Svarioni (e altro) nei libri di testo scientifici !

gronag

Utente Èlite
20,457
6,943
Bene, diamo subito inizio alle danze con alcuni "classici" svarioni, più o meno marchiani, che ho riscontrato nei vari libri di testo scientifici che ho letto, a tutti i livelli, nessuno escluso: 1) "un centinaio di Ampere" - "un milione di watts" - "23 kg." - "800 Volt" - "qualche cm" - "km 185"; 2) "Determinare la relazione tra kgp e Newton"; 3) alcuni dati presi da una prova scritta all'Università di Milano: "V= 1000 Volt, B= 1 Tesla, R= 3 Ohm, L= 10^2 Henry, C= 100 microFarad" :asd:
Lasciamo stare, per un momento la "pedanteria", a volte insopportabile, di alcuni testi e l'astrusità di certa terminologia e continuiamo con alcune "castronerie" scientifiche che ho reperito in Rete: quella più interessante riguarda un improbabile esperimento (il paragrafo s'intitola "l'acqua va ... in salita", da un libro di scienze della scuola media) in cui viene illustrato che "l'acqua, per capillarità, sale lungo la corda e, raggiunta l'altra estremità, cade goccia dopo goccia nel recipiente posto in alto" :shocked:
Per me, che pensavo che il moto perpetuo fosse una pia illusione da più di un secolo, questo esperimento si è rivelato una grande illuminazione ! :asd:
A che serve spendere soldi inutili per costose tecnologie nucleari e fotovoltaiche quando ci troviamo di fronte a simili soluzioni, così economiche ed ecologiche ? :asd:
Andiamo avanti con alcune "proposte" sparse, ad elevato grado di scientificità: 1) "un watt equivale a circa 1000 calorie"; 2) "se osservi tutto ciò che emette luce, vedrai che si tratta di corpi caldissimi"; 3) "ormai quasi tutti i tipi di aereo, militari e di linea, superano ampiamente e in piena sicurezza il muro del suono. Su ogni aereo perciò è installato un machmetro"; 4) "il volo supersonico permette agli aerei militari di arrivare sui bersagli prima che possa giungervi il rumore dei loro motori, evitando di essere avvistati"; 5) "il gas inerte usato nelle lampadine ha la proprietà di rallentare la carbonizzazione del tungsteno".
E' scienza questa, secondo voi ?
Poi ci lamentiamo se una larga "fetta" dei nostri studenti mostra un senso di repulsione nei confronti della scienza e della tecnologia, soprattutto in tempi che, come quelli attuali, impongono scelte cruciali basate su una sicura cultura scientifica :sisi:
Avremo modo di parlare anche di una certa "editoria" catastrofista, soprattutto di stampo "ambientalista", i cui "toni" fondamentalisti emergono anche dai libri di testo scolastici e questo è un fatto di estrema gravità proprio perché viene utilizzato un "media" istituzionale.
Legate a queste questioni, metteremo anche in luce alcune motivazioni che hanno portato al "tramonto" della cultura scientifica in Italia e non solo.
Ne vedremo delle belle, vi assicuro che non ce ne sarà per nessuno ... ah ah ah ... :asd:
Buona lettura e sereno Natale a tutti :brindiamo:
 

clessidra

Utente Attivo
687
253
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
Non ho esempi da riportare, o perlomeno non me ne viene in mente nessuno, ma vuoi mettere il bell'italiano con cui vengono scritti? Poi basta inserire una parola in latino e tutto diventa ancora più bello. Così sono apposto, ehm a posto, ehm... booooooooooh
 
  • Mi piace
Reactions: gronag

gronag

Utente Èlite
20,457
6,943
Perché si "dovrebbe" imparare la Fisica ?
Ritengo che le risposte a tale questione siano spesso poco convincenti poiché "l'accento" viene posto soprattutto sulla mancanza di motivazioni da parte degli studenti e sul loro scarso interesse nei riguardi della materia.
"Stimolare" le motivazioni e ottenere l'interesse e il coinvolgimento degli allievi è senz'altro un punto "chiave" su cui tutti gli insegnanti dovrebbero focalizzarsi e che può essere "soddisfatto" tenendo conto di 3 elementi fondamentali: 1) la Fisica ha a che fare con fenomeni che trovano riscontro nella vita quotidiana, A PATTO CHE VENGANO SPIEGATI; 2) la Fisica è alla base di tecnologie che utilizziamo correntemente, A PATTO CHE VENGANO COMPRESE; 3) la Fisica fornisce una valida guida al corretto approccio nei riguardi dei "grandi" problemi del mondo moderno.
Tanto per citare un esempio, le tecniche di cottura degli alimenti (al calore secco, al calore umido, a vapore, nei grassi, ecc.) possono essere illustrate per discutere sulla trasmissione del calore (per conduzione, convezione e irraggiamento).
Per quanto attiene alle tecnologie, la maggior parte dei dispositivi attualmente utilizzati può costituire la base per introdurre specifici argomenti: mi vengono in mente i condensatori, il cui "ruolo", spesso ritenuto di scarsa importanza, può essere reso più "vivido" facendo riferimento alle loro applicazioni su piccola e su grande scala.
Ad esempio, nel caso delle memorie a stato solido la capacità è dell'ordine dei fF, mentre nel caso dei freni "rigenerativi" delle attuali macchine rientriamo nel "range" dei F e addirittura dei kF.
Purtroppo è da notare che le tecnologie non sono previste dai programmi del quinquennio nelle superiori e non è una buona cosa.
I grandi problemi della società attuale sono un'altra "fonte" di interesse praticamente illimitata: è sufficiente pensare all'ambiente. all'energia e così via.
Il calcolo della temperatura d'equilibrio della Terra, tenendo conto o meno del contributo dell'effetto serra, può essere un buon modo per introdurre la fisica delle fonti rinnovabili, con particolare riferimento all'energia eolica e al fotovoltaico.
Sulla radioattività non ci si dovrà focalizzare solo sui problemi a lei connessi (ad es. sullo smaltimento delle scorie radioattive), di relativa importanza, ma si discuterà sulla sua "reale" pericolosità, sulla sua distribuzione nelle varie zone del pianeta, ecc.
Non sono sicuro che questi miei suggerimenti debbano essere considerati di carattere pedagogico o disciplinare ma di sicuro so che l'acquisizione di competenze su queste basi sia di capitale importanza ai fini di un proficuo insegnamento della Fisica nelle scuole di qualsiasi ordine.
In definitiva è possibile "insegnare" che vale veramente la pena imparare la Fisica ! 😉
A presto 🙂
 
  • Mi piace
Reactions: clessidra

clessidra

Utente Attivo
687
253
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
Sono d'accordo. L'essere umano ha fatto progressi tecnologici incredibili da quando incominciò a usare la prima pietra. E la fisica è effettivamente in stretto contatto con la realtà (beh, non parlo della fisica quantistica, mai studiata). E non è l'unica disciplina. E questa è la cultura, mica sapere a memoria i promessi sposi! È la cultura di base che tutti dovrebbero conoscere. E ha anche creato l'alfabero che tutti noi usiamo.
 
  • Mi piace
Reactions: gronag

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot del momento