[GUIDA] I Led e le strisce a led.

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Blume.

UTENTE LEGGENDARIO
19,712
8,376
Hardware Utente
CPU
I7 8700K
Dissipatore
Silent loop B-Quiet 360
Scheda Madre
Fatal1ty Z370 Gaming K6
Hard Disk
3 Tera su Western Digital 3 Tera su Toshiba p300 3Ssd da 500Gb
RAM
Corsair Vengeance DDR4 LPX 4X4Gb 2666Mhz
Scheda Video
Msi Gtx 1080Ti Gaming Trio X
Scheda Audio
Integrata
Monitor
SyncMaster P2470HD
Alimentatore
Evga Supernova 650W G2
Case
Dark Base 700 B-Quiet
Internet
100/50 Ftth Fastweb
Sistema Operativo
Windows 10Pro. 64Bit
Allora...sono al lavoro e mi stò annoiando a morte, prese delle info quà e là, metto giù quanto segue...:)

COSA SONO I LED?




Il nome LED viene dall’acronimo della parola inglese light emitting diode che viene tradotto in italiano come diodo ad emissione luminosa. In parole tecniche il LED è un dispositivo optoelettronico che sfrutta le proprietà ottiche di alcuni materiali semiconduttori per produrre fotoni attraverso il fenomeno dell’emissione spontanea ovvero a partire dalla ricombinazione di coppie elettrone-lacuna.
Come detto in precedenza, questa guida non e’ stata creata per professionisti, ma per soli amanti del FAI DA TE, e per tal motivo cercheremo di limitare i termini tecnici il piu’ possibile, cercando di arrivare al punto nel modo piu’ semplice possibile. ( e’ da notare che certe volte i termini tecnici sono essenziali, ma il team MSO cerchera di ridurre i tali al minimo indispensabile.)
COME SI UTILIZZA?
La risposta per questa domanda sara’ alla base della nostra serie di tutorial e video. Spiegheremo passo per passo l’utilizzo dei LED esistenti sul mercato, mostrando il metodo piu’ semplice ed efficace per utilizzare tale prodotti senza l’aiuto di un professionista.
Il LED ha ormai 50 anni, infatti e’ stato inventato nel 1962!, dalla sua invenzione (il primo LED inventato era di coloreROSSO, ci son volute centinaia di ore di studi per creare gli altri colori). Dalla sua scoperta ad oggi sono stati creati centiania di prodotti per uso personale e professionale. Ormai possiam trovare LED nelle nostre macchine, nei nostri portachiave, sensori di distanza, sensori di colore, sensori tattili e ricetrasmettitori, nei supermercati, nei ristoranti e grazie a noi SARANNO DISPONIBILE ANCHE A CASA TUA!
PERCHE’ UTILIZZARE I LED?
Chiaramente ora la domanda sorge spontanea, perche’ mai dovrei cambiare la mia luce con una luce LED, quali sono i vantaggi di tale operazione…

  • durata di funzionamento (i LED ad alta emissione arrivano a circa 50.000 ore);
  • assenza di costi di manutenzione;
  • elevato rendimento (se paragonato a lampade ad incandescenza e alogene);
  • luce pulita perché priva di componenti IR e UV;
  • assenza di sfarfallio;
  • facilità di realizzazione di ottiche efficienti in plastica;
  • flessibilità di installazione del punto luce;
  • possibilità di un forte effetto spot (sorgente quasi puntiforme);
  • funzionamento in sicurezza perché a bassissima tensione (normalmente tra i 3 e i 24 Vdc);
  • accensione a freddo (fino a -40 °C) senza problemi;
  • colori saturi;
  • insensibilità a umidità e vibrazioni;
  • assenza di mercurio;
  • durata non influenzata dal numero di accensioni/spegnimenti.
  • risparmio energetico di oltre il 70%
  • riduzione delle emissioni di calore
  • grandezza ridotta e alta robustezza ( assenza di vetro)
Questi sopra elencati sono solo alcuni dei motivi principali che rendono questo prodotto tanto amato..

Le strisce a led.


La striscia di norma viene venduta in una bobbina ( come quella mostrata qui accando) ed ha una lunghezza che varia da pochi centimetri fino a 5 metri. La flessibilita della lunghezza e dovuta dal fatto che la bobbina puo’ essere tagliata ed riagganciata semplicemente rendendola utile per lavori di precisione. Nella maggior parte dei casi, le bobine includono un adesivo nella parte sottostante della striscia, cosi da renderle ” pronte all’uso”, anche e sempre consigliato l’utilizzo di un proprio metodo di fissaggio per assicurare la durabilita’.





Ora la domanda sorge spontanea.. ma cos’e’ questa striscia e come funziona? bhe la risposta e’ molto semplice. Infatti e possibile creare tale striscie a casa propria, anche se per esperienza personale lo sconsiglio. La striscia LED non e altro che una fila di LED di quantita variabile ( strisce LED partono da 30 a 120 LED al metro), disposte su una striscia di rame. Chiaramente le striscie sul mercato sono un pochino piu’ complesse ed includono resistenze, connettori ed altre specifiche che le rendono piu’ efficienti e durature.

