PROBLEMA Problema con velocità SSD M.2 NVMe

R3fleXi0n

Nuovo Utente
67
8
Buon pomeriggio raga, scrivo perché ho un problema con il mio NVMe. Praticamente non riesce più a raggiungere le velocità che dovrebbe raggiungere in scrittura. È un Sabrent Rocket 3.0 da 512GB, appena assemblato il computer (Giugno 2021) e testato su CrystalDiskMark nessun problema, raggiungeva le velocità indicate dal produttore. Ora invece andando a ritestarlo (sempre su CrystalDiskMark), le velocità in lettura sono rimaste pressoché identiche mentre quelle in scrittura sono diminuite anche di parecchio, passando dai 2400MB/s ai 500-1500MB/s. Come mai? Come posso riportare il tutto alla normalità? Grazie in anticipo, vi lascio configurazione e screenshot da CrystalDiskMark fatti rispettivamente a PC assemblato e di recente.

Motherboard: MSI MAG B550 Tomahawk
RAM: Crucial Ballistix 2x8GB 3200MHz CL16 (occate a 3600MHz CL16)
CPU: Ryzen 3 4300GE
SSD: Sabrent Rocket 3.0 512GB
PSU: Seasonic Focus GX-650

Giugno 2021 Settembre 2021
Post automatically merged:

Addirittura ora rifacendo il test le velocità risultano ancora più base rispetto all'ultima volta


CrystalDiskMark_20210920155345.png
 
Ultima modifica:

BAT

Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
9,649
4,149
CPU
Neurone solitario
Dissipatore
Ventaglio azionato a mano
Scheda Madre
Casalinga
RAM
Molto molto volatile
GPU
Binoculare integrata nel cranio
PSU
Pastasciutta, pollo e patatine al forno
Net
Segnali di fumo e/o tamburi
OS
Windows 10000 BUG
disinstalla tutto quello che non ti serve ed esegui la pulizia profnda di Windows
poi riavvia il PC ed esegui "deframmenta ed ottimizza unità"; questo dovrebbe forzare il trim sull'SSD
è normale che le prestazioni degli SSD diminuiscano nel tempo, e scendono tanto di più quanto più il disco si riempie
 
  • Mi piace
Reazioni: R3fleXi0n

Real Black

Utente Attivo
851
353
CPU
AMD Ryzen 5 3600
Dissipatore
Stock
Scheda Madre
MSI X470 Gaming Plus MAX
HDD
Crucial MX500 500GB + WD Caviar Green 1TB
RAM
Crucial Ballistix 16GB (2x8) 3600 MT/s 16-18-18-38
GPU
Sapphire Radeon RX 5700 XT Pulse
Audio
Beyerdynamic DT770 Pro 80ohm
Monitor
ViewSonic XG2401
PSU
Antec EA650G Pro
Case
Phanteks Eclipse P400A + Arctic P14 top + Arctic P12 rear
Periferiche
Magicforce 69 (PBT dye sub + Gateron Red) & Razer Viper Mini
Net
FFTH (1000 Mbit/s)
OS
Windows 10 Pro
Pf. Sabrent Rocket (Phison E12S come controller) su piattaforma AMD. Sono sicuro che anche il tuo soffre del bug delle prestazioni, ne parlai già con uno Max(IT) in privato, ti cito il problema:

"Di recente, SSD NVMe come il Sabrent Rocket 3.0, il PNY CS3030, il TeamGroup Cardea II, il Corsair MP510 e tutti quelli che possiedono come controller il Phison E12/E12S, stanno dando qualche problema con piattaforma AMD.
Di norma questo controller è di fascia alta, con quattro core, otto canali, un algoritmo di tipo LDPC e prestazioni da 3000 MB/s in su sia in lettura che scrittura sequenziale. Peccato che da un po’ di tempo sembra dare problemi su piattaforma AMD: a quanto pare, incolpando i driver poiché questa situazione sembra esserci solo su AMD e non su Intel, il controller non è in grado di caricare/gestire bene la cache SLC e al posto di far andare le prestazioni in scrittura sequenziale sui 3000 MB/s (dipende anche dal taglio e dall’SSD esatto, visto che non tutti usano le stesse NAND Flash) le fa andare sui 600 MB/s, se non di meno. All'inizio si pensava che fosse un problema di Windows 2004 con la gestione del TRIM ma a quanto pare non sembra esserlo. Infatti anche su altre versioni (quelli che abbiamo elencato prima) dà sempre lo stesso problema. Pensiamo che sia un problema riguardante la piattaforma AMD e i suoi relativi driver, per questo consigliamo di più i prossimi SSD piuttosto che questo, sempre se deve essere usato in una configurazione AM4. (Ryzen da 1000 a 5000)
".

