Scelta corso full stack web developer

LitterallyWho

Nuovo Utente
101
27
Valutando i titoli spendibili che dovresti avere ( suppongo nessuno riguardi l'hi-tech ) e il poco tempo a disposizione, perchè non optare per i corsi di grandi multinazionali? Oracle, IBM, Amazon, ecc... li fanno e valgono. Ricordo ancora un seminario, al secondo anno d'ingegneria informatica, tenuto da un manager dell'allora Sun ( oggi parte di Oracle ) che disse senza mezzi termini: "in ambito enterprise, vale più un nostro certificato che la laurea che conseguirete". In effetti la Sun era l'azienda che ha inventato Java e i loro corsi avevano un certo peso in ambito aziendale ( legato alla programmazione in Java ovviamente ).

E lo stesso discorso vale per il webdev. Con la differenza che non ci sono molte realtà consolidate in questo settore. Cioè non esiste una Microsoft del webdev.

Inoltre è anche importante sfruttare i settori in pieno boom, dato che c'è molta domanda e poca offerta. IoT, machine learning, SaaS, cloud, blockchain. Le prime due richiedono competenze non banali. Le altre due sono afferenti a quello che vuoi fare. L'ultima è imho interessante. Perchè non richiede grandissime conoscenze e sta godendo di un hype molto elevato. Soprattutto ci girano un sacco di soldi.
Meh, secondo me non gli conviene. Dovrebbe essersi prima fatto un'idea di cosa voglia dire lavorare come programmatore/sistemista e poi eventualmente valutare questo tipo di investimento. Non conosco l'autore del topic, ma ho il sospetto che quel tipo di lavoro gli sia venuto a noia e che la sua mente vaghi verso altri lidi in cerca di nuovi stimoli. Nulla di male in tutto cio, per carità, ma senza titoli né passione solida per il mondo informatico, la vedo parecchio dura dato che ha anche poco tempo libero. Ovviamente è solo un mio pensiero che può non trovare riscontro con la realtà.
 

pabloski

Utente Èlite
2,554
690
senza titoli né passione solida per il mondo informatico, la vedo parecchio dura dato che ha anche poco tempo libero.

non ci piove che sia in salita, soprattutto perchè ha la necessità di avere il fiato di un insegnante sul collo che lo forzi ad "appassionarsi"

la mancanza del tempo è ovviamente un bug bello grosso, ma nulla d'insormontabile...personalmente non ho mai dovuto provare a studiare nei ritagli di tempo dal lavoro, ma ho avuto mio padre che ha fatto la stessa carriera dell'op...è partito da operaio, si è diplomato alle scuole serali, ha cambiato lavoro e si è pure laureato

molto in ritardo ovviamente, tribolando parecchio...francamente è il tipo di vita che non riuscirei a fare

ma penso che nel caso dell'op ci sia la stessa motivazione, cioè trovare uno sbocco lavorativo che non implichi essere un automa che sposta pacchi per tutto il giorno

lavorare al freddo, magari pure sotto la pioggia, facendo sforzi fisici ( che oltretutto invecchiando non potrai più permetterti ) credo dia un bel pò di motivazione

e imho ha fatto bene a pensare all'informatica, dato che è il settore che necessita di meno investimenti materiali ed è oggettivamente in piena espansione
 

LitterallyWho

Nuovo Utente
101
27
non ci piove che sia in salita, soprattutto perchè ha la necessità di avere il fiato di un insegnante sul collo che lo forzi ad "appassionarsi"

la mancanza del tempo è ovviamente un bug bello grosso, ma nulla d'insormontabile...personalmente non ho mai dovuto provare a studiare nei ritagli di tempo dal lavoro, ma ho avuto mio padre che ha fatto la stessa carriera dell'op...è partito da operaio, si è diplomato alle scuole serali, ha cambiato lavoro e si è pure laureato

molto in ritardo ovviamente, tribolando parecchio...francamente è il tipo di vita che non riuscirei a fare

ma penso che nel caso dell'op ci sia la stessa motivazione, cioè trovare uno sbocco lavorativo che non implichi essere un automa che sposta pacchi per tutto il giorno

lavorare al freddo, magari pure sotto la pioggia, facendo sforzi fisici ( che oltretutto invecchiando non potrai più permetterti ) credo dia un bel pò di motivazione

e imho ha fatto bene a pensare all'informatica, dato che è il settore che necessita di meno investimenti materiali ed è oggettivamente in piena espansione
Complimenti a tuo padre!
Meh, onestamente penso che, fisicamente parlando, sia pure un pelino meglio fare l'operaio. Non siamo fatti per stare fermi(in entrambi i casi comunque si dovrebbe abbinare dell'attività fisica). Per la questione di essere un'automa o meno, meh, anche scrivere codice può essere alienante in base ai compiti ed in base al fatto che programmare possa piacerti o meno.
Personalmente anch'io, per il tipo che sono, mi annoio a fare le cose se non sono costretto e proprio per questo mi sembra altamente difficile che riesca ad uscirne fuori senza rinunciare a qualcosa.
Ah, poi non so se su reddit italy esagerino o meno, ma molti dicono che sia un un inferno il settore informatico in Italia; parlano più precisamente di: fiato sul collo continuo da parte dei manager, 9-10 ore di fila con straordinari non pagati, paghe da fame e necessità di aggiornarsi anche fuori dall'orario di lavoro.
 

marco95OP

Utente Attivo
154
2
Grazie per le risposte, in effetti non sò dirvi se fare il programmatore sia il lavoro che vorrò fare per tutta la vita. Può darsi di sì o può darsi che adesso mi serva solo come scappatoia per poter cambiare lavoro poi magari un bel giorno mi accorgerò che il programmatore sarà un lavoro noiosissimo, o magari no.
Sò che è un lavoro molto richiesto e se in ottica futura deciderò di trasferirmi all'estero potrei aggrapparmi al fatto che è uno dei lavori ben pagati.
Il fatto che io necessiti di un'insegnante è per il semplice fatto che lavorando a tempo pieno ci si mette davvero tanto ad imparare un mestiere simile, poi aggiungiamo il fatto che imparare la sintassi di un linguaggio x e saper scrivere una funzione di un linguaggio y non significa saper programmare. Quella è una cosa che secondo me impari lavorando, però appunto senza una solida base chi me lo dice che poi arrivo sul posto di lavoro e non capisco una ceppa di quello che devo fare con il codice davanti?
Sinceramente non voglio fare l'operaio per tutta la vita, e per l'università beh, rinunciare a un proprio stipendio non è facile specialmente se non sai cosa aspettarti.
@pabloski Quei corsi di multinazionali che hai citato come funzionano di preciso? Dove vengono svolti?
Inoltre ho iniziato un corso online su coursera, ci sono progetti semplici che potrei fare dopo averlo completato per fare un pò di pratica?
 
Ultima modifica:

pabloski

Utente Èlite
2,554
690
@pabloski Quei corsi di multinazionali che hai citato come funzionano di preciso? Dove vengono svolti?

Dipende caso per caso. Alcuni sono online. Altri in sedi fisiche, anche in Italia. Ma comunque è specificato.

Inoltre ho iniziato un corso online su coursera, ci sono progetti semplici che potrei fare dopo averlo completato per fare un pò di pratica?

Praticamente tutti fanno una combinazione di queste quattro cose:

1. partecipare a piattaforme di programmazione competitiva ( ma non è per neofiti ) tipo Codechef, Codewars, Hackerrank, Leetcode

2. spulciare su github sia per leggere codice altrui per trarne ispirazione ed imparare, sia per trovare problemi da risolvere

3. partecipare a progetti opensource, scelti in base alle proprie abilità ovviamente

4. risolvere esercizi proposti su varie piattaforme tipo https://projecteuler.net/archives o https://exercism.io/

E' utile pure guardarsi attorno, nel primo ambiente anche lavorativo, per vedere se ci sono problemi che potrebbero essere risolti usando un programma o un dispositivo elettronico.

Imperi sono stati costruiti per caso. Pensa a Facebook che nasce come piattaforma per dare voti alle ragazze del college. Cioè, spesso c'imbattiamo in problemi mentre camminiamo per strada e nemmeno ce ne rendiamo conto. Ed è questo che invece gli hacker sono bravi a fare. Non se ne lasciano sfuggire nemmeno uno.

Aggiungere a tutti questo pippone, che i settori più hot sono: mobile, web ( non solo frontend ma soprattutto frontend in termini di cloud, SaaS, web services ), IoT, machine learning, blockchain. Non voglio dire che non si facciano più soldi coi PC, ma è molto difficile. Il settore gaming pure è sempre verde, ma lì si lavora duro e spesso c'è bisogno di un minimo di un lavoro di squadra, varie competenze oltre alla programmazione e un certo budget.
 
  • Like
Reactions: marco95OP

marco95OP

Utente Attivo
154
2
Dipende caso per caso. Alcuni sono online. Altri in sedi fisiche, anche in Italia. Ma comunque è specificato.



Praticamente tutti fanno una combinazione di queste quattro cose:

1. partecipare a piattaforme di programmazione competitiva ( ma non è per neofiti ) tipo Codechef, Codewars, Hackerrank, Leetcode

2. spulciare su github sia per leggere codice altrui per trarne ispirazione ed imparare, sia per trovare problemi da risolvere

3. partecipare a progetti opensource, scelti in base alle proprie abilità ovviamente

4. risolvere esercizi proposti su varie piattaforme tipo https://projecteuler.net/archives o https://exercism.io/

E' utile pure guardarsi attorno, nel primo ambiente anche lavorativo, per vedere se ci sono problemi che potrebbero essere risolti usando un programma o un dispositivo elettronico.

Imperi sono stati costruiti per caso. Pensa a Facebook che nasce come piattaforma per dare voti alle ragazze del college. Cioè, spesso c'imbattiamo in problemi mentre camminiamo per strada e nemmeno ce ne rendiamo conto. Ed è questo che invece gli hacker sono bravi a fare. Non se ne lasciano sfuggire nemmeno uno.

Aggiungere a tutti questo pippone, che i settori più hot sono: mobile, web ( non solo frontend ma soprattutto frontend in termini di cloud, SaaS, web services ), IoT, machine learning, blockchain. Non voglio dire che non si facciano più soldi coi PC, ma è molto difficile. Il settore gaming pure è sempre verde, ma lì si lavora duro e spesso c'è bisogno di un minimo di un lavoro di squadra, varie competenze oltre alla programmazione e un certo budget.
Ok quindi non mi resta che completare un corso "completo" online come quelli di coursera, e da li in poi buttarmi in piccoli progetti che trovo online e cercare di non scopiazzare codice senza capirlo ma cercare di "rubare" idee altrui per imparare
Detta così sembra quasi facile ?
Su youtube è pieno di video che spiegano che diventare un programmatore da autodidatta è realmente possibile, speriamo che sia il mio caso
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: PS5 VS XBOX X/S?

  • Playstation 5

    Voti: 264 61.7%
  • XBOX Series X/S

    Voti: 164 38.3%

Discussioni Simili