Signoraggio Bancario.

Blume.

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
20,404
8,870
CPU
I7 8700K
Dissipatore
Silent loop B-Quiet 360
Scheda Madre
Fatal1ty Z370 Gaming K6
HDD
3 Tera su Western Digital 3 Tera su Toshiba p300 3Ssd da 500Gb
RAM
Corsair Vengeance DDR4 LPX 4X4Gb 2666Mhz
GPU
Msi Gtx 1080Ti Gaming Trio X
Audio
Integrata
Monitor
SyncMaster P2470HD
PSU
Evga Supernova 650W G2
Case
Dark Base 700 B-Quiet
Net
100/50 Ftth Fastweb
OS
Windows 10Pro. 64Bit
Un padre che spiega al figlio cos'è il "signoraggio bancario"


- <<Papà tu ti occupi di debito pubblico e di economia per le testate e i blog per i quali scrivi?>> - <<Diciamo di si, tanti se ne occupano in questo momento anche perché è uno degli argomenti portanti di questo periodo di crisi economica. Perché me lo chiedi?>> - <<Perché voglio cercare di capire cos’è il debito pubblico e poi su internet, su facebook, non si parla di altro se non di questo e del signoraggio bancario. Molte cose non le capisco, pare essere un argomento complesso.>> - <<In realtà l’argomento non è complesso. Uno dei segreti della riuscita di questo sistema economico monetario sta proprio nella sua banalità, così semplice che è facile sfugga alla mente. Non ti fare spaventare dall’istituzionalità delle argomentazioni. Quando si parla di debito pubblico si parla dello stesso debito che tu concepisci benissimo riguardo l’acquisto di una lavatrice a rate. E’ la stessa identica cosa. Nessuno è più proprietario delle sue ricchezze e del suo benessere, ne della sua salute. E’ tutto prestato, tutto a debito, in tutto il mondo. Più una nazione è ricca più il suo debito è alto. E’ come se in questa casa fosse vietato possedere qualcosa e fosse obbligatorio avere tutto in prestito a rate e con gli interessi. In un mondo così chi ha più cose di conseguenza ha più debito.>> - <<E’ questo sarebbe il signoraggio bancario?>> - <<No, questo è il sistema economico basato sul debito. Il signoraggio è solo una piccola parte di questo sistema anche se nell’ultimo decennio se ne sono esasperati i limiti tanto che il signoraggio bancario si è trasformato molto. Si continua ad usare questo termine per sintetizzare il concetto di privatizzazione della moneta e del guadagno che le banche private come la BCE e la Federal Reserve ne ricavano distribuendola, ormai a prestito e a debito.>> - <<Non credo di aver capito.>> - <<Ok. Cercherò di raccontarti la storia in modo da farti degli esempi facili perché sta nella semplicità il trabocchetto. Sei pronto? Seguimi bene.>> - <<Ci sono!>> - <<Tutto nasce in Italia (cominciamo bene!) con le repubbliche marinare, specialmente quelle di Genova e Venezia. Dai porti di queste città partivano navi cariche di beni dirette verso altre nazioni, città, repubbliche. Le merci trasportate venivano vendute o in cambio di altre merci o in cambio di monete (gettoni in verità) d’oro. Tutti i beni avevano un valore di mercato basato sull’equiparazione con altri beni o sul valore in oro deciso dal mercato.>> - <<Come oggi?>> - <<Da questo punto di vista si, esattamente come oggi. Quindi le navi trasportavano merci e monete d’oro. Puoi capire il rischio che si correva nei mari durante i viaggi dal porto di Genova sino in Turchia a causa dei pirati e del rischio di essere derubati dell’oro una volta sbarcati a destinazione. Nessun ladro può rubarti sotto il naso 10 carcasse di mucche, ma può benissimo portarti via un piccolo forziere di monete d’oro. Per risolvere questo grave problema la repubblica marinara di Genova, forte del suo impero e del suo mercato in tutto il mediterraneo, decise di creare la prima moneta cartacea, anzi, il primo “titolo” pagabile a vista al portatore, numerato, protocollato, certificato. Perché tutto funzionasse però c’era bisogno che nei luoghi di destinazione dei mercati vi fossero degli istituti delegati dalla repubblica di Genova, affinché si potessero cambiare questi titoli ricevendo in cambio oro. Così nacquero le banche. I mercanti caricavano le navi di merci e invece di caricare forzieri di oro andavano in banca e si facevano dare un titolo che valeva quanto oro si sarebbero dovuti portare. Questo oro veniva versato in banca in cambio del titolo. A destinazione i mercanti vendevano la merce che trasportavano e ne acquistavano altra per caricare le navi, ma non pagavano più con l’oro (sia in forma di “moneta” o gettone, sia in forma di lingotto) bensì con questo titolo. Il mercante straniero riceveva tale titolo grazie al quale poteva andare in una banca affiliata in zona, presentarlo e ricevere in cambio tanto oro quanto valeva il titolo. Quindi se il portatore aveva un titolo che valeva 100 gettoni d’oro, presentandolo in banca questa prendeva il titolo, lo distruggeva dopo averlo protocollato come “cambiato” e consegnava al portatore 100 gettoni d’oro.>> - <<Così sono nate le banche?>> - <<In un certo senso… diciamo che era nato il servizio di deposito bancario. Un servizio utile direi.>> - <<Eh si, utile e intelligente!>> - <<Già. Ma a qual punto, una volta che il sistema di credito a distanza era stato accettato ufficialmente in tutto il mediterraneo, accadde l’imprevisto! I titoli avevano acquistato talmente tanta fiducia nei portatori che erano pochi coloro i quali avendone uno si scomodavano per andarlo a cambiare per ritornarsene con le sacche piene di oro. Primo per scomodità di trasporto, secondo per il rischio di essere derubati. Così pochi cambiavano il titolo in oro e molti invece compravendevano beni scambiandosi i titoli. Ora si che si può dire che erano nate le banche! Queste avevano i caveau pieni di riserve di oro e la popolazione mediterranea faceva mercato con i loro titoli perché si fidavano del sistema. Il titolo valeva sicuramente tanto oro quanto riportato sulla facciata del titolo.>> - <<Ed era vero?>> - <<Accidenti se era vero!>> - <<E cosa c’è di sbagliato in questo?>> - <<In questo niente, ma la storia non finisce qui. Si affaccia il primo lato oscuro del sistema bancario nel momento in cui le banche si accorgono di avere molto oro depositato e inutilizzato, quindi fermo.>> - <<Perché tutti utilizzavano la moneta cartacea e i titoli lasciando l’oro in banca come deposito reale della loro ricchezza.