Soluzioni? Paradossalmente nessuna, se non formattare, formattare e formattare. Magari prova a fare anche un TRIM forzato, ma dubito che possa risolvere il problema.
è normale che le prestazioni degli SSD diminuiscano nel tempo, e scendono tatnto di più quanto più il disco si riempie
Sì ma questa è un'esagerazione vera e propria, soprattutto perché il disco è pieno al 24%, non al 90% (per dire).
 

BAT

Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
9,649
4,149
CPU
Neurone solitario
Dissipatore
Ventaglio azionato a mano
Scheda Madre
Casalinga
RAM
Molto molto volatile
GPU
Binoculare integrata nel cranio
PSU
Pastasciutta, pollo e patatine al forno
Net
Segnali di fumo e/o tamburi
OS
Windows 10000 BUG
soprattutto perché il disco è pieno al 24%, non al 90%
in effetti intendevo che degradano le prestazioni dopo che superano il 50%, non si nota quasi fino al 75% e poi deventa sempre più evidente. Non avevo ingrandito le figure e lo sto vedendo solo ora il 24% di occupazione della partizione C.

Dato che ci sono, segnalo che in Windows 10 pare che non sia stato ancora risolto il problema del richiamo incontrollato al TRIM sugli SSD, bisogna andare nel tool "Deframmenta ed ottimizza unità", selezionare le partizioni relative agli SSD e disattivare l'ottimizzazione pianificata (è quella che lancia il comando TRIM); pare che il sistema operativo perda il riferimento all'ultima esecuzione ed esegue l'ottimizzazione anche quando non è necessaria, e questo alla lunga può compromettere l'integrità dell'SSD (in questo caso indipendentemente dalla piattaforma AMD/Intel essendo un bug del sistema operativo). Al momenot non ho notizia che il problema sia stato risolto, se qulcuno sa diversamente e mi segnala una fonte attendibile gliene sarei grato)
 
  • Mi piace
Reazioni: R3fleXi0n

Real Black

Utente Attivo
851
353
CPU
AMD Ryzen 5 3600
Dissipatore
Stock
Scheda Madre
MSI X470 Gaming Plus MAX
HDD
Crucial MX500 500GB + WD Caviar Green 1TB
RAM
Crucial Ballistix 16GB (2x8) 3600 MT/s 16-18-18-38
GPU
Sapphire Radeon RX 5700 XT Pulse
Audio
Beyerdynamic DT770 Pro 80ohm
Monitor
ViewSonic XG2401
PSU
Antec EA650G Pro
Case
Phanteks Eclipse P400A + Arctic P14 top + Arctic P12 rear
Periferiche
Magicforce 69 (PBT dye sub + Gateron Red) & Razer Viper Mini
Net
FFTH (1000 Mbit/s)
OS
Windows 10 Pro
pare che il sistema operativo perda il riferimento all'ultima esecuzione ed esegue l'ottimizzazione anche quando non è necessaria, e questo alla lunga può compromettere l'integrità dell'SSD (in questo caso indipendentemente dalla piattaforma AMD/Intel essendo un bug del sistema operativo).
Capisco. In questo caso comunque, penso che gli svantaggi vadano più dalla parte della longevità del disco (o meglio, delle memorie, visto che il controller già di suo fa una deframmentazione durante il livello delle celle e il garbage collection) che dalle performance.
 

