RISOLTO True Image ripara qualsiasi cosa

meccalo

Utente Attivo
349
21
Salve, scrivo affinché chi si trova nei guai con Windows che si rifiuta di avviarsi, sappia che se ha scritto immagini con Acronis True Image ha quasi il 100% di probabilità di riavere il pc in condizioni di funzionamento come prima del disastro. Ovviamente, se il SO è su C e i dati su D, E, F... è molto meglio.

Scrivere una immagine e ripristinarla è un gioco da ragazzi ma il mio problema è stato parecchio diverso e voglio raccontarlo perché ne vale la pena.

Ho un pc vecchiotto che inizialmente era una scheggia con XP. Poi dopo 10 anni ci ho installato Windows 10 in dual boot e infine un mese fa (in triple boot) Windows 11. Avevo però lasciato Win 10 non fidandomi a cancellare subito il SO vecchio per il nuovo. Invece Win 11 mi ha soddisfatto pienamente, il pc lo regge bene e quindi ecco la decisione del secolo: eliminare la partizione dove sta Win 10 (130 giga) e lasciare XP (10 giga) e Win 11 (100) giga con recupero quindi di ben 130 giga per altri dati. Lo spazio non è mai troppo.

Premetto che scrivo continuamente immagini con Acronis True Image per tenermi al riparo da disastri che, per uno smanettone come me, sono sempre dietro l'angolo e mi capitano con una discreta frequenza.

Il problema era il multiboot, cosa comoda ma che mi è sempre stata un po' antipatica, sono diffidente. A rigor di logica bastava cancellare la partizione di Win 10, estendere la partizione di Win 11 per guadagnare lo spazio non più partizionato e dire a Easy BCD che le voci erano 2 e non più 3 indicandogli ovviamente le cose da sapere (lettere di unità). Il tutto da XP che è la partizione attiva.

A tavolino funziona sempre tutto, la realtà poi si rivela spesso diversa. Faccio tutto nel modo più ortodosso possibile e al primo avvio dopo le modifiche ecco che il boot manager non è più quello blu di 10/11 ma quello nero di Seven malgrado abbia ordinato a EasyBCD di usare il bootloader Metro. Vabbè, basta che funzioni. Due voci, XP e 11. Scelgo XP che parte correttamente ma deve fare il controllo di coerenza dei dischi (me lo aspettavo) e a metà si blocca e non va più avanti. Riavvio, stessa cosa. Allora da prompt (disco di installazione di 11) faccio un chkdsk/f che corregge un sacco di roba e riavvio. Stavolta XP trova coerenti i dischi (meno male) e tutto fila liscio, l'avvio si completa e tutto funziona bene.

Ora provo ad avviare 11. Boot manager, scelgo 11, appare la finestra blu di 11, poi tutto nero. Fine. Non succede più niente. Resto un po' contrariato anche se mi aspettavo qualche sorpresina, quindi di nuovo prompt, chkdsk/f, correzioni e riavvio. Uguale, Finestra blu, pallini che girano un paio di secondi, poi tutto nero. Capisco che è successo qualcosa nel MBR e ricarico (da True Image) solo traccia 0 e MBR. Nessun risultato. Allora tento la "risoluzione problemi" dal CD di installazione di 11 ma mi risponde picche, il problema non è risolvibile e bisogna fare "una nuova installazione". Fossi matto! Non mi arrendo manco a morire e carico EASY RE dal boot cd che avevo da poco scritto. Mezz'ora per arrivare alla schermata principale, clicca qui, clicca là, "scegli il sistema da ripristinare"... Risposta: "This OS is too new..." insomma picche pure qui, 11 è troppo nuovo per poter essere gestito da Easy RE.

A questo punto decido di agire brutalmente. Prendo l'ultima immagine di 11 che avevo scritto 2 giorni prima (a ogni minimo cambiamento scrivo una nuova immagine lasciando solo la precedente) e la sbatto direttamente al posto del Win 11 che non si avvia. Giusto per non poter dire di non aver tentato.

Miracolo. Finestra blu, pallini, "Attendi"... ed ecco la schermata di blocco del mio Windows 11 che attende il PIN. Nessun controllo di coerenza, niente di niente, tutto è come lo avevo lasciato e funziona tutto.

Quindi il problema non stava nel MBR ma nei files di avvio di 11 a cui faceva riferimento il MBR. Si era corrotta l'installazione di 11 ma l'immagine salvata conteneva tutto, compresi i files di avvio che non erano ancora corrotti e quindi, incredibilmente, nessun software riparatore era riuscito a risolvere il problema perché non stava dove normalmente si va a cercare ma da tutt'altra parte.

Ergo, una semplice immagine del SO mi ha ridato gioia e felicità. Già mi vedevo rifare l'installazione con tutti i driver, i programmi... Niente di che ma una volta queste cose mi piacevano, ora mi viene il torcibudella solo a pensarci.

Morale della favola: scrivete sempre immagini aggiornate e funzionanti, possono risolvere problemi allucinanti.
 
