DOMANDA Build Workstation 3D (agg. 11/2021)

Malux

Nuovo Utente
123
10
Buongiorno a tutti!

Mi trovo a dover riconfigurare una nuova workstation per modellazione 3D, CAD/rendering e Realtime, dopo che l'alimentatore, scheda madre e CPU si sono bruciati. Vista la mancanza dei pezzi di ricambio sto pensando di cambiare socket a causa dell'impossibilità sul mercato di recuperare le parti di ricambio.

La nuova configurazione (LGA 2066):

Motherboard
ASUS WS X299 PRO/SE (Asus 90SW00A0-M0EAY0);
CPU
Intel i9-10900X 10 core 3,70Ghz.

Avrei optato per una configurazione con XEON ma non sono reperibili facilmente i processori che avevo individuato.

Dalla vecchia workstation (LGA 2011-v3) recupererò:

VGA
PNY Nvidia quadro K2200;
FAN CPU
Noctua NH-D90X i4 3U (oppure un dissipatore che non gravi troppo sulla cpu);
SSD
Samsung EVO 500 gb red;
HD
WD black 1Tera 700 rpm 2,5".

Purtroppo l'alimentatore (coolermaster RS-850-AFBA-G1 850W) )dopo due anni ha fuso l'interruttore di spegnimento ed ora penso sia andato a detta del tecnico che lo ha visionato.
Avevo intenzione di installare un Sasonic FOCUS+ ATX 650W Platinum ma non so se è compatibile con la scheda madre e soprattutto se può bastare quando il pc lavora sotto carico h24. Il configuratore mi dava 600 w di consumi.

Per quanto riguarda la RAM in un primo momento avrei voluto cannibalizzare quella installata sulla vecchia configurazione (Crucial CL15 kit DDR4 32 Gb 4x8gb 2133) ma leggendo sul sito ASUS della scheda, ho notato che necessita della configurazione 8DIM per CPU superiori a 6 core.
Quindi, memorie compatibili da 8x8Gb non si trovano...

A questo punto i miei dubbi sono solo sulla RAM e sull'alimentatore.
In alternativa potrei optare per una configurazione con processore xeon ma penso che il problema del numero di banchi di RAM rimanga.

Consigli a riguardo?
 
Ultima modifica:

Malux

Nuovo Utente
123
10
tieni conto che ormai sono 4 anni che sono usciti ryzen, dispongono della piena compatibilità e stabilità di tutti i sistemi operativi (macOS ha ancora qualche bug), l'xbox (microsoft) monta una cpu ryzen e in questo piccolo lasso di tempo, hanno preso più del 50% del mercato delle cpu
Ho visionato un po' il sito della AMD riguardo i processori e come dicevi tu @mr_loco nella seria Ryzen Threadripper sono molto più veloci del top gamma xeon. Se volessimo considerare una macchina AMD con questa serie (il sito identifica nella gamma PRO), in termini di stabilità sia su Windows che su Ubuntu quale dei due gestisce meglio?

Dato che sono anni che vorrei occuparmi di Realtime e VR e sappiamo tutti che l'elaborazione delle immagini è affidata alla CPU, che tipo di interoperabilità esiste fra rendering/modellazione in ambiente QUADRO?
Intendo gli errori che potrebbero esserci nel calcolo (cosa superata ampiamente dagli Xeon) e dunque i classici errori di memoria e quanto altro.
Se questo lo riportiamo in ambiente Linux con Ubuntu, sviluppa meglio le capacità intrinseche della CPU per lo stesso campo di applicazione (non tanto per la scheda grafica e quindi la GPU)?

che tipo di prove? vuoi montare ram ECC?
Intendevo al discorso che avevi fatto tu l'altro giorno, ossia che bisogna provare ad aggiornare il bios ecc... se quel banco di ram non è fra quelli elencati dalla scheda madre come testati.
Scegliendo la CPU Ryzen Threadripper PRO si potrebbe anche implementare la RAM ECC, non dovrei perdere in prestazioni giusto?

Visto che con Intel vi è la denominazione in LGA con gli AMD come funziona?
Si distingue oltre che per l'architettura (zen 2, 3) e per la tecnologia nanometri (12, 7), dunque è plausibile che variano anche per le schede madri (nel mio caso asus nonostante si brucino in fretta)?
Esempio se io oggi acquistassi una serie PRO in futuro potrò montare la serie 3000 Ryzen stessa generazione, tecnologia e architettura?
 

mr_loco

19%
Utente Èlite
17,487
6,807
Ho visionato un po' il sito della AMD riguardo i processori e come dicevi tu @mr_loco nella seria Ryzen Threadripper sono molto più veloci del top gamma xeon. Se volessimo considerare una macchina AMD con questa serie (il sito identifica nella gamma PRO), in termini di stabilità sia su Windows che su Ubuntu quale dei due gestisce meglio?
ormai sono state rilasciate molte patch del kernel linux per la stabilità di sistema, puoi utilizzare entrambi i sistemi senza problemi
faccio un po di chiarezza sui threadripper pro, non sono altro che i threadripper della serie 3000, con le migliorie della seri 5000 ryzen
threadripper o ryzen, dipende dal budget, il 3945 e 55wx si trovano solo su workstation e il 3975wx costa 2600€, quindi si parte dal 5900x (12 core 24 thread) -> 5950x (16/32) -> threadripper 3960x (24/48) -> 3970x (32/64) -> 3975wx (32/64 pro)
mobo ryzen con supporto a ram ECC ci sono, non tutte, quella linkata le supporta, mobo per threadripper hanno tutte il supporto a ram ECC e supporto al quad channel
Dato che sono anni che vorrei occuparmi di Realtime e VR e sappiamo tutti che l'elaborazione delle immagini è affidata alla CPU, che tipo di interoperabilità esiste fra rendering/modellazione in ambiente QUADRO?
Intendo gli errori che potrebbero esserci nel calcolo (cosa superata ampiamente dagli Xeon) e dunque i classici errori di memoria e quanto altro.
non mi è chiara questa parte, le quadro utilizzano memorie con correzione degli errori, si può renderizzare da gpu che da cpu, i pro della gpu e che è più veloce, la qualità potrebbe risultare meno precisa, la cpu invece è più lenta ma più precisa
Se questo lo riportiamo in ambiente Linux con Ubuntu, sviluppa meglio le capacità intrinseche della CPU per lo stesso campo di applicazione (non tanto per la scheda grafica e quindi la GPU)?
qui non so risponderti o meglio, è difficile da valutare, a livello di risorse, linux è meno energivoro, penso che con qualche patch del kernel mirate, avresti prestazioni superiori ad ubuntu base
Intendevo al discorso che avevi fatto tu l'altro giorno, ossia che bisogna provare ad aggiornare il bios ecc... se quel banco di ram non è fra quelli elencati dalla scheda madre come testati.
Scegliendo la CPU Ryzen Threadripper PRO si potrebbe anche implementare la RAM ECC, non dovrei perdere in prestazioni giusto?
ne parlavi con @Cibachrome, comunque le memorie ECC sono supportate anche con alcune schede madri della linea ryzen, teoricamente si perdono prestazioni, perchè viene fatto un controllo dei dati, questo vale per qualsiasi piattaforma, ma si parla sempre di micro secondi
Visto che con Intel vi è la denominazione in LGA con gli AMD come funziona?
Si distingue oltre che per l'architettura (zen 2, 3) e per la tecnologia nanometri (12, 7), dunque è plausibile che variano anche per le schede madri (nel mio caso asus nonostante si brucino in fretta)?
Esempio se io oggi acquistassi una serie PRO in futuro potrò montare la serie 3000 Ryzen stessa generazione, tecnologia e architettura?
AMD fortunatamente non è intel, con ryzen è stato rilasciato il socket AM4 e quello è valido per quasi tutta la serie ryzen, purtroppo la prima generazione di mobo (b350 e x470) non supportano la serie 5000 a causa del PCIe 4.0 e altre migliorie, le restanti è tutta compatibile con le cpu di tutte le generazioni, bios permettendo
threadripper se non ricordo male, ha cambiato socket TRX4 con la serie 3000, quindi puoi montarci tutta la serie normale e pro e future, dovrebbe mancare ancora la serie basata su zen 3

questo è un commento trovato in rete del 6 giugno 2021
TR Pro is probably a better option for ECC support, and has more workstation-oriented features on the platform, like IPMI. Not to mention upgradeability if you down the line need more cores or more RAM. TR Pro is literally just EPYC, in a different socket, with a chipset, with regular consumer-grade single-core performance. Best of both worlds, IMO.
With Zen 3 Threadripper on the horizon, a potential Zen 3 TR Pro should also closely match the single-thread performance of the 5900X.
magari potresti mandare una mail al tipo dei test che ti ho linkato e chiedergli nel tuo caso specifico su cosa puntare, dato che utilizza tutte e 3 i sistemi di punta
 

Malux

Nuovo Utente
123
10
Ti ringrazio @mr_loco per le delucidazioni in merito alla piattaforma AMD. Per poter effettuare una scelta accurata e ovviamente comparare meglio caratteristiche e prezzi ho provato a buttare giù due configurazioni da affiancare a quella che mi hai consigliato, tenendo presente i pezzi già montati sulla vecchia macchina e quelli che potrei cambiare:


HARDWARE
MODELLO XEON LGA 2066
Cod. Prod.
CPU​
W-2133
MOTHERBOARD​
90SW0080-M0EAY0
RAM​
Crucial 288 32 GB (4x8GB) CL 15 DDR4 DIMM (???)
CT4K8G4RFS4213​
GRAPHIC CARD​
PNY Nvidia Quadro k2200 GPU 4GB GDDR5 128-bit 640 CUDA core​
VENTOLE CPU​
Noctua NH-D90X i4 3U​
NH-D9DX i4 3U​
SSD​
Samsung PRO EVO​
HD​
Wd Black 750 GB 2,5”​
DVD recorder​
Lettore Masterizzatore DVD​
CASSE STEREO​
CASE​
Fractal Design Define XL R2 Titanium BLACK​
ALIMENTATORE​
UPS​
S.O.​
Windows 7 professional OM 64 bit​

HARDWARE
MODELLO i9 LGA 2066
Cod. Prod.
CPU​
i9-10900X
MOTHERBOARD​
90SW00A0-M0EAY0
RAM​
(???) 32 GB oppure 64 GB
GRAPHIC CARD​
PNY Nvidia Quadro k2200 GPU 4GB GDDR5 128-bit 640 CUDA core​
VENTOLE CPU​
Noctua NH-D90X i4 3U (???)
NH-D9DX i4 3U​
SSD​
Samsung PRO EVO​
HD​
Wd Black 750 GB 2,5”​
DVD recorder​
Lettore Masterizzatore DVD​
CASSE STEREO​
CASE​
Fractal Design Define XL R2 Titanium BLACK​
ALIMENTATORE​
UPS​
S.O.​
Windows 7 professional OM 64 bit​

Fermo restando quanto ci siamo scritti riguardo la validità di uno rispetto all'altro sistema e alla possibilità di ottenere più potenza e core ad un prezzo inferiore (quindi benefici in velocità e quanto altro), il mio dubbio al momento è se la ram inserita nella configurazione Xeon può essere compatibile o meno con quel tipo di scheda madre (ottenendo così il quad channel) mentre nelle altre configurazioni i miei dubbi ricadono sull'efficacia di raffreddamento della CPU da parte del sistema Noctua in mio possesso e ovviamente ram compatibile con la configurazione i9.
Parametri di valutazione oltre che il prezzo (le prestazioni ormai sono più che note) anche la sue qualità intrinseche nella gestione del calore visto che nel complesso tutte le tre configurazioni, quella di @mr_loco e quelle sopra descritte alla fine scaldano parecchio.
 

Veradun

Utente Attivo
1,046
491
CPU
XBOX Series X
Monitor
ASUS MG279Q
Ho visionato un po' il sito della AMD riguardo i processori e come dicevi tu @mr_loco nella seria Ryzen Threadripper sono molto più veloci del top gamma xeon. Se volessimo considerare una macchina AMD con questa serie

Un chiarimento. Il software che usi ha grandi necessità di banda verso la memoria o solo di capacità bruta di calcolo parallelo?

Se sei nel secondo caso ti puoi buttare tranquillamente su un Ryzen 5900X o addirittura 5950X, abbinandolo a scheda madre che supporti ECC e ram di conseguenza.

Per esempio:
- ASRock B550 PG Riptide (https://www.amazon.it/dp/B09BDCCPQM/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi)
- Ryzen 5900X (https://www.amazon.it/dp/B08164VTWH/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi)
- Una coppia di queste: https://www.amazon.it/dp/B08JJ9RM28/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi

1200€
 

Cibachrome

Utente Èlite
19,764
6,898
Sicuramente sarò ridondante proprio perché, come accennato in precedenza, non mi sono interessato più del mercato e delle sue evoluzioni tecnologiche nel campo informatico, ma la mia preoccupazione maggiore non è cambiare socket ma la reperibilità di pezzi di ricambio nuovi nel futuro da qui a cinque sei anni. Quando chiesi consiglio qui per la configurazione dell'attuale macchina venni indirizzato sul socket 2011v3 ed in effetti vi era un'ampia scelta di componenti anche a prezzo diciamo così abbordabile. A distanza di tempo non trovo neanche una scheda madre compatibile con quel socket cosa che invece con il "taglio" 2066 è ben visibile dopo 5 anni. Lo stesso dissipatore noctua mi fu venduto con la piastra per questo socket nella confezione oltre che quella per il 2011v3.

Intel cambia socket/piattaforma ogni 2-3 anni ed in genere interrompe la produzione dopo 2-3 circa dall' uscita di determinati prodotti se c'è un altra piattaforma che ha preso il suo posto.