BAT

Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
9,649
4,149
CPU
Neurone solitario
Dissipatore
Ventaglio azionato a mano
Scheda Madre
Casalinga
RAM
Molto molto volatile
GPU
Binoculare integrata nel cranio
PSU
Pastasciutta, pollo e patatine al forno
Net
Segnali di fumo e/o tamburi
OS
Windows 10000 BUG
penso che gli svantaggi vadano più dalla parte della longevità del disco
👍 era esattamente quello che intendevo con "alla lunga può compromettere l'integrità dell'SSD"
hai per caso un link "specializzato" che raccoglie tutti i cambi indesiderati di hw per gli SSD? sulle unità di fascia medio-bassa ormai pare che sia la pratica comune, non mi sono mai posto il problema prima perché di solito suggerisco solo SSD di fascia medio-alta/alta (essenzialmente Samsung e WD), ma ormai non ci si può più fidare di nessuno 😡
 

Real Black

Utente Attivo
851
353
CPU
AMD Ryzen 5 3600
Dissipatore
Stock
Scheda Madre
MSI X470 Gaming Plus MAX
HDD
Crucial MX500 500GB + WD Caviar Green 1TB
RAM
Crucial Ballistix 16GB (2x8) 3600 MT/s 16-18-18-38
GPU
Sapphire Radeon RX 5700 XT Pulse
Audio
Beyerdynamic DT770 Pro 80ohm
Monitor
ViewSonic XG2401
PSU
Antec EA650G Pro
Case
Phanteks Eclipse P400A + Arctic P14 top + Arctic P12 rear
Periferiche
Magicforce 69 (PBT dye sub + Gateron Red) & Razer Viper Mini
Net
FFTH (1000 Mbit/s)
OS
Windows 10 Pro
hai per caso un link "specializzato" che raccoglie tutti i cambi indesiderati di hw per gli SSD?
Dipende da quello che intendi. Guardando le recensioni (TweakTown per esempio) ti accorgi che per esempio il Sabrent è passato da Phison E12 a Phison E12S, a usare meno DRAM (come capacità, non chip sul PCB) e NAND diverse, da 64L a 96L (Kioxia/Micron, comunque sempre TLC), ma è una cosa che hanno fatto tutti gli SSD che avevano il Phison E12, infatti ormai tutti questi sono passati a usare l’E12S con i cambiamenti che ho elencato. Ci sono però casi di Phison E12 che usano controller di aziende diverse, per esempio il Silicon Power P34A80, che usa ora un Silicon Motion SM2262ENG (vedi la recensione di TechPowerUp). Se invece di ciò intendi una lista… Beh, no, non ne conosco, ma penso che non ci siano nemmeno. Io per tenermi aggiornato molto semplicemente visito giornalmente i siti di testate hardware e informatiche in generale e guardo sempre la sezione “SSD” nel caso uscissero nuove recensioni, testate proprio come TechPowerUp, Tom’s Hardware USA, TweakTown e AnandTech.
sulle unità di fascia medio-bassa ormai pare che sia la pratica comune, non mi sono mai posto il problema prima perché si solito suggerisco solo SSD di fascia medio-alta/alta (essenzialmente Samsung e WD), ma ormai non ci si può più fidare di nessuno
Hai colto il punto: ormai non ci si può fidare più di nessuno, perché il cambiamento dei componenti di nascosto (pratica chiamata anche: “bait-and-switch”) non succede più solo in unità di fascia medio-bassa o di brand “sconosciuti” (come, per esempio, Kingston A2000, Crucial P2, TCSUNBOW, Asenno, KingDian, ecc.), ma anche in quelle di fascia alta e di aziende con una certa rilevanza nel mondo dello storage, sia storicamente che non; per esempio poco tempo fa è stato segnalato un caso di Samsung che ha cambiato i componenti al 970 EVO Plus passando ad avere performance peggiori dopo la cache SLC (ma averla aumentata di tanto in termini di capacità), WD ha cambiato i componenti all’SN550 usando - ipoteticamente - delle memorie più dense e che portano a un interleaving peggiore (ergo peggiori performance, infatti dopo la cache SLC prima faceva circa 800 MB/s mentre ora ne fa circa 300-350 MB/s), ADATA ha fatto un casino con l’SX8200 Pro, Kingston ha in passato cambiato componenti all’A2000 e così via.