>> - <<Proprio così. Da questa constatazione partì un ragionamento di tipo algoritmico, statistico. Le banche erano interessate a un dato molto importante: quante persone andavano a ritirare contemporaneamente l’oro scambiando con questo i titoli? Il dato riportava un numero assai basso, nell’ordine delle unità percentuali. Assumiamo per comodo che la percentuale fosse del 5%. Questo voleva dire che solo il 5% dell’oro depositato in banca veniva richiesto, riscosso, movimentato dai clienti e che il restante 95% rimaneva costantemente in deposito. Allora perché non utilizzare questo oro, questo valore, immobilizzato? Perché non farlo fruttare? Fu così che le banche allora stabilirono una percentuale di “sicurezza” oltre la quale poter operare in tranquillità con l’oro depositato dai clienti, assicurandosi di avere una riserva aurea sufficiente ad affrontare eventuali richieste o picchi di richiesta di cambio oro/titoli. Questa percentuale venne stabilita nell’ordine del 20% circa. Fu così che nacque il concetto e il meccanismo di “Riserva frazionaria“. Questo sistema permetteva alle banche di poter disporre del’80% dell’oro depositato per i suoi affari.>> - <<Affari? Di che tipi di affari poteva occuparsi una banca?>> - <<Prestiti. L’80% dell’oro poteva venire utilizzato per prestare oro, denaro, a chi lo richiedesse guadagnandoci l’interesse sul valore prestato, esattamente come gli interessi di oggi. Prestavano cento per riceverne centotrenta nel tempo. Fu così che le banche passarono dall’essere istituti di risparmio a istituti di credito e risparmio.>> - <<Ma i clienti sapevano di questo meccanismo, di questo sistema, di questo business fatto con i loro soldi e con le loro riserve di oro?>> - <<Qui la cosa inizia a farsi complicata. I clienti non potevano sapere questo o non si sarebbero più fidati di una banca che utilizza l’80% dei tuoi risparmi per prestarli in giro e guadagnarci. Quindi nacquero nuovi tipi di contratto, nuove clausole. Si faceva firmare il contratto dove questo veniva detto, ma in forma molto poco chiara e trasparente, altrimenti, ripeto, nessuno avrebbe più affidato i suoi risparmi a una banca. Inoltre, per invogliare gli utenti a versare i loro risparmi in banca, venne inventato il tasso di interesse sui soldi versati sul conto, quindi anche il cliente guadagnava se affidava i suoi risparmi alla banca. Conveniente no? Perché tenermi l’oro o i soldi/titoli sotto il materasso quando depositarli in baca significava anche guadagnarci nel tempo? Certo nessuno si domandava seriamente come fosse possibile fare soldi dal nulla, come fosse possibile che una banca da una somma X versata potesse ritornarti indietro una somma X + q. Come si dice “a caval donato non si guarda in bocca”. Ai clienti veniva data, distribuita, una parte di guadagni derivanti dai finanziamenti. In effetti il sistema era geniale. In questo modo si facevano soldi dal nulla e inoltre si distribuiva tra la popolazione più moneta e oro di quanta in realtà non ce ne fosse in deposito, in reale ricchezza. Fu così che per la prima volta la ricchezza reale divenne man mano ricchezza statistica. Questo sistema è andato avanti per secoli, evolvendosi e strutturandosi sempre di più. Inoltre è facile capire come il fare soldi dal nulla avesse portato le banche a diventare straordinariamente ricche! Lo stesso sistema della ricchezza statistica venne utilizzato dalla assicurazioni, ma questa è un’altra storia che ti sarà più facile capire ora che inizi a conoscere il sistema economico basato sulla moneta.>> - <<Quindi il signoraggio cosa sarebbe?>> - <<Non ho mai parlato di signoraggio. Molti confondono questo termine e lo utilizzano a sproposito per indicare un problema più grande, le cui origini ti sto spiegando. Alcuni utilizzano questo termine come convenzione per intendere il concetto di “nuovo sistema monetario internazionale”.>> - <<Nuovo?>> - <<Esattamente. Come ti stavo dicendo il sistema si è evoluto sempre di più e la ricchezza dell’occidente galoppava in modo così veloce che il sistema economico e monetario faticava a seguirla. I soldi iniziarono a non bastare più, soprattutto dopo la rivoluzione industriale sino ai giorni nostri. Così le banche furono “costrette” a rivedere i numeri, ad osare, ritoccando come prima cosa la percentuale di riserva frazionaria. Inizialmente la riserva frazionaria era del 20%, pensa che oggi è al di sotto dell’1.5%. Questo si è ottenuto con una sponsorizzazione dei prodotti finanziari. Siccome l’unico ostacolo al ribasso della percentuale della riserva frazionaria era rappresentato dai cittadini che ritiravano i soldi agli sportelli, si è cercato di diminuire drasticamente questo fenomeno, cercando di incentivare sempre più i contribuenti a investire il loro denaro e a non prelevarlo, ne a tenerlo fermo. Questo enorme flusso di denaro, queste continue iniezioni di moneta portarono subito come conseguenza un fenomeno finanziario chiamato inflazione.>> - <<E cosa è l’inflazione?>> - <<Se dovessi parlarti dell’inflazione dovrei aprire un grande capitolo a parte. Quindi, al fine di proseguire con l’illustrazione del funzionamento del sistema bancario, ti rimando a una definizione da manuale che ti lascio per compito:
In economia il termine inflazione indica un generale e continuo aumento dei prezzi di beni e servizi in un dato periodo di tempo che genera una diminuzione del potere d’acquisto della moneta. Con l’innalzamento dei prezzi, ogni unità monetaria potrà comprare meno beni e servizi, conseguentemente l’inflazione è anche un’erosione del potere d’acquisto. Vi sono diverse possibili cause dell’inflazione. L’aumento dell’offerta di moneta superiore alla domanda, stimolando la domanda di beni e servizi e gli investimenti, è unanimemente considerata dagli economisti una causa dell’aumento dei prezzi nel lungo periodo. Altre cause sono l’aumento dei prezzi dei beni importati, l’aumento del costo dei fattori produttivi e dei beni intermedi, in seguito all’aumento della domanda o per altre ragioni. Nell’ambito dell’aumento del costo dei fattori produttivi svolge altresì un ruolo l’aumento del costo del lavoro. Da approfondire qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Inflazione