Il socket 2066. uscì nel 2017. Nel 2018 Intel decise di sopprimere le due uniche cpu Kaby Lake-X socket 2066 perchè furono un floap. Nel 2019 uscirono le ultime cpu socket 2066 e cioè quelle Cascade Lake-X e di conseguenza la piattaforma arrivò del tutto al capolinea. Nel 2020 Intel ha interrotto la produzione di tutte le cpu Skylake-X socket 2066.



Intel si era seduta sugli allori. Successivamente avuto un diversi problemi che hanno portato rallentamenti anche grossi, poi ci sono altri problemi tra cui di produzione, una forte concorrenza da parte di Amd ed il fatto che Amd ha superato Intel in vari ambiti. Es. nella fascia

Per quanto riguarda la fascia desktop extreme: Intel è stata costretta a rallentare la piattaforma socket 2066, non interrompere la produzione delle cpu Cascade Lakce X socket 2066 e del chipset X299 e poi a rimandare il debutto del nuovo socket, nuovo chipset e dei nuovi processori Intel Core X. Le cpu Intel Core X socket 2066 furono surclassate dagli Amd Threadipper e dai Ryzen 9 serie 5000/3000. Solo nel quarto trimestre 2021/gennaio 2022 ci sarò il debutto dei nuovi processori Intel Core Alder Lake X (con più core etc... rispetto alle Alder Lake di fascia mainstream), compatibili con il nuovo socket, il nuovo chipset X699 e le nuove schede madri compatibili Solo con le nuove cpu. Queste nuove cpu/schede madri con chipset X699, saranno compatibili con le nuove ram ddr5, supporteranno anche: il quad channel ed il nuovo pci-express 5.0 . Intel finalmente potrà interrompe la produzione dei processori Intel Core Cascade Lake-X socket 2066 e del chipset X299. A seguito anche i produttori di scheda madri smetteranno di produrre le schede madri socket 2066.

Per quanto riguarda la longevità del socket, dei processori e delle schede madri vince di sicuro Amd rispetto ad Intel.


@mr_loco in effetti come hai scritto tu e @Cibachrome a questo punto si possono effettuare delle prove visto che le ram compatibili costano veramente quanto tutta la configurazione e francamente diventerebbe uno spreco spenderle solo per quel componente.

Non considerare l' acquisto di 8 banchi di ram, a prescindere.

Te ne devo dare atto, molte cose sono cambiate. Infatti anche @mr_loco mi aveva consigliato una configurazione con AMD che al pari di potenza e di core si poteva ottenere qualcosa in più in fatto di potenza e qualcosa in meno in fatto di prezzo.

Quando ti serviva la build e per poi scegliere socket 2011v3 (anche io lo scelsi si trova ancora mio attuale pc) allora non c' era quasi per nulla la concorrenza o addirittura forse era assente. La tecnologia con i relativi progressi avevano subito dei rallentamenti/ritardi considerando anche che Intel si adagiò.
Amd con i Ryzen/Threadripperci fu un bel notevole salto in avanti rispetto alle cpu precedenti ed iniziò a fare concorrenza ad Intel. Poi con ogni successiva nuova generazione di processori Amd c'è stata un evoluzione ed una maggiore concorrenza ad Intel. Questo ha portato a dare una svegliata ad Intel, a farei dei cambiamenti, e piano piano sta cercando di rimettersi in pari o addirittura di superare la rivale. Però ce ne vuole ancora.
In effetti è bene non avere troppe informazioni su qualcosa che magari non si conosce a fondo, devo imparare tutto dall'inizio. :P
Ci sono un sacco di variabili da tenere in considerazione quando si fa un acquisto del genere. Non è assolutamente facile, come si pensa, fare una configurazione.


Mi pare che il socket 1200 sia stata confermata lo stop alla produzione dal 2021 dunque è logico pensare che tra qualche anno non ci sarà più alcun componente da sostituire nuovo.

Non è assolutamente così anzi il socket 1200 è più recente e sarà più longevo rispetto a quello 2066 ma non quanto il nuovo socket Intel 1700. Il primo e' uscito nel secondo trimestre del 2020 con le cpu Comet Lake-S serie 10000 e le schede madri serie 400 socket 1200. Invece nel secondo trimestre di quest' anno sono uscite le cpu Intel Core Rocket Lake-S (i5, i7 ed i9) serie 11000 + le cpu Comet Lake-S refresh serie 10000 + le nuove schede madri serie 500 socket 1200. La piattaforma socket 1200 solo nel secondo trimestre di quest' anno è arrivata al capolinea. Perfino le cpu Intel Comet Lake-S, del 2020, vengono ancora prodotte, così come i chipset Intel serie 400 per le schede madri socket 1200.

All' inizio di quest' anno c'è stato lo stop alla produzione dei chipset Intel serie 300 per le schede madro socket 1151v2 compatibili con i processori Intel serie 9000/8000, socket 1151v2.

Poi nella frase oltre al socket 1200 devi sostituire "qualche anno" con: "pochissimi/pochi anni". Tocca considerare ad es. che i fondi di magazzini per le schede madri di fascia alta, finiscono ancora prima o addirittura decisamente prima.

Quando un prodotto è un fondo di magazzino il suo prezzo con il tempo aumenta. Meno fondi di magazzino rimangano di un determinato prodotto e più il prezzo aumenta. Tocca considerare in futuro se ha senso e conviene comprare un fondo di magazzino anzichè cambiare anche 1 o 2 componenti.

La piattaforma socket 2066 è da scartare. Se poi mi parli che ti interessa la longevità etc... allora è un motivo per evitare assolutamente questo socket.

Entro fine anno potrebbero uscire le cpu Ryzen serie 5000 XT basate sull' architettura Zen3 oppure Zen3+ (refresh di quella Zen 3) e tocca vedere se saranno compatibili con ad es. le schede madri Amd socket AM4 con chipset Amd serie 500.

Se il pc ti serve urgemente ora allora o: Ryzen 9 serie 5000 Zen 3 oppure Intel socket 1200 con i9 serie 10000. Se no sulla fascia mainstream l' ultima generazione di processori Ryzen Threadripper con eventuali ram ECC etc... Puoi valutare il nuovo o/e usato.

Se no vedi se puoi rimediare temporaneamente un altro pc in attesa del nuovo socket Intel 1700 o quello presente sulle prossime schede madri con chipset X699.
Lo stesso dissipatore noctua mi fu venduto con la piastra per questo socket nella confezione oltre che quella per il 2011v3.

Ma questo è perchè Intel decise di fare un socket simile come dimensione esterna e di non andare a modificare la posizione dei buchi dove si monta il dissipatore.
Invece per il nuovo socket 1700, che verrà annunciato ad ottobre, insieme alle prime cpu Intel Core serie 12000 e alle nuove schede madri con chipset Z690, anche la posizione dei buchi è cambiata e quindi i dissipatore in commercio non saranno compatibili a meno non ci sarà la possibilità di poter utilizzare una staffa-adattatore per questo nuovo socket. Poi ci potrebbero essere nuovi modelli di dissipatore compatibili anche con questo nuovo socket.
A gennaio 2022 usciranno gli altri modelli di 12a gen. sempre socket 1700 con le altre schede madri serie 600: H670, B660 ed H610.