Le luci hanno funzionano a 12 o 24v vengono vendute a colori singoli, oppure in modello RGB ( quello che cambia colore a distanza come quelle di natale). Le luci 12 volt sono le piu’ utilizzate nel mercato per prezzo e utilita’. QUelle da 24 sono un pochetto piu’ costose e vengono utilizzate di norma nell’ambito del modellismo o in uso in camion con elettricita 24v.
Dove utlizzarle e perche’…

Ora che abbiam scoperto cos’e’ e come si presenta, non ci resta altro che scoprire per cosa possono essere utilizzate e quali sono le qualita’. Chiaramente e’ importante capire che questa guida e queste caratteristiche sono “standard” ma non rifletto ogni tipo di strisica led esistente sul mercato, quindi devono essere adattate al prodotto acquistato.
DOVE
Come e’ stato detto in precedenza, il grande successso di queste luci e dovuto alla loro flessibilita’ nel senso reale ( perche possono essere piegate e tagliate a piacimento) e nell’ambito dell’utliazzo. Infatti queste striscie possono essere trovate all’interno o all’esterno di automobili ( le striscie usate per illuminare il sotto della macchine o per dar un po di colore all’interno), vengono utilizzate da ormai il 90% di tutti i TIR che circolano in europa ( per colorare il proprio TIR e renderlo speciale), in armadi, in cassetti, per illuminare scale, per hobby come modellismo, in ristoranti e pub per dare quel tocco di diversita, etc….
Diciamo che la lista potrebbe continuare all’eternita’! infatti le luce vengono davvero usate da pertutto!!! l’unica cosa che vi posso dire e’… dare spazio alla propria creativita’.. installare le luci nell’armadio non prende tanto tempo, ma di sicuro fara’ felice vostra moglie..
PERCHE?
ecco una lista dei principali aspetti positivi della striscia.

  • lunga durabilita fino a 50.000 ore
  • alta flessibilita’
  • possibilita di essere tagliate ogni 3 LED
  • utilizzano corrente a basso voltaggio 12v quindi sicure.
  • resistenti all’acqua ( se modello ip60)
  • bassissimo wattaggio! 4.8w al metro! per una striscia da 60 LED a metro! le striscie LED vengono di norma chiamate 3528, 5050 ip60 ip20.
Le differenze delle strisce a led.


Questa guida e’ di vitale importanza se avete intenzione di acquistare le luci senza l’aiuto di un esperto! Infatti molte volte i prezzi di alcuni prodotti possono essere attraenti, ma possono nascondere qualche brutta sorpresa.
3528 vs 5050
La differenza principale e’ data dal tipo di chip utilizzati dalle strisce, infatti sul mercato ci sono due modelli ( perlomeno al momento in cui e stata scritta questo tutorial). Un viene chiamata 3528 ed e’ una striscia LED formata da chip SMD di potenza 0.08w. Queste sono le striscie piu’ economiche sia per quanto riguarda il prezzo di acquisto e sia per il prezzo di utilizzo ( basso voltaggio).
Se vogliamo fare un piccolo passo di qualita’, ecco che incontriamo il secondo ed ultimo tipo di LED chip esistente sul mercato, il 5050. Questo chip e’ l’insieme di 3 diversi LED SMD 3528 ( anche se non si nota ad occhio nudo). In test di laboratori questa striscia produce 3 volte piu’ luce dei normali 3528, ma consuma anche 3 volte tanto, infatti un LED consuma 0.24w. Questa striscie di norma costano circa il 40% in piu’ alle altre, quindi un buon investimento se state cercando una striscia che emetta tanta luce e costi ridotti ( rispetto alle normali luci incandescenti o a risparmio).
Monocolore o RGB
Le striscie monocolore emettono un solo colore, preimpostato e’ non possono essere modificate dall’utente finale. Le striscie RGB hanno la possibilita’, con le attrezzature adatte( telecomando ) di cambiare colore e piacere dell’utente e con la frequenza decisa dall’utente ( come le luci di natale ma piu’ avanzate). La maggior differenza non e’ solo nella luce emessa ma anche dal modo in cui le luci sono formate, infatti una striscia normale ha 2 fili ed e semplice da saldare, tagliare e modificare, mentre una striscia rgb ha 4 fili ed e un poco piu’ complicata e necessita di un’attrezzatura specializzata per il corretto utilizzo.
12v vs 24v
Questa differenza e’ forse meno presente nel mercato, ma molto importante data la sua funzionalita’. Le striscie da 12v sono quelle piu’ usate sul mercato, possono essere utilizzate con la maggior parte degli alimentatori sparsi nelle nostre case, con l’energia emessa dalla batteria della nostra macchina e da gli driver low cost esistenti sul mercato. Mentre quella da 24v molto molto piu’ costosa di quella da 12v ha un uso molto piu’ specifico. Infatti tale striscia viene usata nell’ambito in alcuni settori del modellismo ( alcuni treni vanno a 20-24v) e nell’utilizzo su TIR pesanti. E’ importantissimo essere a conoscenza del VATTAGGIO a disposizione prima di acquistare le striscie. Come detto poi, le strisce da 24v sono molto costose e quindi rendono l’investimento molto piu’ grande.
30 – 60 – 120
Un altra piccolo numeretto che troverete nel nome della striscia. Queste e’ forse la caratteristica piu’ semplice da comprendere, infatti non sono altro che i numeri di LED inclusi in 1 metro di striscia. Le striscie piu’ vendute sul mercato hanno 60 LED perche’ una via di mezzo tra prezzo e qualita/luminosita’. Come e possibile comprendere le striscie da 30LED per metro consumano rispettivamente 2.4w per metro nella versione 3528 e 7.2w nella versione 5050. Quelle 60LED consumano rispettivamente 4.8w e 14.4w, ed infine quelle da 120 LED per metro raggiungono un wattaggio massimo per le striscie 3528 di 9.6w per metro e 28.8w per metro per la versione 5050.
IP20 – IP65 – impermeabili e non..
Come se tutti i numeretti descritti fino ad ora non bastavano, ecco aggiunti un altro paio di numeri. Questa volta parliamo del livello di protezione all’acqua. Infatti il prefisso IP20 davanti ad una striscia indica che tale striscia non e’ impermeabile e’ non puo’ essete utilizzata all’esterno. In caso in cui noi volessimo utilizzare le nostre strisce all’aperto dovremmo optare per una striscia IP60 o IP65 che ha una protezione media all’acqua ( non puo’ essere immersa in acqua ma puo’ stare sotto la pioggia).
La differenza maggior di queste due striscie sta nell’aggiunta ( del caso waterproof/impermeabile) di una platina di gel su tutta la striscia, che rende i contatti piu’ protetti.

