Rippare CD in mp3

ermes.marana

Nuovo Utente
10
0
'sera!

Mi chiedevo quale fosse il metodo migliore di rippare un CD.
Vorrei ottenere degli audio di buona qualità, ma che non occupino troppo spazio, perché li vorrei mettere in un lettore mp3. Dunque, dopo varie letture in rete, ho pensato che la scelta migliore fosse l'mp3 320 kbps.

Per valutare la qualità degli audio ho scaricato il programma Spek, che mostra le frequenze raggiunte dai brani. Se ho ben capito, brani in mp3 a 320 kbps dovrebbero raggiungere su Spek 20 Hz.
Problema: capita che numerosi brani convertiti in mp3 a 320 kbps non tocchino affatto i 20 Hz su Spek! Ad esempio alcuni si fermano sui 16. Ho notato che la frequenza può variare a seconda del programma usato per rippare; ho ottenuto le frequenze migliori con Express Rip CD Ripper Software, che però già dopo pochissime conversioni mi ha chiesto di pagare. Quale programma mi consigliate per fare queste conversioni con i migliori risultati?

Ho poi provato a convertire qualche brano in flac... ma - incredibile - nessuno toccava i 22 Hz. Com'è possibile? Invece un album scaricato già flac dalla rete arriva ai 22 Hz e su Spek il grafico l'ha completamente colorato.

Oltre a Spek ci sono altri strumenti per valutare l'audio?
Uno strumento è l'orecchio umano, certo. Ho convertito in mp3 Closer dei Joy Division, il grafico di Spek per una volta toccava proprio i 20 Hz, ma il suono gracchiava terribilmente... poi ho visto che il CD era un po' rigato.
 

Massimo 2967

Utente Èlite
3,530
2,086
Usa questo http://www.exactaudiocopy.de/en/
Molti programmi di conversione tagliano in automatico tutte le frequenze sopra i 16 kHz dato che non risultano udibili dalla maggior parte delle persone già a partire da 26-27 anni.
Già a 25 anni probabilmente arrivi intorno a 17 kHz come frequenza massima percepita.
 
Ultima modifica:

Andretti60

Utente Èlite
3,872
2,608
Beh, dipende anche quando e dove ascolti il lettore mp3. Se lo fai in un luogo rumoroso o mentre fai ginnastica, puoi tranquillamente rippare a 256kbps (che e' quello che faccio io) tanto fa ben poca differenza. Non dare troppo peso ai grafici dello spettro delle frequenze, se gia' nell'originale le frequenze non andavano oltre una certa soglia (che e' normale) non potrai pretendere di avere frequeeze oltre quella, dopo la conversione, infatti il confronto va fatto con l'originale.
 

ermes.marana

Nuovo Utente
10
0
Usa questo http://www.exactaudiocopy.de/en/
Molti programmi di conversione tagliano in automatico tutte le frequenze sopra i 16 kHz dato che non risultano udibili dalla maggior parte delle persone già a partire da 26-27 anni.
Già a 25 anni probabilmente arrivi intorno a 17 kHz come frequenza massima percepita.

Sì, avevo già letto su più siti che EAC è il migliore. Tuttavia l'ho scaricato e disinstallato due-tre volte ahah, è piuttosto complesso da utilizzare. Gli altri programmi che ho scaricato, invece, appena aperti riconoscevano il CD, mettevano i tag e con un click facevano iniziare il rip. Comunque, se mi spieghi per bene come farlo funzionare e se davvero dici che mi è necessario posso riprovarci, con EAC.

Se molti programmi tagliano le frequenze sopra i 16 Hz che senso ha che dicano che convertono in 320 kbps? alla fine ne esce un "320 kbps finto"

Se le frequenze sopra i 16 Hz non risultano udibili dalla maggior parte delle persone a partire dai 26-27 anni, allora i formati FLAC e WAW dovrebbero essere pochissimo diffusi, no? Che senso avrebbe per un 40enne andare a cercare un audio lossless di cui con tutta probabilità non sentirà tutti i suoni? Io ne ho 24: fino a quali frequenze posso arrivare secondo te? (per ascoltare uso queste https://www.amazon.it/dp/B01LVVF94H/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi e queste https://www.amazon.it/dp/B004ZLV0GS/?tag=tomsforum-21&linkCode=ogi)
Post automaticamente unito:

Beh, dipende anche quando e dove ascolti il lettore mp3. Se lo fai in un luogo rumoroso o mentre fai ginnastica, puoi tranquillamente rippare a 256kbps (che e' quello che faccio io) tanto fa ben poca differenza. Non dare troppo peso ai grafici dello spettro delle frequenze, se gia' nell'originale le frequenze non andavano oltre una certa soglia (che e' normale) non potrai pretendere di avere frequeeze oltre quella, dopo la conversione, infatti il confronto va fatto con l'originale.
Lo ascolto fuori di casa... possono essere luoghi rumorosi come una strada trafficata o abbastanza silenziosi come un parco con poca gente. (in questo periodo c'è un certo silenzio in giro ahah)

Come si fa a sapere le frequenze dell'audio originale del CD? Credevo che nell'originale fossero massime
 
Ultima modifica:

Massimo 2967

Utente Èlite
3,530
2,086
Proprio perché vi sono molte opzioni ti permette di ottenere prestazioni superiori, se per comodità preferisci i programmi che gestiscono tutto in automatico non hai nessun controllo su quello che viene fuori.
Riguardo al bitrate stai facendo confusione, 128-256-320kbps indicano(per dirla in modo semplice)la percentuale di compressione cioè la quantità di dati che vengono eliminati(il formato MP3 è un formato lossy),un CD audio ha un bitrate di 1.411,2 kbps,quindi se usi la codifica MP3 a 320 kbps vuol dire che rimangono in ogni caso circa un quinto dei dati originali, il resto viene eliminato perché non risulta percepibile dal nostro udito e non considerato rilevante dalla parte della mente che si occupa di elaborare i segnali audio.
Logicamente se esageri con la compressione le differenze cominciano ad essere percepibili perché con fattori di compressione superiori a 256 kbps vengono eliminate principalmente le informazioni presenti agli estremi della banda audio e quei suoni che vengono considerati non rilevanti, mentre la parte centrale dello spettro audio viene toccata solo in modo marginale( il nostro udito con l'evoluzione, si è specializzato nel riconoscere con la massima precisione le frequenze comprese nello spettro della voce umana, più ti allontani da quelle frequenze più diminuisce la capacità di riconoscere con precisione i suoni, fino ad arrivare al punto che basta lasciare solo qualcosa che rassomiglia al suono originale per ingannare la nostra percezione, inoltre il nostro udito può riconoscere come differenti solo suoni che non siano troppo simili come caratteristiche o che non presentino una differenza di volume eccessiva tra minimo e massimo , se due suoni finiscono per essere sotto questa distanza o troppo differenti come volume, noi percepiamo solo quello più forte, di conseguenza l'altro può venire eliminato durante la compressione).
I formati lossless come la codifica flac compattano le informazioni audio per ridurre lo spazio occupato senza però eliminare nulla, per questo occupano maggiore spazio.
Logicamente la qualità finale dipende dall'originale, se è scarso l'originale, la copia se in formato lossy sarà anche peggio.
 
Ultima modifica:

ermes.marana

Nuovo Utente
10
0
Altra questione...

Da quando ho installato dBpoweramp CD Ripper, andando sui file audio mi compaiono varie informazioni di cui varie cose non mi sono chiare:

- Encoder Settings Variable Bit Rate V0 (Extreme)
- Encoder Settings Constant Bit Rate 320 kbps (free format)
- Encoder Settings Consrant Bit Rate 320 kbps (Insane)

I termini tra parentesi cosa significano?

Riguardo agli Encoder, ho letto che il migliore è il LAME. Tuttavia, ho alcuni file che hanno il Lavc e quelli convertiti con Windows Media Player hanno FHG (Guess). Che differenza c'è tra questi Encoder?
 

Massimo 2967

Utente Èlite
3,530
2,086
La codifica "Variable bit rate " vuol dire che pur lasciando un valore di codifica medio il valore all'interno del brano può cambiare a seconda delle informazioni audio presenti momento per momento,(minore nei punti con Maggiore complessità audio e maggiore nei punti con meno dati).
Al contrario la codifica"Constant " mantiene invariato il livello di codifica per tutta la lunghezza del brano varia solo il modo come si comporta il programma di codifica (insane ) dovrebbe essere quello che garantisce maggiore qualità.
Esistono diversi codec per convertire i file in formato MP3 ,tutti si basano sulle stesse informazioni ottenute tramite anni di studi( psicoacustica) su come percepiamo i suoni.
Ma non tutti garantiscono la stessa qualità perché varia il modo e la precisione che usano per decidere come e cosa eliminare.
 

