DOMANDA VPN e NAS: uno scrupolo eccessivo?

ivanisevic82

Nuovo Utente
30
3
Ciao a tutti, apro questo topic con una certa frustrazione, mi farebbe molto piacere leggere i vostri pareri.

Sono un utente "medio", non un tecnico informatico, ma nemmeno un totale inesperto.

Alcune settimane fa ho avvertito di acquistare un NAS, per fare poche semplici cose: archiviare file multimediali (foto e video principalmente) e vedere saltuariamente qualche film.
Il tutto con la possibilità di accedere sia dentro la mia LAN, sia fuori casa.
Ho acquistato un Synology DS220J, che funziona molto bene.

I "guai" sono arrivati quando, volendo connettermi al NAS da fuori la rete, mi è stato detto che sarebbero stato un gravissimo errore configurare l'apertura di di determinate porte del mio router allo scopo di consentirmi l'accesso e che avrei dovuto usare una VPN.

Non vi dico quanto abbia dovuto pensare per riuscirci.
Allora ieri, dopo una intera giornata di studio e tentativi, sono riuscito a collegarmi alla VPN.

In pratica quello che sbagliavo è che nella configurazione inserivo l'IP del NAS (o del router, avevo provato entrambi), mentre in realtà dovevo inserire il mio IP Pubblico (cosa che in nessuna guida veniva spiegato correttamente, forse non l'avrò capito a causa di altre mie lacune tecniche).

Ad ogni modo, posso dire di essere abbastanza sconsolato.
Non capisco se in giro per i forum c'è gente che è ormai tanto "psicologicamente coinvolta" da certi meccanismi, da esasperare (in buona fede, per carità) la propria percezione dei rischi e suggerire pratiche complesse e probabilmente sproporzionate rispetto ai risultati che si desidera ottenere.

D'accordo, ora che sono in VPN la navigazione è più sicura...ma davvero ne vale la pena?

Elenco di seguito il "prezzo" da pagare:

1) Avere una connessione più lenta.
Ho notato che in VPN la velocità scende di circa il 10%.

2) In NAS non va mai in ibernazione.
Il Pacchetto VPN Server viene indicato da Synology come uno di quelli che non fanno andare il NAS in ibernazione.

3) In generale: avere sempre una complicazione e un passaggio in più da fare.
Costantemente.
Dentro casa non mi serve stare in VPN, ma se esco devo ricordarmi di attivarla, altrimenti non accedo al mio NAS.
Se riavvio l'iPhone, la VPN di default non è attiva.
E' come avere un servizio in più che ti tiene sempre su "chi va là"..."avrò la VPN attiva??"

Perdo completamente quella fluidità e semplicità d'uso che cercavo.

Tirando le somme: ma serve davvero??

Per l'uso banalissimo che devo fare del mio NAS, occorre davvero che io mi faccia tutte queste complicazioni?

Non si tratta di pigrizia mentale: ho studiato, mi sono impegnato, sono riuscito a configurarla ed attivarla.

Ma mi "appensantisce" davvero, mentalmente.

Non potrei semplicemente accedere al mio NAS da remoto aprendo certe porte del router, come mi sembra facciano in tanti, continuando a dormire tranquilli?

Se tutto ciò vorrà dire aumentare dell'1% i rischi relativi alla sicurezza, ma nel 99% la fluidità e semplicità d'uso, mi assumerei volentieri quei rischi.

Vi ringrazio sin d'ora per il confronto.
 

Nick1997

Utente Attivo
959
112
Si puoi aprire semplicemente le porte del tuo router e metterci magari installarci un servizio ddns se non è già presente all'interno del tuo modem.
 

Nick1997

Utente Attivo
959
112
La maggior parte degli indirizzi ip pubblici sono dinamici quindi cambiano ogni volta che si effettua una connessione a internet. Quindi ci sono questi servizi ddns online che per pochi euro all'anno o anche gratuiti traducono il tuo indirizzo ip mediante una stringa. Per esempio ogni volta che scrivi ivanisevic82.net viene tradotto con il tuo indirizzo pubblico che ha in quel momento il modem.
 

ivanisevic82

Nuovo Utente
30
3
Ok, ho capito, grazie!
1) Il Synology ha un servizio DDNS gratuito.
2) Credo non mi serva dal momento che il mio IP è statico.
 

Nick1997

Utente Attivo
959
112
Così non ti serve questo servizio. L'unica cosa è di aprire nel porte del tuo modem e indirizzarlo all'ip privato del nas.
 

r3dl4nce

Utente Èlite
6,216
2,717
1) Avere una connessione più lenta.
Ho notato che in VPN la velocità scende di circa il 10%.
Se hai impostato openvpn sul synology, la perdita di velocità è ininfluente, quindi non capisco come fai a notare questa perdita di velocità


3) In generale: avere sempre una complicazione e un passaggio in più da fare.
Costantemente.
Apri pure le porte, poi ti entrano nel nas e ti cancellano tutto, te lo preferisci a fare un click su openvpn?


Perdo completamente quella fluidità e semplicità d'uso che cercavo.
Se non hai dati importanti, non ti frega nulla che te li rubino o cancellino, togli pure la vpn.
Lo puoi sapere solo te sei sono dati importanti e vuoi stare al sicuro.



Tra l'altro con synology puoi usare quick connect e non devi neppure aprire porte sul router.

 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot del momento