Le cpu Intel serie 12000 socket 1700saranno compatibili anche con le ram ddr5. Supporteranno anche il pci-express 5.0 . Avranno per la prima volta un' architettura ibrida con Core ad alte prestazioni affiancati a core a basso consumo. Il numero dei core totali totali sarà maggiore considerando anche quelli virtuali (o thread). La memoria cache sarà maggiore. Guarda qui la tabella con ad es. 3 modelli di nuovi processori:
Intel_Core_K_i5-i7-i9_Alder Lake-S.JPG

La "T", sta per Thread (o core virtuali).
Le cpu Alder Lake-X, compatibili con le schede madri con chipset X699. avranno più core, più thread e più memoria cache rispetto alle Ader Lake-S socket 1700.


Come scheda grafica possiedo una Nvidia quadro K2200 che non voglio cambiare al momento, altrimenti se ne va un patrimonio.

Quella tienitela stretta visto il periodaccio. Meno male che almeno lei non si è danneggiate.
Certo era decisamente meglio che pure la cpu e la scheda madre non si bruciassero e tra l' altro proprio in questo brutto periodo.


Per questo chiedo consiglio a chi è più esperto. Avrei sicuramente fatto la scelta sbagliata o quanto meno valutato male il prodotto e singoli componenti da installare. Quindi a prescindere dal numero di banchi, l'importante è che siano superiori a uno per poter lavorare in dual channel e quad-channel giusto (sempre in kit ovviamente)?

Di sicuro al 100% hai fatto la scelta giusta ad aprire questa discussione per chiedere consigli e a non acquistare ancora nulla :)

Si.
Poi con il kit sei sicuro al 100% che i moduli tra loro siano del tutto compatibili visto anche il lotto di produzione è lo stesso.

Se il processore e la scheda madre solo il single channel ed il dual channel, allora con i 4 banchi di ram si avrà un doppio dual-channel.
Se invece il processore e la scheda madre supportano anche il quad channel allora con 8 banchi di ram si avrà un doppio quad-channel.


Ovviamente sulla base di un alimentatore (magari seasonic se è performante) anche un UPS che non interferisca con l'alimentatore (così non fa la fine del coolemaster serie gold, che ronzava bruciandosi solo il tasto di spegnimento) così vedo un po' i costi e tutto quanto.

Anche per l' alimentatore non ha alcun senso ed è sbagliato guardare solo il produttore (OEM) dell' alimentatore. Es. i Seasonic S12III (da non condendere con gli S12II) sono pessimi e non vanno acquistati.
Le performance non credo c' entrino con un' alimentatore.

L' alimentatore si scegliere in base agli upgrade futuri es. in primis la scheda video. Quest' ultima varia anche in funzione del monitor che ci abbini.

Con gli UPS linea interactive ad onda sinusoidale pura sei sicuro di non aver problemi con gli alimentatori che hanno un PFC attivo. Per quanto riguarda la marca ed il modello aspetta qualcun' altro. Es. @Kelion @Ottoore

P.S. Leggendo l' ultimo tuo messaggio, pubblicato oggi, vedo che oltre al tuo amato i9 10900X hai messo pure lo Xeon W-2133. Quest' ultimo è addirittura uscito nel terzo trimestre del 2017...
 
Ultima modifica:

Kelion

Quid est veritas? Est vir qui adest
Utente Èlite
29,303
9,396
CPU
5600X
Dissipatore
Arctic Liquid Freezer 240
Scheda Madre
ASUS ROG STRIX B550-F GAMING (WI-FI)
HDD
1 SSD 1TB M.2 NVMe Samsung 970 Evo plus 4 HDD P300 3TB ciascuno
RAM
2x8GB Crucial Ballistix 3600 MHz
GPU
RTX 3060 Ti
Monitor
AOC 24G2U 144 Hz
PSU
EVGA G2 750W
Case
NZXT H510
Periferiche
Varie
Net
FTTC 100/30
OS
Windows 10, Debian 10
Ti ringrazio @mr_loco per le delucidazioni in merito alla piattaforma AMD. Per poter effettuare una scelta accurata e ovviamente comparare meglio caratteristiche e prezzi ho provato a buttare giù due configurazioni da affiancare a quella che mi hai consigliato, tenendo presente i pezzi già montati sulla vecchia macchina e quelli che potrei cambiare:


HARDWARE
MODELLO XEON LGA 2066
Cod. Prod.
CPU​
W-2133
MOTHERBOARD​
90SW0080-M0EAY0
RAM​
Crucial 288 32 GB (4x8GB) CL 15 DDR4 DIMM (???)
CT4K8G4RFS4213​
GRAPHIC CARD​
PNY Nvidia Quadro k2200 GPU 4GB GDDR5 128-bit 640 CUDA core​
VENTOLE CPU​
Noctua NH-D90X i4 3U​
NH-D9DX i4 3U​
SSD​
Samsung PRO EVO​
HD​
Wd Black 750 GB 2,5”​
DVD recorder​
Lettore Masterizzatore DVD​
CASSE STEREO​
CASE​
Fractal Design Define XL R2 Titanium BLACK​
ALIMENTATORE​
UPS​
S.O.​
Windows 7 professional OM 64 bit​

HARDWARE
MODELLO i9 LGA 2066
Cod. Prod.
CPU​
i9-10900X
MOTHERBOARD​
90SW00A0-M0EAY0
RAM​
(???) 32 GB oppure 64 GB
GRAPHIC CARD​
PNY Nvidia Quadro k2200 GPU 4GB GDDR5 128-bit 640 CUDA core​
VENTOLE CPU​
Noctua NH-D90X i4 3U (???)
NH-D9DX i4 3U​
SSD​
Samsung PRO EVO​
HD​
Wd Black 750 GB 2,5”​
DVD recorder​
Lettore Masterizzatore DVD​
CASSE STEREO​
CASE​
Fractal Design Define XL R2 Titanium BLACK​
ALIMENTATORE​
UPS​
S.O.​
Windows 7 professional OM 64 bit​

Fermo restando quanto ci siamo scritti riguardo la validità di uno rispetto all'altro sistema e alla possibilità di ottenere più potenza e core ad un prezzo inferiore (quindi benefici in velocità e quanto altro), il mio dubbio al momento è se la ram inserita nella configurazione Xeon può essere compatibile o meno con quel tipo di scheda madre (ottenendo così il quad channel) mentre nelle altre configurazioni i miei dubbi ricadono sull'efficacia di raffreddamento della CPU da parte del sistema Noctua in mio possesso e ovviamente ram compatibile con la configurazione i9.
Parametri di valutazione oltre che il prezzo (le prestazioni ormai sono più che note) anche la sue qualità intrinseche nella gestione del calore visto che nel complesso tutte le tre configurazioni, quella di @mr_loco e quelle sopra descritte alla fine scaldano parecchio.
Soluzioni Intel su socket 2066 sono vetuste. Come qualità prezzo sul multicore i ryzen/threadripper non si battono. Le RAM ECC ti servono veramente? Ci sono altri meccanismi per il controllo dei dati e non sono più così essenziali all'utilizzo anche professionale. Per UPS e company suppongo che un carico di 1000W sia sufficiente e quindi questo va benissimo ad onda pura sinusoidale senza spendere un patrimonio:
 

BAT

Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
9,622
4,134
CPU
Neurone solitario
Dissipatore
Ventaglio azionato a mano
Scheda Madre
Casalinga
RAM
Molto molto volatile
GPU
Binoculare integrata nel cranio
PSU
Pastasciutta, pollo e patatine al forno
Net
Segnali di fumo e/o tamburi
OS
Windows 10000 BUG
discussione riaperta, sono 2 workstation distinte
 

Malux

Nuovo Utente
123
10
Il socket 2066. uscì nel 2017. Nel 2018 Intel decise di sopprimere le due uniche cpu Kaby Lake-X socket 2066 perchè furono un floap. Nel 2019 uscirono le ultime cpu socket 2066 e cioè quelle Cascade Lake-X e di conseguenza la piattaforma arrivò del tutto al capolinea. Nel 2020 Intel ha interrotto la produzione di tutte le cpu Skylake-X socket 2066.
Quando scelgo una configurazione personalizzata, soprattutto in periodo d'emergenza (quello causato da imprevisti elettrici) mi trovo sempre ad approfondire fin troppo le caratteristiche tecniche fissandomi però su un socket rispetto ad un altro. Deformazione mia, perché feci alla stessa maniera con l'attuale macchina. Purtroppo però non ho controllato sempre i periodi di uscita anche perché mi affaccio sempre sui fornitori che potrebbero vendermi quei componenti e alla loro disponibilità in magazzino. Ormai i vecchi negozi informatici si sono ridotti spesso (ma non sempre) a spennare il pollo di turno ed in passato ero sempre costretto a prendermi quello che volevano darmi.
Ora comprendo il motivo per il quale mi spingete proprio lontano da questo socket, confermato anche dagli esosi prezzi e dai scarsi componenti (con velocità da 1.2 Ghz o 2,4 ecc...). Per questo ti ringrazio @Cibachrome.

Per quanto riguarda la longevità del socket, dei processori e delle schede madri vince di sicuro Amd rispetto ad Intel.
Sia tu che @mr_loco, @Kelion e @BAT mi state indirizzando su questa configurazione per i motivi che vi avevo espresso, ossia longevità del socket e reperibilità dei pezzi. Il mio timore con AMD è la difficoltà in futuro di compatibilità con software e altri componenti interni. Quando portai una macchina (studente all'università) in questi famosi negozi per un guaio alla scheda madre (supporto dissipatore spaccato) dovetti sostituire la scheda e per non cambiare "tutto" ha tolto la mia carissima nvidia geforce agp e mi fece passare ad ATI radeon (ora mi pare che sia stata acquisita da AMD). Con i software di modellazione 3D era uno stress. Riscaldava parecchio (al punto di bruciarsi la ventola) si impuntava nella visualizzazione e non funzionava a dovere. Un calvario che non voglio ripetere. ;)

Ci sono un sacco di variabili da tenere in considerazione quando si fa un acquisto del genere. Non è assolutamente facile, come si pensa, fare una configurazione.
Me ne accorgo ogni volta che devo cambiare componenti. Con il guaio che sto passando fra socket e chipset, ram ecc non ecc ecc... vado veramente in confusione. Però ci stanno forum con persone competenti che in qualche maniera aiutano a far sembrare semplice questo mondo, diciamo sommerso! ;)

Se il pc ti serve urgemente ora allora o: Ryzen 9 serie 5000 Zen 3 oppure Intel socket 1200 con i9 serie 10000. Se no sulla fascia mainstream l' ultima generazione di processori Ryzen Threadripper con eventuali ram ECC etc... Puoi valutare il nuovo o/e usato.
Sto provando appunto a scegliere dei pezzi in base al chipset della scheda madre e al processore.
Dopo che mi hai consigliato il socket 1200 @Cibachrome, mi si è aperto un mondo di disponibilità di pezzi. Prezzi anche buoni che mi fanno arrivare allo scopo e coprire quanto possibile il budget pensato.
Di fatto ho trovato sia la serie xeon con chipset W480 e i9 con Z490. Il problema è sempre la ram che nel primo caso vorrei sfruttare quella della vecchia macchina (sono 300 euro in meno da spendere).
Mentre sulla serie AMD Ryzen ho parecchi dubbi. Ma non sulla qualità, principalmente sui socket.
Il fatto che stia per uscire una nuova serie significa anche l'abbandono di altre come quella che sto considerando la Ryzen Threadripper PRO (non so il socket) che sul sito della AMD riporta utili e adatti per quello che faccio io. Di contro non si trova una cippa...
Per la serie TRX4 invece il costo elevato mi fa desistere. Usati non se ne trovano per i canali ordinari e il mio dubbio è la sicurezza che funzionino una volta a casa e installati. Su questo ovviamente se hai maggiori delucidazioni mi aiuterebbe anche a considerare questo processore.

Quella tienitela stretta visto il periodaccio. Meno male che almeno lei non si è danneggiate.
Certo era decisamente meglio che pure la cpu e la scheda madre non si bruciassero e tra l' altro proprio in questo brutto periodo.
Guarda un periodo strano, un disastro dietro l'altro e questo non ci voleva proprio poi tutti e tre i componenti e non posso neanche provarli per eliminare uno o l'altro o comunque provare a vendere quelli funzionanti nel mercato dell'usato.

L' alimentatore si scegliere in base agli upgrade futuri es. in primis la scheda video. Quest' ultima varia anche in funzione del monitor che ci abbini.
Il monitor è abbastanza grande ed in passato avevo considerato un taglio di 850W serie gold ma il mio tecnico di fiducia mi ha detto che era sovradimensionato e che dovevo ridurlo. All'inizio dell'acquisto dei componenti pensavo di passare nel giro di qualche anno a una scheda grafica CAD e una per il realtime quindi doppia scheda quindi doveva anche bastare come pezzatura di potenza. Ora però mi trovo col problema dell'UPS che più è alta la potenza e più soldi devo spendere. :P

P.S. Leggendo l' ultimo tuo messaggio, pubblicato oggi, vedo che oltre al tuo amato i9 10900X hai messo pure lo Xeon W-2133. Quest' ultimo è addirittura uscito nel terzo trimestre del 2017...
Sì in effetti mi sono solo avvalso di quello che conoscevo e solo dopo aver letto la tua risposta mi sono reso conto di aver toppato alla grandissima.

Ho provato comunque a fare un mix di pezzi, diciamo così visto che sei più esperto tu, con le due configurazioni però mi rimane appunto quella AMD threadripper pro o "normale".

HARDWARE
MODELLO XEON LGA 1200
Cod. Prod.
TDP
Consumo W
N. Pz.
CPU​
W-1290P
125​
125​
1​
MOTHERBOARD​
90MB1310-M0EAY0
20​
1​
RAM​
Crucial 288 32 GB (4x8GB) CL 15 DDR4 DIMM​
CT4K8G4RFS4213​
10​
1​
GRAPHIC CARD​
PNY Nvidia Quadro k2200 GPU 4GB GDDR5 128-bit 640 CUDA core​
68​
1​
VENTOLE CPU​
Noctua NH-D90X i4 3U​
NH-D9DX i4 3U​
3​
1​
NM-i115x-1200
1​
NF-A9 PWM
1,2​
1​
SSD​
Samsung PRO EVO​
0,1​
1​
HD​
Wd Black 750 GB 2,5”​
1​
1​
DVD recorder​
Lettore Masterizzatore DVD​
5​
1​
CASSE STEREO​
1​
CASE​
Fractal Design Define XL R2 Titanium BLACK​
12​
1​
ACFAN00219A
2,4​
2​
ACFAN00076A
3,6​
3​
ALIMENTATORE​
90YE00A0-B0NA00
750​
1​
UPS​
1500​
1​
S.O.​
Windows 7 professional OM 64 bit​
1​
TOTALE
376,3​


HARDWARE
MODELLO i9 LGA 1200
Cod. Prod.
TDP
Consumo W
N. Pz.
CPU​
BX8070811900KF
125​
125​
1​
MOTHERBOARD​
90MB14E0-M0EAY0
20​
1​
RAM​
HX430C15PB3AK4/32
10​
1​
GRAPHIC CARD​
PNY Nvidia Quadro k2200 GPU 4GB GDDR5 128-bit 640 CUDA core​
68​
1​
VENTOLE CPU​
Noctua NH-D90X i4 3U​
NH-D9DX i4 3U​
3​
1​
NM-i115x-1200
1​
NF-A9 PWM
1,2​
1​
SSD​
Samsung PRO EVO​
0,1​
1​
HD​
Wd Black 750 GB 2,5”​
1​
1​
DVD recorder​
Lettore Masterizzatore DVD​
5​
1​
CASSE STEREO​
1​
CASE​
Fractal Design Define XL R2 Titanium BLACK​
12​
1​
ACFAN00219A
2,4​
2​
ACFAN00076A
3,6​
3​
ALIMENTATORE​
90YE00A0-B0NA00
750​
1​
UPS​
1500​
1​
S.O.​
Windows 7 professional OM 64 bit​
1​
TOTALE
376,3​

Ovviamente @Kelion ho inserito anche l'UPS che mi hai consigliato. ;)
 

superpatodonaldo

Utente Èlite
8,287
1,172
CPU
7350K / 7740X / 9900KF
Scheda Madre
IX APEX / X299 OCF
RAM
2x8GB DDR4
OS
vari
Per quanto riguarda la RAM in un primo momento avrei voluto cannibalizzare quella installata sulla vecchia configurazione (Crucial CL15 kit DDR4 32 Gb 4x8gb 2133) ma leggendo sul sito ASUS della scheda, ho notato che necessita della configurazione 8DIM per CPU superiori a 6 core.
Quindi, memorie compatibili da 8x8Gb non si trovano...
ti correggo, il supporto è a 8 dimm ma ne puoi installare anche 1 2 4 ... con 4 banchi puoi sfruttare il quad channel; puoi sia lasciarle lavorare a default che impostare un profilo simil-xmp (a occhio ilkit che hai può andare a 3000c16 o addirittura 3000c15)

hai fissato un budget nel quale muoverti o stai valutando vari scenari?

PS: per fare chiarezza, in base alla mia esperienza ho provato molte piattaforme, soprattutto intel, mi mancano attualmente i threadripper; nonostante la "vetustità" del socket 2066 le prestazioni in ambito professionale sono assai soddisfacenti. Scegliere un socket (attualmente) intel 1200 o amd am4 con finalità professionale potrebbe richiedere alcuni compromessi da valutare, sempre in base alle proprie esigenze
 

Malux

Nuovo Utente
123
10
ti correggo, il supporto è a 8 dimm ma ne puoi installare anche 1 2 4 ... con 4 banchi puoi sfruttare il quad channel; puoi sia lasciarle lavorare a default che impostare un profilo simil-xmp (a occhio ilkit che hai può andare a 3000c16 o addirittura 3000c15)
Dunque è possibile sfruttare i 4x8GB 2133 che già possiedo. Ma non sono a 3000 Mhz come hai scritto quindi il dubbio me lo hai lasciato lo stesso! :P

hai fissato un budget nel quale muoverti o stai valutando vari scenari?
Un budget ci sta però valuto gli scenari ed eventualmente provare a fare uno sforzo su qualcosa per avere una macchina stabile, definitiva e che mi permetta, con quello che già possiedo, possibili upgrade futuri, molto futuri vista la spesa imprevista! :P

PS: per fare chiarezza, in base alla mia esperienza ho provato molte piattaforme, soprattutto intel, mi mancano attualmente i threadripper; nonostante la "vetustità" del socket 2066 le prestazioni in ambito professionale sono assai soddisfacenti. Scegliere un socket (attualmente) intel 1200 o amd am4 con finalità professionale potrebbe richiedere alcuni compromessi da valutare, sempre in base alle proprie esigenze
Io ho poca esperienza sui socket. Sono passato da un iniziale pentium 4 per approdare al core duo duo, fino al forse defunto 2011v3 che mi ha soddisfatto parecchio. Per questo puntavo sul 2066 ma la pecunia di pezzi di ricambio e l'impossibilità già da adesso di trovare presso alcuni fornitori online i componenti (ecco perché la scelta di un i9), sono costretto a tenere la macchina aggiornata su un altro socket che non conosco.
Esperienza con gli AMD mai avuta a parte la scheda grafica della ATI. Però mi hanno fatto notare la competitività. La mia paura è che essendo da poco diventati altamente competitivi ci possa essere qualche lotto difettoso o che i materiali siano scadenti. Ho letto di alcuni processori che devono essere "scoperchiati" per sostituire una pasta interna (sicuramente mi sbaglio o userò termini impropri) perché la intel per economizzare, ha in qualche modo abbassato qualche standard. Dunque sono restio a passare su una nuova piattaforma. Sto visionando le possibilità a lungo periodo e la longevità del socket. Con il dissipatore non ho grossi problemi visto che la Noctua predispone delle piastre aggiuntive per l'adattamento ma tutto il resto è veramente un problema.
 

superpatodonaldo

Utente Èlite
8,287
1,172
CPU
7350K / 7740X / 9900KF
Scheda Madre
IX APEX / X299 OCF
RAM
2x8GB DDR4
OS
vari
Dunque è possibile sfruttare i 4x8GB 2133 che già possiedo. Ma non sono a 3000 Mhz come hai scritto quindi il dubbio me lo hai lasciato lo stesso! :P


Un budget ci sta però valuto gli scenari ed eventualmente provare a fare uno sforzo su qualcosa per avere una macchina stabile, definitiva e che mi permetta, con quello che già possiedo, possibili upgrade futuri, molto futuri vista la spesa imprevista! :P


Io ho poca esperienza sui socket. Sono passato da un iniziale pentium 4 per approdare al core duo duo, fino al forse defunto 2011v3 che mi ha soddisfatto parecchio. Per questo puntavo sul 2066 ma la pecunia di pezzi di ricambio e l'impossibilità già da adesso di trovare presso alcuni fornitori online i componenti (ecco perché la scelta di un i9), sono costretto a tenere la macchina aggiornata su un altro socket che non conosco.
Esperienza con gli AMD mai avuta a parte la scheda grafica della ATI. Però mi hanno fatto notare la competitività. La mia paura è che essendo da poco diventati altamente competitivi ci possa essere qualche lotto difettoso o che i materiali siano scadenti. Ho letto di alcuni processori che devono essere "scoperchiati" per sostituire una pasta interna (sicuramente mi sbaglio o userò termini impropri) perché la intel per economizzare, ha in qualche modo abbassato qualche standard. Dunque sono restio a passare su una nuova piattaforma. Sto visionando le possibilità a lungo periodo e la longevità del socket. Con il dissipatore non ho grossi problemi visto che la Noctua predispone delle piastre aggiuntive per l'adattamento ma tutto il resto è veramente un problema.
provo a rispondere punto x punto:

1) freq ram: le tue 2133 potrebbero anche a 3000 con un pò di "oc"; la differenza tra un profilo xmp e oc a volte è nulla; tuttavia c'è l'utente medio che vuole le ram da profilo xmp, lo attiva, 95% delle volte col BIOS in auto funziona tutto ed è contento. In realtà la stragrande maggioranza dei kit ram in commercio, anche con valori di targa minimi, può offrire di più. La questione è sempre capire necessità (mi serve frequenza maggiore, mi serve stabilità, eccetera)

2+3) ad oggi, lato scheda madre (quindi anche processore) intel è a "fine vita" sia col socket 1200 che col 2066; AMD forse ha ancora un'altra generazione ma siamo già alla quarta gamma di processori su AM4. Una macchina stabile oggi lo sarà anche tra un anno, due, tre... upgradabile non è detto. Ti propongo questa riflessione: se ti guardi indietro, per quanto hai utilizzato le tue macchine precedenti? Se ho capito bene ora cambi solo perchè hai problemi, altrimenti saresti rimasto col 2011v3.
Mantenendo la base cpu-mobo-ram, un upgrade vga è meno vincolante, sempre che ti "convenga" (sempre in ottica dell'utilizzo, ovviamente)

3 nota) AMD lato processori ha fatto un bel passo avanti e come qualità costruttiva non ci sono dubbi (così come per Intel), infatti entrambi i menzionati produttori garantiscono i propri prodotti; un processore o funziona o no, al netto di difetti di produzione che si palesano al primo utilizzo.
Scoperchiare un processore ne inficia la garanzia, non è un'operazione da fare, la storia di intel che fa "economia" è un discorso promosso da chi deve riempire le righe di un articolo e amplificato da chi ha tempo da perdere con una tastiera a disposizione
 

Malux

Nuovo Utente
123
10
1) freq ram: le tue 2133 potrebbero anche a 3000 con un pò di "oc"; la differenza tra un profilo xmp e oc a volte è nulla; tuttavia c'è l'utente medio che vuole le ram da profilo xmp, lo attiva, 95% delle volte col BIOS in auto funziona tutto ed è contento. In realtà la stragrande maggioranza dei kit ram in commercio, anche con valori di targa minimi, può offrire di più. La questione è sempre capire necessità (mi serve frequenza maggiore, mi serve stabilità, eccetera)
Per me è una buona notizia @superpatodonaldo perché significa che posso riutilizzare quei banchi di ram e ci posso fare molto di più in termini di prestazioni. A dire il vero non ho mai attivato il profilo xmp ed ho sempre utilizzato le caratteristiche base del bios ossia quelle che più si adattano senza troppi smanettamenti. Se invece monta un tecnico e lo configura mi fido del suo operato. Questa macchina però è stata montata da me con ogni limitazione del caso.

Ti propongo questa riflessione: se ti guardi indietro, per quanto hai utilizzato le tue macchine precedenti? Se ho capito bene ora cambi solo perchè hai problemi, altrimenti saresti rimasto col 2011v3.
Ti dirò, il pentium 4 mi ha accompagnato per circa sei-otto anni, il core duo duo (dopo due sostituzioni di scheda video nvidia quadro bruciata e parliamo di una workstation mobile) per quasi dieci anni circa, portando la ram alla massima capienza (era circa 8GB importate dalla Germania che in Italia manco esistevano più), cambiando hd con un wd black sono riuscito a tirare per parecchio tempo. Questa configurazione invece mi è durata soltanto cinque o sei anni. Quindi sto notando che al netto di migliorie i pezzi che avevo montato nella vecchia configurazione mi sono andati bene ma troppo poco tempo di sfruttamento, rallentamenti a parte e utilizzando software usciti nell'anno di configurazione della macchina. Dunque senza aggiornamenti a versioni recenti e quanto altro girava alla grande. Poche formattazioni questa è stata una pecca vista la mole di dati che dovevo elaborare prima di archiviarli e alla fine solo due formattazioni in 5 anni. Sistema operativo con licenza tutto aggiornato, software open per alcune parti che mi sembra doveroso possedere, visto che fanno il loro lavoro e a costo zero.
Col tempo avrei solo sostituito la scheda video, sostituito con un altro ssd più capiente e forse qualche ventola, sistema operativo nuovo (windows 10 pro che dovrò aggiornare con la vecchia licenza win 7 pro). Magari un processore più veloce di quello installato se fosse stato ancora reperibile. Migliorie leggere diciamo così. Affrontare però una configurazione nuova in un periodo di grandi cambiamenti nel panorama digitale e con la ribalta di un produttore che ha voglia di mantenere la leadership, devo dire che mette in difficoltà.
Vengono anche i dubbi di compatibilità fra xeon e Ubuntu o AMD e ubuntu. Di contro una scheda madre che non considera l'ambiente open per i driver di gestione, dall'altro il dubbio che il sistema operativo ubuntu non gestiva bene gli xeon e dunque temperature alte non visualizzate e quanto altro. Se AMD funziona anche con Ubuntu è un punto a suo favore.