Capirai da solo che questo sistema, così portato all’estremo, non poteva reggere se non incentivando un sistema del debito, secondo il quale tutto, dal denaro ai beni, doveva tendere ad essere prestato.>> - <<Altrimenti addio riserva frazionaria…>> - <<Proprio così. Ma da questo momento entra in gioco la seconda grande mutazione del sistema bancario dopo quella dell’introduzione della riserva frazionaria: la gestione privatizzata del debito tra paesi e la centralizzazione del problema dell’inflazione. In poche parole gli stati non riuscivano più a mantenere in equilibrio un sistema completamente virtuale, soprattutto non riuscivano a scambiarsi beni e servizi in modo equo ed equilibrato, pensiamo all’Europa e agli USA. Il sistema, la ricchezza, non poteva dipendere da quanto fossero bravi i singoli stati a tenere sotto controllo questo cavallo sbizzarrito del capitalismo sfrenato e senza regole. Fu così che invece di fare qualche passo indietro, invece di frenare durante questa impazzata corsa in discesa ripida senza freni, si incentivò il sistema ai limiti dell’insostenibilità. Gli Stati decisero di privatizzare la gestione della loro moneta in modo da delegare a privati sia l’emissione della moneta, sia il controllo dell’inflazione, sottraendo di fatto ai cittadini la sovranità monetaria. Secondo te i privati avevano a cuore il controllo dell’inflazione avendo in mano la gestione del denaro dell’intera popolazione mondiale? Tu lo avresti avuto così a cuore?>> - <<Onestamente credo di no… e quindi cosa è successo?>> - <<I privati si fecero carico del controllo dell’emissione monetaria e di tenere sotto controllo l’inflazione in cambio del guadagno provigionale sulla percentuale sui soldi gestiti ed erogati. Saltiamo qualche decennio e parliamo direttamente dalla BCE (Banca Centrale Europea). La BCE ancora oggi guadagna il 3% del valore facciale (quello indicato sulla facciata delle monete, ad esempio 100€) per ogni moneta stampata e distribuita. Immagina tutti i miliardi di euro che vengono immessi solo nel mercato europeo e fatti due conti!>> - <<Il 3%? Ma è una percentuale che non ha alcuna giustificazione!>> - <<Per questo prima di arrivare a questa soluzione si è fatta la propaganda sul concetto di libero mercato. A questo punto ti domando: quale interessa avevano realmente le banche private visto che guadagnavano il 3% su ogni moneta stampata?>> - <<Beh, questa è facile: cercare di stampare quanta più moneta possibile.>> - <<Elementare conseguenza. Ma non ti sei chiesto una cosa o l’hai persa di vista. L’oro, in tutto questo meccanismo, le riserve auree, che fine hanno fatto?>> - <<Da quello che ho capito sino ad ora le riserve auree non corrispondevano più alla ricchezza messa in circolazione da un bel po’ di tempo direi.>> - <<Esattamente! Si è perso completamente il valore reale della moneta. Questo valore è diventato del tutto virtuale e si basa completamente sulla fiducia che noi portatori abbiamo in essa. Ed è qui che interviene il concetto di signoraggio! Ma per signoraggio non intendo quello spiegato nei libri di storia riguardante il periodo del feudalesimo e nemmeno il concetto accademico bocconiano. Per questo concetto scolastico ti rimando ancora una volta a un compito da fare a casa e a informarti sul concetto ufficiale di signoraggio inteso sia come usanza medioevale sia come signoraggio bancario. Ti parlerò invece del signoraggio per come viene applicato in pratica oggi ed ha a che fare con la virtualizzazione del sistema monetario e sulla virtualizzazione del concetto di debito.>> - <<Virtualizzazione? In che senso?>> - <<Nel senso che il sistema bancario e monetario così come te l’ho spiegato sino ad ora in pratica non esiste più. Ti faccio un esempio tra come era prima e come è ora: Partiamo dal presupposto scritto sopra secondo il quale a garanzia del valore reale della moneta non vi è più nulla, niente oro, niente ricchezza, se la moneta scompare, di conseguenza, scompare la ricchezza monetaria (ma non economica). Quando la moneta e il debito erano reali: Io prendo dell’oro, tutte le mie riserve d’oro e visto che non posso girare con lingotti e compravendere con blocchi di oro decido di stampare tanta moneta quanto oro ho. Se io presto questa moneta a te e tu non me la ridai, tu con quella moneta puoi comprarti tanto oro quanto vale. Quindi io ci ho perso il valore equivalente al valore della moneta che ti ho prestato. Per esempio ti ho prestato 10.000€? Se tu non me li ridai ci ho perso esattamente 10.000€. Oggi invece funziona così: Prendo dei post-it, diciamo 1000 post-it e li pago in totale 10€. Poi su ogni post-it faccio stampare una cifra in euro, diciamo 10€. (Valore nominale) Io presto a te 1000 post-it per un valore stampato pari a 10.000€. Ma io non ho messo in quei post-it 10.000€ della mia ricchezza, ma solo 10€ più l’inchiostro e il lavoro… assumiamo indicativamente 20€. (Valore intrinseco) Se tu non mi ridai i post-it che ti ho prestato, io quanto ho perso nominalmente? 10.000€, ma realmente? 20€. Io ovviamente faccio il gioco di arrabbiarmi come se tu mi avessi rubato ben 10.000€, ma dentro di me sono arrabbiato realmente solo per la perdita del 20€. L’Argentina ai tempi del crack finanziario disse a tutti i suoi debitori: “sappiamo che il debito è virtuale… vogliamo parlarne davanti a tutti o facciamo finta di niente e manteniamo il gioco sino a che non si calmano le acque?”. L’Islanda Idem: “decidiamo di non pagarvi 4 miliardi di euro”. Se veramente l’Inghilterra avesse perso 2 miliardi di euro (e altri 2 miliardi l’Olanda) non se ne starebbe li buona come se non fosse successo niente. Sono state combattute guerre e stermini di popoli per molto ma molto meno. Perchè? Semplicemente perchè le banche e il regno inglese non hanno perso 4 miliardi realmente, ma solo una microscopica parte di essi. Ho cercato di spiegare la differenza tra valore nominale e valore intrinseco in “soldoni”. Il signoraggio, in pratica e non in teoria, è proprio questo, avallato e permesso dalla privatizzazione della moneta. Inflazione? Gli Stati occidentali decisero sin dagli anni 60/70 di privatizzare la moneta vendendo il servizio della manutenzione dell’inflazione ai privati ai quali hanno venduto la sovranità monetaria. Il punto è che è stato solo un grande inganno perchè, come vediamo, nessuno si è occupato di mantenere equilibrata l’inflazione e si è stampato migliaia di volte più denaro di quanta ricchezza possedessimo. Ed eccoci qui.>> - <<L’esempio che mi hai fatto sui “post-it” però riporta un concetto nuovo e delle percentuali di signoraggio molto diverse da quelle che mi hai indicato prima. Inoltre da alcuni documenti in rete si parla di un signoraggio pari al 103%, in sostanza si dice che la BCE ci presta 100€ (che gli sono costate 30cents per la fabbricazione e distribuzione) e alla scadenza dell’obbligazione che si da in cambio della moneta (che certifica alla banca che quella moneta vale effettivamente 100€ e non 30cents) gli Stati, ovvero i cittadini, devono ridare 103€ alle banche private e sarebbe così che il debito pubblico cresce in continuazione. Ma da questo punto di vista le percentuali non corrispondono. Insomma la BCE ci guadagna il 3% o il 103% su ogni moneta emessa? C’è una bella differenza!>> - <<L’incoerenza è solo apparente, nel senso che bisogna distinguere tra teoria, contrattualistica e pratica. Come ti ho spiegato sopra, oggi, in pratica e non in teoria, il sistema è molto simile a quello dei post-it. Per contratto tra Stati e banche private queste ultime guadagnano il 3% del valore nominale di ogni moneta emessa, non prestata, ma emessa e distribuita. Negli anni è accaduto che proprio a causa di tutto lo scelerato sistema che ti ho descritto, tutti gli Stati si sono continuamente indebitati siano ad arrivare a un punto di insostenibilità. A questo punto gli Stati hanno iniziato ad avere bisogno di moneta, di liquidità, di finanziamenti che esulano dal rapporto originale che regola il sistema Stato-banca privata. Gli Stati a chi chiedono soldi in prestito?>> - <<Inizio a capire… alle banche, alla BCE!>> - <<Già. Quando uno Stato ordina sovranamente la stampa di 100€, per contratto la BCE ne ricava 3€. Quindi il “signoraggio” equivale al 3%. Ma se lo Stato chiede in prestito alla BCE della moneta cosa succede?>> - <<Succede che lo Stato deve ridare indietro alla BCE i 100€ più i 3€ derivanti dal contratto di stampa e distribuzione. Quindi il signoraggio bancario è di 100€ + 3€ – 30cents. Ma è legale tutto questo?>> - <<E’ legale tanto quanto amorale e abominevole, soprattutto nei confronti dei cittadini che non hanno mai scelto questo sistema economico/monetario!>> - <<Ora tutti gridano a gran voce di uscire dall’euro!>> - <<L’euro è una moneta privata e fa parte del sistema economico basato sul debito e sul valore virtuale e non reale. Quindi qualsiasi movimento si faccia con l’euro, come con il dollaro, si crea matematicamente per sua natura debito e debito significa povertà. La moneta unica europea sarebbe una bella cosa, ma dovrebbe essere europea, del popolo europeo e non privata come spiegato sopra… esattamente come per il dollaro.>> - <<Insomma, nessuno vuole pagare questo debito perché si dice non esista, ma è così?>> - <<Come ti ho spiegato sopra, con l’attuale sistema monetario internazionale, il debito nasce virtuale, non reale. Purtroppo… grazie a un mercato del debito, proprio così, un mercato dove tutti comprano il debito di tutti (perché non si compra e non si vende più ricchezza da molto tempo ormai) il debito da virtuale passa automaticamente a reale. Come? I cittadini che investono i loro risparmi in obbligazioni statati (es. BOT), altro non hanno fatto che acquistare un debito e nel momento in cui lo hanno fatto il debito da virtuale è divenuto reale e a loro personale carico. Stessa cosa tra le nazioni. Se la Francia acquista del debito dall’Italia, nel momento in cui l’Italia non restituisce questo debito alla Francia non è la BCE a perderci (stampando questa denaro ormai dal nulla), ma la Francia e così via.>> - <<Quindi come se ne esce?>> - <<Nessun cittadino è disposto a perdere i propri risparmi, soprattutto se i risparmi sono consistenti. Il problema è che questa crisi economica andrà a toccare tutti, soprattutto i grandi risparmiatori e non si può tornare indietro. I medi e grandi risparmiatori sappiano che i loro risparmi sono solo debito e qualora non fossero investiti sono solo carta straccia senza alcun supporto di ricchezza reale sotto, come può essere l’oro.>> - <<Leggo su facebook proprio ora di qualcuno che propone di ritirare tutti i soldi dalle banche e di comprarci dell’oro!>> - <<Mi dispiace figlio mio, ma ti stai dimenticando di quanto abbiamo detto al riguardo della riserva frazionaria. La tua banca ha soldi solo per 1% dei correntisti. Su 100 correntisti che hanno versato ipoteticamente la stessa somma, solo uno riesce a ritirare i suoi risparmi.>> - <<E gli altri?>> - <<Per gli altri non c’è niente da fare, per quanto la teoria dica che il FMI (fondo monetario internazionale) garantisca un rimborso in 10 anni di cifre al di sotto dei 100.000€, ma in pratica non è così.>> - <<Perché il FMI non ha fondi.>> - <<Esattamente! E forse, dico forse, quei fondi di cui si parla non li ha mai avuti.>> - <<Quindi in questo momento chi non ha niente, chi è povero o chi ha poco è fortunato?>> - <<Oddio, fortunato è una parola grossa, diciamo che non perderà nulla di più di quanto non abbia già perso a causa di questo scelerato sistema socio economico e non mi riferisco solo ai soldi, ma anche a cose più importanti, come i figli e la famiglia, mentre chi ha molto perderà matematicamente molto e questo vale soprattutto per coloro che nei soldi hanno investito gran parte della loro esistenza.>> - <<Quindi un cambiamento, una rivoluzione è inevitabile arrivati a questo punto. Ma cosa bisogna fare?>> - <<Scendere in piazza a manifestare. Far sapere che sappiamo tutto e che conosciamo il passato e sappiamo capire il presente. Che questo scempio non si ripeta più, per i nostri figli perchè non possiamo più pensare solo a noi; cercando di salvare noi negheremmo un futuro degno ai nostri figli e soprattutto sarebbe assurdo cercare di salvare l’insalvabile. Detto questo inizia a scendere in piazza insieme a me, insieme ai tuoi amici.
Fate sapere che sapete… questo è fondamentale.>> - <<Ci sarò!>>


