DOMANDA Chitarra: cominciare da zero.

Scrawn

Utente Attivo
292
80
Hardware Utente
CPU
amd FX-8300
Dissipatore
CM Hyper 412s
Scheda Madre
ASRock 990FX
Hard Disk
Crucial SSD 256 Gb + WD 2Tb
RAM
Corsair XMS3 12 Gb (2x4+2x2)
Scheda Video
Sapphire Radeon R9 380
Scheda Audio
Integrata
Monitor
Samsung 22''
Alimentatore
XFX 750 Pro
Case
Zalman Z3
Sistema Operativo
Windows 7
La posizione migliore per la mano sinistra è di tenere il palmo, o la linea di giuntura delle dita (per capirci) parallela alla tastiera. Questa posizione è ancora più importante per la chitarra classica (e anche per il basso), in cui è necesssario fare uno sforzo iniziale maggiore rispetto all'elettrica, perché diventi poi abitudine. Dovresti cercare di estendere le dita per coprire la ditteggiatura necessaria all'accordo, quindi ci vuole tempo. All'inizio è un pò doloroso, sia per i tendini che per i polpastrelli. Guarda questo video.
 
  • Mi piace
Reactions: Yukio82

Scrawn

Utente Attivo
292
80
Hardware Utente
CPU
amd FX-8300
Dissipatore
CM Hyper 412s
Scheda Madre
ASRock 990FX
Hard Disk
Crucial SSD 256 Gb + WD 2Tb
RAM
Corsair XMS3 12 Gb (2x4+2x2)
Scheda Video
Sapphire Radeon R9 380
Scheda Audio
Integrata
Monitor
Samsung 22''
Alimentatore
XFX 750 Pro
Case
Zalman Z3
Sistema Operativo
Windows 7
E' abbastanza semplice... Innanzitutto, non bisogna tenere troppo stretto il manico. Poggia il pollice dietro dolcemente, tra l'indice e l'anulare, portando il polso in avanti di modo che l'estremità delle dita sia perpendicolare alla tastiera (a mò di martelletto) e senza sforzo.

Fai l'esercizo mostrato nel video, cioè sulla corda singola di volta in volta (dal mi-cantino in sù), con estrema lentezza salendo e/o scendendo di tono, in maniera tale da poter controllare il movimento nel modo migliore. Imponiti un ritmo sufficentemente lento, e scandiscilo usando un metronomo (eccone uno portable. Devi solo lanciarlo senza installazione). Dovresti fare quest'esercizio fino alla nausea. Dopo tre mesi di questa rottura di scatole (almeno 2 ore/giorno), sarà infinitamente più semplice eseguire gli accordi. Per avere un suono migliore premi la corda sul bordo del tastino (come nel video), invece che al centro.

Un'altro particolare che non è obbligatorio (ma consigliato) è che bisognerebbe tenere l'incavo della chitarra sulla gamba sinistra, NON SULLA DESTRA come fanno molti - e stare in sù con la schiena.

E' logico che se sulla tua chitarra il capotasto è molto alto (come spesso succede su chitarre economiche), all'inizio sarà più difficile e doloroso ottenere un suono decente. E potrebbe continuare a esserlo anche in seguito. Per questo motivo secondo me, hai fatto male a prenderne una così economica.
 
  • Mi piace
Reactions: Yukio82

Yukio82

Nuovo Utente
Tchanga, sto seguendo i tuoi preziosi consigli. Finora il problema più grande è che tendo a disturbare le altre corde quando premo i tasti, in particolare col mignolo, che non riesco a mettere a martello. Inoltre non riesco a usare la parte centrale del polpastrello, ma quella laterale. Il mignolo arriva sempre storto, di fianco. È come se fosse deforme!
Guarda:

IMG_20151016_153458.jpg

Non riesco a tenerlo dritto, anche senza mettere la mano sulla tastiera.
Nel video che mi hai linkato, a circa 1'23", il chitarrista mostra la mano e tutte le sue dita puntano nella stessa direzione. Invece il mio mignolo punta da tutt'altra parte rispetto agli altri. -.-
 
Ultima modifica:

Scrawn

Utente Attivo
292
80
Hardware Utente
CPU
amd FX-8300
Dissipatore
CM Hyper 412s
Scheda Madre
ASRock 990FX
Hard Disk
Crucial SSD 256 Gb + WD 2Tb
RAM
Corsair XMS3 12 Gb (2x4+2x2)
Scheda Video
Sapphire Radeon R9 380
Scheda Audio
Integrata
Monitor
Samsung 22''
Alimentatore
XFX 750 Pro
Case
Zalman Z3
Sistema Operativo
Windows 7
Allora, il mignolo devi abituarlo a estendersi lateralmente. Per quello ti dicevo che inizialmente devi soffrire. Ti faranno male i tendini della mano, ma devi sforzarti. Logicamente però non ha senso sforzarsi oltre un punto in cui (anche se l'impostazione è sbagliata di base) il suono non ne risente. Per quanto riguarda l'interferenza con le altre corde, l'unica soluzione e dare tempo al tempo e lasciarsi sempre guidare dal suono che ottieni pizziccando la corda.

Le posizione delle altre dita mi sembra che vada bene. Comunque concentrati sulla giusta forza da applicare per avere un suono cristallino il più possibile, e ti faranno male i polpastrelli.

Ricordati: per ora stai su una sola corda, quindi il problema dell'interferenza con le altre corde l'affronterai quando avrai acquistato un minimo di forza e agilità con la mano sinistra; e anche con la destra - perché l'una non fa nulla senza l'altra. Quindi, per quanto riguarda la destra ora immagino tu stia usando il plettro. E sono importanti anche gli esercizi con la destra all'unisono con la sinistra.

Dovresti anche procurarti dei tabulati, da non confondere con gli spartiti. I tabulati indicano solamente le posizioni delle dita su quali tasti. Per quanto concerne invece la posizione delle dita a martelletto, il modo migliore secondo me è iniziare gli esercizi per la sinistra dal capotasto, e salendo di tono sulla stessa corda. Quindi il tabulato per il mi-cantino (x esempio) sarà qualcosa del genere:

Codice:
6:   1-2-3-4   2-3-4-5  3-4-5-6   4-5-6-7   5-6-7-8
     ----------------------------------------------   etc...
     1-2-3-4   1-2-3-4  1-2-3-4   1-2-3-4   1-2-3-4

Il numero 6 indica la sesta corda; la riga sopra indica i tasti, mentre i numeri di sotto indicano le dita:

1 = indice; 2 = medio; 3 = anulare; 4 = mignolo.

Fai gli esercizi con una velocità che ti permette di controllare contemporaneamente: 1: suono; 2: posizione; 3: ritmo.

Successivamente potrai anche diversificare l'esercizio sopra in vari modi per l'indipendenza delle singole dita. Ad esempio:

Codice:
3:      1-3-2-4      2-4-3-5     3-5-2-6
         -------------------------------   etc...
         1-3-2-4      1-3-2-4     1-3-2-4
E lo potrai fare come preferisci. Per il momento l'importante è non aver fretta di imparare tutto subito. Concedi a te stesso tutto il tempo che serve per sbagliare liberamente e (sopratutto) per imparare a correggerti, ma fai attenzione ai dettagli.

Guarda questo corso, e vedi come ti trovi.
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Yukio82

Yukio82

Nuovo Utente
Ciao Tchanga e grazie. Come faccio ad abituare il mignolo a stare dritto? Non ho proprio il controllo sulla sua posizione, arriva sulla corda di fianco.

Per quanto riguarda gli esercizi con il primo tabulato, devo usare la 6a corda o il MI cantino?
 

Scrawn

Utente Attivo
292
80
Hardware Utente
CPU
amd FX-8300
Dissipatore
CM Hyper 412s
Scheda Madre
ASRock 990FX
Hard Disk
Crucial SSD 256 Gb + WD 2Tb
RAM
Corsair XMS3 12 Gb (2x4+2x2)
Scheda Video
Sapphire Radeon R9 380
Scheda Audio
Integrata
Monitor
Samsung 22''
Alimentatore
XFX 750 Pro
Case
Zalman Z3
Sistema Operativo
Windows 7
Come faccio ad abituare il mignolo a stare dritto? Non ho proprio il controllo sulla sua posizione, arriva sulla corda di fianco.
Fai degli esercizi solo per il mignolo e l'anulare sulle corde, salendo dal mi-cantino fino al mi-basso. Fallo stare dritto a forza se necessario, concentrandoti solo su quello. Falli fino a che non senti un suono decente uscire dalle corde. Non è necessario poi che stia perfettamente dritto. Ciò che importa è che tu ti ci ritrovi bene, e che il suono della corda sia bello pieno.

