DOMANDA Vorrei studiare la fattibilità dei viaggi nel tempo, da dove posso iniziare?

Fea

Utente Attivo
304
267
Hardware Utente
Dirò una cavolata enorme, ma secondo me la scienza fino ad oggi ha sempre sbagliato l'approccio ai viaggi nel tempo, di proposito o inconsapevolmente, considerando come vincolo ineludibile per "viaggiare nel tempo" la velocità della luce, impossibile da raggiungere e nemmeno lontanamente avvicinabile per un corpo dotato di massa, giungendo quindi alla conclusione che i viaggi nel tempo per l'uomo sono impossibili, STOP.

E se non fosse questa la chiave? E se si dovesse spostare l'attenzione sui campi magnetici? La cui manipolazione con cariche elettriche fosse in grado di generare dei veri e propri strappi nel tessuto spazio-temporale? Sarebbe ipotizzabile?
Puoi ipotizzare quello che ti pare, anche di essere Gandalf. Mica e' vietato fare ipotesi strane.
Il punto e' che da quelle ipotesi poi dovrebbe scaturire se non una nuova teoria (come fu per la relativita'), quantomeno un qualche esperimento che dimostri la validita' delle intuizioni.
Non e' vietato, ma che io sappia al momento non c'e' granche' in vista.
 

gronag

Utente Èlite
17,691
5,813
Hardware Utente
Quando, nel mio thread dedicato alle "nanotecnologie", parlerò del "mantello dell'invisibilità" realizzato da Pendry e Smith nel 2006, accennerò
anche ai "metamateriali" :asd:
http://nanotec.cnr.it/it/research-activities/photonics-optoelectronics/metamaterials/
Da alcuni esperimenti, realizzati da Smolyaninov dell'Università di Maryland qualche anno fa sui metamateriali, è emerso che non è possibile viaggiare nel tempo, perlomeno "all'indietro", cioè nel passato :D
http://www.nextme.it/scienza/universo/1931-metamateriali-viaggio-tempo
A questa notizia aggiungerei un po' di sana provocazione "gratuita", parlando del cosiddetto "problema della precisione spaziale" :D
Viaggiando ipoteticamente nel tempo, com'è possibile che la macchina del tempo mi porti nella stessa identica posizione da cui sono partito se la Terra, il Sole, la galassia e l'intero Universo continuano a muoversi ?
Non è solo una questione di tempo ma anche di spazio, la posizione non è fissa in un Universo dinamico, si tratta di due aspetti indipendenti (viaggi nel tempo e viaggi nello spazio) ;)
Il problema della gestione delle "coordinate spaziali" (impostate prima della partenza) rischia di diventare (ma anche senza "rischia") un fenomeno "caotico" di impossibile soluzione :D
A presto ;)
 

gronag

Utente Èlite
17,691
5,813
Hardware Utente
Dirò una cavolata enorme, ma secondo me la scienza fino ad oggi ha sempre sbagliato l'approccio ai viaggi nel tempo, di proposito o inconsapevolmente, considerando come vincolo ineludibile per "viaggiare nel tempo" la velocità della luce, impossibile da raggiungere e nemmeno lontanamente avvicinabile per un corpo dotato di massa, giungendo quindi alla conclusione che i viaggi nel tempo per l'uomo sono impossibili, STOP.

E se non fosse questa la chiave? E se si dovesse spostare l'attenzione sui campi magnetici? La cui manipolazione con cariche elettriche fosse in grado di generare dei veri e propri strappi nel tessuto spazio-temporale? Sarebbe ipotizzabile?
I campi magnetici sono utilizzati nella costruzione dei motori elettrici, nella risonanza magnetica in campo medico, nei reattori a fusione nucleare e persino negli acceleratori di particelle, ad esempio nei ciclotroni, allo scopo di curvare la traiettoria delle particelle accelerate :asd:
Fu proprio Ernest Lawrence (premio Nobel per la Fisica nel 1939), professore a Berkeley, a suggerire l'idea di abbinare al campo elettrico, in grado di accelerare i protoni, un campo magnetico con effetto "curvante", in modo tale da rendere più compatto l'acceleratore "lineare" ;)
Nacquero i ciclotroni :D
https://it.wikipedia.org/wiki/Ernest_Orlando_Lawrence

