Prime esperienze con Manjaro e Xubuntu (e poi altri).

clessidra

Utente Attivo
659
222
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
Dato che avevo dello spazio libero sul disco fisso, da qualche giorno mi è venuto il desiderio di provare qualcosa di recente, dato che la mia ultima installazione risale alla prima metà dell'anno scorso.
Volevo provare la versione 0.15 di Lxqt per vedere se avevano risoltu una mancanza della versione 0.14, ovvero l'impossibilità di spostare una cartella in un'altra che già ne contiene una con lo stesso nome. È stata una ricerca davvero difficile perchè quasi sempre non si può conoscere che pacchetti ci sono in un determinato rilascio. Poichè avevo sentito parlare spesso di Manjaro da queste parti, ho scelto di partire da questa distribuzione. Dopo aver avviato la live mi sono trovato di fronte il desktop Lxqt, versione 0.14. Che jella. Dopo aver verificato che la versione 0.15 era disponibile come aggiornamento, procedo con l'installazione. Tutto sembrava filare liscio ma arrivati velocemente al 92% la procedura non va più avanti, non riesce a installare il boot manager. Dopo pochi minuti in cui mi rendo conto che la procedura è fallita dal solo ascolto di un rumore proveniente dall'hard disc, decido di riavviare per vedere l'effetto che fa. In realtà grub era stato installato ma la procedura non era andata a buon fine. La classica schermata di fallimento di grub parla da sola. Avvio il mio sistema operativo e con l'apdate di grub aggiungo al suo menu la voce per Manjaro. Lo avvio. Procedo ad aggiornare Lxqt. Immediatamente mi vengono proposti circa 700 mb di aggiornamento. Già che mi trovavo, ho voluto verificare la solidità della sua gestione dei pacchetti. Non ho trovato nessuna voce che mi permettesse di deselezionare tutti i pacchetti da aggiornare. Armato di pazienza, li deseleziono uno a uno, tranne quelli che mi interessano. Alla fine rimangono una ventina di megabyte di pacchetti da installare. Procedo senza nessun intoppo. Dal terminale, che avevo già avviato, provo a lanciare lxqt-about per verificare che la versione sia quella giusta. Niente, voleva le qt versione 5.15, mentre avevo lasciato la versione 5.14. Piccola parentesi sul terminale: non mi piace per niente, se sbagli un carattere e usi il backspace ti cancella tutta la parola che deve essere riscritta daccapo. Riapro il programma di aggiornamento e nuovamente deseleziono tutto ciò che non mi interessa tralle le qt5 e tutto ciò che riguarda Kde. Già, che ci fa tutta quella roba di Kde? Procedo con l'ulteriore aggiornamento e questa volta il programma mi indica la mancanza di una dipendenza, una libreria. Con fortuna ho trovato il pacchetto mancante. Il tutto viene installato. Lxqt-about mi indica la versione esatta ora. Effettuo il logout. Ed ecco la sorpresa, il display manager ha smesso di funzionare. Riavvio e stesso problema. Elimino Manjaro dall'hard disc.
Per quanto riguarda i miei gusti, è una distribuzione che userei su un dei miei computer secondari se non importanti, giusto per avere qualcosa di diverso. Ma non ne ho. L'unica nota di merito è che contiene i driver proprietari per la mia scheda video.

Mi sono rassegnato a non poter provare l'ultima versione di Lxqt, per ora. Comunque, decido di provare l'ultima versione di Xfce. Taglio corto e scelgo Ubuntu, ovvero Xubuntu, di nuovo dopo tanti ma tanti anni. Dopo aver avviato la live procedo con l'installazione. La procedura è abbastanza a portata di tutti, a meno che non si voglia usare una partizione in particolare anzichè un intero disco. In questo caso bisogna sapere quello che si fa per non fare danni. Questa volta tutto fila liscio. Provvedo a verificare con top quante risorse Xfce nella versione 4.14 occupa. Siamo intorno ai 500 mb, e oltre 220 tasks, di molto superiori ai valori del mio desktop, ovvero Xfce nella versione 4.12. Indago. Mi rendo conto che Xubuntu 20.04 non è assemblato per fornire un desktop leggero. Anzi, ha tutto quello che uno possa desiderare, bluetooth, colord, snapd, e tanta altra roba anche ignota. Comunque l'ultima versione di Xfce mi sembra identica a quella precedente. L'unica differenza di nota è che il desktop ora usa le gtk3, mentre il mio usa ancora le gtk2. È una differenza che appare visibile una volta disattivato il compositing. Se trascini le icone del desktop queste sono racchiuse in un rettangolo, anomalia che non si verifica con la versione che usa le gtk2. Del resto le gtk3 sono state progettate con il compositing in mente. Disattivo il compositing e un paio di servizi, snapd e colord (non mi ricordo se ho disattivato altro). Riavvio. Avvio il terminale e Firefox. Memoria consumata oltre 860 mb. Siamo circa 200 mb oltre il mio sistema. Insomma, se parliamo in termini di mb occupati, questo Xfce non risulta essere più leggero di Gnome o Kde.
Nota negativa, ho dovuto installare a parte i driver proprietari della mia scheda video.
Provo a aggiungere qualche programma. Innanzitutto, mi vengono proposti parecchi mb di aggiornamento. Se non ricordo male circa 200. Apro il gestore dei programmi e mi trovo davanti qualcosa di inusuale. È praticamente un negozio. Nella vetrina, in primo piano, mi viene proposto un office, e poi mi vengono suggeriti altri programmi. Cerco un primo programmino e non lo trova. Cerco allora Vlc e mi propone delle scelte, con ben due suggerimenti per Vlc. Non mi risulta che esistano due versioni di Vlc. Non mi convince per niente. Cerco Synaptic e fortunatamente lo trova. Lo installo. Ricerco tramite Synaptic quel programma che il negozio non aveva trovato prima e questa volta lo trova.
Non ho fatto altro. Spero domani di eliminare tutta la roba a me inutile per snellirlo il più possibile e per effettuare un confronto più equo. Tutto questo in attesa, a questo punto, del rilascio definitivo di Mint 20. Ma prima potre provare anche altro.
Post automaticamente unito:

Ho dimenticato un grave problema di Xubuntu: playmouth usa costantemente il 10% di cpu a desktop avviato. Fortunatamente è un accessorio inutile che può essere eliminato dato che all'avvio compare per meno di un secondo.
Post automaticamente unito:

Come detto, ho provveduto a eliminare da Xubuntu ciò che non mi serve:
snapd, colord, indicator-messages, unattended-updates, gnome-software, whoopie, bluez, cups.
Un discorso a parte merita plymouth. Non posso disinstallarlo perchè è richiesto dal display manager Lightdm. Ho provato a disabilitare il servizio tramite systemd. Prima di disinstallare bluez e cups, il servizio plymouthd lo ritrovavo in maniera casuale dopo un riavvio, a volte c'era a volte no. Un comportamento strano. Disinstallati bluez e cups non l'ho più rivisto. Ma non posso affermare che ci sia una correlazione, non ho riprovato. Comunque, per voler fare le cose bene, ho disabilitato l'opzione in grub.

Dopo tutta questa cura (potrei disinstallare anche altro ma va bene così) ecco cosa ho ottenuto:
appena eseguito l'accesso la memoria occupata è scesa a 358 mb per quella usata e 342 mb per quella di buffer/cache, addirittura un pochettino inferiore alla mia installazione (che però fa partire un altro paio di programmi). I tasks sono 205, mentre nel mio caso sono 166. Dopo aver avviato Firefox ottengo 636 mb di memoria occupata e 209 tasks. Nel mio caso i valori sono 635 e 171 rispettivamente. Però, non appena chiudo firefox, il numero dei tasks scende a 190 e la memoria occupata a 353 mb.

Ho effettuato dei test veramente sintetici per valutare la performance della gpu. In due occasioni ho ottenuto gli stessi risultati della mia installazione, e in altri due casi dei valori inferiori, di poco ma non trascurabili. Ma la versione dei driver non è esattamente la stessa.

Termino dicendo che durante l'installazione Xubuntu ha modificato l'orario dell'orologio della scheda madre, e che di default non è presente gparted o gnome-disk-utility.

Potrei passare a Xubuntu. Ma devo vedere prima altro.
 
Ultima modifica:

clessidra

Utente Attivo
659
222
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
Niente, Plymouth è ancora lì. Anche installando il pacchetto plymouth-disabler non viene disabilitato. Mi viene da dire 'ma che schifo è' ma mi trattengo.
 

Numero8

Utente Attivo
1,430
348
prova zorin lite se ti va, dice che gli bastano 512 mb, così ci fai sapere che quando posso voglio provarlo su un netbook di 10 anni fa
 

clessidra

Utente Attivo
659
222
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
Mi sono scordato di scrivere che avevo anche ricostruito l'init per sbarazzarmi di plymouth, ma niente di niente, è sempre lì tra i piedi.
Anche Thunar ha un bug potenzialmente pericoloso. Non c'è più nulla che mi potrebbe far continuare a provare Xubuntu, la (ri)butto nel cestino insieme all'altra, e il cestino questa volta lo svuoto per sempre.

Credo che proverò Fedora 32 Xfce, che da quello che ho visto con la live non ha quel bug di Thunar, e nonostante tutto quel macello di systemd.
 

EmanueleC

Utente Èlite
5,242
1,634
CPU
Ryzen 5 2600x
Dissipatore
stock
Scheda Madre
ROG STRIX B450-F GAMING
Hard Disk
1TB Toshiba, Toshiba TR200 240 GB
RAM
Corsair DDR4 3000 Mhz 2x8 GB
Scheda Video
GeForce GTX 750Ti 2gb
Alimentatore
Seasonic Focus Gold 450W
Case
BitFenix Neos
Sistema Operativo
Ubuntu 20.04 LTS
Niente, Plymouth è ancora lì. Anche installando il pacchetto plymouth-disabler non viene disabilitato. Mi viene da dire 'ma che schifo è' ma mi trattengo.
A me non si porta nessun pacchetto come dipendenze, mal che vada marca il pacchetto come manuale.
Schermata del 2020-06-24 13-02-30.png
 

clessidra

Utente Attivo
659
222
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
A me non si porta nessun pacchetto come dipendenze, mal che vada marca il pacchetto come manuale.
Visualizza allegato 378793
Sto già
A me non si porta nessun pacchetto come dipendenze, mal che vada marca il pacchetto come manuale.
Visualizza allegato 378793
Ho letto la tua risposta, e come un idiota sono andato di corsa a verificarla sperando che nel frattempo qualcosa fosse cambiato magicamente. Non è cambiato nulla, mi hai fatto solo perdere del tempo.
 
  • Wow
Reactions: Numero8

EmanueleC

Utente Èlite
5,242
1,634
CPU
Ryzen 5 2600x
Dissipatore
stock
Scheda Madre
ROG STRIX B450-F GAMING
Hard Disk
1TB Toshiba, Toshiba TR200 240 GB
RAM
Corsair DDR4 3000 Mhz 2x8 GB
Scheda Video
GeForce GTX 750Ti 2gb
Alimentatore
Seasonic Focus Gold 450W
Case
BitFenix Neos
Sistema Operativo
Ubuntu 20.04 LTS
Sto già

Ho letto la tua risposta, e come un idiota sono andato di corsa a verificarla sperando che nel frattempo qualcosa fosse cambiato magicamente. Non è cambiato nulla, mi hai fatto solo perdere del tempo.
Se non hai del tempo da perdere non scrivere su un Forum pubblico, o almeno non essere cosi scortese con gli utenti che ti rispondono!
Il problema è lightdm che ha la dipendenza da plymount, cercati come modificare le dipendenze di un pacchetto "deb" o segnala un bug invece di lamentarti qui inutilmente ed essere scortese con chi prova ad aiutarti.
 
Ultima modifica:

clessidra

Utente Attivo
659
222
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
Installata Fedora 32 Xfce. Anche in questo caso la procedura di installazione è abbastanza alla portata di tutti, e anche in questo caso se si vuole usare in proprio disco fisso in maniera personalizzata bisogna sapere esattamente quello che si sta facendo pena la perdita dei dati.

Anche Fedora Xfce è una distro di taglia media, all'avvio supera i 500 mb di ram a causa di tanta roba installata, con 212 tasks. Questa volta non mi preoccupo di disinstallare nulla, tanto già so che cosa posso ottenere.

Anche Fedora usa Plymouth, ma l'effetto visivo è tutta un'altra storia. Mentre con Xubuntu plymouth sembra essere qualcosa di messo lì giusto perchè ce lo voglio mettere, con Fedora è perfetto e perfettamente integrato.

Le note di demerito sono due:
- solo per installare i driver proprietari della mia scheda video ho dovuto scaricare diverse centinaia di mb di pacchetti, tra cui Xorg; in sintesi prima stavo usando wayland a mia insaputa e non riuscivo a spiegarmi perchè nello spostare le finestre col mouse queste avevano un certo ritardo nello spostarsi rispetto al puntatore, da far venire il mal di mare;
- il gestore dei pacchetti al primo avvio deve "ricaricarsi" con un paio di centinaia di mb; inoltre ha un bug che lo costringe a chiudersi se premi cancel.