Io ho avuto il tuo stesso problema, e facendo come ti ho appena detto ora non ho problemi.

Per quanto riguarda gli esercizi con il primo tabulato, devo usare la 6a corda o il MI cantino?
Gli esercizi li puoi usare come vuoi. Quando avrai risolto il problema col mignolo, fai 1-2-3-4 partendo dal capotasto del mi-cantino e salendo su (ma scendendo di tono), fino al mi-basso e di nuovo giù. Poi scala di un semitono più alto (un tasto), e ripeti.

- - - Updated - - -

Ora stavo pensando che forse sei troppo agli inizi per seguire alla lettera i consigli che ti ho appena dato.

Quindi fai così:


1. posiziona il mignolo sopra il quarto tasto, in modo che le altre dita stiano ciascuna sopra i rispettivi (a partire dal capotasto). Tieni le dita a pochissima distanza dalla corda, e fai in modo che questa diventi una costante anche per tutti gli altri esercizi (e del tuo modo di suonare in futuro). Quindi ricorda: dita che sfiorano la corda/e ma senza contatto, in modo che colpendo la corda a vuoto col plettro, suoni bene e che la corda non frusti sulle dita vibrando.


2. A questo punto colpisci la corda a vuoto col plettro per due volte (2 battute), poi abbassa il mignolo velocemente sul quarto tasto e dagli 2 battute col plettro. Poi alza il mignolo e dagli di nuovo 2 battute a vuoto. Quindi abbassa l'indice sul 1° tasto, e 2 battute di plettro. Poi alza l'indice, e 2 battute a vuoto nuovamente. Poi di nuovo il mignolo, e 2 battute. Poi il medio sul 2° tasto, e due battute. Poi di nuovo 2 battute a vuoto. Poi il mignolo e 2 battute, poi 2 a vuoto; e quindi 2 battute con l'anulare sul 3° e così via, lentamente e senza fretta...


In pratica lo schema è questo:

Codice:
Mi basso ==>    0-0---4.4---0-0---1.1---0.0---4.4---0-0---2.2---0-0---4.4---0.0---3.3---0.0   (e sali di tono)

Per controllare meglio la posizione del mignolo, e anche di tutte le dita, devi tenere la giuntura del mignolo più vicina alla tastiera rispetto a quella dell'indice e del medio. Quinidi ruoti il polso in relazione alla diteggiatura che ti occorre ottenere agendo anche sul movimento di spalla e gomito, che devono comunque restare rilassati.
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Yukio82

Yukio82

Nuovo Utente
Grazie TChanga, sto provando col secondo esercizio. Al momento mi è proprio impossibile tenere le dita che non premono vicino ai tasti. Ogni volta che uno va giù (specialmente medio e anulare), gli altri si alzano a 5 metri d'altezza! Inoltre sento tantissima tensione su polso e spalla, infatti dopo pochi secondi mi devo fermare perché dolorante.

PS= tenendo la cavità della chitarra sulla coscia sinistra, sulla casa devo poggiare il braccio destro o l'avambraccio destro?
 
Ultima modifica:
U

Utente cancellato 302395

Ospite
Vorrei partire con la chitarra classica, sia per la curva di apprendimento meno ripida, sia per l'impegno economico che, in caso di ulteriore fallimento, non mi svenerebbe. Sono a zero di pratica, a zero di teoria, a zero di TUTTO! Che percorso/sito mi consigliate?
Ciao Yukio, la chitarra classica non ha una curva di apprendimento meno ripida, anzi...:nunu:in certi casi è pure più in salita dell'elettrica, io ti sconsiglio di scegliere in base all'impegno economico e di mettere in conto un ulteriore fallimento, perchè, da un punto di vista motivazionale, parti male. Se hai la passione per la musica e vuoi imparare non ci sarà alcun fallimento ma solo soddisfazioni pari all'impegno che ci hai messo nell'imparare.

PS= ho ripescato un vecchio corso che acquistai all'epoca (Enciclopedia Multimediale/Didattica della Chitarra), ma sinceramente non ci capisco molto. Propone tre stili, ovvero Elettrica-Rock/Fusion, Acustica-Fingerstyle e Classica-Accordi (mi pare). Quale dovrei seguire?
Lascia perdere i corsi "fai da te", come hai detto sei a digiuno di tutto, trova un insegnante qualificato, sia esso di classica/acustica o elettrica e studia per quanto puoi teoria e solfeggio, giusto da sapere che note stai suonando, il ritmo e l'armonia, cioè perchè un pezzo musicale è costruito in un modo piuttosto che in un altro. Secondo me più fai con un insegnante o presso una scuola meglio è; poi se una volta che ti sei fatto delle solide basi da un maestro te la senti di proseguire da solo tanto meglio:ok:
 
  • Mi piace
Reactions: Yukio82
L

Les Paul Custom

Ospite
Grazie TChanga, sto provando col secondo esercizio. Al momento mi è proprio impossibile tenere le dita che non premono vicino ai tasti. Ogni volta che uno va giù (specialmente medio e anulare), gli altri si alzano a 5 metri d'altezza! Inoltre sento tantissima tensione su polso e spalla, infatti dopo pochi secondi mi devo fermare perché dolorante.

PS= tenendo la cavità della chitarra sulla coscia sinistra, sulla casa devo poggiare il braccio destro o l'avambraccio destro?
Beh... ho letto un po' la discussione e non volevo dirtelo per non scoraggiarti, ma non è possibile, a mio avviso, imparare a suonare la chitarra da soli o con qualche metodo, quale che sia. Ho iniziato a suonare nel 1959 (ebbene si, sono abbastanza ... ehm... maturo....) seguendo le lezioni di un maestro che è partito ovviamente da zero. Dopo meno di un anno mi sono messo "in proprio" e ho iniziato a suonare con amici nei primi gruppi del tempo. Fra gli stessi amici poi ci si spiega le cose man mano, e si cresce. ma da solo è assolutamente impossibile iniziare.

Mi permetterei di darti qualche piccolo consiglio senza nessuna pretesa, partendo dalla chitarra classica di partenza, che a mio avviso, per quello che vuoi imparare tu, è senza dubbio il peggiore inizio, perchè la tastiera è molto piu' larga delle chitarre acustiche ed elettriche, e ti costringe a fare un lavoro inziale con le dita piu' difficile che se facessi la stessa cosa su una chitarra acustica o elettrica. La stessa impostazione della mano su un manico largo e doppio diventa molto problematica da trasferire, dopo qualche tempo, su una chitarra elettrica, che ha il manico piu' stretto, con le corde piu' basse, con il tocco piu' leggero ed il ridotto uso del pollicione della sinistra dietro al manico. Yi troverai con le dita accavallate che incontreranno corde molto piu' ravvicinate, su tasti molto piu' stretti, e ti sembrerà che la tua mano sia diventata enorme .......

Inoltre normalmente una chitarra classica di quel prezzo, al di là del valore dello strumento che ovviamente a te interessa poco o niente, hanno pero' le corde piuttosto alte sulla tastiera, per cui basta scendere verso il sesto o settimo tasto e scoprire che per far suonare una corda devi schiacciare molto, e con un certo sforzo, riducendo la rapidità ed aumentando gli sforzi alle dita, in particolare il mignolo ovviamente.

Come dice HWmania a te conviene prendere qualche lezione da un bravo insegnante, o da qualche amico che suona da qualche anno, perchè se non parti con qualcuno che ti insegni i rudimenti ..... smetterai di nuovo nel giro massimo di sei mesi.

Per adesso, se vuoi continuare da solo a farti "le dita" con esercizi propedeutici e semplici come quelli che ti hanno indicato, non forzare la mano quando la mano è stanca, altrimenti le tendiniti sono in agguato, e non serve esercitarsi con la mano che fa male. Tu parti da 15 minuti filati di esercizio, con brevi soste di pochi secondi, e posa la chitarra dopo i quindici minuti. Poi se vuoi riprendere fai passare almeni un paio di ore, e rifai altri quindici minuti, per un massimo di un'ora al giorno, per un paio di mesi. poi aumenti gradualmente la durata di ogni step, ricordandoti sempre di fermarti.

Ultima cosa, la chitarra classica giustamente va suonata appoggiandola sulla gamba sinistra e tenendo il manico verso l'alto, e quindi la mano sinistra piuttosto alta : la chitarra elettrica e quella acustica si suonano normalmente appoggiando la chitarra sulla gamba destra, e con il manico della chitarra piu' o meno parallelo al pavimento, quindo non alto. Questo ti fara' avere molto meno problemi sia alle dita, sia al polso, e sia alla torsione del busto.

Il tutto a mio parere ovviamente.
 
  • Mi piace
Reactions: Yukio82

Yukio82

Nuovo Utente
Ciao HwMania e Les Paul Custom e grazie per i vostri consigli.
Comprendo benissimo che andare a qualche lezione sarebbe meglio, ma non sono economicamente in grado di farlo, per cui mi sto arrangiando come posso.
Effettivamente non noto progressi e ciò mi sta frustrando parecchio, portandomi ad abbandonare la chitarra per settimane tant'è il nervosismo. Tra l'altro, dopo una 20ina di minuti di pratica, comincia a duolermi e bruciarmi polso e spalla sinistra.

Les Paul, grazie per le dritte sull'esercizio.
 
L

Les Paul Custom

Ospite
Senti amico, fra le persone che conosci probabilmente c'e' uno che suona la chitarra da qualche tempo, e magari manco lo sai : drizza un po' le antenne, prova a chiedere fra i tuoi conoscenti se suonano o se conoscono uno che suona e che potrebbe dedicarti qualche oretta, almeno inizialmente.

In caso contrario la vedo molto dura, manuali o meno, lezioni teoriche scritte o meno. Se mi permetti il paragone che non vuole essere irriguardoso nei tuoi confronti, ma senza una guida all'inizio sei come un aborigeno al quale consegni un Ipod in mano, sperando che da solo, dopo un po' di tempo, scopra, come effettuare le chiamate, o fare le ricerchè su wikipedia o chattare con altri aborigeni come lui........:)

La chitarra (sempre a mio avviso) richiede tassativamente qualcuno che all'inizio ti aiuti ad aprire la porta della conoscenza dello strumento, delle corde, delle note, dell'impostazione fisica e posturale senza la quale inizi male e finisci peggio dopo 10 anni, e che ti provochi anche un interesse per l'armonia, cioè gli accordi famosi, quelli semplici ed elementari, con i quali puoi iniziare a strimpellare musica da spiaggia, traendone una libidine ed una gratificazione personale ineguagliabile.

Poi dagli accordi passi alle scale, ne piu' e nemmeno quello che inizialmente ti è già stato consigliato, facendoti scoprire con grande semplicità (altrimenti tu saresti stato come l'aborigeno di cui sopra anche dopo trenta anni.....), e scoprire come sia facile legare la melodia (cioè le note singole di una canzone, il motivo, il rif....) con l'armonia (cioè gli accordi) e le note che lo compongono, e sulle quali puoi sbizzarrirti con pochissime lezioni ad improvvisare assoli di chitarra o "svisature di pentatoniche" e scoprire che si tratta di tutte note precise e pertinenti ......

Insomma, prima ancora di mettere mano al pentagramma (personalmente ho imparato a leggere e scrivere la musica dopo 6 anni che suonavo per il mondo....) è assolutamente necessario che qualcuno ti dia una mano. Da solo non ce la puoi fare, a mio sommesso avviso, perchè prima o poi la frustrazione ti travolge ed abbandoni.

Provaci e non mollare.
 
  • Mi piace
Reactions: Yukio82

centoventicinque

Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
5,414
1,608
Hardware Utente
CPU
Intel core I5 4950/ i5 3550
Dissipatore
coolermaster Mod Anonima sequestri
Scheda Madre
anonima sequestri/ p8z77le
Hard Disk
crucial bx500 480GB+raid0 wd blue 500GB / 8Xwd red 2TB[9420I+4X seagate 2TB [intel] 2x850 pro 256GB
RAM
16GB ddr3 1600 / 16 GB ddr3 hyperx
Scheda Video
gtx660TI 3GB / gtx 1080 TI
Scheda Audio
Azila
Monitor
40" 4k LG / asus 27"
Alimentatore
cm masterwatt 650 / microstar 750W
Case
anonimo itek/rack 2U
Sistema Operativo
archlinux X68_66
Senti amico, fra le persone che conosci probabilmente c'e' uno che suona la chitarra da qualche tempo, e magari manco lo sai : drizza un po' le antenne, prova a chiedere fra i tuoi conoscenti se suonano o se conoscono uno che suona e che potrebbe dedicarti qualche oretta, almeno inizialmente.

In caso contrario la vedo molto dura, manuali o meno, lezioni teoriche scritte o meno. Se mi permetti il paragone che non vuole essere irriguardoso nei tuoi confronti, ma senza una guida all'inizio sei come un aborigeno al quale consegni un Ipod in mano, sperando che da solo, dopo un po' di tempo, scopra, come effettuare le chiamate, o fare le ricerchè su wikipedia o chattare con altri aborigeni come lui........:)

La chitarra (sempre a mio avviso) richiede tassativamente qualcuno che all'inizio ti aiuti ad aprire la porta della conoscenza dello strumento, delle corde, delle note, dell'impostazione fisica e posturale senza la quale inizi male e finisci peggio dopo 10 anni, e che ti provochi anche un interesse per l'armonia, cioè gli accordi famosi, quelli semplici ed elementari, con i quali puoi iniziare a strimpellare musica da spiaggia, traendone una libidine ed una gratificazione personale ineguagliabile.

Poi dagli accordi passi alle scale, ne piu' e nemmeno quello che inizialmente ti è già stato consigliato, facendoti scoprire con grande semplicità (altrimenti tu saresti stato come l'aborigeno di cui sopra anche dopo trenta anni.....), e scoprire come sia facile legare la melodia (cioè le note singole di una canzone, il motivo, il rif....) con l'armonia (cioè gli accordi) e le note che lo compongono, e sulle quali puoi sbizzarrirti con pochissime lezioni ad improvvisare assoli di chitarra o "svisature di pentatoniche" e scoprire che si tratta di tutte note precise e pertinenti ......

Insomma, prima ancora di mettere mano al pentagramma (personalmente ho imparato a leggere e scrivere la musica dopo 6 anni che suonavo per il mondo....) è assolutamente necessario che qualcuno ti dia una mano. Da solo non ce la puoi fare, a mio sommesso avviso, perchè prima o poi la frustrazione ti travolge ed abbandoni.

Provaci e non mollare.

confermo, un amico che è anche un piccolo step avanti a te con cui suonare ti salva .

quando ho iniziato io avevo l'amico che suonava da 6 mesi, aveva un pò di teoria presa dal mondo dei pianoforti e qualche lezione , abbiamo iniziato a crescere assieme per qualche anno e prendendo poi 2 strade diverse : io sono quello che si definisce " metallone" , equalizzazione midcut, distorto potente e ritmiche serrate , lui è più concentrato su parti melodiche , suoni ripuliti e "respiro " ,io ho un suono di chitarra simile a quello di holt in let there be blood , così https://www.youtube.com/watch?v=u5DVwbV6Fl8m , lui è molto più alla steve vai .

avere lui come riferimento è stato fondamentale per superare la prima fase , quella dove non sapevo mettere le mani .
superato quello ti si apre un mondo dove sei in grado di capire come funziona la chitarra , di suonare adattando quel che suoni al tuo modo di suonare o usare l'orecchio per capire la diteggiatura , perchè non c'è nulla di peggio che sforzarsi di seguire la diteggiatura di un altro .
 
  • Mi piace
Reactions: Les Paul Custom
U

Utente cancellato 302395

Ospite
confermo, un amico che è anche un piccolo step avanti a te con cui suonare ti salva .

quando ho iniziato io avevo l'amico che suonava da 6 mesi, aveva un pò di teoria presa dal mondo dei pianoforti e qualche lezione , abbiamo iniziato a crescere assieme per qualche anno e prendendo poi 2 strade diverse : io sono quello che si definisce " metallone" , equalizzazione midcut, distorto potente e ritmiche serrate , lui è più concentrato su parti melodiche , suoni ripuliti e "respiro " ,io ho un suono di chitarra simile a quello di holt in let there be blood , così https://www.youtube.com/watch?v=u5DVwbV6Fl8m , lui è molto più alla steve vai .
Exodus il vecchio gruppo di Kirk Hammett :sisilui:
 

Entra

oppure Accedi utilizzando