RISOLTO Modificare un alimentatore a trasformatore

superpatodonaldo

Utente Èlite
8,098
1,131
CPU
7350K / 7740X / 9900KF
Scheda Madre
IX APEX / X299 OCF
RAM
2x8GB DDR4
OS
vari
50 m di cavo? Come prolunga? Proprio no :dancinghae:
 

Enterfull

Utente Attivo
362
175
CPU
Intel Pentium Q9550 2.82 GHz / 3.90 GHz
Dissipatore
Deep cool gammaxx400
Scheda Madre
Asus P5G41T-M LX
HDD
HDD sata512gb/ SSD crucial 240gb/ HDD Maxtor80gb
RAM
DDR3 6 gb 1333 MHz
GPU
Radeon ATI HD 5570
Audio
Integrata
Monitor
Philips 150V3
PSU
Be Quiet system power 9 400w
Case
Apex SK 377
Net
72 mbps di Fastweb
OS
Win 10 pro 64bit
La rail è letteralmente la rotaia di alimentazione. Corrispondono alle linee tra cui è diviso il carico max applicabile su quella tensione. Nel tuo caso hai la Linea 12V1 che è una rail da 168W 12Vx14A e una 12V2 da 196W 12VX16A. In realtà il carico max applicabile è minore se collegate anche le linee a 3,3V e 5V a circa 300W. Carico combinato max di 435W totali meno il carico max sulle linee 5Ve 3,3V di circa 130W=305W. Il problema è che data la vetustà dell'alimentatore è sicuramente group regulated e quindi il mancato carico sulle rail minori a vuoto provoca uno sbilanciamento dell'erogazione della rail a 12V per cui va fuori specifica con la tensione sui 12V. Da qui i 13,8V che rilevi. Per farlo funzionare correttamente dovresti applicare un carico anche minimo di una 50ina di watt sulle rail minori ed il carico principale sulla rail da 12V. Vista la qualità dell'attrezzo probabilmente la ripartizione delle rail dei 12V è fittizia nel senso che di fatto tutti i fili gialli sono collegati allo stesso punto di erogazione sul PCB dell'alimentatore così come i fili neri e poi ripartiti tra i vari fili collegati ai diversi connettori. Controlla per sicurezza.
PCB?? Non so si cosa parli.. Faccio la foto e guardi tu!# davanti? Dietro?
 

Kelion

Quid est veritas?
Utente Èlite
23,983
7,570
PCB?? Non so si cosa parli.. Faccio la foto e guardi tu!# davanti? Dietro?
Printed Circuit Board. Scheda del circuito stampato... Basta aprire l'alimentatore e seguire i fili gialli fino al punto dove sono saldati sul PCB appunto.

Ho trovato questa disponibile adesso.. Riuscite a leggere? E poi mi spiegate cos'è una rail.. Grazie
Un esperto tecnico e mi ha detto che la quantità dei fili mi permette di reggere meglio il carico
Cerco di alimentare un abbacchiatore..
Quindi poi vorrei capire se mettiamo 50m di cavo cosa succede..
Per un abbacchiatore basta una batteria di auto. A 12V diventa difficile fare una prolunga di 50m. Ti conviene portare la 220 e alimentare un alimentatore così che è molto migliore di quel coso vecchio che hai:
https://www.amazon.it/dp/B01JOMBJ9A/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi
C'è anche la versione impermeabile:
https://www.amazon.it/dp/B07R58V7PZ/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi
I MeanWell sono ottimi alimentatori switching che sopportano il carico che dichiarano.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: r3dl4nce

Enterfull

Utente Attivo
362
175
CPU
Intel Pentium Q9550 2.82 GHz / 3.90 GHz
Dissipatore
Deep cool gammaxx400
Scheda Madre
Asus P5G41T-M LX
HDD
HDD sata512gb/ SSD crucial 240gb/ HDD Maxtor80gb
RAM
DDR3 6 gb 1333 MHz
GPU
Radeon ATI HD 5570
Audio
Integrata
Monitor
Philips 150V3
PSU
Be Quiet system power 9 400w
Case
Apex SK 377
Net
72 mbps di Fastweb
OS
Win 10 pro 64bit
Printed Circuit Board. Scheda del circuito stampato... Basta aprire l'alimentatore e seguire i fili gialli fino al punto dove sono saldati sul PCB appunto.