P.S. In uno dei miei prossimi articoli illustrerò come vengono costruiti e come funzionano gli acceleratori di particelle :asd:
 

gronag

Utente Èlite
17,691
5,813
Hardware Utente
Non è vero che non si può superare la velocità c della luce, lo sappiamo dallo studio di "Fisichetta II" e lo sappiamo anche dallo studio delle Telecomunicazioni (in particolare dalla "Cibernetica") sulla propagazione delle onde meccaniche ed elettromagnetiche, la velocità di fase può essere maggiore di c, la velocità di gruppo no ma occorrono delle spiegazioni :asd:
La velocità di fase è la velocità di un punto posto, ad esempio, sulla cresta o sul ventre di un'onda :sisi:
Durante la propagazione dell'onda nel tempo e nello spazio tale punto si muove, la velocità dell'onda è data dal rapporto tra la pulsazione omega e il numero d'onda (il reciproco della lunghezza d'onda): v=omega/k=lambda*f (questa è la cosiddetta "velocità di fase") :sisi:
https://it.wikipedia.org/wiki/Velocità_di_fase :asd:
Ora, la velocità di fase può essere maggiore di c senza alcuna violazione della RR perché non coincide con la velocità di gruppo, cioè con la propagazione dell'informazione (in Cibernetica tale informazione è racchiusa nell'onda "modulante"), in quanto si tratta di un moto "apparente", non c'è alcun trasporto di materia né di energia e quindi non ci sono problemi con la relatività speciale :asd:
Per ora mi fermo qui perché nel caso di interferenza tra onde a diversa frequenza è possibile ottenere, nel caso di interferenza "costruttiva", un "pacchetto d'onde" e qui "sfociamo" nella MQ :D
Ne parlerò in un altro topic quando vedremo la propagazione delle onde nelle fibre ottiche e il laser :sisi:
Ciao ;)
 

gronag

Utente Èlite
17,691
5,813
Hardware Utente
Molto affascinante.



Non è quello che intendevo dire o forse mi sono espresso male, nel senso che almeno da quello che ho potuto capire secondo la relatività passato presente e futuro sono come dire "contemporanei" e lo scorrere del tempo sarebbe come una nostra "illusione",

Quindi io intendevo interpretare come il passato come un luogo nello spazio ben definito che però noi non potremmo mai raggiunere.

Comunque mettendo come argomento ilo viaggio nel tempo e per un eventuale tesi che dovrebbe dimostarre la fattibilità di un eventuale viaggio si potrebbe prendere come spunto anche la freccia del tempo ovvero è vero che la freccia dle tempo scorre in un unica direzione, ma al livello fisico non c'è nulla che impedisce la fattibilità che scorra della direzione opposta, poi c'è sempre il fatto dell'entropia

Riguardo alle particelle invece sarebbe anche interessante provare a interpretare alcuni aspetti dell'esperimento della doppia fenditura, o al paradosso del gatto di shrodinger
L'esperimento della doppia fenditura (di cui ho parlato nei miei articoli sulla MQ), che evidenzia il fenomeno dell'interferenza della luce, è una conseguenza diretta della teoria ondulatoria della luce (e convalida il principio di Huygens), non è spiegabile in base al modello corpuscolare :sisi:
Della sovrapposizione degli stati quantistici (e dell'esperimento mentale del gatto di Schrodinger) ho parlato qui:
https://forum.tomshw.it/threads/il-principio-di-sovrapposizione-degli-stati-quantistici.250854/post-2530828 :asd:

P.S. Anche utilizzando fotoni "entangled" (intrecciati) non è possibile inviare un'informazione istantaneamente :sisi:
L'unica spiegazione possibile al fenomeno della figura d'interferenza nell'esperimento della doppia fenditura sta nel principio di indeterminazione di Heisenberg, non è neanche lontanamente immaginabile un modo per "raggirare" questo principio: non potremo mai sapere da quale fenditura è passata la particella senza "disturbare" il sistema, distruggendo in tal modo la figura d'interferenza stessa :D
 
  • Mi piace
Reactions: Andretti60

Entra

oppure Accedi utilizzando