GUIDA Telefono/dispositivo Caduto In Acqua. Possibile Soluzione Per I Coraggiosi.

maje90

Nuovo Utente
61
6
Hardware Utente
CPU
Ryzen 1800X
Dissipatore
Noctua NH-D15 SE-AM4
Scheda Madre
ASUS Crosshair VI Hero
Hard Disk
Samsung 850 EVO 500
RAM
G.Skill F4-3200C14D-16GFX
Scheda Video
Sapphire RX 580 NITRO+ 8gb
Monitor
ASUS VW266H
Alimentatore
Seasonic FOCUS plus 650 SSR-650FX
Case
Sharkoon DG7000-G
Internet
"Fibra" 40down/16up 15ms
Sistema Operativo
Windows 10 Pro
Salve a tutti.
Vorrei condividere una mia recente esperienza che potrebbe rendersi veramente utile ad altri.

Andato al mare, ho bistrattato il mio S4 e l'ho bagnato (di poco) con l'acqua di mare :cav:. Poco dopo non riuscivo più a caricarlo e quindi ho pulito la porta microUSB, che era sporca, con del limone (sciacquando poi con acqua distillata), e ho risolto, ma poi mi dava altri problemi (non prendeva il segnale mobile e GPS)... e alla fine me lo sono riportato a casa in panne.

Nuovamente a casa ho deciso di riprovare una pulizia più seria di tutto, e ho "operato" con la stessa procedura:
- il mio S4, con problemi di acqua di mare;
- un HTC Desire molto vecchio, finito anni fa nel cemento fresco, ha fatto tiri strani per un pezzo e poi era morto completamente;
- un iphone 5S morto da mesi per via di caduta in acqua, a cui il "cinese di quartiere" si era rifiutato di metterci le mani (probabilmente per via della complessità del disassemblaggio/riassemblaggio)

Quello che scriverò qui è da intendersi come ultimo tentativo, senza nessun'altra alternativa e prima di buttare il telefono.
Io non per forza consiglio la cosa, soprattutto a chi non ha una certa manualità.
Ovviamente non mi riterrò responsabile per alcuna cosa capiti se provate.

Leggete prima tutto e valutate se siete in grado. Se avete dubbi, prima chiedete o informatevi altrove.


-------------------------

La teoria: (che mi piacerebbe altri "esperti" confutassero e correggessero se sparo castronerie)

Il problema principale dell'elettronica in generale con l'acqua, non è proprio l'acqua in se, ma i sali disciolti in essa.
Anzi, il vero problema è la presenza di tensione elettrica quando c'è acqua contenente sali, perché avviene una sorta di elettrolisi (se così si può chiamare).

Gli ioni dei sali, positivi o negativi, vengono attirati dalle parti metalliche "in tensione" del componente elettronico.
Con molta probabilità quelli più colpiti sono direttamente i poli/contatti della batteria e altri punti in giro per il dispositivo. (spesso non sono molti, ma pochi, e raccolgono a se il grosso del "sale")

Con questo fenomeno spesso accade che la massa di ioni/sale faccia ponte tra un contatto e l'altro, impedendo il normale percorrere della corrente, creando un cortocircuito, bloccando parzialmente o totalmente il dispositivo.

Questi ioni/sali, attaccandosi ai contatti, li corrodono, fortemente aiutati dalla tensione della batteria.

Quindi quando un dispositivo cade in acqua, la primissima cosa da fare è rimuovere la batteria, senza tensione elettrica i sali che sono entrati avranno molta meno forza corrosiva. (purtroppo sempre più spesso sui nuovi telefoni non è facile rimuoverla, è un vero peccato...)
Se il dispositivo si è spento, non provate ad accenderlo o mettetelo in carica. Da acceso la corrente circola in più punti del dispositivo, e in carica si aggiunge altra tensione (5Volt, più dei 3.7 della batteria).