Ultima modifica:

BAT

Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
12,013
5,359
CPU
Neurone solitario
Dissipatore
Ventaglio azionato a mano
Scheda Madre
Casalinga
RAM
Molto molto volatile
GPU
Binoculare integrata nel cranio
PSU
Pastasciutta, pollo e patatine al forno
Net
Segnali di fumo e/o tamburi
OS
Windows 10000 BUG
c'è una sola pecca nel tuo ragionamento
sono ovviamente favorevole alle immagini di sistema ma se si procede come fai tu il disastro rimane dietro l'angolo
NON devi mantenere solo l'ultima immagine funzionante, ma almeno anche la penultima
perché un'immagine di sistema è un file come tutti gli altri e come tale può corrompersi per qualsiasi motivo (perfino una deframmentazione potrebbe danneggiarlo!)
se mantieni si ultima che penultima sei molto più al sicuro (anche se mai al 100%)
 
  • Mi piace
Reazioni: yardrat e meccalo

meccalo

Utente Attivo
349
21
Ah-haaaa non mi prendi alla sprovvista! Ho sempre l'ultima e la penultima immagine (verificate, "consolidate") e la prima in assoluto, quella col SO appena installato e con tutto da personalizzare. Prima tenevo solo l'ultima, adesso no.

Ho imparato a mie spese che una volta scritta l'immagine, va verificata!!! Anche se dice "backup executed successfully!" è bene non fidarsi.

Naturalmente i rischi sono di tutti i tipi: se per cause imprecisate si danneggia un settore dell'hdd dove c'è l'immagine verificata, non c'è più niente da fare

😭
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reazioni: BAT

giulore

Utente Attivo
1,276
238
CPU
i5-6600k
Dissipatore
H75i
Scheda Madre
Asrock Z170 Pro Gaming I7
HDD
SSD Crucial M550
RAM
16GB ddr4-3000
GPU
Intel HD530
Audio
Intel
Monitor
Philips 23IT
PSU
CoolMaster GX650W
Case
Sharkoon
Periferiche
Ricoh SP277SNwX
Net
ADSL-HoMobile-Vodafone
OS
Win7- Win10
Anche con Macrium e simili è uguale, complimenti per la pazienza a scrivere il trattato io non ne avrei, non ne ho manco per leggerlo...

Acronis, se non è pirata o bundle, è a pagamento.


Se vogliamo essere precisi non ripara nulla, ti rimette tutto com'era prima di ..romperlo .

Singoli file, partizioni o tutto il disco .


.
 

meccalo

Utente Attivo
349
21
Acronis, se non è pirata o bundle, è a pagamento.
Sì. E costa anche parecchio.
Se vogliamo essere precisi non ripara nulla, ti rimette tutto com'era prima di ..romperlo .
Singoli file, partizioni o tutto il disco .
Beh, se vogliamo, allora è anche meglio di una riparazione!
-------------------------
Guarda, adesso non ricordo bene ma io non ho mai installato True Image per Windows ma ho sempre fatto tutto dal cd di boot che il programma scrive se glielo chiedi. Mi sembra di averlo fatto dalla versione di prova che comprende la possibilità di scrivere il rescue media: pesa solo 6-700MB ed è infallibile pur essendo di una semplicità estrema. Non ho mai installato il programma per Windows perché è pesantissimo, per niente intuitivo e strapieno di features più o meno inutili che lo rendono appunto pesante e costoso. Oltretutto mi fido di più di un programma che non passa per windows se deve fare cose su windows. Le vecchie versioni erano piuttosto simpatiche, queste ultime sono diventate una camurria.

Il pirataggio non dovrebbe influenzare il rescue media perché è il programma per windows che viene pubblicizzato e la possibilità di scrivere/ripristinare immagini (che è lo scopo principale del software) tramite modesto disco di avvio viene considerata come una opzione così, diciamo di nicchia, scrausa, scomoda, che non interessa nessuno o pochi perché poco accattivante. Non è così.

Col muletto non ho mai cercato il software "completo" ma solo il rescue media che si trova nelle varie annate. Col mio vecchio pc uso la versione 2018 build 9660 che salva in formato .tib perché le versioni successive, pur facendo il loro lavoro impeccabilmente e salvando in formato .tibx mi hanno creato qualche problemino che ora non ricordo più: la roba troppo nuova spesso non funziona bene sulla roba troppo vecchia.
 
Ultima modifica:

meccalo

Utente Attivo
349
21
@giulore Ciao, devo aggiornarti perché ne vale la pena e non è necroposting anche se RISOLTO. Rileggendo questo post si evince la mia felicità nell'aver sistemato tutto come volevo io per quanto riguarda il dual boot. Solo che da ieri c'è una novità che proprio non riesco a spiegarmi: dove scrivo che il boot manager (pur essendo quello di Windows 7 chissà perché) avvia correttamente sia XP che 11, non specifico che se scelgo 11 appare subito la finestra blu (quella dritta) di Win 11 e si avvia il SO; se invece scelgo XP c'è un riavvio automatico. Si spegne tutto, bip del riavvio, caricamento di tutto e arriva XP. Niente di trascendentale ma rompe aspettare tanto per avviare XP. Mi ci ero abituato ma da ieri, misteriosamente, il riavvio per caricare XP non c'è più.

??????

Dal boot manager, sia che scelga XP o 11 si avvia immediatamente il sistema scelto senza nessun riavvio. Non ho fatto nulla!!!! Non ho cambiato hardware, non ho aggiunto/tolto software, non ho smanettato col BIOS o in posti riservati... non capisco. Non che mi dispiaccia, anzi! Ma non me lo spiego.

Nota: finche ho avuto anche Win 10 a impicciare fra XP e 11, il BM era quello blu di 10 e prima di apparire c'era su fondo nero la finestra blu di windows ma quella di 10, quella in prospettiva. Adesso, giustamente, c'è quella di 11 dritta. Ma il BM è quello di Seven... 🤪Insomma non so quanti e quali casini erano conviventi e operativi.

Pour parler, che ne pensi?
 

Entra

oppure Accedi utilizzando