DOMANDA Vale la pena provare a cercare lavoro dopo il diploma?

Thiccboi 554

Nuovo Utente
10
6
CPU
AMD Ryzen 7 4800H
Scheda Madre
HP Pavilion Gaming 15
HDD
512 GB SSD
RAM
8G DDR4
GPU
GTX 1650 4 GB GDDR6
OS
Windows 10
Mi trovo in una situazione abbastanza complicata, mi sono appena diplomato nella scuola peggiore che ci possa essere, indirizzo: Liceo Linguistico comunque.

I miei mi hanno detto che non sono disposti a pagarmi più nulla e pensano che io ormai, arrivati ad una certa età, dovrei cercare un lavoro, solo che non capiscono che uno come me ha praticamente 0 possibilità di trovare lavoro, considerando anche che ho fatto un liceo, magari potessi lavorare, piuttosto di non fare nulla...

Anche di lavorare 12 ore al giorno per 400€ al mese... Magari proprio...

Sono parecchio disperato perché i miei non capiscono il disagio di noi giovani di oggi e non capiscono che, per noi anche ottenere uno dei lavori più merdosi è un'utopia.

Non so nemmeno se vale la pena provare a cercare un lavoro così a caso, ma con un diploma di Liceo Linguistico, manco per pulire i cessi mi vorrebbero.

Però da un'altra parte per motivi personali, non posso nemmeno fare l'università, ed è risaputo che dopo il liceo sei praticamente obbligato.

È una situazione complicata, voi come la affrontereste? Io ormai non so più che pesci prendere con la mia vita...

(Scusate per il rant/sfogo ma, ho bisogno di opinioni)
 

Andretti60

Utente Èlite
5,223
3,805
Ti rendi conto che apri solo discussioni e poi non scrivi altro? Su 8 tuoi messaggi 7 sono discussioni aperte.
Questo non invoglia gli utenti a creare un dibattito.
Quoto, senza contare che parte dei suoi messaggi sono dedicati ai videogiochi. Nulla di male nei videogiochi, gioco anche io, ma occorre mettere priorità nella propria vita.

Ascolta, un mio amico dopo il diploma cercò subito lavoro, il primo possibile, senza curarsi di amarlo o meno, si iscrisse ai corsi serali dell’Università, ora è ingegnere e dirigente, con due appartamenti e due figli entrambi laureati.
Stare a piangere non serve a nulla.
Rimbrocca le maniche e muovi il sedere dalla sedia, spegni il computer e datti da fare.
 

gronag

Utente Èlite
21,447
7,313
L'istruzione serve, o meglio dovrebbe servire, soprattutto a consentire un approccio critico, oltre che creativo, alla risoluzione di problemi anche complessi della vita reale.
Lo studio della filosofia e della psicologia, della storia, dell'economia e delle scienze (in particolare della matematica e della fisica) presiede alla formazione di una "visione" razionale della realtà.
Mi rendo conto, però, che tali "istanze" vengono spesso disattese, soprattutto da parte della classe docente.
Detto ciò, nell'istituto frequentato da @Thiccboi 554 è presente un servizio di orientamento professionale, una sorta di "tutoraggio" dedicato alla consulenza professionale post-diploma ?
Se Thiccboi 554 è specializzato in qualche lingua particolare, come l'arabo o il cinese (anche il russo va bene), le possibilità ci sono, suggerirei di tenere presente il settore commerciale (internazionale) e del marketing (anche il turismo).
Vedrei bene le strutture ricettive (hotel, ristoranti, ecc.), le agenzie di viaggi, le agenzie di web marketing (SEO) e di e-commerce, le società di import/export (anche straniere), le società editoriali (potresti fare il traduttore "freelance" online, dai un'occhiata agli annunci, ce ne sono parecchi), perfino gli studi dei commercialisti a volte hanno bisogno di traduttori 😉
E' ovvio, poi, che se riuscissi ad accedere ad un corso "specializzante" (ad es. mediatore culturale o guida turistica, assistente di volo, steward a terra, bibliotecario, esperto di nuovi media e di risorse umane, ecc.) aumenteresti a dismisura il tuo livello di qualifica agli occhi di un potenziale "datore di lavoro".
Infine non trascurare mai le tue conoscenze informatiche, anzi potenziale sempre.
A presto 😉

 

gronag

Utente Èlite
21,447
7,313
L'istruzione serve, o meglio dovrebbe servire, soprattutto a consentire un approccio critico, oltre che creativo, alla risoluzione di problemi anche complessi della vita reale.
Lo studio della filosofia e della psicologia, della storia, dell'economia e delle scienze (in particolare della matematica e della fisica) presiede alla formazione di una "visione" razionale della realtà.
Mi rendo conto, però, che tali "istanze" vengono spesso disattese, soprattutto da parte della classe docente.
Detto ciò, nell'istituto frequentato da @Thiccboi 554 è presente un servizio di orientamento professionale, una sorta di "tutoraggio" dedicato alla consulenza professionale post-diploma ?
Se Thiccboi 554 è specializzato in qualche lingua particolare, come l'arabo o il cinese (anche il russo va bene), le possibilità ci sono, suggerirei di tenere presente il settore commerciale (internazionale) e del marketing (anche il turismo).
Vedrei bene le strutture ricettive (hotel, ristoranti, ecc.), le agenzie di viaggi, le agenzie di web marketing (SEO) e di e-commerce, le società di import/export (anche straniere), le società editoriali (potresti fare il traduttore "freelance" online, dai un'occhiata agli annunci, ce ne sono parecchi), perfino gli studi dei commercialisti a volte hanno bisogno di traduttori 😉
E' ovvio, poi, che se riuscissi ad accedere ad un corso "specializzante" (ad es. mediatore culturale o guida turistica, assistente di volo, steward a terra, bibliotecario, esperto di nuovi media e di risorse umane, ecc.) aumenteresti a dismisura il tuo livello di qualifica agli occhi di un potenziale "datore di lavoro".
Infine non trascurare mai le tue conoscenze informatiche, anzi potenziale sempre.
A presto 😉

Grazie dei consigli e buona permanenza sul Forum ☺️
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili