Installare Os X El Capitan Su Laptop Intel I3/i5/i7

deraps95

Utente Attivo
539
134
CPU
Pentium g3258@4.5ghz
Dissipatore
Raijintek themis
Scheda Madre
Asus z87 PRO
HDD
1 TB Seagate
RAM
2x4gb ddr3 1600mhz Crucial Ballistix Sport
GPU
Sapphire R9 290
OS
MacOS Sierra
Salve a tutti, siccome le guide in questa sezione riguardano prevalentemente i PC Desktop, ho pensato di provare a stilare una guida sull’installazione di OS X, in questo caso El Capitan, su laptop con processori Intel i3/i5/i7.

N.B. La guida è al solo scopo informativo, non mi assumo responsabilità per usi impropri e contro la legge italiana vigente



Partiamo dall’occorrente:

-una chiavetta USB, meglio se 2.0, da almeno 8gb

-il file di installazione di OS X, in formato .app o .dmg (quest’ultimo utilizzabile anche su Windows)

-i kext necessari reperibili dal sito bitbucket di Rehabman, il driver HFSPlus.efi (cercate su Google) e il Clover installer con relativo file config.plist ( ottimi file preconfigurati appositamente per i laptop si trovano su github)

-MacIASL e iasl sempre reperibili su bitbucket per il patching delle DSDT, ma lo vedremo dopo

-un kext installer( tipo kext wizard) e clover configurator



  1. PREPARAZIONE DELLA CHIAVETTA USB
a) IN Windows

Scaricate BDUtility ed estraetelo in una cartella, dopodiché apritelo e selezionate la chiavetta che volete usare per l’installazione e cliccate su format disk, così facendo creerà due partizioni, una con per Clover e una per l’installazione di OS X. A questo punto su BDU cliccate su tools e selezionate extract HFS+, quindi selezionate il file .dmg e attendete l’estrazione. Una volta terminata l’operazione cliccate sulla partizione della chiavetta destinata ad OS X(la più grande) e fate restore disk indicando il file hfs appena estratto. A questo punto la chiavetta è pronta e potete passare al punto successivo.

b)SU Mac

Qui le scelte solo molteplici, e tutte equivalenti: si può usare unibeast (il più semplice) oppure passare dal metodo manuale di viene discusso egregiamente nelle altre guide, perciò non mi soffermerò su questo punto.



Adesso bisogna preparare i kext necessari all’avvio del sistema operativo e modificare il file config.plist di Clover; per prima cosa scaricate i kext FakeSMC, FakePCIID, voodooPS2Controller e NullCPUPowermanagement da bitbucket e posizionateli nella cartella EFI/Clover/kext/other della partizione di clover della chiavetta, eliminando le cartelle 10.11,10.10 ecc..

Per i FakePCIID mettete solo quelli necessari, ad esempio quello per la Intel HD graphics e per il wifi.

Dopodiché è necessario inserire il file config.plist corretto e sostituire quello di default nella cartella EFI/Clover: per farlo si possono usare quelli presenti su github di Rehabman( scaricate la cartella intera e selezionate quello giusto in base alla vostra scheda grafica).

Infine bisogna posizionare il driver HFSPlus.efi nella cartella EFI/Clover/Driver64uefi.

A questo punto potete passare alla prossima fase.



  1. Installazione OS X su disco
Entrate nel BIOS del vostro portatile (solitamente f12 o f2 o esc) e disabilitate Vt-d, intel virtualization e secure boot, attivando Launch CSM( quest’ultimo a seconda del pc), in seguito selezionate la chiavetta USB appena creata ed aspettate che compaia la schermata d’installazione. Poi andate su utility disco dalla barra superiore e formattate il disco sul quale volete installare OS X in formato Mac os extended journaled e tabella partizioni GUID ( dovete formattare tutto il disco, perché OS X darà problemi su dischi partizionionati da altri programmi) .

Bene, ora attendete l’installazione e il computer al termine si riavvierà automaticamente: dovrete di nuovo entrare nel BIOS e bootare dalla chiavetta perché sul disco non c’è ancora il bootloader. Una volta in clover della chiavetta selezionate il disco sul quale avete installato OS X e date invio. Dopodiché configurate il pc ed arriverete alla home di El Capitan, una volta qui bisogna per prima cosa installare il bootloader ( clover) eseguendo il pkg precedentemente scaricato. Selezionate installazione ad hoc e spuntate “avvio solo per computer UEFI”, installa nella ESP, e nei driver mettete OSxaptiofixdrv-64, mettete quindi la password ed aspettate l’installazione. Ora Installate i kext essenziali quali FakeSMC, VodooPS2controller e i FakePCIID per wifi e ethernet tramite kext wizard e ricordatevi sempre di fare rebuild cache e riparazione permessi sempre da questo programma. Copiate quindi il config.plist che avete utilizzato nella chiavetta USB nella cartella /EFI/CLOVER/ del disco rigido. Prima di riavviare dovrete ancora modificare il file config.plist nella cartella EFI/Clover/ . Per farlo aprite clover configurator e selezionate mount EFI, dopodiché sul desktop avrete la cartella EFI, doppio click sul file da modificare ed andate nella sezione SMBIOS dove cliccando sulla bacchetta magica potrete selezionare il modello di riferimento che in genere è Macbook pro 11,2.



  1. Patching DSDT, SSDT
A questo punto ci saranno svariate periferiche e componenti non funzionanti quali luminosità, indicatore batteria, audio ecc.. Per risolvere questi problemi è necessario patchare le DSDT e SSDT. I pc Apple infatti non utilizzano un BIOS e perciò servono dei file quali i DSDT e SSDT per permettere al pc di comunicare con l’hardware, per fare ciò useremo clover.

Per procedere bisogna estrarre i DSDT originali: il metodo migliore è utilizzare clover, premendo f4 quando compare la schermata di selezione del sistema operativo. Ora i DSDT originali saranno nella cartella EFI/Clover/ACPI/origin. Potrete spostarli in una cartella creata appositamente sul desktop con il comando da terminale:

Codice:
mkdir ~/Desktop/DSDT/

cd ~/Desktop/DSDT/

cp -r /Volumes/EFI/EFI/CLOVER/ACPI/origin/* .



In seguito spostate l’iasl scaricato da bitbucket nella cartella di sistema copiando ed incollando il seguente comando:

Codice:
 mv ~/Desktop/[nome della cartella dove avete salvato iasl]/iasl /usr/bin/

Bene, ora bisogna cancellare i file inutili tenendo solamente DSDT.aml e i 10 SSDT nella cartella, quindi potete “scomporre” i DSDT con il comando:

Codice:
 -da -dl *.aml
A questo punto utilizzeremo MaciASL per patchare i file appena estratti( ricordatevi di scaricare sempre l’ultima versione di MaciASL), aprendoli dal programma( i necessari sono SSDT-0, SSDT-9, SSDT-10 e DSDT). Da qui cliccate su patch e selezionate ed applicate le seguenti patch a DSDT:

  • ADBG Fix.
  • Mix per la batteria col nome del vostro pc o simile
  • brightness fix
  • Rename GFX0 to IGPU
  • Fix _WAK Arg0 v2
  • HPET Fix
  • SMBUS Fix
  • IRQ Fix
  • RTC Fix
  • OS Check Fix (Windows 8)
  • Fix Mutex with non-zero SyncLevel
  • Fix PNOT/PPNT
  • Add IMEI
  • 8-Series USB
  • Layout 3 Audio
infine cliccate su compila e tramite salva con nome selezionate il formato AML. Per gli SSDT applicare solamente la patch rename GFX0 to IGPU, se apply è oscurato passate al file successivo.

Per la gestione energetica non si può usare NullCPUPowerManagement( farebbe andare il processore sempre al massimo, usatelo solo per l’installazione da usb e non installatelo con kext wizard) ma bisogna creare un SSDT tramite lo script di PikerAlpha reperibile qui: https://github.com/Piker-Alpha/ssdtPRGen.sh, preparandolo con i seguenti comandi:

Codice:
cd ~

curl -o ./ssdtPRGen.sh https://raw.githubusercontent.com/Piker-Alpha/ssdtPRGen.sh/master/ssdtPRGen.sh

chmod +x ./ssdtPRGen.sh

-per i nuovi pc con Broadwell/Skylake/Kabylake usare la cartella Beta:

Codice:
cd ~

curl -o ./ssdtPRGen.sh https://raw.githubusercontent.com/Piker-Alpha/ssdtPRGen.sh/Beta/ssdtPRGen.sh

chmod +x ./ssdtPRGen.sh

Ora potete far partire lo script col comando

Codice:
./ssdtPRGen.sh

Infine spostate il file nella cartella di clover con

Codice:
cd ~

cp ~/Library/ssdtPRGen/ssdt.aml /Volumes/EFI/EFI/Clover/ACPI/patched/SSDT.aml



Per poter permettere a Clover di caricare questi file patchati bisogna copiarli nella cartella EFI/CLOVER/ACPI/patched che potete montare con clover configurator. In ultimo è necessario modificare il config.plist di clover aggiungendo nella sezione ACPI, nel riquadro in basso a destra tramite il più il nome degli SSDT in modo che risulti così :

SSDT.aml

SSDT-0.aml

SSDT-1.aml

.

.

ecc.




Spuntate anche dropOEM per permettere a clover di caricare i file patchati e in DSDT name mettete DSDT.aml

Ora salvate il file e chiudete clover configurator, riavviate e dovreste avere il vostro laptop hackintosh funzionante.
Se avete problemi fateli presente qui
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: Quale crypto per il futuro?

  • Bitcoin

    Voti: 71 47.3%
  • Ethereum

    Voti: 60 40.0%
  • Cardano

    Voti: 18 12.0%
  • Polkadot

    Voti: 6 4.0%
  • Monero

    Voti: 14 9.3%
  • XRP

    Voti: 13 8.7%
  • Uniswap

    Voti: 4 2.7%
  • Litecoin

    Voti: 10 6.7%
  • Stellar

    Voti: 9 6.0%
  • Altro (Specifica)

    Voti: 21 14.0%

Discussioni Simili