Striscie LED RGB.



Questo tutorial cerchera’ di chiarire i dubbi che tanti di voi hanno sulle striscie LED RGB. Nell’ultimo anno queste striscie hanno perso il sopravvento nel mercato dato la semplicita di uso e lo spettacolare effetto ottico prodotto.
Perche’ RGB?

La prima domanda da rispondere e’ cosa significa la parola RGB? Il nome proviene dai colori primari usati dalla striscia per formare i vari colori che possono esser prodotti dalla striscia. RGB e l’acronimo di Red, Green, Blue.
La differenza?

la differenza principale tra una striscia LED normale ed una RGB e che la prima emette un solo colore ed e composta da due cavi, mentre quella RGB puo’ creare una moltitudine di colori ed inclde 4 cavi. Uno per il positivo e 3 cavi per i 3 colori primari necessari per formare i vari colori. Il consumo e’ le varie specifiche sono le stesse di quelle 3528 o 5050 ( dipende da quale chip led e utilizzato sulla striscia)
Come funziona?

L’utilizzo di queste strisce e’ molto simile a quello delle striscie monocolore, ma ci sono alcune piccole differenze che conviene notare prima di acquistare questo prodotto. A differenza delle strisce monocolore, che come abbiam potuto leggere in un precedente tutorial, ha solamente bisogno di un alimentatore o driver per funzionare, mentre le strisce RGB hanno bisogno di una centralina ed un telecomando.
Centralina

A cosa servono questi due oggetti. Bhe, come abbiam detto sopra, queste strisce possono formare vari colori, e cio’ viene fatto modificando l’intensita’ dei 3 colori primari. La centralina ed il telecomando hanno proprio questo compito, nonche quello di adattare i vari colori per mostrare quello desiderato.
Telecomando

Ci sono vari tipi di telecomandi disponibili, ognuno con colori e quantita’ diverse.




Spero possa esservi utile.
A me ha permesso di passare mezz'oretta in maniera diversa, aspettando di andare a casa...
:asd:
 
Ultima modifica:

riccardik

The :lol:man
15,465
5,135
Hardware Utente
CPU
Intel i5 4690K
Dissipatore
NZXT Kraken X31
Scheda Madre
AsRock Z87E-ITX
Hard Disk
Crucial MX300 525 - Corsair Force 3 120 - WD40EFRX - W20EARX
RAM
HyperX Beast 16GB DDR3-2400MHz CL11
Scheda Video
Zotac GTX 970
Scheda Audio
Creative Sound Blaster X-Fi HD - Empire S-600 - Sony MDR-1R
Monitor
LG IPS234V-PN
Alimentatore
Corsair TX650M
Case
InWin 901
Periferiche
TT eSport Challenger - Roccat Kova[+]
Internet
ADSL+ 18.6/1.2 ma gigabit incoming
Sistema Operativo
Windows 10 Pro x64
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Entra

oppure Accedi utilizzando