La nota di merito è che Thunar non ha mostrato il bug che ho trovato con Xubuntu, un bug che io lo reputo importante.

Per ora sembra una distro che potrei usare, a parte il fatto che implementa tutto quello che il creatore di systemd decide di creare.
Post automaticamente unito:

Se non hai del tempo da perdere non scrivere su un Forum pubblico, o almeno non essere cosi scortese con gli utenti che ti rispondono!
Il problema è lightdm che ha la dipendenza da plymount, cercati come modificare le dipendenze di un pacchetto "deb" o segnala un bug invece di lamentarti qui inutilmente ed essere scortese con chi prova ad aiutarti.
Non si tratta di essere scortesi, ma ti sei proposto come quelli che pensano che se ubuntu ha un problema allora è l'utente che è un idiota.
E io dovrei segnalare un bug di Ubuntu dopo che sono passati diversi mesi dalla sua uscita? Beh, non do per scontato che altri se ne siano accorti nel frattempo.
Post automaticamente unito:

prova zorin lite se ti va, dice che gli bastano 512 mb, così ci fai sapere che quando posso voglio provarlo su un netbook di 10 anni fa
Guarda, non vedo perchè devo iscrivermi solo per scaricare un OS che usa componenti open source che usano tutti gli altri. Declino gentilmente l'invito.
 
Ultima modifica:

Numero8

Utente Attivo
1,430
348
ok, tra, ma non ho capito a cosa dovresti iscriverti, io h scaricato l'iso senza iscrivermi a nulla, ciao
 

clessidra

Utente Attivo
659
222
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
ok, tra, ma non ho capito a cosa dovresti iscriverti, io h scaricato l'iso senza iscrivermi a nulla, ciao
Effettivamente c'è l'opzione, ma stavo su un dispositivo portatile e non compariva il link diretto.
Post automaticamente unito:

Stavo dimenticando: durante l'installazione Fedora mi permette di scegliere se l'utente può usare sudo, con la sua password, per usare comandi di sistema o no, e in questo caso si dovrà ricorrere all'utente root. Per me è un aspetto positivo, e comunque è una scelta, ma so che altri vanno matti per sudo.
 
Ultima modifica:

EmanueleC

Utente Èlite
5,242
1,634
CPU
Ryzen 5 2600x
Dissipatore
stock
Scheda Madre
ROG STRIX B450-F GAMING
Hard Disk
1TB Toshiba, Toshiba TR200 240 GB
RAM
Corsair DDR4 3000 Mhz 2x8 GB
Scheda Video
GeForce GTX 750Ti 2gb
Alimentatore
Seasonic Focus Gold 450W
Case
BitFenix Neos
Sistema Operativo
Ubuntu 20.04 LTS
Non si tratta di essere scortesi, ma ti sei proposto come quelli che pensano che se ubuntu ha un problema allora è l'utente che è un idiota.
E io dovrei segnalare un bug di Ubuntu dopo che sono passati diversi mesi dalla sua uscita? Beh, non do per scontato che altri se ne siano accorti nel frattempo.
Post automaticamente unito:


Guarda, non vedo perchè devo iscrivermi solo per scaricare un OS che usa componenti open source che usano tutti gli altri. Declino gentilmente l'invito.
In questo caso vuoi qualcosa che non è pensato per l'utente medio, chi si personalizza la distro sa quel che fa, all'utente medio non glie ne frega nulla di plymount, anzi.
Ti ho proposto una probabile soluzione e non mi sembra di averti scritto "l'utente che è un idiota" sei tu che parti prevenuto su qualsiasi cosa, quindi in questo caso è un problema tuo.
Di solito se non è una dipendenza, marcandolo come automatico si risolve, in quel caso lightdm dipende da plymount e ti ho proposto anche la soluzione: togli la dipendenza da plymount e reinstalli lightdm o usi altri login manager ad esempio gdm3 non dipende da plymount.