(I punti invasi e corrosi dagli ioni/sali, possono essere ripuliti con prodotti specifici, ma senza esagerare, anche i metalli dei contatti si corrodono, come pure tutto il resto....)

La normale operazione di asciugare il telefono può funzionare, certo, ma i sali non escono, rimangono sparpagliati all'interno del dispositivo (con acqua di mare mi sa che in pochi sopravvivono) solo che probabilmente quando secchi disturbano molto poco l'elettronica.
Ma la cosa sicuramente "invecchia" il dispositivo, se capita più volte prima o poi cede.
È necessaria una pulizia, una rimozione dei sali e degli ossidi.

-------------------------

Attenzione: come mi ha fatto notare Kenny90, il Viakal è troppo forte/aggressivo nei confronti dell'elettronica, è meglio usare qualcos'altro in grado di rimuovere i depositi di sali e gli ossidi creati. Al momento non ho trovato altro di altrettanto efficace, quindi affido a voi la ricerca.
Se usate Viakal o simili, sappiate che è molto facile fare danni gravi.


-------------------------

La pulizia:

Questa è la procedura che ho adottato per tutti e 3 i telefoni:

Inizialmente ho preparato 4 recipienti "in cascata" (ho usato piatti di plastica riempiendoli di circa 15mm):

  • il 1° con miscela di acqua demineralizzata + Viakal (ebbene si :sisi:... rileggi qua sopra il grassetto. BEWARE!)
  • il 2° con solo acqua demineralizzata
  • il 3° con solo acqua demineralizzata
  • il 4° con acqua distillata

L'acqua demineralizzata, non ha appunto sali in essa, ma potrebbe contenere "altro". L'acqua distillata è teoricamente pura, solo molecole di H2O, evapora completamente senza lasciare traccia, ha bassissimo potere corrosivo o ossidante, quindi ideale per il risciacquo finale.

Poi:

  1. Con calma ho smontato completamente il dispositivo da pulire (io ho fatto 3 telefoni assieme, ma ho avuto momenti di difficoltà a non mescolare i componenti/vitine :grat: , quindi attenti...). Alcune parti completamente di plastica si possono escludere dalla pulizia ma, ad esempio la scocca posteriore del S4 ha integrato dei contatti con probabilmente le antenne (credo), quindi ho lavato anche quella. Nel caso dell'iphone è indispensabile seguire un video, è molto complesso e ha una sequenza da seguire per smontarlo e rimontarlo, ma anche per altri dispositivi se non lo avete mai fatto è meglio che cercate una guida.
  2. Smontato fino ad avere piccole parti, o sufficientemente fino a che i vari pezzi possano facilmente essere "allagabili" e "sciaquabili", sempre cercando di evitare di rimuovere parti troppo complesse da rimontare poi. (l'iphone 5S ha come minimo il quadruplo di "pezzettini" e vitine rispetto al S4, quindi per evitare di perdermi poi nel riassemblaggio non ho rimosso molte delle piccole parti periferiche che comunque si sarebbero sciacquate facilmente...)
  3. Osservato con una lente i vari punti della varie parti, per vedere dove sono i punti più corrosi e quindi da monitorare durante il lavaggio.
  4. Parte per parte (scheda madre, scocca, blocco della telecamera, ecc) la ho immersa nel 1° piatto, tenendola in movimento per qualche minuto (cosicché la miscela Viakal e acqua non si fermi in un punto, "esaurendosi" e perdendo forza disossidante). Ogni tanto lasciavo sgocciolare il pezzo/parte per qualche secondo, per poi riimmergerlo e continuare.
  5. Poi immergevo la parte nel 2° piatto, sciacquandolo in acqua demineralizzata. Nuovamente per qualche minuto.
  6. A questo punto, di nuovo con il lentino, controllavo che gli ossidi siano stati rimossi, in caso contrario valutavo se sarebbe bastato un secondo giro con il viakal o se serviva anche una azione meccanica (cosa da fare durante un nuovo lavaggio in viakal). Se serviva, provavo prima con un normale spazzolino da denti, sempre con calma perché i piccoli componenti sono veramente delicati, o in alternativa, se ero sicuro di toccare solo l'ossido, cercavo di asportare fisicamente piccole grumi di ossido con un ago. Ho dovuto farlo sull'iphone che era veramente preso male.
  7. Dopo averlo sgocciolato bene, ho ripetuto la stessa identica cosa nel 3° piatto.
  8. Ho ripetuto ancora il tutto nell'ultimo piatto, con l'acqua distillata.
  9. Infine ho asciugato delicatamente i pezzi e li ho lasciati semplicemente all'aria a lasciar evaporare l'acqua.
  10. Atteso un tempo sufficiente fino ad essere certi che tutta l'acqua è evaporata. (Non sfruttate fonti di calore a temperatura troppo alta, potreste seriamente fare danni, meglio limitarsi a qualcosa di tiepido, al massimo.)
  11. Riassemblato, sempre con calma!

Attenzione a non far troppi pezzi contemporaneamente, magari sbagliando tempistiche, lasciando per troppo tempo le parti immerse in acqua o peggio nel viakal, rovinando decisamente qualcosa.
Il viakal aggredisce tutto indiscriminatamente, sicuramente corrode un po' anche tutto il resto del telefono, non solo gli ossidi.

Nel mio caso ho riportato in perfetta salute 2 telefoni, l'iphone (che era completamente defunto) quasi invece, va bene in tutto fuorché la fotocamera: avevo notato con il lentino che i contatti del cavo della fotocamera erano molto corrosi e, alla fine dei lavaggi, un pin è andato completamente corroso, mancante, quindi non potendo comunicare correttamente con la scheda madre, giustamente non va.
Il risultato è comunque ottimo, nel caso che si vogliano recuperare foto/files, o almeno riottenere il grosso delle funzionalità di un telefono, è un buon metodo.
Questo sempre tenendo conto che quello che sto scrivendo è la sola mia esperienza personale, potrebbero esserci altri metodi nettamente migliori, anzi è molto probabile.

Per il disassemblaggio del dispositivo (che potrebbe non essere per forza un telefono), controllate prima di iniziare di avere tutti gli strumenti necessari, e fate le cose con calma. In base al caso, cercate guide in internet.
Per evitare di dimenticarvi la sequenza per rimontarlo, fate delle foto (anche in dettaglio) ogni tot pezzi rimossi, per avere informazioni sul come rimontare poi.
Non fate passare troppo tempo tra il disassemblaggio e il riassemblaggio, ci si dimentica facilmente certe cose.

Vorrei fare un video di tutto il procedimento, ma non ho altri telefoni guasti su cui mettere le mani. (se volete che provi su uno dei vostri, ci si può accordare, senza garanzie però, eh!)
E vorrei pure fare un video dove assemblo completamente un telefono dentro l'acqua distillata, come test logico; siccome è praticamente isolante, non dovrebbero esserci problemi. Anche in questo caso sarebbero interessanti osservazioni da esperti in merito.



Spero queste informazioni possano tornare utili a qualcuno.

Se avete altre domande, sarò felice di rispondervi.

Idem se c'è qualcuno che ha da obbiettare, potrei aver detto informazioni sbagliate...

Cya!
 
Ultima modifica:

Jarren

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
15,779
6,967
Hardware Utente
CPU
i5 3570
Dissipatore
Arctic Freezer 33
Scheda Madre
Asrock H61M-S
Hard Disk
Western Digital Green 500GB + Maxtor 320GB + 850 Evo 256GB
RAM
Corsair Vengeance 8GB DDR3 1600Mhz C9
Scheda Video
VTX3d R9 280
Scheda Audio
integrata nella mobo
Monitor
Samsung LS22SF350
Alimentatore
Evga 500B
Case
Fractal Design 1500
Internet
Adsl infostrada 20/1
Sistema Operativo
Windows 10 64bit
Ottima guida per "disperati". Metto in rilevo :sisi:
 