ermes.marana

Nuovo Utente
10
0
La codifica "Variable bit rate " vuol dire che pur lasciando un valore di codifica medio il valore all'interno del brano può cambiare a seconda delle informazioni audio presenti momento per momento,(minore nei punti con Maggiore complessità audio e maggiore nei punti con meno dati).
Al contrario la codifica"Constant " mantiene invariato il livello di codifica per tutta la lunghezza del brano varia solo il modo come si comporta il programma di codifica (insane ) dovrebbe essere quello che garantisce maggiore qualità.
Esistono diversi codec per convertire i file in formato MP3 ,tutti si basano sulle stesse informazioni ottenute tramite anni di studi( psicoacustica) su come percepiamo i suoni.
Ma non tutti garantiscono la stessa qualità perché varia il modo e la precisione che usano per decidere come e cosa eliminare.
sì, VBR e CBR già sapevo cosa volessero dire. Mi pare di aver capito che considerando il rapporto qualità/peso sia da preferire il VBR, giusto?
Chiedevo soltanto di "insane", "extreme" e "free format". Dunque "insane" indica maggiore qualità rispetto a "extreme". E free format?
 

Massimo 2967

Utente Èlite
3,530
2,086
Se il tuo lettore li legge si, alcuni programmi o lettori audio a volte si trovano in difficoltà a gestire quella codifica.
Però voglio essere onesto, quelle cuffie che hai elencato non sono il massimo per ascoltare la musica, ti stai preoccupando di ottenere la massima qualità possibile con il formato mp3, quando tenendo conto della memoria disponibile nei lettori audio moderni e smartphone vari potresti usare il formato flac, ma usi cuffie che non sono proprio il massimo per poter apprezzare queste eventuali differenze.
 

ermes.marana

Nuovo Utente
10
0
Se il tuo lettore li legge si, alcuni programmi o lettori audio a volte si trovano in difficoltà a gestire quella codifica.
Però voglio essere onesto, quelle cuffie che hai elencato non sono il massimo per ascoltare la musica, ti stai preoccupando di ottenere la massima qualità possibile con il formato mp3, quando tenendo conto della memoria disponibile nei lettori audio moderni e smartphone vari potresti usare il formato flac, ma usi cuffie che non sono proprio il massimo per poter apprezzare queste eventuali differenze.
sì, sia dal computer che dal lettore mp3 i file free format vengono riprodotti senza problemi. Se così non fosse, sarebbe un problema, visto che un sito con una scelta davvero ampia che uso per scaricare musica ha per la maggior parte - a quanto ho visto per adesso - file in free format. Dal punto di vista della qualità il free format com'è rispetto a CBR e VBR?

Insomma, il mio lettore mp3 ha una memoria di 7890 MB: dunque ci starebbero circa 40 album in flac, considerando un peso medio di 200 MB; in mp3 a 320 ce ne starebbero il doppio, a 256 ancora di più! Se metto i flac mi tocca più volte collegare il lettore al pc per cambiare gli album e metterne di nuovi.

Sì, forse le cuffie non sono il massimo. Considera che fino a qualche mese fa ne avevo di peggiori ahah.
Mi è venuta voglia di avere gli album in buone condizioni audio da quando ho scoperto Music Bee, un programma molto carino per organizzare e riprodurre gli audio. Ho pensato: visto che mi costruisco un piccolo archivio diviso per generi, anni etc, sarebbe brutto se ci fossero audio di cattiva qualità!
 

Massimo 2967

Utente Èlite
3,530
2,086
sì, sia dal computer che dal lettore mp3 i file free format vengono riprodotti senza problemi. Se così non fosse, sarebbe un problema, visto che un sito con una scelta davvero ampia che uso per scaricare musica ha per la maggior parte - a quanto ho visto per adesso - file in free format. Dal punto di vista della qualità il free format com'è rispetto a CBR e VBR?

Insomma, il mio lettore mp3 ha una memoria di 7890 MB: dunque ci starebbero circa 40 album in flac, considerando un peso medio di 200 MB; in mp3 a 320 ce ne starebbero il doppio, a 256 ancora di più! Se metto i flac mi tocca più volte collegare il lettore al pc per cambiare gli album e metterne di nuovi.

Sì, forse le cuffie non sono il massimo. Considera che fino a qualche mese fa ne avevo di peggiori ahah.
Mi è venuta voglia di avere gli album in buone condizioni audio da quando ho scoperto Music Bee, un programma molto carino per organizzare e riprodurre gli audio. Ho pensato: visto che mi costruisco un piccolo archivio diviso per generi, anni etc, sarebbe brutto se ci fossero audio di cattiva qualità!
Scusa mi sono espresso male.
Intendevo la codifica VBR che non sempre viene gestita correttamente da alcuni lettori mp3.
Io farei un pensierino verso un lettore più recente e di qualità migliore.
 

ermes.marana

Nuovo Utente
10
0
Scusa mi sono espresso male.
Intendevo la codifica VBR che non sempre viene gestita correttamente da alcuni lettori mp3.
Io farei un pensierino verso un lettore più recente e di qualità migliore.
Dici che sia la codifica VBR a non venir gestita correttamente?
A me sembra sia la Free Format: dBpoweramp CD Ripper se imposto la conversione in Free Format mi dice "check player compatibility" e questa pagina dice che pochi decoder supportano i file free format http://mp3decoders.mp3-tech.org/freeformat.html

In ogni caso, sia che ci fossero rischi col VBR che col Free format, dovrei saperlo prima di comprare un nuovo lettore mp3, però ho guardato un po' di lettori senza trovare informazioni in merito.

Come mai mi consigli proprio questi due lettori? In effetti il mio è piuttosto vecchio e usurato al punto che si è accumulato dello sporco sotto il vetro e parte dello schermo si vede malissimo. Quindi ci sta di cambiarlo. Si tratta di questo modello https://www.philips.it/c-p/SA5AZU08KF_12/gogear-lettore-mp4-con-fullsoundtm

Col modello attuale mi sono trovato bene. Quindi ne vorrei uno simile, migliore in tre punti:
- possibilità di organizzare gli album per anno
- lettore che riconosca il metadato del numero di traccia e dunque non ordini ogni volta i brani alfabeticamente costringendomi a scrivere prima del nome della traccia "01", 02" etc
- qualità audio superiore

Mi basta che organizzi e riproduca musica e che abbia la radio, tutti gli altri servizi che molti lettori hanno (orologio, lettura di ebook, video, immagini, contapassi etc) non mi interessano
 

Massimo 2967

Utente Èlite
3,530
2,086
La codifica Free Format non è altro che la codifica cbr standard ma che permette di usare un bitrate superiore a 320 kbps, oramai non viene praticamente più usata e la maggior parte dei lettori non accetta file audio con bitrate superiore a 320 kbps.
La presenza del ricevitore radio nei lettori audio a partire dalla fascia media a salire è nulla, ormai viene inserita solo nei lettori dove il numero di funzioni inserite conta più delle prestazioni generali del lettore.
Non ti consiglio questi modelli specifici, li ho messi come esempio,per fornire un' idea di quello che il mercato offre oggi, e del costo che potrebbe avere un possibile upgrade senza arrivare a modelli di fascia alta.
 

ermes.marana

Nuovo Utente
10
0
La codifica Free Format non è altro che la codifica cbr standard ma che permette di usare un bitrate superiore a 320 kbps, oramai non viene praticamente più usata e la maggior parte dei lettori non accetta file audio con bitrate superiore a 320 kbps.
La presenza del ricevitore radio nei lettori audio a partire dalla fascia media a salire è nulla, ormai viene inserita solo nei lettori dove il numero di funzioni inserite conta più delle prestazioni generali del lettore.
Non ti consiglio questi modelli specifici, li ho messi come esempio,per fornire un' idea di quello che il mercato offre oggi, e del costo che potrebbe avere un possibile upgrade senza arrivare a modelli di fascia alta.
in riferimento alla parte in grassetto: se un lettore accetta i flac, che hanno bitrate sopra i 320 kbps, posso supporre che accetti anche la codifica free format degli mp3?
 

Massimo 2967

Utente Èlite
3,530
2,086
in riferimento alla parte in grassetto: se un lettore accetta i flac, che hanno bitrate sopra i 320 kbps, posso supporre che accetti anche la codifica free format degli mp3?
No il free format rimane un file mp3 a tutti gli effetti, ha solo delle modifiche che gli permettono di superare i 320 kbps che è il massimo bitrate permesso dallo standard, quindi a meno che non sia chiaramente indicato non verrà letto, e non viene praticamente più usato da molto tempo.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot del momento