E io dovrei segnalare un bug di Ubuntu dopo che sono passati diversi mesi dalla sua uscita? Beh, non do per scontato che altri se ne siano accorti nel frattempo.
È un problema di package di Xubuntu e non di Ubuntu, se è ancora li evidentemente nessuno lo ha segnalato perché tutti usano lightdm + plymount su xubuntu, quindi se non lo segnali di sicuro non si risolve da solo.
 

clessidra

Utente Attivo
659
222
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
In questo caso vuoi qualcosa che non è pensato per l'utente medio, chi si personalizza la distro sa quel che fa, all'utente medio non glie ne frega nulla di plymount, anzi.
Ti ho proposto una probabile soluzione e non mi sembra di averti scritto "l'utente che è un idiota" sei tu che parti prevenuto su qualsiasi cosa, quindi in questo caso è un problema tuo.
Di solito se non è una dipendenza, marcandolo come automatico si risolve, in quel caso lightdm dipende da plymount e ti ho proposto anche la soluzione: togli la dipendenza da plymount e reinstalli lightdm o usi altri login manager ad esempio gdm3 non dipende da plymount.


È un problema di package di Xubuntu e non di Ubuntu, se è ancora li evidentemente nessuno lo ha segnalato perché tutti usano lightdm + plymount su xubuntu, quindi se non lo segnali di sicuro non si risolve da solo.
Ti stai arrampicando sugli specchi, e ancora una volta scarichi i problemi di ubuntu sugli utenti. Se Mint ha tanto successo (almeno) un motivo ci sarà. Cerca di essere più imparziale.
 

EmanueleC

Utente Èlite
5,242
1,634
CPU
Ryzen 5 2600x
Dissipatore
stock
Scheda Madre
ROG STRIX B450-F GAMING
Hard Disk
1TB Toshiba, Toshiba TR200 240 GB
RAM
Corsair DDR4 3000 Mhz 2x8 GB
Scheda Video
GeForce GTX 750Ti 2gb
Alimentatore
Seasonic Focus Gold 450W
Case
BitFenix Neos
Sistema Operativo
Ubuntu 20.04 LTS
Ti stai arrampicando sugli specchi, e ancora una volta scarichi i problemi di ubuntu sugli utenti. Se Mint ha tanto successo (almeno) un motivo ci sarà. Cerca di essere più imparziale.
"imparziale" su cosa? "arrampicando sugli specchi" perché dovrei? Ti sto dicendo le cose come stanno, se le ignori, è un problema sempre tuo, tu vuoi modificare il sistema per come viene proposto e sei sempre tu a non segnalare il bug per risolverlo, o risolverlo per te temporaneamente, per te è più semplice "questo è m**** cambiamo.
Quando ci sono cose che non vanno, io le segnalo, non vado sui forum a lamentarmi.
È da un bel pò di tempo che sto valutando altre distro, per il semplice fatto che Ubuntu sta facendo scelte su software e filesystem che a me personalmente non piacciono perché preferisco altro.
Ma secondo la tua teoria io sarei un fanboy di Ubuntu...
 

clessidra

Utente Attivo
659
222
CPU
VIA C3
Scheda Video
Ati Rage
Sistema Operativo
linux - Red Hat 1.1
Anche con Fedora ho effettuato dei test sintetici per la gpu, e i risultati sono sovrapponibili con quelli del mio sistema attuale. L'unico neo rimane il package manager, che non può essere avviato se si è offline, e quindi è neseccario imparare i comandi di base di dnf, e che si chiude improvvisamente se se si preme cancel del dialogo di conferma installazione.
Tutto sommato è idoneo a sostituire il mio sistema attuale.

Intanto proseguo e la prossima distro è PcLinuxOS, una distro di tipo rolling. Non rientrerebbe tra le mie preferenze ma se gli aggiornamenti avvengono a cadenza più dilatata e non in maniera isterica... beh, vediamo.
 
Ultima modifica:

LitterallyWho

Nuovo Utente
60
19
"imparziale" su cosa? "arrampicando sugli specchi" perché dovrei? Ti sto dicendo le cose come stanno, se le ignori, è un problema sempre tuo, tu vuoi modificare il sistema per come viene proposto e sei sempre tu a non segnalare il bug per risolverlo, o risolverlo per te temporaneamente, per te è più semplice "questo è m**** cambiamo.
Quando ci sono cose che non vanno, io le segnalo, non vado sui forum a lamentarmi.
È da un bel pò di tempo che sto valutando altre distro, per il semplice fatto che Ubuntu sta facendo scelte su software e filesystem che a me personalmente non piacciono perché preferisco altro.
Ma secondo la tua teoria io sarei un fanboy di Ubuntu...
Quali distribuzioni stavi valutando?
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot del momento