maje90

Nuovo Utente
61
6
Hardware Utente
CPU
Ryzen 1800X
Dissipatore
Noctua NH-D15 SE-AM4
Scheda Madre
ASUS Crosshair VI Hero
Hard Disk
Samsung 850 EVO 500
RAM
G.Skill F4-3200C14D-16GFX
Scheda Video
Sapphire RX 580 NITRO+ 8gb
Monitor
ASUS VW266H
Alimentatore
Seasonic FOCUS plus 650 SSR-650FX
Case
Sharkoon DG7000-G
Internet
"Fibra" 40down/16up 15ms
Sistema Operativo
Windows 10 Pro
Grazie per la risposta.
Grossomodo mi pare di capire che almeno non disdegni il metodo/procedura in toto.
Io l'ho improvvisata al volo, ma vedendo i risultati cosi strabilianti su pezzi cosi sfortunati e presi male mi è sembrato giusto discutere la cosa con altri...
In sostanza, gli ossidi o depositi si formano e asciugare soltanto ad un certo punto non basta più, bisogna lavare il telefono con qualcosa che può rimuoverli.

Però mandare il telefono in assistenza spesso significa riceverne uno nuovo in cambio, perdendo i dati della memoria interna, e a volte questa cosa non è un'opzione valida (oltre comunque al costo, che talvolta uno potrebbe voler non pagare...)

Avevo provato lo spray deossidante per componenti elettronici, ma non mi rimuoveva i residui elettrolitici creati, erano troppo "duri"...
Utile a sapersi che confermi che il viakal è troppo forte, in qualche modo anch'io ho scritto che va usato in fretta e poi sciacquato via, la prossima volta cercherò di provare altro.
Conosci un prodotto in specifico che hai già provato in casi come questi e hai visto che funziona?

Per quanto riguarda l'acqua... teoricamente distillata è comunque sempre meglio di quella demineralizzata, che è solo filtrata.
Se dici che contiene comunque ioni (cosa che dubito fortemente, se il venditore è onesto) significa che li ha catturati in fase di imbottigliamento, cosa probabile quindi anche per la demineralizzata. Alla fine la distillata è comunque l'opzione migliore, è più pura.
Non sapevo nemmeno esistesse la bi-distillata... se la trovo da qualche parte, me ne compro qualche litro!
Ho avuto difficoltà a trovare l'acqua distillata, in giro si trova facilmente solo la demineralizzata. Appunto per questo ho scritto di usare la demineralizzata (che comunque fa un ottimo lavoro) per i primi due step della cascata e solo infine la distillata per il risciacquo finale.

Domani correggo il post sottolineando che serve qualcosa meglio del viakal...
 
Ultima modifica:

laricordassi

Nuovo Utente
Salve a tutti, vi chiedo un consiglio.

Ho acquistato uno smartphone a dicembre 2014.

A luglio 2015 mi è caduto in acqua di mare e ha smesso di funzionare. L'ho immerso nel riso per alcuni giorni ed ha ripreso a funzionare perfettamente fino a pochi giorni fa.

L'ho portato all'assistenza, è ancora in garanzia, e non me l'hanno riparato perché ossidato. Se fosse successo quando si è bagnato, oltre un anno fa, avrei capito ma la cosa strana è che per oltre un anno ha funzionato.

Sono disposto a ripararlo anche a pagamento, ovviamente a cifre non tali da comprarne uno nuovo, ma mi sono stati chiesti 30 euro per un lavaggio senza alcuna garanzia di funzionamento, anche perché il danno potrebbe pure essere un altro visto che si è verificato oltre un anno dopo il contatto con l'acqua. In pratica, rischio di buttare non solo lo smartphone ma anche 30 euro in più. Cornuto e bastonato.

Consigli?

