DOMANDA Tastiera meccanica per pignolo non esperto

Salvo T.

Nuovo Utente
6
2
Ok, avete vinto.

Mi avete fatto venire una voglia smodata di tastiera meccanica vera.

Per lavoro mi sono fatto metter su un assemblato hackintosh con tutti i pezzi che volevo io, e sulla tastiera ambisco alle soddisfazioni della meccanica. Ho iniziato in scioltezza con una DREVO Tyrfing V2. Dopo 7 mesi di utilizzo, mi ritrovo con 5 tasti sbiaditi e 2 switch che si incastrano. Come non detto, era carina ma evidentemente un giocattolo (da 60 euro!!).

Facendo editing fotografico mi trovo spesso a lavorare al buio (per non avere inquinamento di colore dall'ambiente). Quindi il mio dubbio principale rimane tra puntare al top dei tasti Dye sub PBT, rinunciando alla retroilluminazione, oppure scegliere Double-shot PBT con retroilluminazione.

Mi sono fatto una carrellata di opinioni su questo forum, e ho iniziato a guardare i siti come mechanicalkeyboards.com, mykeyboard.eu, candykeys.com, per avere specifiche dettagliate. Sono finito addirittura su input.club, asciugandomi la bavetta che colava sulla Tyrfing...

I miei i desideri sembrano essere questi:
  • Formati preferiti, nell'ordine: Tenkeyless (ovvero 80%), 75%(tipo Vortex Race 3 TKL), 60% (compattezza prima di tutto!)
  • Stampa e materiale dei tasti: Dye sub PBT o Double-shot PBT (mai più agghiaccianti tasti sbiaditi!)
  • Retroilluminazione: vale la pena rinunciare ai tasti Dye sub PBT? (per non parlare della sobrietà...)
  • Layout: vengo dall'italiano ma va bene anche l'US international
  • Estetica tasti: eviterei i tasti completamente bianchi (sulla tastiera ci faccio di tutto, soprattutto ci mangio!)
  • Estetica corpo: vorrei dei tasti non incassati dentro il corpo, ma con una superficie piatta del case da cui sbucano gli switch (più facile da pulire a fondo; tipo Tyrfing o WhiteFox, per intenderci --->>> Tyrfing.jpg WhiteFox.jpg
Dye sub PBT e Double-shot PBT: se la durata è, rispettivamente, infinito e infinito meno 10 anni, allora tenderei a considerarli equivalenti, basta che non mi sbiadiscano! Ha senso questo ragionamento?

Prendendo spunto dalla guida, ho estratto le mie preferenze:
  • Varmilo VA87M / VA88Mac - Dye Sub PBT
  • Vortex Race 3 - Dye Sub PBT
  • Leopold FC750R PD - Double Shot PBT
  • Vortex POK3R LE - Double Shot PBT - RGB
  • IKBC MF87 - Double Shot PBT - RGB
  • Ducky One RGB - Double Shot PBT - RGB
Quali di queste stastiere sarebbe meno ostica se un giorno mi venisse la pazza idea di cambiare keycap?

Un oggetto prototipale come la WhiteFox vale la pena prenderlo in cosiderazione? A parte lo smanettamento preliminare che non sarebbe un problema, immagino che rispetto alle classiche qui sopra non regga il confronto quanto a collaudi e use case, giusto?
... Ecco, mi si è appena incastrata la barra spazio di 'sta Tyrfing benedetta :muro: ... a proposito, guardate l'orrore in questa foto IMG_20180924_115455.jpg

Qualsiasi opinione e consiglio sarà come nutella consumata a ditate! :brindiamo:
 

Dvorak Tarantino

Utente Attivo
1,184
418
Tra quelle che hai citato l'unica ad avere gli switch flottanti mi pare che sia la Race 3, che è anche quella con il layout più strano (male se vuoi cambiare i keycaps), le altre hanno gli switch incassati (anche se per esempio le Varmilo li hanno quasi a filo).
Le due tecniche di stampa che hai considerato sono entrambe pressoché eterne, considera però che il double shot permette di avere le legende illuminate mentre il dye sub no, valuta tu se ti può essere utile oppure no (a me per esempio non serve perché la mia stanza è ben illuminata anche la sera, cosa che tra l'altro fa molto bene agli occhi).
Sempre per i keycaps, ti consiglio di prenderla con layout ANSI, per il quale ci sono tantissimi kit, in più tieni presente che molti dei kit di fascia medio-alta (GMK, enjoypbt...) non hanno predisposizione per la retroilluminazione, i pochi PBT double shot retroilluminati di ottima qualità che si trovano sono quelli montati di serie sulle ikbc/ducky
Come colori non è un grosso problema, quelle con la retro hanno i keycaps di serie neri, le Varmilo hanno anche colori scuri (io ho un set grigio scuro con legende nere) e le Leopold ci sono in vari colori tra cui grigio e blu; l'unica che ha solo colori chiari è la rac 3, che scarterei per questo e per quanto detto sopra.
 

Salvo T.

Nuovo Utente
6
2
In effetti Mr. Dvorak - che ringrazio molto per le dritte (Dvořák? :look: come il compositore?) - mi ha fatto riflettere sulla poco salubre opportunità di lavorare al buio! Allora i tasti chiari senza retro potrebbero essere una risorsa piuttosto che una scomodità, per costringermi a evitare le tenebre, e comunque per sfruttare meglio la luce rflessa del monitor...

E quindi lo scenario si allarga, soprattuto esteticamente! Si va sul classico!

Ho scovato questa GK64: graziosa, solida, metallica, 60% con tasti freccia, hot-swappable switch, Dye Sub PBT, per-key RGB, NKRO... Sembra sia fatta per essere lasciata così com'è, oppure essere rivoluzionata completamente senza nemmeno il saldatore!

GK64.png

Qualcuno la conosce, in termini di affidabilità, programmabilità, compatiblità?

Io per esempio devo usare la tastiera sia per Windows che per macOS: dovrei essere sicuro che la programmazione mi funzioni in entrambi gli ambienti.

Pare che in questo momento la si trovi solo su grearbest oppure epathbuy.com...
 

Dvorak Tarantino

Utente Attivo
1,184
418
Non conosco molto bene la gk64 ma ne parlano tutti molto bene, forse l'unico problema è trovare dei caps di ricambio se in futuro ti viene l'idea di cambiare stile, il layout non è standard.

Comunque per la programmazione dovrebbe funzionare sia su windows sia su mac senza problemi, ma non ne sono certo.
 

Salvo T.

Nuovo Utente
6
2
Purtroppo sono caduto dentro Reddit e ne ho viste di tutti i colori. Letteralmente.

Si fa fatica a rimpiazzare lo shift sinistro, lungo 2u invece di 2.25u. Ma c'è gente che si inventa soluzioni molto carine, e i tast con label astratti aiutano molto a completare il layout.

L'ho appena presa su KBDfans, con Cherry MX Red e i suoi tasti originali Dye Sub PBT, un po' anonimi ma non malvagi. Prezzo ragionevole, credo (€136), anche immaginando di sommare alla fine le tasse della dogana. A proposito: nel caso di dogana chi è il soggetto che mi chiederà l'obolo da aggiungere? Come lo verrò a sapere?

Fino a 2 settimane fa non sapevo nulla di keycap e switch, figuriamoci affrontare un layout non standard!

Sono perduto! :cavallo:
 
  • Mi piace
Reazioni: alan0ford

iSamurai

Utente Attivo
581
215
CPU
Intel i7 4770k
Dissipatore
Enermax ETS T40-Tb
Scheda Madre
Asrock z97 extreme 6
HDD
WD Green 1TB + WD Black 1TB + Samsung 850 Pro 256GB
RAM
Kingston Hyperx DDR3 16GB
GPU
Zotac 970
Monitor
Dell U2515H
PSU
Thermaltake London 550w
Case
NZXT H440
Periferiche
Logitech G502 Orion Spectrum - Magicforce 68 Outemu Brown - Anne Pro Gateron Blue - CM Novatouch - Apple Extended Keyboard II
OS
Archlinux
Dogana la paghi al corriere/postino in caso, kbdfans comunque al 90% riesce ad evitartela, i set più recenti comunque hanno lo shift 2u (l'ho visto in vari epbt e nel kit base del sanctuary rebirth ad esempio, per xda oblique ho dovuto prendere un kit extra invece).
Sempre per far piangere ancora il portafogli kbdfans ha anche le tofu 60% che sono hotswap :fumato:.
 

Salvo T.

Nuovo Utente
6
2
Grazie iSamurai! Non sarebbe male cavarsela con i soli €136 di KBDfans!
Ora mi studio tutti gli acronimi che hai scritto :dancinghae:

Giusto per rendere l'idea di quanto sto precipitando nella tana del bianconiglio... Cercando di capire bene la faccenda delle misure dei tasti, ho scoperto il tool online keyboard-layout-editor.com, e sono contento com un bambino! Ecco lo schemino che ne è risultato:
keyboard-layout.jpg

Sto già iniziando a sbavare dietro ai profili classici!

DSA HC GRANITE // MDA(MIX) BIG BONE
DSA HC Granite 2.jpg 2Ntgda2.jpg
Questi set dovrebbero avere lo shift 2u, so ho visto bene...

Avete altri esempi di set, oppure anche solo di profili (SA, OEM, ecc.), che abbiano l'aspetto elegante e antico allo stesso tempo?

Marò, la mia GK64 nemmeno l'hanno spedita ancora e già voglio capire come modificarla...

A proposito! Domanda da ignorantone: come si comprano i set di keycaps? Nell'ambito di un certo modello bisogna necessariamente scegliere i sub-set che includono tutti i tasti che servono effettivamente? Ma così non si finisce per comprare un sacco di tasti in più? Qualcosa tipo acquisto del singolo tasto esiste?

~~~

E adesso iSamurai mi cita questa TOFU 60%. Io sbircio le immagini su KBDfans, e mi casca l'occhio su questo plate
Schermata 2018-10-05 alle 15.51.49.png
cioè, mi state dicendo che esiste un modo di piazzare gli switch, non solo hot-swappable, ma addirittura che si possono spostare di posizone???!!!! E non potevate dirmelo prima?! :lol:

~~~

Volete sapre come è finita con il supporto DREVO dopo la mia recensione non proprio brillante su Amazon?

In men che non si dica ho ricevuto gratis gli indispensabili ricambi...
IMG_20181005_110823.jpg
... per scoprire che i font non riescono neanche a farli tutti uguali (lo "shift" grande nuovo è scritto più piccolo)
IMG_20181005_111444.jpg
... e alcuni tasti hanno altezze diverse (A e S sono più alti dei vecchi, mentre Z è alto uguale)
IMG_20181005_113951.jpg

Non male per una tastiera che è un modello unico, senza varianti! :boh:

Mi fermo qua, sennò questa diventa una recensione della Tyrfing...
 

Dvorak Tarantino

Utente Attivo
1,184
418
Potresti non trovarti troppo bene con alcuni profili, per la mia esperienza io scarto a priori tutti i profili piatti (XDA, DSA...) e quelli alti tipo DSA per me sono comodi solo col poggiapolsi.
Sul metodo di acquisto dipende un po' dal kit che scegli, in linea di massima vengono organizzati dei group buy sui vari siti (geekhack, massdrop...) e alla scadenza il kit viene prodotto e spedito, quindi i tempi sono abbastanza lunghi. Per tenerti aggiornato iscriviti a https://www.reddit.com/r/MechanicalKeyboards/
 

Salvo T.

Nuovo Utente
6
2
Altre cose da imparare pian pianino... Grazie!

Per fare un esmpio concreto, se un soggetto mi offre i seguenti kit di un certo set
cyh7sHL.jpg
Io capisco che con il BASE KIT copro tutta la GK64 tranne 4 tasti che mi restano scoperti:
1x shift 2u >>> lo trovo in EXOTIC KIT
1x shift 1u >>> lo trovo in EXOTIC KIT
1x FN 1u >>> lo trovo in MODIFIERS EXTENSION KIT
1x ctrl 1u >>> lo trovo in MODIFIERS EXTENSION KIT

Quindi compro BASE KIT + EXOTIC KIT + MODIFIERS EXTENSION KIT, anche se gli ultimi 2 kit li sfrutto solo per 2 tasti ciascuno?
Oppure ci sono casi in cui mi danno la possibilità di prendere i soli 4 tasti che mi nancano senza prendere i relativi kit aggiuntivi completi? (pagando il giusto...)
 

Dvorak Tarantino

Utente Attivo
1,184
418
Ti tocca comprare tutto il kit che contiene i tasti che ti servono, però i kit base di alcuni set sono composti in modo diverso e magari non ti servono kit aggiuntivi o te ne serve solo uno
 

iSamurai

Utente Attivo
581
215
CPU
Intel i7 4770k
Dissipatore
Enermax ETS T40-Tb
Scheda Madre
Asrock z97 extreme 6
HDD
WD Green 1TB + WD Black 1TB + Samsung 850 Pro 256GB
RAM
Kingston Hyperx DDR3 16GB
GPU
Zotac 970
Monitor
Dell U2515H
PSU
Thermaltake London 550w
Case
NZXT H440
Periferiche
Logitech G502 Orion Spectrum - Magicforce 68 Outemu Brown - Anne Pro Gateron Blue - CM Novatouch - Apple Extended Keyboard II
OS
Archlinux
Avete altri esempi di set, oppure anche solo di profili (SA, OEM, ecc.), che abbiano l'aspetto elegante e antico allo stesso tempo?
Ti riferisci alla legenda molto grande centrale al tasto? SA e DSA hanno quello stile, ci sarebbero anche i Muni in realtà però sono solo ortolineari.

A proposito! Domanda da ignorantone: come si comprano i set di keycaps? Nell'ambito di un certo modello bisogna necessariamente scegliere i sub-set che includono tutti i tasti che servono effettivamente? Ma così non si finisce per comprare un sacco di tasti in più? Qualcosa tipo acquisto del singolo tasto esiste?
I keycaps di fascia alta vengono sempre fatti come groupbuy per via del costo di produzione, è praticamente impossibile in questi casi farsi fare un tasto ad hoc proprio perché costerebbe troppo e quindi i designer preferiscono fare dei kit per coprire più richieste in un colpo solo ed essere sicuri che vengano prodotti, in genere vengono fatti dei kit specifici (base, compatibilità, numpad etc) ed alcuni set poi spezzano pure gli alpha dai modifiers per fornire più opzioni, ad esempio xda oblique (groupbuy terminato quindi non riesco più a trovarlo in giro sorry) aveva alpha e modifiers separati per permettere di scegliere se prendere gli alpha normali o hiragana e i modifiers testo o icone, ma per lo shift 2u eri costretto a prendere il kit compatibilità (mannaggia alla canoe infatti, per colpa sua mi è toccato prendere il kit); sanctuary rebirth invece ad esempio non farà questo split, però nel suo kit base già prevede lo shift 2u ad esempio.

cioè, mi state dicendo che esiste un modo di piazzare gli switch, non solo hot-swappable, ma addirittura che si possono spostare di posizone???!!!! E non potevate dirmelo prima?! :lol:
Gli switch semi mobili servono per coprire più layout con lo stesso case/pcb.
 

Salvo T.

Nuovo Utente
6
2
Dalla Cina con furore!

IMG_20181018_152213.jpg

1,088 chilogrammi di corpo contundente :shock: Senza nemmeno le tasse doganali!

Aspettando che arrivasse, m'è venuto il trip dei profili SA. Ma intanto meglio che inizi a istruire alle dita su dove andare... :lol:
 
  • Mi piace
Reazioni: MecKBoard

Ci sono discussioni simili a riguardo, dai un'occhiata!

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili