PROBLEMA Messa a fuoco GX80

Riccardo Torre

Utente Attivo
171
6
CPU
Ryzen 7 3700x 4.05GHz
Dissipatore
Wraith Prims
Scheda Madre
Asus Prime X570 Pro
Hard Disk
SSD Samsung 850 Evo 120GB
RAM
Corsair Vengeance 16GB DDR4 3200 CL16
Scheda Video
XFX RX 5700 Ultra DD 8GB GDDR6
Monitor
Asus VX-238H
Alimentatore
Sharkoon Gold Zero 750W
Case
Corsair Carbide 400c
Internet
Meglio non parlarne
Sistema Operativo
Windows 10
Salve ragazzi, ho da qualche giorno la GX80 con obbiettivo kit 12-32mm e mi sto dilettando a studiare il mondo della fotografia manuale. Dopo qualche giorno di prova ho migliorato tantissimo le foto ed ho quindi scelto di spostarmi sui video ( che in realtà mi interessano più delle foto ).
Fino a ieri tutto bene, settato il 4k 24p, shutterspeed a 1/50, f 3.5 e tutto andava liscio; oggi prima giornata di sole, inquadro un albero ed era tutto sovraesposto.Chiudo il diaframma fino a 22 e la scena torna esposta correttamente ( mantenendo le iso a 200 e lo shutter a 50 ). Passo i file nel PC e noto che tutto era sfocato, i dettagli spariti, e l'immagine non soddisfaceva più di tanto.
Mi chiedo: ma la chiusura a 22 non dovrebbe mettere tutto a fuoco?
L'unico modo per riprendere quella scena è stato aumentare lo shutterspeed con conseguente perdita del blur coi movimenti

Potete darmi qualche delucidazione? Non ho trovato nulla a riguardo, grazie
 

Riccardo Torre

Utente Attivo
171
6
CPU
Ryzen 7 3700x 4.05GHz
Dissipatore
Wraith Prims
Scheda Madre
Asus Prime X570 Pro
Hard Disk
SSD Samsung 850 Evo 120GB
RAM
Corsair Vengeance 16GB DDR4 3200 CL16
Scheda Video
XFX RX 5700 Ultra DD 8GB GDDR6
Monitor
Asus VX-238H
Alimentatore
Sharkoon Gold Zero 750W
Case
Corsair Carbide 400c
Internet
Meglio non parlarne
Sistema Operativo
Windows 10
Volevi forse dire che aumenta la profondità di campo?
Quindi non mette a fuoco perché sono troppo vicino al soggetto (circa 10m)? Io avevo capito che a f22 è tutto messo a fuoco
 

Massimo 2967

Utente Èlite
3,690
2,334
La profondità di campo è la distanza in cui un oggetto si può muovere senza perdere la messa a fuoco, e aumenta man mano che si usano valori di diaframma Maggiori.
(Esempio) se metti a fuoco a 10 metri un soggetto, questo potrà spostarsi in avanti o indietro di 50 centimetri senza uscire dal fuoco.
Questo valore dipende dall'ottica, dal valore del diaframma,dalla distanza e dalle dimensioni del sensore.
 
  • Mi piace
Reactions: Riccardo Torre

Riccardo Torre

Utente Attivo
171
6
CPU
Ryzen 7 3700x 4.05GHz
Dissipatore
Wraith Prims
Scheda Madre
Asus Prime X570 Pro
Hard Disk
SSD Samsung 850 Evo 120GB
RAM
Corsair Vengeance 16GB DDR4 3200 CL16
Scheda Video
XFX RX 5700 Ultra DD 8GB GDDR6
Monitor
Asus VX-238H
Alimentatore
Sharkoon Gold Zero 750W
Case
Corsair Carbide 400c
Internet
Meglio non parlarne
Sistema Operativo
Windows 10
Sc
La profondità di campo è la distanza in cui un oggetto si può muovere senza perdere la messa a fuoco, e aumenta man mano che si usano valori di diaframma Maggiori.
(Esempio) se metti a fuoco a 10 metri un soggetto, questo potrà spostarsi in avanti o indietro di 50 centimetri senza uscire dal fuoco.
Questo valore dipende dall'ottica, dal valore del diaframma,dalla distanza e dalle dimensioni del sensore.
Quindi nel mio caso se setto f 22 e metto a fuoco l'albero a 10m perché non si mette a fuoco nonostante io rimanga fermo? Scusami per queste domande che posso sembrarti scontate
 

Massimo 2967

Utente Èlite
3,690
2,334
Hai provato a fare delle foto(in manuale) a distanze diverse e con diverse impostazioni in modo da essere sicuro che non vi siano problemi di messa a fuoco?
Ed anche i tempi di esposizione se lunghi richiedono mano ferma e oggetti non in movimento altrimenti il "mosso" si nota.
 
  • Mi piace
Reactions: Riccardo Torre

Riccardo Torre

Utente Attivo
171
6
CPU
Ryzen 7 3700x 4.05GHz
Dissipatore
Wraith Prims
Scheda Madre
Asus Prime X570 Pro
Hard Disk
SSD Samsung 850 Evo 120GB
RAM
Corsair Vengeance 16GB DDR4 3200 CL16
Scheda Video
XFX RX 5700 Ultra DD 8GB GDDR6
Monitor
Asus VX-238H
Alimentatore
Sharkoon Gold Zero 750W
Case
Corsair Carbide 400c
Internet
Meglio non parlarne
Sistema Operativo
Windows 10
Hai provato a fare delle foto(in manuale) a distanze diverse e con diverse impostazioni in modo da essere sicuro che non vi siano problemi di messa a fuoco?
Ed anche i tempi di esposizione se lunghi richiedono mano ferma e oggetti non in movimento altrimenti il "mosso" si nota.
Guarda queste due foto:
Una f 3.5, iso 100, 1/125
L'altra f 22, iso 500, 1/30

C'è molto meno dettaglio in quella f 22, perché? Non penso c'entrino le iso perché se scatto a 3.5 iso 500 il dettaglio rimane ed il problema nei video è presente con iso agli stessi valori
 

Allegati

BullClown

Utente Èlite
1,945
874
CPU
Intel i5 8600K
Dissipatore
Noctua NH-L12S
Scheda Madre
Asus Rog Strix B360-G
Hard Disk
Crucial MX300 525GB
RAM
HyperX Predator RGB 16GB (2x8GB) 3200MHz CL16
Scheda Video
Zotac GeForce GTX 1060 3GB Mini
Monitor
Dell S2316H
Alimentatore
EVGA SuperNOVA 550 G2
Case
Phanteks Eclipse P400
Sistema Operativo
Windows 10
Ciao, tranquillo che la macchina funziona correttamente :asd: Come già spiegato sopra a f22 aumenta la porzione di spazio in cui un soggetto riesci a risultare a fuoco (profondità di campo), ma questo non vuol dire che tutto deve essere necessariamente a fuoco.Per mettere a fuoco tutta (o quasi) la scena esiste la distanza iperfocale che si ottiene facendo determinati calcoli tenendo conto della macchina che possiedi (esistono delle tabelle apposite e applicazioni per cellulare che ti dicono quali parametri utilizzare per ottenere un'immagine con tutta la scena a fuoco).
Per capire meglio come funziona la messa a fuoco ti suggerisco di guardare questo link in cui viene spiegato molto bene come funziona la profondità di campo.
Il diaframma non dovrebbe comunque mai essere impostato oltre f/13 (a parte in rari casi) perchè oltre quel valore la foto potrebbe perdere qualità.
Il tuo "problema" si risolve in un altro modo, ovvero comprando un filtro ND. Le impostazioni che hai utilizzato sono corrette (ss impostato al doppio degli fps, f a piacimento anche se di solito per dare quel tocco cinematografico si tiene basso, tipo f/4, per staccare meglio il soggetto dalla scena e ISO impostati al minimo possiblie). Capisci però che importando uno ss così basso e un f così tanto aperto, la luce che entra nel sensore è tanto e di conseguenza otterrai immagine sovraesposte (come hai detto tu). La soluzione quindi è appunto quella di mettere un filtro ND che fa da "occhiale da sole" al sensore scurendo l'immagine.
Ce ne sono di vari tipi e di vari prezzi. Per capire meglio cosa sono e che tipologie ci sono puoi guardare qui. Io posseggo un ND a vite variabile della NISI col quale mi trovo benissimo. Se vuoi prenderlo indicami un budget che posso consigliarti qualcosa e ti posso dare un paio di dritte :)
 
  • Mi piace
Reactions: Riccardo Torre

Riccardo Torre

Utente Attivo
171
6
CPU
Ryzen 7 3700x 4.05GHz
Dissipatore
Wraith Prims
Scheda Madre
Asus Prime X570 Pro
Hard Disk
SSD Samsung 850 Evo 120GB
RAM
Corsair Vengeance 16GB DDR4 3200 CL16
Scheda Video
XFX RX 5700 Ultra DD 8GB GDDR6
Monitor
Asus VX-238H
Alimentatore
Sharkoon Gold Zero 750W
Case
Corsair Carbide 400c
Internet
Meglio non parlarne
Sistema Operativo
Windows 10
Ciao, tranquillo che la macchina funziona correttamente :asd: Come già spiegato sopra a f22 aumenta la porzione di spazio in cui un soggetto riesci a risultare a fuoco (profondità di campo), ma questo non vuol dire che tutto deve essere necessariamente a fuoco.Per mettere a fuoco tutta (o quasi) la scena esiste la distanza iperfocale che si ottiene facendo determinati calcoli tenendo conto della macchina che possiedi (esistono delle tabelle apposite e applicazioni per cellulare che ti dicono quali parametri utilizzare per ottenere un'immagine con tutta la scena a fuoco).
Per capire meglio come funziona la messa a fuoco ti suggerisco di guardare questo link in cui viene spiegato molto bene come funziona la profondità di campo.
Il diaframma non dovrebbe comunque mai essere impostato oltre f/13 (a parte in rari casi) perchè oltre quel valore la foto potrebbe perdere qualità.
Il tuo "problema" si risolve in un altro modo, ovvero comprando un filtro ND. Le impostazioni che hai utilizzato sono corrette (ss impostato al doppio degli fps, f a piacimento anche se di solito per dare quel tocco cinematografico si tiene basso, tipo f/4, per staccare meglio il soggetto dalla scena e ISO impostati al minimo possiblie). Capisci però che importando uno ss così basso e un f così tanto aperto, la luce che entra nel sensore è tanto e di conseguenza otterrai immagine sovraesposte (come hai detto tu). La soluzione quindi è appunto quella di mettere un filtro ND che fa da "occhiale da sole" al sensore scurendo l'immagine.
Ce ne sono di vari tipi e di vari prezzi. Per capire meglio cosa sono e che tipologie ci sono puoi guardare qui. Io posseggo un ND a vite variabile della NISI col quale mi trovo benissimo. Se vuoi prenderlo indicami un budget che posso consigliarti qualcosa e ti posso dare un paio di dritte :)
Ti ringrazio per la risposta, ho poi scoperto anche il fenomeno della diffrazione che a quanto pare sembrerebbe il problema delle foto che ho postato sopra.
Ho cercato dei filtri ND variabili ma non vorrei spendere più di 60/70€, considerando che vorrei prenderne uno utilizzabile anche su altre lenti ( quindi circa 52/56mm ) e comprare uno step down per adattarli alla lente attuale che è 37mm.
Tu cosa mi consigli?
 

BullClown

Utente Èlite
1,945
874
CPU
Intel i5 8600K
Dissipatore
Noctua NH-L12S
Scheda Madre
Asus Rog Strix B360-G
Hard Disk
Crucial MX300 525GB
RAM
HyperX Predator RGB 16GB (2x8GB) 3200MHz CL16
Scheda Video
Zotac GeForce GTX 1060 3GB Mini
Monitor
Dell S2316H
Alimentatore
EVGA SuperNOVA 550 G2
Case
Phanteks Eclipse P400
Sistema Operativo
Windows 10
La maggior parte dei filtri ND variabili soffrono di un problema, ovvero quello di creare una X scura in determinate posizioni della lente. Questo avviene perchè quel tipo di filtro è creato con due lenti, una sopra l'altra, che girano per appunto scurire o schiarire l'immagine. Se la lente non è di ottima qualità, si crea questo problema. Io ho preso quello della NISI che ha un'ottima qualità e infatti non ho mai riscontrato questo problema, però costicchia. La soluzione potrebbe essere quella di prenderne uno fisso che scurisce un bel po' e poi andare a giocare con gli ISO alzandoli e abbassandoli in base all'intensità di luce nella scena.
Della NISI di filtri ND non variabili ci sono da 3 o 6 stop che rientrano nel tuo budget. In certe situazioni il 3 stop potrebbe essere troppo poco, mentre il altre il 6 stop potrebbe scurire troppo. Contando che la tua macchina ha un sensore micro 4/3 e che non ha quindi molta resistena all'aumentare degli ISO sarebbe meglio mantenersi su un 4 o 5 stop di "scurimento" e poi migliorare un po' in post.
considerando che vorrei prenderne uno utilizzabile anche su altre lenti ( quindi circa 52/56mm ) e comprare uno step down per adattarli alla lente attuale che è 37mm.
Il ragionamento è corretto. Per la grandezza devi decidere tu. Io ho una lente da 58mm e una da 62mm, ma l'ho preso da 77mm perchè la lente con diametro maggiore che posso usare ha appunto quella grandezza. Quindi guarda magari qualche lente che vorresti prendere in futuro e prendi il suo diametro come punto di riferimento per il filtro. Tendenzialmente le lenti tele (mm più alti) sono quelle con il diametro maggiore.
Ultimo consiglio: prendi singoli step ring, cioè uno step ring che adatta direttamente il filtro alla lente che monti. Non comprare gli step ring che fanno la piramide perchè tenendo montati più step ring nello stesso momento allontani il filtro dal vetro della lente e la luce potrebbe creare strani effetti. Quindi dato che non hanno prezzi assurdi, prendi uno step ring per ogni lente che andrai a prendere!
 
  • Mi piace
Reactions: Riccardo Torre

Riccardo Torre

Utente Attivo
171
6
CPU
Ryzen 7 3700x 4.05GHz
Dissipatore
Wraith Prims
Scheda Madre
Asus Prime X570 Pro
Hard Disk
SSD Samsung 850 Evo 120GB
RAM
Corsair Vengeance 16GB DDR4 3200 CL16
Scheda Video
XFX RX 5700 Ultra DD 8GB GDDR6
Monitor
Asus VX-238H
Alimentatore
Sharkoon Gold Zero 750W
Case
Corsair Carbide 400c
Internet
Meglio non parlarne
Sistema Operativo
Windows 10
La maggior parte dei filtri ND variabili soffrono di un problema, ovvero quello di creare una X scura in determinate posizioni della lente. Questo avviene perchè quel tipo di filtro è creato con due lenti, una sopra l'altra, che girano per appunto scurire o schiarire l'immagine. Se la lente non è di ottima qualità, si crea questo problema. Io ho preso quello della NISI che ha un'ottima qualità e infatti non ho mai riscontrato questo problema, però costicchia. La soluzione potrebbe essere quella di prenderne uno fisso che scurisce un bel po' e poi andare a giocare con gli ISO alzandoli e abbassandoli in base all'intensità di luce nella scena.
Della NISI di filtri ND non variabili ci sono da 3 o 6 stop che rientrano nel tuo budget. In certe situazioni il 3 stop potrebbe essere troppo poco, mentre il altre il 6 stop potrebbe scurire troppo. Contando che la tua macchina ha un sensore micro 4/3 e che non ha quindi molta resistena all'aumentare degli ISO sarebbe meglio mantenersi su un 4 o 5 stop di "scurimento" e poi migliorare un po' in post.

Il ragionamento è corretto. Per la grandezza devi decidere tu. Io ho una lente da 58mm e una da 62mm, ma l'ho preso da 77mm perchè la lente con diametro maggiore che posso usare ha appunto quella grandezza. Quindi guarda magari qualche lente che vorresti prendere in futuro e prendi il suo diametro come punto di riferimento per il filtro. Tendenzialmente le lenti tele (mm più alti) sono quelle con il diametro maggiore.
Ultimo consiglio: prendi singoli step ring, cioè uno step ring che adatta direttamente il filtro alla lente che monti. Non comprare gli step ring che fanno la piramide perchè tenendo montati più step ring nello stesso momento allontani il filtro dal vetro della lente e la luce potrebbe creare strani effetti. Quindi dato che non hanno prezzi assurdi, prendi uno step ring per ogni lente che andrai a prendere!
Che ne dici di questo? https://www.amazon.it/dp/B07FL3MNJK/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi
Sembra non avere l'effetto ad X noto di questi filtri e tutti ne parlano bene.
Diciamo che per il momento non me la sento di spendere più di tanto.
Come ring questo dovrebbe andare bene: https://www.amazon.it/gp/product/B01M0ICNDD/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi
 

BullClown

Utente Èlite
1,945
874
CPU
Intel i5 8600K
Dissipatore
Noctua NH-L12S
Scheda Madre
Asus Rog Strix B360-G
Hard Disk
Crucial MX300 525GB
RAM
HyperX Predator RGB 16GB (2x8GB) 3200MHz CL16
Scheda Video
Zotac GeForce GTX 1060 3GB Mini
Monitor
Dell S2316H
Alimentatore
EVGA SuperNOVA 550 G2
Case
Phanteks Eclipse P400
Sistema Operativo
Windows 10
Mi spiace ma non la conosco come marca. Conta comunque che maggiore è la variabilità del filtro, maggiore è la possibilità di avere il problema dell'effetto X. Come marche ti consiglio HOYA, Nisi, Lee, Tiffen. Altre marche non saprei dirti, guarda un po' di recensioni in giro. Puoi sempre provare a prendere quello che mi hai linkato e nel caso di problemi rimandarlo indietro.
Come step ring io ne posseggo due della fotodiox, ma non so se trovi quelli della misura che ti serve. Va bene spenderci poco, ma attento a non prendere proprio quelli più economici altrimenti rischi che sono fatti male e si rovinano quando ci avviti sopra il filtro
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot del momento