Ps: ovviamente non sono in grado di seguire la guida riportata qui sopra, altrimenti ci avrei provato se l'alternativa è quello di buttarlo. Ma spero ancora ce ne siano altre di alternative.
 
I

Il cecchino Jackson

Ospite
Mah guarda ho letto che i danni dell'acqua, appunto, si possono manifestare anche tempo dopo . Non so se così tanto . Che telefono è?
 

Falco75

UTENTE SETTIMO SENSO
Utente Èlite
30,908
16,989
Hardware Utente
CPU
i7 3960X @4.6 liquid - XSPC Raystorm | i5 3570k @4.2
Scheda Madre
Asrock Fatal1ty Pro X79 | Asrock Z77M
RAM
16Gb DDR3 Mushkin 2133MHz | 16Gb KLEVV DDR3 2400MHz
Scheda Video
GTX 1080 | R9 290
Monitor
DELL U2711 @ 2560x1440 | Acer HS244HQ 3D
Alimentatore
Antec HCP Platinum 850w | EVGA B3 450w
Case
Corsair 900D | InWin 805 Infinity
Sistema Operativo
Entrambi operativi!
@maje90

non mi trovo per niente d'accordo con la guida...

prima una precisazione di poco conto: acqua demineralizzata e distillata possono entrambe contenere "altro" e sicuramente entrambe contengono dei ioni, cambia l'efficienza della purificazione (attraverso i processi di scambio ionico e distillazione per l'appunto).... dato il prezzo molto vicino, per qualsiasi applicazione che non sia per ricaricare il ferro da stiro è opportuno pertanto utilizzare acqua distillata o meglio ancora bi-distillata.

la mia critica è dovuta al fatto che trovo abbastanza rischioso (per non dire folle) l'utilizzo di soluzioni acide e non adatte allo scopo come il viakal, per pulire i contatti dagli ossidi dovuti al bagnetto... meglio utilizzare dei prodotti specifici (spray deossidante secco per elettronica che nei ferramenta trovi a 5-10€ a seconda del formato), mentre per rimuovere i residui di sale basta smontare (neanche del tutto, ma basta rimuovere la batteria e la piastra madre) lo smartphone e procedere ad una serie di risciacqui della durata di un paio di minuti in acqua distillata, sostituendola ogni tanto.
con il viakal, ok hai sciolto più in fretta i sali e rimosso la patina di ossidazione da essi causata, ma hai anche rimosso la patina protettiva dei contatti... insomma non bisogna essere tirchi, ok al fai da te se non si vogliono spendere i soldini dell'assistenza, ma almeno ci vogliono gli strumenti adatti....

per l'asciugatura io ho preso un piatto fondo, l'ho riempito di lettiera per gatti (silicea, che in pratica è lo stesso dei pacchetti deumidificanti ma meno pregiata e più economica... in realtà non so in un ambiente aperto quanto possa contribuire, poco o niente, ma me la trovavo già in casa e l'ho messa lo stesso, tanto a differenza del viakal non poteva certo nuocere), sopra vi ho steso un tovagliolo di carta e sopra di questo ho messo lo smartphone... l'ho lasciato ad asciugare per 48 ore in una stanza ben ventilata o con il climatizzatore acceso + un ventilatore per far circolare l'aria (il climatizzatore crea sempre un ambiente più secco... potete scegliere se utilizzarlo come pompa di calore, ma in questo caso è meglio impostarlo su deumidificatore, facendo così però conviene utilizzare anche un ventilatore perchè soffierà meno forte e non ci sarà sufficiente circolazione).
Io ho sempre preso il WD40, usato in modo spietatamente abbondante e poi soffiare tutto col compressore a massima pressione

Se usate disossidante philips o WD40 e' meno probabile che facciate piu' danno che altro (vedi viakal)

Poi c'e' anche chi ha usato metodi tipo vasetto di riso, ma a me non piace aspettare
 
  • Mi piace
Reactions: Kenny90 e Jarren

Entra

oppure Accedi utilizzando