PROBLEMA Xps 15 Quasi Esploso: Surriscaldato In Borsa, In Sospesione E A Schermo Chiuso.

JasonBourne

Utente Attivo
117
2
Hardware Utente
CPU
Intel i7-920 @3.9GHz
Scheda Madre
Asus Rampage Extreme II
Hard Disk
2x500GB WD Caviar Black RAID0 + Samsung 840PRO 128GB
RAM
3x2GB DDR3 OCZ Platinum 1600MHz
Scheda Video
Sapphire HD 7950 3GB GDDR5
Scheda Audio
Creative Sound Blaster Z
Monitor
Samsung 2433BW SyncMaster
Alimentatore
Corsair HX 850W
Case
Antec NineHundred Two
Sistema Operativo
Win 7 Ultimate 64bit
Ciao a tutti,
oggi ho avuto un problema piuttosto serio con il mio Dell XPS 15.
Il laptop è stato acquistato a inizio maggio 2015 ed è stato usato con estrema cura e relativamente poco in quanto PC secondario.
Quello che è successo è molto semplice: il PC è stato messo in sospensione a mano con Windows, lo schermo è stato chiuso e poi il laptop è stato inserito in una custodia. A sua volta la custodia è stata inserita in uno zaino.

Dopo circa 50 minuti dalla sospensione ho sentito che lo zaino era estremamente caldo, incuriosito ho aperto lo zaino e ho sentito un leggero odore di bruciato.
Ho allora aperto la custodia del computer e ho constatato che il laptop era talmente caldo da non riuscire a tenerlo in mano, pur essendo spento.
Premendo il tasto di accensione non succedeva niente: il laptop rimaneva spento.
Ho allora misurato con un termometro a infrarossi la temperatura esterna sulla tastiera e questa era superiore a 50°C dopo circa 3 minuti che il PC era stato tolto dalla custodia.

Il computer si è riscaldato così tanto che il grasso delle mani presente sulla tastiera si è liquefatto.
Dopo aver messo il laptop all'aperto per farlo raffreddare ho provato nuovamente ad accenderlo e questa volta si è acceso ed è comparsa una schermata nera che mi comunicava che il livello della batteria era criticamente basso (il laptop era stato messo nella custodia con una carica maggiore al 70%).

Considerata la gravità del problema e considerato anche il rischio di esplosione delle batterie al litio quando si trovano in condizioni estreme come in questo caso (basta pensare alla vicenda dei Note 7), ho subito chiamato l'assistenza Dell.

Dopo circa 15 minuti di attesa al telefono sono riuscito a parlare con un'operatrice straniera che faticava a capire l'italiano e faticava anche a parlarlo. Non mi è stata di nessun'aiuto e mi ha passato un collega che mi ha detto che i sistemi di assistenza non funzionavano e dovevo richiamare due ore dopo.

Dopo due ore ho richiamato e mi ha risposto un altro operatore straniero che parlava bene l'italiano ma faticava a capirlo. L'unica cosa che mi ha detto l'operatore era che il PC essendo aziendale ha solo un anno di garanzia anziché due, quindi essendo 6 mesi fuori non possono aiutarmi in alcun modo.
Ha poi aggiunto che nel caso volessi farlo sistemare dovrei pagare un minimo di 150€ di mano d'opera (anche solo per verificare la presenza di problemi), più spedizioni e eventuali pezzi.

Morale: ho un laptop da 1950€ con meno di due anni che oggi quasi mi esplodeva nello zaino. Chiamo l'assistenza e un personale impreparato e che capisce a mala pena la mia lingua mi dice che non possono fare niente per aiutarmi.
Sono molto deluso da questo prodotto Dell e sono molto deluso dal personale che si è "preso cura" di me fino ad ora, pur trattandosi di un problema molto serio.

Scrivo qui per sperando di trovare qualcuno di più professionale disposto ad aiutarmi e a prendere un sul serio un problema pericoloso anche per la sicurezza degli utenti.
E la sicurezza degli utenti non ha garanzia.

Allego delle foto di quanto detto sopra:


 

Entra

oppure Accedi utilizzando