Potete anche leggere qui:

http://www.signoraggio.com/index_ilproblema.html

---------- Post added at 20:20 ---------- Previous post was at 18:44 ----------

Il Mondo ha un problema.
La Società ha in realtà, un unico grosso problema, e se lo è creato con le proprie mani!​
E’ un problema puramente economico, riguarda infatti l’emissione del Denaro.​
Tale emissione è decisa, controllata e gestita da Entità Private e non da Governi democraticamente eletti. Dopo centinaia di anni di contraffazioni e illegalità e machiavellismi, queste Entità Private sono ora giunte a controllare intere Nazioni, non più sovrane ma schiave di un meccanismo economico/finanziario conosciuto come «signoraggio» (con l’aggiunta della forse ancor più grave «riserva frazionaria»).
Molto spesso, troppo spesso, gli uomini politici di ogni Nazione chiamati a tutelare e difendere il Popolo che li ha democraticamente eletti, sono corrotti e collaborano con questi malvagi «creatori di moneta». Le leggi stesse in materia vengono create a vantaggio dei Banchieri Internazionali. Altre leggi che potrebbero aiutare il Popolo a riscattarsi da questa schiavitù, sono cambiate, alterate o semplicemente ignorate.
Il sistema bancario attuale è basato su una truffa ignobile e disumana.
Questa truffa è il «signoraggio» e la «riserva frazionaria» delle Banche Centrali.​
I sistemi di informazione sono alterati e/o controllati dal Potere Economico dei Banchieri Internazionali Privati e nessun giornale o televisione o radio parlerà mai del «signoraggio» e/o della «riserva frazionaria». Ci sono stati Presidenti di Stato e uomini di grandezza mondiale che sono caduti sotto i colpi della mano spietata e potente delle Entità Sovranazionali.
Lincoln e Kennedy, ad esempio. Morti per aver creato denaro, a nome e in nome del Popolo, e non in servitù di Banche Centrali «agghindate di denominazioni nazionali». Diffondere informazioni su questo argomento-tabù e contribuire a smascherare questi strangolatori delle libertà individuali e collettive è un dovere di TUTTI noi, di OGNUNO di noi. Cerca in Internet parole chiavi come «signoraggio», «riserva frazionaria», «debito pubblico».
Leggi informazioni alternative e contestatrici al Sistema. Supporta la causa diffondendo questo volantino e facendo TAM-TAM delle vere-informazioni che arrivi a cogliere tramite la Rete, informazioni depurate dall’ideologia politica, asservita al Potere dei Banchieri Internazionali.
 
Ultima modifica:

PML

Utente Attivo
472
48
CPU
Intel core i3 2120 3.3 Ghz
Scheda Madre
ASRock p67 pro3 SE
HDD
OCZ Agility 3 60 GB | WD da 500 GB
RAM
2x2 GB 1333 mhz
GPU
XFX HD 6870 DualFan
Monitor
Samung SyncMaster BX2235 1920x1080
PSU
ArticCooling Fusion 550-RF
Case
Thermaltake V4
OS
Ubuntu 12.04 LTS x64
Interessante post, è all'incira l'oggetto dei miei studi al momento (IV superiore). Ti consiglierei però di formattare il testo in modo migliore, ho fatto più fatica del solito a seguire il testo.
Così le banche furono “costrette” a rivedere i numeri, ad osare, ritoccando come prima cosa la percentuale di riserva frazionaria. Inizialmente la riserva frazionaria era del 20%, pensa che oggi è al di sotto dell’1.5%.
Le banche per legge devono avere a riserva frazionaria il 15% dei depositi.

Inoltre quel passaggio in cui si afferma che la BCE è privata andrebbe approfondito e messo in chiaro.

Il mio libro di testo, così come il diario scolastico dell'UE (sebbene non legato a fonti ufficiali UE), affermava che la BCE è pubblica e l'intero ricavato dall'emissione della moneta veniva distribuito agli Stati che a loro volta li impiegavano in investimenti pubblici.

Ho fatto una rapida ricerca e ho trovato questo sito che spiega la costituzione del capitale sociale della BCE. In sintesi per il 70% è costituito dalle banche centrali degli stati membri. Che però sono per gran parte private. Quindi si può dedurre che la BCE è privata.

Questo dato di fatto smentisce però molte nozioni che avevo. Su un articolo del Sole24Ore che spiegava in sintesi l'emissione della moneta, era spiegato che a causa dell'instabilità che si era creata nell 1700-1800 per l'emissione di banconote da parte di soggetti privati, gli Stati si erano presi il compito, spettante solo a loro, di stampare moneta, imponendo non più un valore fiduciario ma legale. Vedrò di informarmi meglio :boh::boh:
 
  • Like
Reactions: andreabi63 e Blume.

Blume.

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
20,404
8,870
CPU
I7 8700K
Dissipatore
Silent loop B-Quiet 360
Scheda Madre
Fatal1ty Z370 Gaming K6
HDD
3 Tera su Western Digital 3 Tera su Toshiba p300 3Ssd da 500Gb
RAM
Corsair Vengeance DDR4 LPX 4X4Gb 2666Mhz
GPU
Msi Gtx 1080Ti Gaming Trio X
Audio
Integrata
Monitor
SyncMaster P2470HD
PSU
Evga Supernova 650W G2
Case
Dark Base 700 B-Quiet
Net
100/50 Ftth Fastweb
OS
Windows 10Pro. 64Bit
 
Ultima modifica da un moderatore:

liberato87

Utente Èlite
1,573
213
CPU
INTEL i7 2600k @ 4500 Mhz
Scheda Madre
ASRock Fatal1ty P67 Professional
HDD
CRUCIAL REALSSD C300 128GB
RAM
A-DATA XPG+ v.2 2200 C8 @ 1866 7-7-7-21 1T @ 1,575V
GPU
SLI -> MSI GTX 560ti TWIN FROZR II OC @ 950/1900/2200
Monitor
SAMSUNG 2233rz 120hz
PSU
THERMALTAKE TOUGH POWER GRAND 750 modulare
Case
COOLER MASTER HAF 912 PLUS
OS
w7 ultimate 64bit
hai già visto Zeitgeist: Addendum ? Zeitgeist: Moving Forward?

inside job?

...
 
Ultima modifica:

Blume.

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
20,404
8,870
CPU
I7 8700K
Dissipatore
Silent loop B-Quiet 360
Scheda Madre
Fatal1ty Z370 Gaming K6
HDD
3 Tera su Western Digital 3 Tera su Toshiba p300 3Ssd da 500Gb
RAM
Corsair Vengeance DDR4 LPX 4X4Gb 2666Mhz
GPU
Msi Gtx 1080Ti Gaming Trio X
Audio
Integrata
Monitor
SyncMaster P2470HD
PSU
Evga Supernova 650W G2
Case
Dark Base 700 B-Quiet
Net
100/50 Ftth Fastweb
OS
Windows 10Pro. 64Bit

liberato87

Utente Èlite
1,573
213
CPU
INTEL i7 2600k @ 4500 Mhz
Scheda Madre
ASRock Fatal1ty P67 Professional
HDD
CRUCIAL REALSSD C300 128GB
RAM
A-DATA XPG+ v.2 2200 C8 @ 1866 7-7-7-21 1T @ 1,575V
GPU
SLI -> MSI GTX 560ti TWIN FROZR II OC @ 950/1900/2200
Monitor
SAMSUNG 2233rz 120hz
PSU
THERMALTAKE TOUGH POWER GRAND 750 modulare
Case
COOLER MASTER HAF 912 PLUS
OS
w7 ultimate 64bit
zeitgeist addendum riguarda quello di cui parlavi... e trae conclusioni incredibili..

inside job è un film-documentario fatto molto bene imho che spiega come è nata la crisi attuale e le varie porcate che fanno da almeno un secolo i banchieri più
potenti del mondo. è fatto con interviste a personaggi famosissimi (strauss kan

Inside Job - MYmovies

ve lo consiglio vivamente anche se parla parecchio di operazioni finanziare il cui meccanismo non è molto facile da comprendere (io queste cose le ho studiate quindi un pò le masticav).

fatemi sapere come vi siete sentiti dopo averlo guardato..
 
  • Like
Reactions: Blume.
S

Saival_87

Ospite
Quindi in parole povere il signoraggio è la differenza tra il valore intrinseco della moneta e quello nominale. Dato che la moneta la stampa un'ente privato se quest'ultimo stampa 100€ (valore nominale) dobbiamo dare 103€ perchè in quei 3€ ci sono il costo della carta, il costo dell'inchiostro, il costo dei macchinari che l'hanno stampata e infine la percentuale di guadagno dell'ente privato, che evidentemente non lavora gratis. Ho capito bene?

PS:
Il valore nominale non è più coperto dai depositi d'oro statali ma dalla nostra fiducia ad accettare la carta moneta. Quindi se un giorno, ipoteticamente, nessuno accettasse più la moneta il valore nominale va ad estinguersi automaticamente perchè non ci sono più le riserve d'oro a fare da garanzia?
 

Blume.

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
20,404
8,870
CPU
I7 8700K
Dissipatore
Silent loop B-Quiet 360
Scheda Madre
Fatal1ty Z370 Gaming K6
HDD
3 Tera su Western Digital 3 Tera su Toshiba p300 3Ssd da 500Gb
RAM
Corsair Vengeance DDR4 LPX 4X4Gb 2666Mhz
GPU
Msi Gtx 1080Ti Gaming Trio X
Audio
Integrata
Monitor
SyncMaster P2470HD
PSU
Evga Supernova 650W G2
Case
Dark Base 700 B-Quiet
Net
100/50 Ftth Fastweb
OS
Windows 10Pro. 64Bit
La Bce...presta soldi...logicamente ad un prestito viene applicato un interesse,ma se i soldi per pagare questo interesse non esistono,perchè non sono stati stampati,l'interesse sul prestito non lo si potrà mai pagare,e per cui per pagare gli interessi del primo prestito gli stati chiedono altri soldi,la bce stampa,presta,applica l'interesse anche sul secondo prestito che non potrà essere pagato...e cosi via!!!

---------- Post added at 14:39 ---------- Previous post was at 14:33 ----------

Quindi in parole povere il signoraggio è la differenza tra il valore intrinseco della moneta e quello nominale. Dato che la moneta la stampa un'ente privato se quest'ultimo stampa 100€ (valore nominale) dobbiamo dare 103€ perchè in quei 3€ ci sono il costo della carta, il costo dell'inchiostro, il costo dei macchinari che l'hanno stampata e infine la percentuale di guadagno dell'ente privato, che evidentemente non lavora gratis. Ho capito bene?

PS:
Il valore nominale non è più coperto dai depositi d'oro statali ma dalla nostra fiducia ad accettare la carta moneta. Quindi se un giorno, ipoteticamente, nessuno accettasse più la moneta il valore nominale va ad estinguersi automaticamente perchè non ci sono più le riserve d'oro a fare da garanzia?
La fregatura stà nel fatto che quei 3 euro per pagare il costo di realizzazione della moneta...non esistono,e cosi si crea debito.
Moltiplica i 3 euro che non esistono per ogni banconota che circola in europa...
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: gronag

gronag

Utente Èlite
21,183
7,189
Ma il vero e proprio "colpo di stato" finanziario (sarebbe meglio chiamarlo "colpo di grazia") avverrà quando entrerà in vigore (il 1° Gennaio 2013) il cosiddetto "Fiscal Compact", cioè l'obbligatorietà del pareggio di bilancio, inglobato nel Trattato di Stabilità ratificato il 31 Gennaio 2012 dai Capi di Governo dei paesi dell'Euro-Zona.
In parole povere, uno Stato, non potendo più spendere a deficit di bilancio, dovrà conseguire il "pareggio" di bilancio, cioè dare 10 e togliere 10, oppure, meglio ancora, il "surplus" di bilancio, dando 10 e togliendo 15, portando cittadini e aziende all'impoverimento "matematico" causato dallo Stato stesso, il quale perderà il controllo sulla spesa pubblica e, di fatto, anche sulla sua funzione democratica.
Tutto ciò sta accadendo nella più totale assenza di informazione da parte dei mass-media.
Ciao, caro Blume ;)
 

Blume.

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
20,404
8,870
CPU
I7 8700K
Dissipatore
Silent loop B-Quiet 360
Scheda Madre
Fatal1ty Z370 Gaming K6
HDD
3 Tera su Western Digital 3 Tera su Toshiba p300 3Ssd da 500Gb
RAM
Corsair Vengeance DDR4 LPX 4X4Gb 2666Mhz
GPU
Msi Gtx 1080Ti Gaming Trio X
Audio
Integrata
Monitor
SyncMaster P2470HD
PSU
Evga Supernova 650W G2
Case
Dark Base 700 B-Quiet
Net
100/50 Ftth Fastweb
OS
Windows 10Pro. 64Bit
Grazie gronag,per l'intervento.
 
  • Like
Reactions: gronag

liberato87

Utente Èlite
1,573
213
CPU
INTEL i7 2600k @ 4500 Mhz
Scheda Madre
ASRock Fatal1ty P67 Professional
HDD
CRUCIAL REALSSD C300 128GB
RAM
A-DATA XPG+ v.2 2200 C8 @ 1866 7-7-7-21 1T @ 1,575V
GPU
SLI -> MSI GTX 560ti TWIN FROZR II OC @ 950/1900/2200
Monitor
SAMSUNG 2233rz 120hz
PSU
THERMALTAKE TOUGH POWER GRAND 750 modulare
Case
COOLER MASTER HAF 912 PLUS
OS
w7 ultimate 64bit
Per non parlare dell'anatocismo bancario, usura legale che nonostante la sua palese incostituzionalità è stata protetta da ogni governo di destra o sinistra.

La colpa è nostra che ci lasciamo governare da questi porci
 
  • Like
Reactions: gronag e Blume.

Blume.

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
20,404
8,870
CPU
I7 8700K
Dissipatore
Silent loop B-Quiet 360
Scheda Madre
Fatal1ty Z370 Gaming K6
HDD
3 Tera su Western Digital 3 Tera su Toshiba p300 3Ssd da 500Gb
RAM
Corsair Vengeance DDR4 LPX 4X4Gb 2666Mhz
GPU
Msi Gtx 1080Ti Gaming Trio X
Audio
Integrata
Monitor
SyncMaster P2470HD
PSU
Evga Supernova 650W G2
Case
Dark Base 700 B-Quiet
Net
100/50 Ftth Fastweb
OS
Windows 10Pro. 64Bit
Per non parlare dell'anatocismo bancario, usura legale che nonostante la sua palese incostituzionalità è stata protetta da ogni governo di destra o sinistra.

La colpa è nostra che ci lasciamo governare da questi porci
Ho cercato qualcosa sull'anatocismo bancario,che non conscevo,ed ho trovato questo:

L’anatocismo è la prassi invalsa presso il sistema bancario di sommare gli interessi al capitale (capitalizzazione) ad ogni chiusura contabile periodica del conto corrente, generalmente il trimestre, (capitalizzazione trimestrale) e calcolare interessi prendendo come base di calcolo l’importo così ottenuto. Tale prassi è illegittima, poiché l’art. 1283 C.C. consente la capitalizzazione degli interessi (anatocismo) solo a condizioni ben definite, che evidentemente non ricorrono nel caso dell’anatocismo bancario. A tale proposito, la Sentenza n° 24418 pronunciata dalle Sezioni Unite della Suprema Corte il 2 dicembre 2010, ha sancito l’illegittimità dell’anatocismo, riprendendo la precedente giurisprudenza, di legittimità e di merito, in materia di capitalizzazione degli interessi, per contrarietà della capitalizzazione periodica all’art. 1283 C.C. rubricato “anatocismo”. In particolare il Supremo Collegio ha ribadito quanto già espresso nella Sentenza a Sezioni Unite n° 21095/04 in merito al divieto di anatocismo, stabilendo che la prassi invalsa presso il sistema bancario di capitalizzazione periodica degli interessi non costituisce un “uso normativo” idoneo a derogare il dettato dell’art. 1283 C.C., ma integra un mero uso negoziale in virtù del quale la deroga al divieto di anatocismo prevista dall’art. 1283 C.C. non può operare. Da tanto discende che il saldo di conto è viziato dalla capitalizzazione periodica degli interessi, ed è dunque contestabile per contrarietà alla norma imperativa sul divieto di anatocismo.
 

liberato87

Utente Èlite
1,573
213
CPU
INTEL i7 2600k @ 4500 Mhz
Scheda Madre
ASRock Fatal1ty P67 Professional
HDD
CRUCIAL REALSSD C300 128GB
RAM
A-DATA XPG+ v.2 2200 C8 @ 1866 7-7-7-21 1T @ 1,575V
GPU
SLI -> MSI GTX 560ti TWIN FROZR II OC @ 950/1900/2200
Monitor
SAMSUNG 2233rz 120hz
PSU
THERMALTAKE TOUGH POWER GRAND 750 modulare
Case
COOLER MASTER HAF 912 PLUS
OS
w7 ultimate 64bit
in breve è un interesse sull'interesse... rivalutato ogni 3 mesi!
ti presto 100 al 3%. dopo 3 mesi ti applico i 3% su 103 e così via!

quando ho studiato diritto bancario (e ho avuto la fortuna di avere un professore con i controcaxxi) mi sono veramente reso conto dello strapotere delle banche, che mettono al loro servizio la politica.
se a ciò aggiungiamo che i politici fanno spessissimo parte dei Cda delle banche oppure nominano direttamente i membri, detengono cospicue partecipazioni (non certo un capitale azionario di 1000euro..) o prodotti/servizi bancari (quando son ostati pubblicati i redditi dei politici, avete notato quanti soldi hanno in detemrinate banche? e secondo voi che fanno, le tassano? naaaa), oppure sono stati presidenti, vicepresidenti di grandi gruppi bancari...

in questo è scontato che non ci possa essere un minimo di dignità e quindi di poter fare regolamentazioni (vedi varie scalate bancarie, con in mezzo ex politici, ex presidenti banca d'Italia ecc...). sono solo slogan.. in realtà contro banche assicurazioni e varie categorie professionali non fanno niente perchè al potere ci sono loro.
ho studiato provvedimenti che facevano rabbrividire, magari varati nel silenzio assoluto perchè distraggono l opinione pubblica e la dirottano su berlusconi che fa i festini, quello che mette le corna alla moglie ecc.. ecc..
insomma porcate su porcate, fatte da destra, sinistra, governi tecnici eccc.. che vanno avanti dall'inizio della nostra giovane Repubblica.

solo noi possiamo avere Passera che predica contro l'evasione fiscale quando lui stesso fino a qualche mese fa era a capo di banca intesa e ha evaso otre 250 milioni di euro, dichiarandoli successivamente e godendo del condono ovviamente, quando a noi comuni cittadini se anche per errore non dichiari 100euro ti rovinano sia a livello di sanzioni sia a livello che non puoi più chiedere un prestito e a tratti neanche un certificato alla pubblica amminsitrazione.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Blume.

Blume.

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
20,404
8,870
CPU
I7 8700K
Dissipatore
Silent loop B-Quiet 360
Scheda Madre
Fatal1ty Z370 Gaming K6
HDD
3 Tera su Western Digital 3 Tera su Toshiba p300 3Ssd da 500Gb
RAM
Corsair Vengeance DDR4 LPX 4X4Gb 2666Mhz
GPU
Msi Gtx 1080Ti Gaming Trio X
Audio
Integrata
Monitor
SyncMaster P2470HD
PSU
Evga Supernova 650W G2
Case
Dark Base 700 B-Quiet
Net
100/50 Ftth Fastweb
OS
Windows 10Pro. 64Bit
Le banche sono delle scrofe,in piena crisi convulsiva.
 

gronag

Utente Èlite
21,183
7,189
Le banche sono delle scrofe,in piena crisi convulsiva.

Se non saremo noi a fermare le banche, denunciandole per usura, non si fermeranno più.
Dal 1996 in poi la normativa sull'usura riguarda chiunque presti denaro ad un tasso superiore al limite stabilito dalla legge (prima del 1996 riguardava solo gli usurai).
Tra i costi "illegittimi" non ci sono soltanto l'usura e l'anatocismo, cioè il calcolo di interessi sugli interessi, ma ci sono anche i "derivati", contratti che fungono da copertura rispetto all'aumento dei tassi di interesse, e i mutui a "tasso variabile", che rappresentano costi imprevedibili soprattutto per le aziende.
Ciao Blume ;)

P.S. In verità sono andato un po' OT, parlando di "Fiscal Compact", ma non avevo nulla da aggiungere alle eccellenti spiegazioni che tu hai fornito sul signoraggio.
Data la gravità della situazione, sto considerando di aprire un thread apposito a proposito del "Fiscal Compact" :grrrr:
 
  • Like
Reactions: Blume.

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: E3 2021, chi ti è piaciuto di più?

  • Ubisoft

    Voti: 17 18.3%
  • Gearbox

    Voti: 1 1.1%
  • Xbox & Bethesda

    Voti: 66 71.0%
  • Square Enix

    Voti: 3 3.2%
  • Capcom

    Voti: 5 5.4%
  • Nintendo

    Voti: 14 15.1%
  • Altro (Specificare)

    Voti: 8 8.6%

Discussioni Simili