Per un abbacchiatore basta una batteria di auto. A 12V diventa difficile fare una prolunga di 50m. Ti conviene portare la 220 e alimentare un alimentatore così che è molto migliore di quel coso vecchio che hai:
https://www.amazon.it/dp/B01JOMBJ9A/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi
C'è anche la versione impermeabile:
https://www.amazon.it/dp/B07R58V7PZ/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi
I MeanWell sono ottimi alimentatori switching che sopportano il carico che dichiarano.
Certo a questo punto se lo devo comprare inutile che aprivo una diacussione.. Dal mio post ho parlato di recuperare per Non buttare.
Cmq se è una cosa che non si può fare chiudiamo qui tutti i dubbi.grazie a tutti. Discussione chiusa
 

Kelion

Quid est veritas?
Utente Èlite
23,983
7,570
Certo a questo punto se lo devo comprare inutile che aprivo una diacussione.. Dal mio post ho parlato di recuperare per Non buttare.
Cmq se è una cosa che non si può fare chiudiamo qui tutti i dubbi.grazie a tutti. Discussione chiusa
Ti ho detto cosa controllare per vedere di riuscire ad utilizzarlo. Per farlo funzionare correttamente devi mettere una resistenza corazzata con dissipatore da 30 o 50W collegata ai 5V e applicare il carico sui 12V. Il problema è che devi alimentare qualcosa non in casa ma in campo aperto per cui occorre una certa protezione. Umido e polvere o terra e foglie sono all'ordine del giorno se devi alimentare un abbacchiatore. Era solo questa la perplessità per cui ti ho indicato qualcosa di maggiormente idoneo allo scopo.
 

Enterfull

Utente Attivo
362
175
CPU
Intel Pentium Q9550 2.82 GHz / 3.90 GHz
Dissipatore
Deep cool gammaxx400
Scheda Madre
Asus P5G41T-M LX
HDD
HDD sata512gb/ SSD crucial 240gb/ HDD Maxtor80gb
RAM
DDR3 6 gb 1333 MHz
GPU
Radeon ATI HD 5570
Audio
Integrata
Monitor
Philips 150V3
PSU
Be Quiet system power 9 400w
Case
Apex SK 377
Net
72 mbps di Fastweb
OS
Win 10 pro 64bit
Ti ho detto cosa controllare per vedere di riuscire ad utilizzarlo. Per farlo funzionare correttamente devi mettere una resistenza corazzata con dissipatore da 30 o 50W collegata ai 5V e applicare il carico sui 12V. Il problema è che devi alimentare qualcosa non in casa ma in campo aperto per cui occorre una certa protezione. Umido e polvere o terra e foglie sono all'ordine del giorno se devi alimentare un abbacchiatore. Era solo questa la perplessità per cui ti ho indicato qualcosa di maggiormente idoneo allo scopo.
La protezione da foglie o umido o terra verra fatta adeguatamente! È la prima cosa in assoluto!! Sarà trasportato dentro una valigetta di plastica con dei fori per il raffreddamento. Una prolunga per la 220v.. Lui e poi il cavo di 10m per maneggiare l'attrezzo..
Se mi dai dei link x comprarne uno nuovo.. Primo mi togli il piacere di farlo artigianalmente secondo mi fai capire di prendermi per scemo.. Lo vendono quello adatto a 60€!! Cmq chiusa parentesi!
Grazie per il tuo intervento!
Per controllare il PCB vuoi una foto sotto o sopra della scheda? Avevo letto delle resistenze in ceramica di 5 e 10 ohm a 10w... Tu pensi che ci vorrano di piu watt?
 

Kelion

Quid est veritas?
Utente Èlite
23,983
7,570
La protezione da foglie o umido o terra verra fatta adeguatamente! È la prima cosa in assoluto!! Sarà trasportato dentro una valigetta di plastica con dei fori per il raffreddamento. Una prolunga per la 220v.. Lui e poi il cavo di 10m per maneggiare l'attrezzo..
Se mi dai dei link x comprarne uno nuovo.. Primo mi togli il piacere di farlo artigianalmente secondo mi fai capire di prendermi per scemo.. Lo vendono quello adatto a 60€!! Cmq chiusa parentesi!
Grazie per il tuo intervento!
Per controllare il PCB vuoi una foto sotto o sopra della scheda? Avevo letto delle resistenze in ceramica di 5 e 10 ohm a 10w... Tu pensi che ci vorrano di piu watt?
Lungi da me il fatto di prenderti per scemo...
Era solo perchè la qualità di quell'alimentatore penso sia molto scarsa e non so come si comporta col carico sbilanciato ed il fatto che al solo sentire la parola PCB ti sei allarmato mi fa capire che sei alle prime armi con i circuiti. Dovresti fare alcune prove. In caso di forte carico su una linea (es. carico di vari A sulla 12 volt) e bassissimo sulle altre (es. carico di 0 A sul 3.3 volt e 5 volt), si evidenzia l’effetto Crossload cioè cambiamenti, fuori dai limiti dello standard ATX nelle regolazioni delle tensioni. Nel tuo caso preleveresti circa 12 A sui 12V corrispondenti a circa 140W del carico dell'abbacchiatore. Quindi si dovrà bilanciare il carico sui 5V per avere i 12V sulla linea che ti serve. Non dico che dovrai applicare un carico uguale sui 5V ma quantomeno un carico che ti renda stabile la tensione sui 12V e quindi devi fare delle prove perchè dipende dal circuito dell'alimentatore e come reagisce ai carichi applicati. Ti servirà una resistenza corazzata non di semplice ceramica ma con corpo rivestito in alluminio per la dissipazione per uso continuato perchè la potenza da dissipare per il carico fittizio supera i 10W. Sui 5V se metti una resistenza da 1 Ohm avrai una potenza di 25W da dissipare e una corrente circolante di 5A. Il problema è che per la legge di Ohm aumentando il carico resistivo diminuisce la corrente circolante e non sappiamo quanto deve essere il carico applicato sulla 5V per rendere stabile la 12V fino al carico di 140W. Tutti gli esempi in circolazione sono relativi ad alimentatori da laboratorio per hobbistica dove però i carichi applicati sono relativamente bassi e quindi lo sbilanciamento del carico di un alimentatore group regulated non è un problema pertanto una semplice resistenza da 5 Ohm 10W è sufficiente. Qui non lo sappiamo.
 
Ultima modifica:

superpatodonaldo

Utente Èlite
8,098
1,131
CPU
7350K / 7740X / 9900KF
Scheda Madre
IX APEX / X299 OCF
RAM
2x8GB DDR4
OS
vari
Le prolunghe per la corrente continua sono da evitare...se vuoi prova ma non è raro che si possa surriscaldare
 

Enterfull

Utente Attivo
362
175
CPU
Intel Pentium Q9550 2.82 GHz / 3.90 GHz
Dissipatore
Deep cool gammaxx400
Scheda Madre
Asus P5G41T-M LX
HDD
HDD sata512gb/ SSD crucial 240gb/ HDD Maxtor80gb
RAM
DDR3 6 gb 1333 MHz
GPU
Radeon ATI HD 5570
Audio
Integrata
Monitor
Philips 150V3
PSU
Be Quiet system power 9 400w
Case
Apex SK 377
Net
72 mbps di Fastweb
OS
Win 10 pro 64bit
Lungi da me il fatto di prenderti per scemo...
Era solo perchè la qualità di quell'alimentatore penso sia molto scarsa e non so come si comporta col carico sbilanciato ed il fatto che al solo sentire la parola PCB ti sei allarmato mi fa capire che sei alle prime armi con i circuiti. Dovresti fare alcune prove. In caso di forte carico su una linea (es. carico di vari A sulla 12 volt) e bassissimo sulle altre (es. carico di 0 A sul 3.3 volt e 5 volt), si evidenzia l’effetto Crossload cioè cambiamenti, fuori dai limiti dello standard ATX nelle regolazioni delle tensioni. Nel tuo caso preleveresti circa 12 A sui 12V corrispondenti a circa 140W del carico dell'abbacchiatore. Quindi si dovrà bilanciare il carico sui 5V per avere i 12V sulla linea che ti serve. Non dico che dovrai applicare un carico uguale sui 5V ma quantomeno un carico che ti renda stabile la tensione sui 12V e quindi devi fare delle prove perchè dipende dal circuito dell'alimentatore e come reagisce ai carichi applicati. Ti servirà una resistenza corazzata non di semplice ceramica ma con corpo rivestito in alluminio per la dissipazione per uso continuato perchè la potenza da dissipare per il carico fittizio supera i 10W. Sui 5V se metti una resistenza da 1 Ohm avrai una potenza di 25W da dissipare e una corrente circolante di 5A. Il problema è che per la legge di Ohm aumentando il carico resistivo diminuisce la corrente circolante e non sappiamo quanto deve essere il carico applicato sulla 5V per rendere stabile la 12V fino al carico di 140W. Tutti gli esempi in circolazione sono relativi ad alimentatori da laboratorio per hobbistica dove però i carichi applicati sono relativamente bassi e quindi lo sbilanciamento del carico di un alimentatore group regulated non è un problema pertanto una semplice resistenza da 5 Ohm 10W è sufficiente. Qui non lo sappiamo.
Bella spiegazione.. Bravo!! Ho capito che non è una cosa semplice anzi rischiosa per il carico di un abbacchiatore e continua di 8 ore anziché il lavoro da banco di piccoli carichi o cmq di breve durata..
Con i circuiti non sono alle prime armi ma ancora peggio.. Non ci ho mai avuto a che fare con la micro elettronica
Anche se mettessimo delle resistenze sulla 5v non siamo sicuri del risultato... Qui evitiamo di andare avanti....

E se vorrei alimentare una striscia led per i sottopensili della cucina? Che carichi avremmo? Tipo 3 mt di led....
 

Air_

Utente Èlite
1,950
900
Bella spiegazione.. Bravo!! Ho capito che non è una cosa semplice anzi rischiosa per il carico di un abbacchiatore e continua di 8 ore anziché il lavoro da banco di piccoli carichi o cmq di breve durata..
Con i circuiti non sono alle prime armi ma ancora peggio.. Non ci ho mai avuto a che fare con la micro elettronica
Anche se mettessimo delle resistenze sulla 5v non siamo sicuri del risultato... Qui evitiamo di andare avanti....

E se vorrei alimentare una striscia led per i sottopensili della cucina? Che carichi avremmo? Tipo 3 mt di led....

Se non hai praticità con i circuiti elettrici evita, potresti farti male, o magari prende fuoco tutto. Se vuoi alimentare una striscia led, hai bisogno di rail da 5v o 12v a seconda della striscia di led.
 

gronag

Utente Èlite
20,530
6,993
Non si può semplicemente inserire un alimentatore ATX "switching" (non lineare) nella presa di rete e aspettarsi di avere in uscita 5V o 12V perché esso possiede diversi "meccanismi" di sicurezza che ne prevengono l'accensione se il Molex a 20/24 pin non è inserito nella scheda madre :asd:
Innanzitutto serve un segnale di avvio, chiamato 0-voltage (a 0V), simile a quello del tasto d'accensione di un laptop, in secondo luogo per avere la corretta regolazione dei 5V in uscita c'è bisogno di un "carico" da almeno 5W per far "credere" alla PSU di essere collegata alla mainboard :asd:
Non si possono avere semplicemente i fili "fluttuanti", lasciati aperti :nono:
La spiegazione è già stata data da @Kelion ma più o meno la situazione è questa:

1591261719407.png


Alcuni alimentatori ATX hanno un circuito di "sensing" (di tensione e/o di corrente) collegato direttamente al cavetto della tensione. Altri hanno un interruttore "soft power" che richiede un carico resistivo esterno maggiore.
Altri ancora richiedono che il pin verde (Power On) venga connesso permanentemente a massa attraverso un interruttore SPST (Single Pole - Single Throw).
Ovviamente si dovrà cercare la soluzione "funzionante" facendo delle prove, ogni alimentatore è costruito in modo differente dai vari costruttori ;)
 
  • Like
Reactions: Enterfull

Enterfull

Utente Attivo
362
175
CPU
Intel Pentium Q9550 2.82 GHz / 3.90 GHz
Dissipatore
Deep cool gammaxx400
Scheda Madre
Asus P5G41T-M LX
HDD
HDD sata512gb/ SSD crucial 240gb/ HDD Maxtor80gb
RAM
DDR3 6 gb 1333 MHz
GPU
Radeon ATI HD 5570
Audio
Integrata
Monitor
Philips 150V3
PSU
Be Quiet system power 9 400w
Case
Apex SK 377
Net
72 mbps di Fastweb
OS
Win 10 pro 64bit
Non si può semplicemente inserire un alimentatore ATX "switching" (non lineare) nella presa di rete e aspettarsi di avere in uscita 5V o 12V perché esso possiede diversi "meccanismi" di sicurezza che ne prevengono l'accensione se il Molex a 20/24 pin non è inserito nella scheda madre :asd:
Innanzitutto serve un segnale di avvio, chiamato 0-voltage (a 0V), simile a quello del tasto d'accensione di un laptop, in secondo luogo per avere la corretta regolazione dei 5V in uscita c'è bisogno di un "carico" da almeno 5W per far "credere" alla PSU di essere collegata alla mainboard :asd:
Non si possono avere semplicemente i fili "fluttuanti", lasciati aperti :nono:
La spiegazione è già stata data da @Kelion ma più o meno la situazione è questa:

Visualizza allegato 376152

Alcuni alimentatori ATX hanno un circuito di "sensing" (di tensione e/o di corrente) collegato direttamente al cavetto della tensione. Altri hanno un interruttore "soft power" che richiede un carico resistivo esterno maggiore.
Altri ancora richiedono che il pin verde (Power On) venga connesso permanentemente a massa attraverso un interruttore SPST (Single Pole - Single Throw).
Ovviamente si dovrà cercare la soluzione "funzionante" facendo delle prove, ogni alimentatore è costruito in modo differente dai vari costruttori ;)
Mi servono due resistenze una di 5hom 10w da mettere al 5v e una di 10ohm 10w da mettere alla 12v... In ceramica o cemento... Cmq da come mi.ha spiegato precendemente il nostro amico.. Le varianti sono tanti.. Il carico 140w da sostenere per 8h continue e troppo... Non è adatto! Anche per i led da come mi dite.. È un lavoretta da affiancare.. Non fattibile x un principiante.. Non è da tutti
 

Kelion

Quid est veritas?
Utente Èlite
23,983
7,570
Quelli sotto corazzati fissati con viti sulla carcassa dell'alimentatore in punto non critico.
 

Enterfull

Utente Attivo
362
175
CPU
Intel Pentium Q9550 2.82 GHz / 3.90 GHz
Dissipatore
Deep cool gammaxx400
Scheda Madre
Asus P5G41T-M LX
HDD
HDD sata512gb/ SSD crucial 240gb/ HDD Maxtor80gb
RAM
DDR3 6 gb 1333 MHz
GPU
Radeon ATI HD 5570
Audio
Integrata
Monitor
Philips 150V3
PSU
Be Quiet system power 9 400w
Case
Apex SK 377
Net
72 mbps di Fastweb
OS
Win 10 pro 64bit
Quelli sotto corazzati fissati con viti sulla carcassa dell'alimentatore in punto non critico.
Allora che dite? Ci devo provare?Da quanto li devo prendere? Come ho scritto io?

Ragazzi vi devo fare vedere una cosa...
:fumato: :suicidio:
 
Ultima modifica:

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: PS5 VS XBOX X/S?

  • Playstation 5

    Voti: 311 63.6%
  • XBOX Series X/S

    Voti: 178 36.4%