PROBLEMA Velocità SSD lento

AlessandroNemesi

Utente Attivo
157
14
CPU
Intel Core i5 9300H
Hard Disk
M.2 2280 WD Blue 512 GB / SSD WD Blue 500 GB
RAM
8GB DDR4 2666 Kingston / 16 GB DDR4 2666 HyperX
Scheda Video
Nvidia GeForce 1650 4 GB GDDR5
Sistema Operativo
Windows 10 Pro
Buonasera,

ho un notebook HP Pavilion Gaming 15-dk0061nl con i5 9300K, 24 GB di RAM e un SSD WD SN520 M2 2280 NMVe come primario. Oggi mi è arrivato l'SSD SATA da mettere nel secondo slot come secondario, è un WD Blue da 500 GB. Il produttore dice che la velocità è di 560 in lettura e 530 in scrittura, il problema è che a me arriva a 510 in lettura e 457 in scrittura. Come mai fa cosi? Probabile che sia colpa della crittografia con Bitlocker?

Ho fatto due prove a distanza di qualche ore, stesso risultato:

Primo test
1.png


Secondo test
2.png
 
Ultima modifica:

Ottoore

Utente Èlite
18,885
9,006
CPU
I7 2700K @4.7
Dissipatore
Noctua NH-D14
Scheda Madre
GA-Z77X-UD5H
Hard Disk
Samsung 840 Pro 256 Gb+ Raid 0 WD RE4 500gb
RAM
Crucial Ballistix Tactical 2133 @9-9-9-27
Scheda Video
Gtx 1060
Scheda Audio
Asus Essence ST+ Beyerdynamic 990pro
Alimentatore
Evga g2 750w
Case
Cooler Master Haf XM
Periferiche
Varmilo Va87m + Razer DA
Internet
Vdsl 200 Mbps
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit
Immagino sia un limite del controller sata del tuo laptop: dovresti metterlo momentaneamente su un desktop per verificarlo.
 

AlessandroNemesi

Utente Attivo
157
14
CPU
Intel Core i5 9300H
Hard Disk
M.2 2280 WD Blue 512 GB / SSD WD Blue 500 GB
RAM
8GB DDR4 2666 Kingston / 16 GB DDR4 2666 HyperX
Scheda Video
Nvidia GeForce 1650 4 GB GDDR5
Sistema Operativo
Windows 10 Pro
Immagino sia un limite del controller sata del tuo laptop: dovresti metterlo momentaneamente su un desktop per verificarlo.
Mi sono dimentica di dire che l'SSD è stato crittografato con Bitlocker prime di eseguire i test: ci sta che sia colpa della crittografia?
 

Ottoore

Utente Èlite
18,885
9,006
CPU
I7 2700K @4.7
Dissipatore
Noctua NH-D14
Scheda Madre
GA-Z77X-UD5H
Hard Disk
Samsung 840 Pro 256 Gb+ Raid 0 WD RE4 500gb
RAM
Crucial Ballistix Tactical 2133 @9-9-9-27
Scheda Video
Gtx 1060
Scheda Audio
Asus Essence ST+ Beyerdynamic 990pro
Alimentatore
Evga g2 750w
Case
Cooler Master Haf XM
Periferiche
Varmilo Va87m + Razer DA
Internet
Vdsl 200 Mbps
Sistema Operativo
Windows 7 64 bit

Liupen

SSD MAN
Utente Èlite
9,799
4,285
1600438723923.png


Dovresti anche impostare il software come hanno fatto loro per riportare quei dati ovvero aumentando il Q a 32. Scoprirai che il software non lo permette (massimo 8 ma già sale nei valori sequenziali)
 

AlessandroNemesi

Utente Attivo
157
14
CPU
Intel Core i5 9300H
Hard Disk
M.2 2280 WD Blue 512 GB / SSD WD Blue 500 GB
RAM
8GB DDR4 2666 Kingston / 16 GB DDR4 2666 HyperX
Scheda Video
Nvidia GeForce 1650 4 GB GDDR5
Sistema Operativo
Windows 10 Pro
Visualizza allegato 386111

Dovresti anche impostare il software come hanno fatto loro per riportare quei dati ovvero aumentando il Q a 32. Scoprirai che il software non lo permette (massimo 8 ma già sale nei valori sequenziali)
Scusami, dove trovo questa impostazione? devo modificare quel numero 5?
 

Liupen

SSD MAN
Utente Èlite
9,799
4,285
Impostazioni -> Codice e Thread -> sequenziale (1)

alzi il parametro Code (QD queue depth, cioè la profondità della coda) al massimo che ti viene consentito dalla versione che utilizzi.

In sintesi crea un numero > 1 di operazioni di accesso in sospeso.
Ciò influisce sul risultato del benchmark di archiviazione.
Quando valutiamo le unità disco basate su SATA, utilizziamo la modalità AHCI per abilitare il supporto Native Command Queuing, che consente all'unità di ottimizzare l'ordine in cui vengono indirizzati i comandi in sospeso. Ovviamente, quando si tratta di spinning media, c'è un limite al vantaggio di una funzione del genere. Di conseguenza, la maggior parte dei dischi rigidi (soprattutto sui desktop) viene testata a profondità di coda inferiori.
Gli SSD sono diversi, però. Sono costruiti utilizzando più canali flash NAND collegati a un controller e l'ottimizzazione dell'utilizzo di ciascun canale richiede profondità di coda elevate. Altrimenti, le prestazioni non sono così impressionanti come spesso vengono presentate dai produttori di SSD.
Produttori e siti di recensioni hanno preso la cattiva abitudine di mascherare un po i Crystaldiskmark, motivo per cui vedi le unità a stato solido confrontate con profondità di coda di 32 (nonostante il fatto che il software non lo permette).
 
Ultima modifica:

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot del momento