Perché succede questo? perché i produttori sono cattivi e vogliono venderci SSD che sono diversi da quelli delle recensioni in modo tale da far rimanere impressa una determinata figura dell'SSD dalla recensione? No. I produttori ormai son costretti a fare questi cambiamenti per via della crisi generale (visto che c'è anche nel mondo degli SSD e non solo nel mondo delle schede video - secondo te perché Samsung e WD hanno fatto degli SSD DRAM-less usando controller depotenziati ma memorie migliori (si parla del 980 per Samsung e dell'SN750 SE per WD)? Sarebbe meno costoso sia per l'azienda e sia per gli utenti, anche se rispetto ai vecchi modelli sulla stessa fascia - 970 EVO/970 EVO Plus per Samsung e SN750 per WD - sono peggiori come qualità) e per Chia (anche se alcuni produttori stanno presentando SSD pensati per quest'ultima (Sabrent con i Plotripper e Plotripper Pro, PNY con gli LX3030 e ADATA con i Prospector 950 e Prospector 970)).
Peccato che ormai questa non è più ritenibile come "scusa", questo perché è da tempo che succede, anche prima di questa crisi e dell'invenzione di Chia - vedere il Kingston SSDNow V300 che nel 2014 passò a delle NAND peggiori (da delle Toshiba 19nm a delle Micron 20nm) o ancora prima l’OCZ Vertex 2 che anche lui fece un cambio di NAND (passò da delle 34nm a delle 25nm rimanendo Intel).
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reazioni: Moffetta88 e BAT

R3fleXi0n

Nuovo Utente
67
8
Raga grazie mille per le risposte. Ho disattivato l'ottimizzazione pianificata di Windows per lo storage, ed ho eseguito una pulizia disco. Come temevo, non ho ottenuto risultati, in lettura sono arrivato a toccare i 3450 MB/s ma in scrittura non riesce più a superare i 600 MB/s. Quindi ricapitolando: è un problema delle piattaforme AMD con gli SSD che montano controller Phison E12/E12S e al momento non c'è alcuna soluzione, giusto?
 

Real Black

Utente Attivo
851
353
CPU
AMD Ryzen 5 3600
Dissipatore
Stock
Scheda Madre
MSI X470 Gaming Plus MAX
HDD
Crucial MX500 500GB + WD Caviar Green 1TB
RAM
Crucial Ballistix 16GB (2x8) 3600 MT/s 16-18-18-38
GPU
Sapphire Radeon RX 5700 XT Pulse
Audio
Beyerdynamic DT770 Pro 80ohm
Monitor
ViewSonic XG2401
PSU
Antec EA650G Pro
Case
Phanteks Eclipse P400A + Arctic P14 top + Arctic P12 rear
Periferiche
Magicforce 69 (PBT dye sub + Gateron Red) & Razer Viper Mini
Net
FFTH (1000 Mbit/s)
OS
Windows 10 Pro
A questo punto direi di sì, è un problema di quel controller sulla piattaforma AMD. Comunque non è il primo caso che vedo qui su Tom's, anzi, sarà penso il secondo.
Curiosità: cos'hai intenzione di fare? cambiare disco? tenertelo? Chiedo perché se lo vuoi cambiare te ne posso consigliare uno come l'ottimo WD SN750, mentre se vuoi te lo puoi tenere, la differenza in performance dovresti vederla più durante specifici carichi di lavoro come un trasferimento di file/copia-incolla che in altri come gaming o uso "ufficio" (Word, Excel, Power Point, navigazione Internet, ecc.).
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reazioni: R3fleXi0n

R3fleXi0n

Nuovo Utente
67
8
A questo punto direi di sì, è un problema di quel controller sulla piattaforma AMD. Comunque non è il primo caso che vedo qui su Tom's, anzi, sarà penso il secondo.
Curiosità: cos'hai intenzione di fare? cambiare disco? tenertelo? Chiedo perché se lo vuoi cambiare te ne posso consigliare uno come l'ottimo WD SN750, mentre se vuoi te lo puoi tenere, la differenza in performance dovresti vederla più durante specifici carichi di lavoro come un trasferimento di file/copia-incolla che in altri come gaming o uso "ufficio" (Word, Excel, Power Point, navigazione Internet, ecc.).
Grazie mille del consiglio e dell'aiuto. Il disco penso di tenerlo perché almeno per ora non mi serve negli ambiti da te specificati. Conto però appena ci saranno offerte di aggiungere un'altro disco così da averne due e in caso prenderò in considerazione l'NVMe di Western Digital che mi hai consigliato. La mia idea per ora è di tenere il Sabrent e magari al Black Friday o al prossimo Prime Day di Amazon prendo un bel 980 pro da 1TB, perché in futuro conto di usare il PC anche in produttività.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando