivania può ridurre la quantità di polvere che vi entra, ma lo posizionerà anche più vicino alle vostre orecchie.
Sarà certamente meno udibile se posizionato sul pavimento, ponendo quindi un ulteriore strato di legno fra te e le ventole.

Scheda Madre

BIOS e Software


A che serve avere delle ventole e un case meravigliosi, se poi non puoi regolare le ventole come preferisci?
Infatti, non tutte le schede madri permettono una personalizzazione accurata della curva delle ventole.

Molte altre, invece, permettono di farlo: nel BIOS, o addirittura via software, una volta lanciato Windows.
E' importante poter scegliere a che percentuale la ventola girerà in base alla temperatura, non solo "a scalini", ma anche per ogni punto della curva.

E' altresì importante poter decidere i tempi di "step-in" e "step-out" delle ventole: impostare degli intervalli più lunghi farà sì che la ventola non si accenderà e spegnerà in continuazione, ma lo farà solo quando opportuno.
Personalmente, infatti, preferisco che la ventola continui a girare, se necessario, piuttosto che sentirla avviarsi per poi stopparsi un secondo dopo.

Nei BIOS ci sono spesso dei profili preimpostati, fra cui il "Silent".
Io preferisco però settare manualmente la curva delle ventole, stoppandole del tutto a temperature inferiori ai 35°C, facendole arrivare al 30% sui 50°C, per poi salire velocemente fino ai 75°C: in questo modo le temperature saranno sempre sotto controllo mentre lavoro o gioco, ma le ventole non si attiveranno nemmeno in "idle", ovvero mentre uso Chrome o Office.

X570

Prima di acquistare una mobo X570 avevo paura che la dissipazione attiva con quella ventolina potesse disturbarmi.
Invece, anche se gira sempre al massimo, quella della mia ASUS TUF X570 è inudibile, anche in un sistema molto silenzioso.

Numero di Fan Headers

I fan headers sono i punti dove poter collegare le ventole sulla scheda madre.
Molte schede madri ne hanno uno per la ventola del processore, più dai 2 in su per le ventole del case.

Non è un problema dover montare più ventole di quanti header si hanno, in quanto gli switch (che costano sui 6€) permettono di montare più ventole su un singolo header, semplicemente gireranno alla stessa velocità. Ma io setto ugualmente la stessa curva per tutte le ventole del case.

Un'altra soluzione sono i "fan controller", che sono, però, decisamente più costosi.

Attenzione: non tutti i fan header sono uguali. Quasi tutti sono a 4-pin, ma se sono pensati per le pompe dei dissipatori a liquido, gireranno a velocità più elevate.

Alimentatore

Quando si pensa al silenzio, raramente si considera l'alimentatore. Eppure, è spesso causa di rumori molesti.

Efficienza

Avrai spesso letto sigle come 80+ Bronze/Gold/Platinum. Sono autocertificazioni che indicano l'efficienza energetica dell'alimentatore.
Ci sono mille guide superdettagliate sulla scelta dell'alimentatore. Puoi inoltre visitare siti come johnnyguru, dove poter trovare ulteriori indicazioni.

In generale, però, migliore è l'efficienza, minore è la quantità di energia elettrica che sarà trasformata in calore, quindi la ventola del case dovrà lavorare di meno per dissiparla.

Tipo di Alimentatore

La mia configurazione ha un Corsair HX1200I (ottimo, ma molto grande, quindi compatibile con pochi case).
L'ho trovato usato a un prezzo stracciato, ma è comunque decisamente overkill per la mia build.
Generalmente, infatti, si consiglia di usare l'alimentatore a un 60-70% del carico, per la migliore efficienza energetica (di nuovo, consulta guide più precise sugli alimentatore, e cambia da modello a modello).

Ma in alcuni alimentatori la ventola non si accende nemmeno sotto un certo wattaggio: nel mio caso, si tratta di 500W, che è superiore al wattaggio che la mia configurazione usa, anche in stress test.

Inoltre, anche la qualità della ventola è fondamentale.
Questo specifico modello, per esempio, ne monta una di alta qualità da 140mm.

Presta inoltre attenzione al cosiddetto "coil whine", facendo le dovute ricerche prima dell'acquisto.

Dissipatore

Non ho mai provato dissipatori a liquido o custom loop, quindi mi limiterò alla mia esperienza, parlando solo di dissipazione ad aria.

Tendenzialmente, più grande è il radiatore, e migliori sono le ventole, e minore sarà il rumore complessivo emesso.

Il tutto però cambia molto da modello a modello.
I dissipatori stock, per esempio, sono spesso più rumorosi. Mi riferisco a quelli AMD, perché gli Intel sono così pessimi che è un insulto all'ambiente anche solo includerli nella confezione.

Hardware Scientist è un piccolo canale YouTube, che ha però fatto test molto accurati sulle varie fasce di prezzo.
In sintesi, sulla fascia dei 40€ consiglio il Arctic Freezer 34 eSports DUO.
Sulla fascia degli 80€ consiglio il Noctua NH-D15S.

Esistono anche soluzioni di dissipazione passiva, con dissipatori enormi senza ventola, o addirittura case metallici che fungono da dissipatori stessi. Le considererei, però, più soluzioni estreme che realmente fattibili.

Processore

Non sarebbe possibile in questa guida esplorare l'argomento CPU in maniera esaustiva.
Sia il TDP (Thermal Design Power) che il processo produttivo (generalmente espresso in nanometri), infatti, sono numeri non del tutto accurati, e che cambiano da brand a brand.

Generalmente e in sintesi, però, più alto è il TDP, più calore produrrà la CPU.
E più piccolo sarà il processo produttivo, migliore sarà l'efficienza energetica.

E' molto comune, poi, overclockare la CPU: in tal caso, il suo output termico aumenterà.

Scheda Grafica

Linus Torvald (il creatore di Linux, e patito del silenzio) ha recentemente affermato che preferisce i processori con scheda grafica integrata, così da non dover inserire una GPU, che è pur sempre un'ulteriore fonte di ventole, e quindi di rumore.

Se non hai bisogno di una GPU potenta, puoi prendere in considerazione questa opzione.
Altrimenti, è un'altra soluzione estrema.

Possiamo dire che quasi tutte le 2080, ad esempio, hanno le stesse prestazioni. Ciò che cambia, però, da modello a modello, è proprio la dissipazione del calore.
Questo può sia permettere di girare a frequenze superiori, e quindi con prestazioni leggermente migliori, sia migliorare la dissipazione del calore.

Storage

Se vuoi un sistema silenzioso, dimentica gli Hard Disk.
Essi, infatti, hanno delle parti meccaniche che hanno bisogno di muoversi per funzionare, a differenza dei moderni SSD, che sono totalmente silenziosi.
Nel mio caso, ad esempio, ho 4TB di SSD, e uso gli HDD solo come soluzione di backup esterno.

Se però hai necessità di montare un HDD nel tuo sistema, ci sono alcune accortezze da poter prendere.
Nonostante tutti i seguenti accorgimenti, però, la testina dell'HDD si muoverà ogni tanto anche in idle. Questo avviene perché, anche con minime variazioni di temperatura, la posizione dei dati cambia leggermente, e vanno ricercati.
- Scegli un case che abbia dei piedini di gomma nei punti dove si installano gli HDD. Questo li aiuterà ad ammortizzare le vibrazioni, e quindi ne aumenterà la longevità e li renderà più silenziosi. Se il case non ne prevede, sono acquistabili a parte con 3€.
- Disattiva l'indicizzazione di Windows su quel disco. In idle, infatti, Windows analizzerà i file ivi presenti. Disattivarla rallenterà la funzione di ricerca, ma eviterà l'accensione dell'HDD quando non lo stai usando, in alcune occasioni.
- Sempre in Windows, setta un tempo di disattivazione minore. Normalmente, l'HDD si disattiva dopo 20 minuti di inutilizzo. Puoi ridurre questo tempo, per esempio, a 5 minuti. Questo vuol però dire che quando aprirai una cartella sull'HDD dopo quei 5 minuti, ci vorrà qualche secondo in più perché si apra.
- Ancora in Windows, disattiva la deframmentazione automatica. L'OS più usato, infatti, quando l'HDD è inutilizzato, lo deframmenta automaticamente. Però, ancora, ogni utilizzo dell'HDD produce suoni.
- Opta per HDD da 5400rpm: sono più silenziosi del 7200rpm. Sono, ovviamente, anche più lenti.
- Evita Seagate come la morte. Ne ho provati molti, e li ho trovati sempre rumorosissimi. Preferisco Western Digital, anche per il tipo di suono.
- Gli HDD da 2.5" sono teoricamente più silenziosi dei 3.5", ma, di nuovo, sono anche più lenti.

Conclusioni

Eccoci giunti alla fine di questa guida. Era da tempo che volevo farla, in quanto negli anni ho avuto difficoltà a reperire queste informazioni, a mie spese: ho, infatti, fatto diversi errori, e sono sorpreso che Amazon non mi abbia ancora richiamato per il numero di resi effettuati.
Chiaramente, siamo qui per imparare, e il confronto educato è sempre un piacere: se hai altri tip da condividere, sei il benvenuto.
Spero ti sia stata utile: se lo è stato, non dimenticare di condividerla con quanti ne hanno bisogno!
 
Ultima modifica:

Entra

oppure Accedi utilizzando