Scoperchiare un processore ne inficia la garanzia, non è un'operazione da fare, la storia di intel che fa "economia" è un discorso promosso da chi deve riempire le righe di un articolo e amplificato da chi ha tempo da perdere con una tastiera a disposizione
Questo lo sapevo pure io e sono rimasto molto perplesso quando in un negozio online nella sezione CPU mi sono trovato una serie di morse strane. Per curiosità ho cercato di capire a cosa servissero. Stupidamente immaginavo che venissero utilizzate per posizionare precisamente la CPU sulla scheda madre per evitare che quei processori si rovinassero (pin molto sensibili ecc...) oppure per pulire accuratamente il processore dalla pasta madre senza rovinare il socket della scheda madre. In realtà ho letto un articolo che parlava di materiali scadenti e di sostituzioni da effettuare in maniera doverosa per ottenere prestazioni elevate.
Primo pensiero "non è roba che fa per me". Però mi è rimasta questa informazione e dunque sulla base di ciò che ho letto ne ho fatto memoria. Poi se la cosa fosse vera o meno non mi interessava, mi baso su xeon quindi so che il materiale è buono ed ero molto restio a pensare gli i9 di qualsiasi socket. Adesso gli AMD mi stanno mettendo in grossa difficoltà. Infatti per capire se fossero o meno convenienti e che problematiche si potrebbero riscontrare mi ritrovo articoli su processori mal funzionanti o altro. Ad ogni modo chi le usa e conosce il mondo dei componenti informatici sa meglio di me dunque riconosce le bufale.
 

superpatodonaldo

Utente Èlite
8,287
1,172
CPU
7350K / 7740X / 9900KF
Scheda Madre
IX APEX / X299 OCF
RAM
2x8GB DDR4
OS
vari
considerando proprio l'ambito di utilizzo della macchina, che comprendo essere professionale, ti consiglio di affidarti a hardware "consigliato" dal produttore del/i software che userai giusto per evitare il più possibile tutte quelle situazioni che potrebbero rallentarti nel lavoro; magari non sarà la scelta ottimale per molti ma sono del parere (personale, ovviamente) che quando hai necessità specifiche è meglio realizzare una macchina ad hoc; altrimenti si può tentare una soluzione più "artistica" ma consci delle incognite del caso.
Se hai necessità di lavorare in ambiente Ubuntu magari è meglio che scegli hardware "compatibile".
Seppur sia vero che dietro l'angolo ci siano interessanti novità in arrivo, tutto sta a cosa ti serve, se puoi permetterti di aspettare, eccetera...tenendo presente che tra un anno sarà difficile che hardware di metà 2021 sia obsoleto.

Inciso sul delid (scoperchiamento): è vero che la sostituzione della pasta termica presente tra DIE e IHS (chiamata TIM) reca benefici, ma si è fatta più pubblicità ai pochi che hanno tratto 20-25°C di vantaggio (t max in load) rispetto all'effettivo guadagno.
Ovviamente la pasta sempre "fresca" lavora sempre meglio, anche se guadagno solo 5°C, ma conviene inficiare la garanzia solo per pochi gradi? O addirittura rischiare di rovinare irreparabilmente la cpu (nel caso di scarsa manualità)?
Non tutti hanno spiegato (o si sono informati) su cosa si guadagna nel delid e soprattutto perchè.
 

Malux

Nuovo Utente
123
10
ti consiglio di affidarti a hardware "consigliato" dal produttore del/i software che userai giusto per evitare il più possibile tutte quelle situazioni che potrebbero rallentarti nel lavoro; magari non sarà la scelta ottimale per molti ma sono del parere (personale, ovviamente) che quando hai necessità specifiche è meglio realizzare una macchina ad hoc; altrimenti si può tentare una soluzione più "artistica" ma consci delle incognite del caso.
Vista la moltitudine di software che utilizzo devo per forza affidarmi ad una configurazione personalizzata con tutti gli scenari del caso. Per esempio in passato avevo utilizzato un software open per SFM e richiedeva potenza e stabilità con gli xeon, poi un sistema operativo utilizzato in ambito archeologico che comprendeva una panoramica di software open molto interessanti e utili. Risolvevo sempre utilizzando una partizione per testare opensource e una windows.


Se hai necessità di lavorare in ambiente Ubuntu magari è meglio che scegli hardware "compatibile".
Ultimamente sono passato a Ubuntu Studio che rallentava pazzescamente il sistema xeon ma pensavo fosse solo problema di settaggi. Quindi una macchina "ibrida" mi consente di poter fare tutto altrimenti dovrei attrezzarmi con tre tipi di workstation. Avrei sfruttato la workstation mobile per queste cose ma è introvabile la scheda grafica anche ricondizionata quindi è abbandonata lì. Mi serve solo per progetti personali piccole cose per capire se posso in futuro affidarmi a quelli e sostituire quelli "non open". Prediligo però ambiente windows, ubuntu è solo un vezzo diciamo così non preponderante sulla scelta della macchina.

Seppur sia vero che dietro l'angolo ci siano interessanti novità in arrivo, tutto sta a cosa ti serve, se puoi permetterti di aspettare, eccetera...tenendo presente che tra un anno sarà difficile che hardware di metà 2021 sia obsoleto.
Il problema è proprio questo. Attendere mesi per una configurazione con pezzi appena presentati è una incognita ma lo è ancora di più i costi superiori da affrontare. L'uscita della serie 5000X per AMD, con i relativi chipset delle schede madri significa che il solo per la scheda madre ci saranno aumenti di 1000 euro senza contare la CPU di quella pezzatura con costi adeguati. Si potrebbe optare per l'usato magari trovare l'occasione e la tempistica adatta nel caso in cui qualcuno che ha acquistato per prova questi componenti (o ricevuti in regalo per recensirli) se ne sbarazzi al prezzo ideale (magari metà su quello di vendita). Già trovo difficile trovare un threadripper con socket TRX4 usato ed è recente. Sicuramente il socket 1200 della piattaforma intel è già vecchio ma quanto meno posso trovare un assortimento adesso che domani non ci sarà. Io spero solo che non si brucino più insieme questi componenti. Fino a che si trova la CPU o la scheda madre passi ma non trovare entrambi è veramente pauroso per le tasche che dovranno svuotarsi. I ryzen 9 socket TR4 mi sembra che siano più per gamer ma posso anche sbagliarmi, i prezzi sono però in linea con quelli che trovo per gli xeon e un pensierino si potrebbe fare.

Inciso sul delid (scoperchiamento): è vero che la sostituzione della pasta termica presente tra DIE e IHS (chiamata TIM) reca benefici, ma si è fatta più pubblicità ai pochi che hanno tratto 20-25°C di vantaggio (t max in load) rispetto all'effettivo vantaggio.
Ma infatti mi sembrava strano trovare questi oggetti di tortura in vendita con spiegazioni blande. Mi ero incuriosito anche per aggiornarmi sulle pratiche contemporanee. In passato si overcloccava con artigianali raffreddamenti a liquido, alcuni si cimentavano con radiatori a gas refrigerante, oppure ad immersione in olio minerale. Insomma pratiche mai considerate da me se non si hanno soldi da buttare per stirare al massimo le caratteristiche di un processore.

Non tutti hanno spiegato (o si sono informati) su cosa si guadagna nel delid e soprattutto perchè.
Io sono dell'idea che meglio tratti il processore e più ti dura, quindi immagino che queste pratiche possano in molti casi ridurre la vita dei componenti. Sei stato esaustivo e ho imparato qualcosa in più su questi oggetti di tortura.
Ma su un processore da 1000 euro non lo farei mai! :P
 

Entra

oppure Accedi utilizzando