DOMANDA Bollino Dgtvi Gold

Xmas83

Utente Attivo
92
2
CPU
Pentium IV 2,8 GHz
Scheda Madre
Asus P4S8X-X
HDD
80 + 320 GB
RAM
2 GB DDR
GPU
ATI Radeon 9200
Audio
Creative
Monitor
Samsun SyncMaster 2032BW
PSU
600 Watt
Case
Uno qualunque
OS
Windows XP Pro sp3
Ciao a tutti!

Dovrei acquistare una smart TV da 32 pollici che sia Full HD e sia predisposta per il DVB-T2/HEVC; il budget è di 300 euro.
Al momento mi sono imbattutto su una Samsung UE32K5500AKXZT che sembra coprire le mie esigenze.
L'unica cosa che mi sta frenando è che ho letto che ha bollino DGTVi Gold. Ho fatto ricerche in giro ma non ho capito la differenza col Platinum da un punto di vista pratico. Forse il Platinum ha anche il DVB-S2 (che sarebbe?)?

Già che ci sono: entro i 300 euro quella TV sarebbe un buon acquisto? O a quel prezzo posso trovare di meglio?
Non l'ho scritto all'inizio, ma è ovvio che cerco una TV con una qualità d'immagine buona.

Grazie!
 

Kelion

Quid est veritas? Est vir qui adest
Utente Èlite
27,670
8,865
CPU
5600X
Dissipatore
Arctic Liquid Freezer 240
Scheda Madre
ASUS ROG STRIX B550-F GAMING (WI-FI)
HDD
1 SSD 1TB M.2 NVMe Samsung 970 Evo plus 4 HDD P300 3TB ciascuno
RAM
2x8GB Crucial Ballistix 3600 MHz
GPU
RTX 3060 Ti
Monitor
AOC 24G2U 144 Hz
PSU
EVGA G2 750W
Case
NZXT H510
Periferiche
Varie
Net
FTTC 100/30
OS
Windows 10, Debian 10
In realtà entrambi si riferiscono a certificazioni del ricevitore della TV o del decoder che riguardano il solo digitale terrestre. La platinum certifica la conformità anche al nuovo standard DVB-T2 che sostituirà il DVB-T attuale la cui conformità è certificata dal bollino gold. La sigla DVB-S2 riguarda invece i ricevitori e decoder satellitari.
 

Kelion

Quid est veritas? Est vir qui adest
Utente Èlite
27,670
8,865
CPU
5600X
Dissipatore
Arctic Liquid Freezer 240
Scheda Madre
ASUS ROG STRIX B550-F GAMING (WI-FI)
HDD
1 SSD 1TB M.2 NVMe Samsung 970 Evo plus 4 HDD P300 3TB ciascuno
RAM
2x8GB Crucial Ballistix 3600 MHz
GPU
RTX 3060 Ti
Monitor
AOC 24G2U 144 Hz
PSU
EVGA G2 750W
Case
NZXT H510
Periferiche
Varie
Net
FTTC 100/30
OS
Windows 10, Debian 10
Naturalmente se un dispositivo è predisposto e quindi ha un ricevitore in grado di ricevere anche il segnale trasmesso in standard T2 anche se non è certificato per il nuovo standard potrà comunque riceverlo. Ricorda molto la situazione presente prima del primo switch off dall'analogico al digitale terrestre in cui la maggior parte degli apparati non erano certificati per la ricezione anche se funzionavano perfettamente. La certificazione costa quindi è naturale che gli apparecchi saranno sempre maggiormente certificati mano a mano che ci si avvicina alla data del secondo switch off che per adesso è fissato al 2020.
 

Xmas83

Utente Attivo
92
2
CPU
Pentium IV 2,8 GHz
Scheda Madre
Asus P4S8X-X
HDD
80 + 320 GB
RAM
2 GB DDR
GPU
ATI Radeon 9200
Audio
Creative
Monitor
Samsun SyncMaster 2032BW
PSU
600 Watt
Case
Uno qualunque
OS
Windows XP Pro sp3
Gazie della risposta!
Quindi, per ricapitolare, a me non deve interessare il tipo di certificato ma che la nuova TV abbia il DVB-T2/HEVC così da rispettare il nuovo (futuro) standard. Ho capito bene?
 

Ultra AleM

Utente Èlite
2,917
408
CPU
Intel Core i7
HDD
SSD MX200
RAM
16GB DDR4
GPU
GTX 1060
Monitor
Dell U2414H
OS
Windows & macOS
Gazie della risposta!
Quindi, per ricapitolare, a me non deve interessare il tipo di certificato ma che la nuova TV abbia il DVB-T2/HEVC così da rispettare il nuovo (futuro) standard. Ho capito bene?

