Fibra Fastweb FTTC (o FTTS) e fonia

luigidavino

UTENTE LEGGENDARIO
13,612
4,160
Hardware Utente
#16
non metto in dubbio quanto tu dici, però è in contrasto con quanto i tecnici KLIK (con cui sto interagendo per valutare il passaggio di operatore), mi stanno dicendo.

Quello che loro mi dicono è che con un VSDL condivisa RTG (come indicato nel link che ho allegato prima):
- in casa continuerò ad utilizzare il filtro adsl attuale per collegare ad una presa il nuovo modem VSDL (ad una porta) e il telefono (all'altra porta del filtro)
- nel cabine di strada si predispone uno splitter, in modo che un connettore va alla porta VDSL del cabinet e l'altro prosegue la linea voce attuale
- la linea voce continua ad essere una POTS con continuità galvanica indipendente.
Con VDSL2 non occorre usare il filtro (che, alla fine, è solo un passabasso e potrebbe comportare degradi del segnale).
Per il resto, se lo dicono dei tecnici...
 

luigidavino

UTENTE LEGGENDARIO
13,612
4,160
Hardware Utente
#18
Conosco quel documento (e ne ho tanti altri ad uso interno).
Vorrei focalizzare la tua attenzione sulla nota 8: solo in presenza di centralini, teleallarmi et similia sarebbe opportuno utilizzare uno splitter.
Tecnicamente, però, nel caso degli antifurto, basta sezionare l'impianto e rimandare il segnale dalla presa, mediante collegamento in serie, direttamente sulla centralina.
Poi, libero di fare come meglio credi/ti suggeriscono.
 
#19
Siccome il mio sistema di antifurto ha un compositore telefonico RTG, la mia necessità è che in caso di distacco della corrente dalla mia abitazione possa accadere alla rete telefonica per comporre i numeri impostati, tra cui la stazione dei carabinieri.

Come indicato a pag. 37 avrei una VSDL il cui funzionamento è analogo a quello della mia attuale ADSL.

Tu pensi che sia possibile farlo in modo differente ?

In sintesi: se voglio la linea telefonica attiva sia in caso di modem spento e/o in caso di distacco della corrente al mio appartamento ho alternative ?
 

luigidavino

UTENTE LEGGENDARIO
13,612
4,160
Hardware Utente
#20
Siccome il mio sistema di antifurto ha un compositore telefonico RTG, la mia necessità è che in caso di distacco della corrente dalla mia abitazione possa accadere alla rete telefonica per comporre i numeri impostati, tra cui la stazione dei carabinieri.

Come indicato a pag. 37 avrei una VSDL il cui funzionamento è analogo a quello della mia attuale ADSL.

Tu pensi che sia possibile farlo in modo differente ?

In sintesi: se voglio la linea telefonica attiva sia in caso di modem spento e/o in caso di distacco della corrente al mio appartamento ho alternative ?
E dillo subito, allora. :D
Ho aiutato alcuni utenti con comunicatori di diverse marche e mai un problema.
L'unica accortezza sarebbe quella di installare un UPS a monte dell'impianto (ma, comunque, dopo qualche minuto la linea cadrebbe lo stesso; dipende dalla capacità della batteria).
Quanto alla fonia, come detto, basta collegare il cavo dallo slot POTS (occorre una presa RJ11 conforme) fino ai morsetti del comunicatore e stop.
Fatto.

L'alternativa migliore (ma non solo per la specifica questione del rapporto tra VDSL2 e corrente elettrica) sarebbe installare un comunicatore GSM da posizionare lontano dalla centralina.
Qualora dovessero tagliare il cavo telefonico esterno, la chiamata partirebbe lo stesso. ;)
 
#22
scusa @luigidavino fastweb mi ha riferito che l'intervento del tecnico a casa per l'installazione della fibra non è necessario e che farà tutto da remoto e inoltre che posso collegare il modem su una qualsiasi presa di casa e continuare a usare i filtri se la presa ha un telefono collegato. io sono FTTC e sono in VULA ma questa cosa mi è nuova dal momento che tim al tempo disse che per passare da adsl a fibra è necessario non solo che il tecnico faccia il sezionamento ma anche mettere il router solo sulla presa principale e collegare i telefoni al router.

chi ha ragione? non sto capendo
grazie ;)
 

luigidavino

UTENTE LEGGENDARIO
13,612
4,160
Hardware Utente
#24
scusa @luigidavino fastweb mi ha riferito che l'intervento del tecnico a casa per l'installazione della fibra non è necessario e che farà tutto da remoto e inoltre che posso collegare il modem su una qualsiasi presa di casa e continuare a usare i filtri se la presa ha un telefono collegato. io sono FTTC e sono in VULA ma questa cosa mi è nuova dal momento che tim al tempo disse che per passare da adsl a fibra è necessario non solo che il tecnico faccia il sezionamento ma anche mettere il router solo sulla presa principale e collegare i telefoni al router.

chi ha ragione? non sto capendo
grazie ;)
Tutto falso.
Piccola precisazione...TIM dice che è necessario fare il sezionamento perché NON vuole sbattersi a mettere lo splitter nelle cabine di strada.
Alt.
Non cominciare ancora con la storiella degli splitter in armadio.
Il discorso è molto più ampio di quello che pensi.
Poi, se quelli di Klik hanno opinioni diverse, ricorda che tirano acqua al loro mulino.
 
#25
Vabbè... Io sono in corso di attivazione... Vediamo come va a finire.

Cmq non è una storiella è qualcosa di offerto come ho documentato nei post precedenti quindi NON è vero che non sia possibile.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
 

luigidavino

UTENTE LEGGENDARIO
13,612
4,160
Hardware Utente
#26
Vabbè... Io sono in corso di attivazione... Vediamo come va a finire

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
Ti dico solo che, un conto è lo Splitter di Centrale (utilizzato per ADSL); un altro eventuali separatori in armadio.
Già lo spazio e l'efficienza delle VDSL2 con ONU da armadio è ridicola in alcuni casi; figuriamoci ulteriori accrocchi che finirebbero soltanto per gravare inutilmente sull'infrastruttura di rete secondaria.
Perché complicarsi la vita quando con un sezionamento si può risolvere in modo rapido e veloce?
Tra l'altro, in questo modo si eliminano eventuali paralleli dell'anteguerra presenti nelle case degli italiani (nocivi con VDSL2; causano sovraccarichi alla presa principale). ;)
 
#30
Ti dico solo che, un conto è lo Splitter di Centrale (utilizzato per ADSL); un altro eventuali separatori in armadio.
Già lo spazio e l'efficienza delle VDSL2 con ONU da armadio è ridicola in alcuni casi; figuriamoci ulteriori accrocchi che finirebbero soltanto per gravare inutilmente sull'infrastruttura di rete secondaria.
Perché complicarsi la vita quando con un sezionamento si può risolvere in modo rapido e veloce?
Tra l'altro, in questo modo si eliminano eventuali paralleli dell'anteguerra presenti nelle case degli italiani (nocivi con VDSL2; causano sovraccarichi alla presa principale). ;)
Hai ragione ma nel mio caso sia il quartiere sia il palazzo sono recenti (circa 10 anni) e in più hanno aumentato le cabine causa espansione del quartiere... Ergo non dovrebbero esserci difficoltà.

Cmq a fine attivazione darò conto di quanto avvenuto.

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk
 

Discussioni Simili


Entra

Guarda il video live di tomshardwareita su www.twitch.tv