PROBLEMA Hard Disk Errori lettura + Settori scrittura pendente

Michelino77

Utente Attivo
253
22
CPU
Ryzen 9 3900X
Dissipatore
Corsair H100X
HDD
Samsung 970 PRO NVMe M.2 SSD 512 GB
Audio
N/A
Clonazione su un altro hard disk.
 

r3dl4nce

Utente Èlite
10,680
5,401
Puoi anche interrompere, sperando che ti abbia clonato le parti necessarie della struttura NTFS e poi provi a vedere se ti vede le partizioni e montare quella con i dati in sola lettura
 
  • Mi piace
Reazioni: Michelino77

michael chiklis

Utente Èlite
5,500
1,967
CPU
Intel i7-3770 @ 3,4 GHz
Dissipatore
CRYORIG M9i
Scheda Madre
ASROCK Z77 Pro3
HDD
Samsung 860 Evo
RAM
DDR3-1600 Kingston KHX16C9T3K2/16X 32 GB (4x8GB)
GPU
NVIDIA GeForce GTX 550 Ti
Monitor
Samsung SyncMaster T200
PSU
Antec EA650G Pro 650W
Case
Montech Air900 Mesh-Nero
OS
Win7 x64
Scraping.jpg

Lo scraping permette di ritentare la lettura dei settori saltati nella prima passata.
Se restano illeggibili vengono contrassegnati come BAD (danneggiati).

P.S.
I settori saltati non sono necessariamente tutti danneggiati, in base all'impostazione del programma viene effettuato un "salto" non appena le testine vanno incontro ad un settore problematico (cioè danneggiato o lento), questo per evitare d'insistere con la lettura su zone che hanno presumibilmente molti settori danneggiati.
Non conosco bene il programma perchè io uso sistemi professionali, ma se è la stessa cosa, nella seconda passata (ed eventuali progressive) dovrebbe tentare la rilettura dei settori saltati variando i timings di lettura.

Dopo la clonazione, io eviterei di fare direttamente il boot di quel disco in windows.
Se è possibile, consiglio di modificare gli ultimi 2 byte della MBR (settore 0) da 55 AA a FF FF in HddSuperClone e poi fai una passata del clone in R-Studio per salvare i dati su un terzo hdd.
In questo modo windows non lo vedrà e non potrà effettuare alcuna modifica in background o far partire il chkdsk, evitando così che elimini i dati relativi ai records rimasti danneggiati sul filesystem. Windows fa questi brutti scherzi!
R-Studio invece lo vedrà tranquillamente senza modificarne la struttura logica permettendo di farti recuperare tutto il possibile.

Oppure semplicmente estrai tutti i dati su un terzo hdd restando in linux, ma non effettuare alcuna modifica diretta sul disco.
 
Ultima modifica:

Michelino77

Utente Attivo
253
22
CPU
Ryzen 9 3900X
Dissipatore
Corsair H100X
HDD
Samsung 970 PRO NVMe M.2 SSD 512 GB
Audio
N/A
Puoi anche interrompere, sperando che ti abbia clonato le parti necessarie della struttura NTFS e poi provi a vedere se ti vede le partizioni e montare quella con i dati in sola lettura
Visualizza allegato 352571

Lo scraping permette di ritentare la lettura dei settori saltati nella prima passata.
Se restano illeggibili vengono contrassegnati come BAD (danneggiati).
Pare che in 7 ore abbia processato 7000 settori, per cui credo che per i restanti 23000 ci vogliano rispettive 23 ore, ovvero 1 giorno, che a questo punto posso anche attendere, non so se dopo lo Scraping ci sono altri step, leggevo Retrying, ma non saprei nello specifico.
Ho lasciato i settaggi di default prima di avviare la procedura, ovvero tutto spuntato, tranne Divide 2, ,a riguardo al Retrying non ho trovato nulla, forse viene dopo lo Scraping, e se fa quanto descritto da manuale significa (presumo) che ci vorranno altre 36 ore.
Mi auguro soltanto di riuscire ad accedere ai miei file sul nuovo hard disk.
Vi posto una foto scattata questa mattina, ore 08:12.
352573
 

michael chiklis

Utente Èlite
5,500
1,967
CPU
Intel i7-3770 @ 3,4 GHz
Dissipatore
CRYORIG M9i
Scheda Madre
ASROCK Z77 Pro3
HDD
Samsung 860 Evo
RAM
DDR3-1600 Kingston KHX16C9T3K2/16X 32 GB (4x8GB)
GPU
NVIDIA GeForce GTX 550 Ti
Monitor
Samsung SyncMaster T200
PSU
Antec EA650G Pro 650W
Case
Montech Air900 Mesh-Nero
OS
Win7 x64
Retrying permette di fare ulteriori tentativi di lettura su settori effettivamente conclamati come danneggiati (BAD), lo sconsiglio perchè non serve quasi a nulla ed è facile che le testine si danneggino.
Non so se HddSuperClone permette di verificare a quali file corrispondono i settori danneggiati, se permette di verificarlo allora al limite dovresti tentare il retrying solo sui settori BAD relativi ai file che ti interessano.
 

Michelino77

Utente Attivo
253
22
CPU
Ryzen 9 3900X
Dissipatore
Corsair H100X
HDD
Samsung 970 PRO NVMe M.2 SSD 512 GB
Audio
N/A
Controllato lo stato del tutto questa mattina, e noto un messaggio, di seguito gli screen.
352628
352629
352631
Dopo averle chiuse tutte e 3, ho cliccato Stop, e poi Connect, ma mi è stato impossibile riconnettermi per operare ancora.
Per cui ho riavviato uscendo da Ubuntiu, ed è partito automaticamente Windows 7, da un altro HDD (non il Source da clonare, e non il Destination, ma un terzo HDD, che per questo PC è l'HDD principale di boot)
A questo punto ho per curiosità aperto la cartella Computer per controllare, ed ho trovato L'HDD Destination, riempito con tutte le cartelle e file dell'HDD difettoso, ho per curiosità provato ad aprire subito un txt, dopodichè ho spento subito il PC, nel dubbio, ricordandomi quello che mi aveva scritto micheal.


Dopo la clonazione, io eviterei di fare direttamente il boot di quel disco in windows.
Se è possibile, consiglio di modificare gli ultimi 2 byte della MBR (settore 0) da 55 AA a FF FF in HddSuperClone e poi fai una passata del clone in R-Studio per salvare i dati su un terzo hdd.
In questo modo windows non lo vedrà e non potrà effettuare alcuna modifica in background o far partire il chkdsk, evitando così che elimini i dati relativi ai records rimasti danneggiati sul filesystem. Windows fa questi brutti scherzi!
R-Studio invece lo vedrà tranquillamente senza modificarne la struttura logica permettendo di farti recuperare tutto il possibile.

Oppure semplicmente estrai tutti i dati su un terzo hdd restando in linux, ma non effettuare alcuna modifica diretta sul disco.
(Chiamerò gli HDD presenti nel pc in questo modo, HDD-A quello di boot per questo PC alternativo, il quale non centra nulla con tutta questa situazione, HDD-B quello difettoso, ed HDD-C quello nuovo su cui clonare il difettoso)
Non sono sicuro di aver ben capito esattamente la procedura da te descritta, Windows 7 si è avviato da un altro HDD-A, il principale del PC, per cui il PC non ha provato a bootare ne dall'HDD-B difettoso, ne dal nuovo clonato HDD-C.
Se intendevi soltanto questo, allora ho fatto tutto con prudenza.

Quanto al da fare dopo, con R-Studio, non ho ben compreso, L'HDD-C con tutti i dati copiati, è già un terzo HDD, non utilizzato come principale, con tutti i dati su.
Devrei utilizzare R-Studio per copiare su un ulteriore HDD, eliminando i file danneggiati?
Scusa per la ridondanza, ma è la prima volta che ho a che fare con un HDD così fastidioso!
 

Allegati

  • cloning3.jpg
    cloning3.jpg
    64 KB · Visualizzazioni: 24

meiyo

Utente Èlite
4,978
2,023
CPU
FX8350@4500
Dissipatore
UN VECCHIO DINOSAURO THERMALTAKE
Scheda Madre
ASUS 970 PRO GAMING AURA
HDD
M2 NVME 970EVO + SSD CRUCIAL MX500
RAM
GSKYLL TRIDENT 2133 16GB
GPU
ASUS ROG PLATINUM GTX760
Audio
integrata
Monitor
LG FULL-HD
PSU
LEPA 1000W
Case
BANCHETTO DIMASTECH EASY V3
Net
FIBRA TIM 30MEGA
OS
Windows 7 Ultimate 64Bit+ WINDOWS 10 PRO
Ma scusa, usa ora una live di Linux per accedere ai file del disco clonato e vedi di salvare su un disco interno o esterno libero i file che ti interessano.
Come già ti ha detto Michael, io nemmeno mi sognerei di pensare ad un boot dal disco clonato, è già tanto se riesci a trovare e recuperare i file che ti servono speriamo in percentuali redditizie.
Considera che R-studio è un prodotto molto professionale e logicamente ha un costo molto importante.
Non mi accanirei troppo se non trovi tutto quello che ti serve, è già tanto che sei riuscito a clonare

Inviato dal mio Redmi 5 utilizzando Tapatalk
 
Ultima modifica:

Michelino77

Utente Attivo
253
22
CPU
Ryzen 9 3900X
Dissipatore
Corsair H100X
HDD
Samsung 970 PRO NVMe M.2 SSD 512 GB
Audio
N/A
Se per boot intendi l'avviare Windows direttamente dall'HDD clonato, non lo farei nemmeno io, pur non sapendo troppi dettagli.
Non so se invece intendi anche il sol fatto di tenerlo come HDD esterno, avviando l'O.S. da un HDD che non ha nulla a che vedere con questa storia.
Proprio per questo sto adoperando un altro PC, per evitare che il sistema cerchi di partire dall'HDD danneggiato o quello clonato.
 

meiyo

Utente Èlite
4,978
2,023
CPU
FX8350@4500
Dissipatore
UN VECCHIO DINOSAURO THERMALTAKE
Scheda Madre
ASUS 970 PRO GAMING AURA
HDD
M2 NVME 970EVO + SSD CRUCIAL MX500
RAM
GSKYLL TRIDENT 2133 16GB
GPU
ASUS ROG PLATINUM GTX760
Audio
integrata
Monitor
LG FULL-HD
PSU
LEPA 1000W
Case
BANCHETTO DIMASTECH EASY V3
Net
FIBRA TIM 30MEGA
OS
Windows 7 Ultimate 64Bit+ WINDOWS 10 PRO
Devi usare una live di Linux in questo caso, Windows fa casini.. La live di Linux ti permette di vedere il disco incriminato ( il clone) con tutte i suoi file e cartelle e la carichi da USB

Inviato dal mio Redmi 5 utilizzando Tapatalk
 

Michelino77

Utente Attivo
253
22
CPU
Ryzen 9 3900X
Dissipatore
Corsair H100X
HDD
Samsung 970 PRO NVMe M.2 SSD 512 GB
Audio
N/A
Perfetto, l'unica cosa che non riesco a spiegarmi, se il disco è clonato, in teoria dovrebbe essere sano, come può Windows creare danni?
Interagendo sulle ambiguità che rileva a causa dei settori non copiati?
Spendo ben volentieri 79$ per R-Studio per Linux, rispetto ai 3-500 che chiederebbe una ditta specializzata, ma quest'ultimo step in cosa consiste, ricopiare dal disco clonato i file su un altro disco/partizione?
 

meiyo

Utente Èlite
4,978
2,023
CPU
FX8350@4500
Dissipatore
UN VECCHIO DINOSAURO THERMALTAKE
Scheda Madre
ASUS 970 PRO GAMING AURA
HDD
M2 NVME 970EVO + SSD CRUCIAL MX500
RAM
GSKYLL TRIDENT 2133 16GB
GPU
ASUS ROG PLATINUM GTX760
Audio
integrata
Monitor
LG FULL-HD
PSU
LEPA 1000W
Case
BANCHETTO DIMASTECH EASY V3
Net
FIBRA TIM 30MEGA
OS
Windows 7 Ultimate 64Bit+ WINDOWS 10 PRO
Linux è gratis
Rstudio lo usi se con Linux eventualmente non riuscissi, crei una usb o un CD live e fai avviare Linux e ti permette di vedere la clonazione con le sue partizioni e vai ad aprire file e cartelle che ti servono.


Inviato dal mio Redmi 5 utilizzando Tapatalk
 

Michelino77

Utente Attivo
253
22
CPU
Ryzen 9 3900X
Dissipatore
Corsair H100X
HDD
Samsung 970 PRO NVMe M.2 SSD 512 GB
Audio
N/A
Non ti nascondo che continuo a non capire a fondo quest'ultimo step, il mio intendo, era quello di utilizzare questo HDD clonato, come esterno, come se fosse una pendrive, o supporto con dati.

Ad ogni modo, sarei interessato a recuperare svariate cartelle di file (occuperebbero il 50% dell'HDD, speriamo bene!), con non pochi file al loro interno, in che modo posso verificare l'integrità degli stessi, una volta ricopiate queste ultime?

Non posso aprire uno ad uno i file, in che modo posso accorgermi dei file che ho perso, e di quelli che sono integri?
 

meiyo

Utente Èlite
4,978
2,023
CPU
FX8350@4500
Dissipatore
UN VECCHIO DINOSAURO THERMALTAKE
Scheda Madre
ASUS 970 PRO GAMING AURA
HDD
M2 NVME 970EVO + SSD CRUCIAL MX500
RAM
GSKYLL TRIDENT 2133 16GB
GPU
ASUS ROG PLATINUM GTX760
Audio
integrata
Monitor
LG FULL-HD
PSU
LEPA 1000W
Case
BANCHETTO DIMASTECH EASY V3
Net
FIBRA TIM 30MEGA
OS
Windows 7 Ultimate 64Bit+ WINDOWS 10 PRO
Una volta avviata la. Live di Linux, copia le cartelle interessate.. Una volta trasferito tutto quello che ti serve in un disco di backup, vedrai se il loro contenuto è usufruibile

Inviato dal mio Redmi 5 utilizzando Tapatalk
 
  • Mi piace
Reazioni: Michelino77

Michelino77

Utente Attivo
253
22
CPU
Ryzen 9 3900X
Dissipatore
Corsair H100X
HDD
Samsung 970 PRO NVMe M.2 SSD 512 GB
Audio
N/A
Ho capito, sembra più che semplice.

Se ho ben compreso, questa procedura serve a far si che il mio HDD Clonato, vada a contenere soltanto semplici file, e non cluster che diano modo a Windows di identificare quell'HDD come "qualcos'altro", bensì come una semplice pendrive, e pertanto posso star sicuro che non ci saranno ulteriori sorprese.

L'HDD clonato di 4TB ha ora una partizione di 931GB con appunto il clone, ma resta molto spazio, può andare bene se effettuo un semplice trascina e rilascia su un'altra partizione dello stesso?

L'ideale per me sarebbe copiare tutto, sperando di perdere meno file possibile, poichè da 10 anni a questa parte archivio sempre i dati in questo modo, purtroppo ho avuto questo problema all'HDD proprio nel momento in cui avevo deciso di effettuarne una copia, infatti avevo acquistato il 4TB preventivamente.

Per rendervi l'idea con un esempio, vorrei come risultato finale l'esatto albero di cartelle che vedo accedendo al disco, nei limiti di quel che si può.
Quando stamattian è partito in automatico partito Windows dopo aver chiuso Ubuntu, ed ho aperto il disco da Esplora Risorse per curiosità, ho visto una cosa come questa (posto uno screen di esempio, non trovandomi in questo momento di fronte al PC interessato)
352646
Inizialmente ho pensato di aver "risolto", avendo a disposizione tutti i miei file, su un HDD esterno, proprio come da esempio.
Ho subito aperto una delle cartelle e poi un txt, per verificare che fosse tutto "reale", dopodichè ho spento subito, dopo massimo 2-3 minuti, per sicurezza, per poter informarmi meglio prima di fare danni.

Quali sono gli scherzetti che potrebbe fare Windows, se io usassi semplicemente questo HDD come un esterno, esempio Disco D:\ che io apro, e ci navigo quando mi serve qualcosa, tramite Esplora Risorse?

Scusate nuovamente per la mia insistenza, ma vorrei approfondire un po di più quest'ultima "situazione" per capire davvero cosa sto facendo.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili