Scelta modello e info su switch Varmilo EC Ivy Green

Keilaf

Nuovo Utente
Ciao a tutti!

Sto valutando l'acquisto di una tastiera da usare in ufficio (non sono ne un programmatore ne uno scrittore ma comunque sono un informatico e mi occupo di datascience) e non mi voglio porre limiti di budget particolari quindi punto insomma a un modello di fascia alta.
-Layout ristretto (tkl, 1800 o simili)
-Retroilluminazione non necessaria
-Anche da importare (non ho fretta)
-Gradita sia wireless che cavo, altrimenti va bene solo cavo.
-Estetica non tamarra, gradire uno stile molto vintage su base nera (comunque probabilmente scegliero una tastiera customizzaible).
-Layout US o ITA non fa differenza, gradirei l'ITA ma è risaputo che sono introvabili (filco a parte e raramente varmilo).
-Utilizzo il tastierino numerico ma non ha troppa importanza, posso prenderne uno esterno e comunque vorrei provare un formato ridotto rispetto al 100%.

Ora arrivo al punto: gli switch.
Ho avuto una tastiera con outeemu blu (cambiata perchè troppo rumorosa la notte in casa), attualmente in casa ho una tastiera con degli cherry mx brown e in ufficio una tastiera di 10 anni fa con i tasti rotti (lol). Dato che per la maggior parte del tempo userò la tastiera in ufficio userò la mia tastiera principale in ufficio e le più vecchie rimarranno a casa.
In base agli switch che sceglierò, deciderò quale tastiera comprare:

-Se scelgo dei classici cherry , opterò per una LEOPOLD 980pd (non vedo l'ora di provare questo layout) o al limite una custom da wasdkeyboard
-Se preferirò altri switch più particolari valuterò probabilmente l'acquisto di una Varmilo Custom 80%.

Con gli outemu blu mi trovavo bene ma il casino era davvero infernale, passando ai MX marroni all'inizio credevo di odiarli, sentivo un feedback impreciso e poco chiaro rispetto all'avvenuta pressione del tasto ma col tempo probabilmente mi ci sono abituato e dopo aver passato i primi giorni in ufficio su una tastiera terrificante, ho urlato di gioia tornando la sera a casa sui miei switch mx brown (soprattutto per la sensazione di ritorno del tasto molto più 'attiva' che mi aiuta quasi ad alzare le dita per muoverle verso altri tasti, non so se mi spiego).
Ovviamente prenderò il tester della cherry se opterò per la Leopold, invece mi piacerebbe avere informazioni sugli switch elettromeccanici della varmilo, in particolare su quelli verdi ma non ho trovato praticamente nulla, mi interessano quelli verdi perché dovrebbero essere tattili e riprovando switch cherry rossy la sensazione del lineare non mi piace, troppo anonima.
Quindi ora vi chiedo, il feeling degli switch rossi potrebbe migliorare con switch più duri tipo i Black? In caso di cherry pensavo ai silver, potrei sentire un miglioramento rispetto ai Brown oppure le differenze sono poche e mi conviene tornare su switch clicky come i blu o i verdi?

Ci sono altre alternative valide su modelli custom oltre che varmilo e wasdkeyboard? Sapete cosa differenzia il modello custom della varmilo con switch 'sword series' che costa molto di più?

Non ho particolari limiti di budget , idealmente rimanendo sotto i 300 euro, vale la pena valutare una soluzione DIY?

Potrebbe valere la pena (so che il feeling è sempre soggettivo) scegliere switch topre a monte della spesa aggiuntiva che richiedono?

Voi al posto mio , cosa fareste? Sono molto indeciso... Potrei anche portare la tastiera con switch marroni in ufficio e ordinarmi una tastiera più tamarra/colorata e retroilluminata bhooo

Grazie in anticipo a tutti :D
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: alan0ford

alan0ford

Nuovo Utente
Se ti apri al DIY, le cose di qualità le trovi su dei Group Buy e/o Massdrop; su Ali (o direttamente dai loro siti) trovi alternative meno costose (per me più che accettabili) da KBDfans o KPrepublic.

Un grande vantaggio del DIY è puoi usare PCB hotswap, così senza saldatore ti provi tutti gli switch che ti pare... il "dolore" sono i keycaps, oltre a costare un botto trovi praticamente solo ANSI (KPrepublic ha dei PTB profilo cherry con KIT italiano - è attivo un GB su Kono Store con dei granite SA e kit international - spedizione prevista a dicembre - tutti però profilati R3). Fai attenzione ai case, che non sono tutti standard.

Di già fatto, hotswap, vedi le GMMK.
 
  • Mi piace
Reactions: Keilaf

Keilaf

Nuovo Utente
grazie ! darò senz'altro un occhiata alle GMMK e grazie anche per la soffiata del group by dei sa, sai quando termina?

Riguardo agli switch EC di varmilo nessuno sa nulla ? se ne vale la pena vado di varmilo a occhi chiusi, se i classici cherry mx sono simili valuto leopold and co
 

Keilaf

Nuovo Utente
l'effettivo pagamento avviene subito oppure quando spediscono ~19 dicembre?

Sento spesso parlare di questi caps 'SA' sai darmi delle info un po più precise? spesso trovo invece i ''DSA', differenza?
Il profilo R3 è particolare? influenza molto la scrittua il profilo? c'è un motivo particolare per cui molti ricerca il profilo vintage cherry (che mi apre bello piatto)?
 

alan0ford

Nuovo Utente
Sull'unghia, altrimenti che GB sarebbe, sulla fiducia? ;)

Influenza di molto, eccome, assieme a spessore e peso.
Le info le trovi in rete, generali: https://mechlab.cc/a-guide-to-keycap-profiles/ e quelle di Signature Plastics: https://pimpmykeyboard.com/key-cap-family-specs/

R3 è la riga di mezzo, senza angolo; in un set aiuta molto avere keycaps non profilati, per comprendere i molteplici layout fisici che esistono nel mondo DIY e per quelli non usano QWERTY (Colemak e Dvorak).
 
  • Mi piace
Reactions: Keilaf

Entra

oppure Accedi utilizzando