Esattamente, ma non credere che il nuovo standard sia imminente. Passeranno quasi dieci anni e anche il miglior TV attuale sarà obsoleto :)
 

Xmas83

Utente Attivo
92
2
CPU
Pentium IV 2,8 GHz
Scheda Madre
Asus P4S8X-X
HDD
80 + 320 GB
RAM
2 GB DDR
GPU
ATI Radeon 9200
Audio
Creative
Monitor
Samsun SyncMaster 2032BW
PSU
600 Watt
Case
Uno qualunque
OS
Windows XP Pro sp3
Esattamente, ma non credere che il nuovo standard sia imminente. Passeranno quasi dieci anni e anche il miglior TV attuale sarà obsoleto :)

Ah, pensavo che già dal 2020 si sarebbe avuto lo switch off. Meglio così! ;)
Grazie!
 

Kelion

Quid est veritas? Est vir qui adest
Utente Èlite
27,670
8,865
CPU
5600X
Dissipatore
Arctic Liquid Freezer 240
Scheda Madre
ASUS ROG STRIX B550-F GAMING (WI-FI)
HDD
1 SSD 1TB M.2 NVMe Samsung 970 Evo plus 4 HDD P300 3TB ciascuno
RAM
2x8GB Crucial Ballistix 3600 MHz
GPU
RTX 3060 Ti
Monitor
AOC 24G2U 144 Hz
PSU
EVGA G2 750W
Case
NZXT H510
Periferiche
Varie
Net
FTTC 100/30
OS
Windows 10, Debian 10
Grazie della risposta!
Quindi, per ricapitolare, a me non deve interessare il tipo di certificato ma che la nuova TV abbia il DVB-T2/HEVC così da rispettare il nuovo (futuro) standard. Ho capito bene?
La situazione attuale è la seguente. La prima scadenza della legge che impone questo nuovo standard è scattata il 1° luglio 2016: a partire da questa data, infatti, i produttori non hanno potuto più distribuire televisori senza il nuovo digitale terrestre o senza i codec H265/HEVC. Dopo il 1° gennaio 2017, invece, sono i venditori a doversi adeguare: dopo questa scadenza i televisori fuori dai nuovi standard non possono più essere venduti. La transazione alla nuova tecnologia sarà graduale, quindi nell'immediato alcuni canali potrebbero non essere visibili. La prospettiva di uno "switch off" (quindi il suo spegnimento totale) dell'attuale sistema DVB-T si concretizzerà, probabilmente, tra il 2020 e il 2023. Entro questa data, i principali canali Rai e Mediaset continueranno comunque a venire trasmessi in DVB-T. Altri canali "secondari", invece, potrebbero non essere visibili già prima dello spegnimento definitivo della vecchia tecnologia. Queste però sono previsioni all'italiana e che comunque non riguarderanno te visto che il tuo apparecchio sarà in grado di ricevere sia la trasmissione in DVB-T2 che la codifica H265/HEVC anche senza la certificazione.
 
  • Like
Reactions: Xmas83

Xmas83

Utente Attivo
92
2
CPU
Pentium IV 2,8 GHz
Scheda Madre
Asus P4S8X-X
HDD
80 + 320 GB
RAM
2 GB DDR
GPU
ATI Radeon 9200
Audio
Creative
Monitor
Samsun SyncMaster 2032BW
PSU
600 Watt
Case
Uno qualunque
OS
Windows XP Pro sp3
La situazione attuale è la seguente. La prima scadenza della legge che impone questo nuovo standard è scattata il 1° luglio 2016: a partire da questa data, infatti, i produttori non hanno potuto più distribuire televisori senza il nuovo digitale terrestre o senza i codec H265/HEVC. Dopo il 1° gennaio 2017, invece, sono i venditori a doversi adeguare: dopo questa scadenza i televisori fuori dai nuovi standard non possono più essere venduti. La transazione alla nuova tecnologia sarà graduale, quindi nell'immediato alcuni canali potrebbero non essere visibili. La prospettiva di uno "switch off" (quindi il suo spegnimento totale) dell'attuale sistema DVB-T si concretizzerà, probabilmente, tra il 2020 e il 2023. Entro questa data, i principali canali Rai e Mediaset continueranno comunque a venire trasmessi in DVB-T. Altri canali "secondari", invece, potrebbero non essere visibili già prima dello spegnimento definitivo della vecchia tecnologia. Queste però sono previsioni all'italiana e che comunque non riguarderanno te visto che il tuo apparecchio sarà in grado di ricevere sia la trasmissione in DVB-T2 che la codifica H265/HEVC anche senza la certificazione.
Grazie ancora, sei stato chiarissimo!
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: E3 2021, chi ti è piaciuto di più?

  • Ubisoft

    Voti: 36 22.6%
  • Gearbox

    Voti: 3 1.9%
  • Xbox & Bethesda

    Voti: 101 63.5%
  • Square Enix

    Voti: 14 8.8%
  • Capcom

    Voti: 7 4.4%
  • Nintendo

    Voti: 21 13.2%
  • Altro (Specificare)

    Voti: 15 9.4%

Discussioni Simili