DOMANDA Motivi per sviluppare impianto domotico

Auronzolo

Utente Attivo
1,014
108
CPU
Ryzen 5 1600
Dissipatore
Stock
Scheda Madre
AsRock AB350 Pro 4
HDD
1x SSD SanDisk Extreme 500 GB - 1x Seagate 500GB 3.5" 7200rpm 16MB SATA3 - 1x SSD Samsung 840 Pro
RAM
2x Corsair Vengeance LPX 8GB 3000mhz DDR4
GPU
GTX 1080 Phoenix Gainward
Audio
Sound Blaster Z
Monitor
LG 27GL850 27" QHD
PSU
XFX XTR 550w Gold
Case
Phanteks P400 Tempered Glass
Periferiche
Tastiera: TTesports - Mouse: Logitech G403 Prodigy - Cuffie: DT 990 Pro
Net
Fibra
OS
Windows 10 Pro 64 Bit
Ciao a tutti. Ho da poco acquistato casa e dovrò fare un po di lavori di ristrutturazione, tra cui l'impianto elettrico dato che l'attuale risale alla fine degli anni 80.

Fino ad oggi ho sempre vissuto in abitazioni dove l'assenza di domotica non è mai stato un problema, non sento neanche il bisogno di dover sviluppare qualcosa che mi faciliti la vita di tutti i giorni, probabilmente perché non so niente dell'argomento.

Chiedo a chi è già pratico se può spiegarmi se per avere la possibilità di sviluppare questa "comodità" devo fare una richiesta particolare all'elettricista che realizzerà l'impianto nuovo oppure se è una tecnologia che può essere affiancata a qualsiasi impianto elettrico purché di ultima generazione.

Non so proprio niente dell'argomento e mi piacerebbe saperne di più.

Grazie a chi risponderà.
 

enricovela

Utente Attivo
433
123
CPU
Ryzen 3600
Dissipatore
Thermaltake Water 3.0 240
Scheda Madre
MSI Gaming plus max x470
HDD
970 evo plus;Crucial MX500 1TB; GIGABYTE M.2 PCIe SSD; p300
RAM
16 GB @3000 MHz
GPU
quadro fx 3800
Audio
Audioengine D1
Monitor
LG 32QK500
PSU
Straight power 11 650 W
Case
Cooler Master MB510L
Net
FTTH Tim
OS
Pop!_OS
Secondo me dipende molto dal risultato che si vuole ottenere. Io farei collegare direttamente tutti i punti luce a dei relè, ed anche qualche presa che tornano utili in un contesto domotico. Inoltre per i pulsanti farei passare corrugati a parte per poterli gestire a 5v in sicurezza e in maniera molto più "potente" e smart.

Però potresti anche semplicemente mettere dei dispositivi come sonoff e shelly su un impianto convenzionale e raggiungere più o meno lo stesso risultato con qualche limitazione.

Ovviamente il tutto collegato ad un sistema domotico, degno di chiamarsi tale. Come: https://www.home-assistant.io/
 
  • Like
Reactions: Vizard

Auronzolo

Utente Attivo
1,014
108
CPU
Ryzen 5 1600
Dissipatore
Stock
Scheda Madre
AsRock AB350 Pro 4
HDD
1x SSD SanDisk Extreme 500 GB - 1x Seagate 500GB 3.5" 7200rpm 16MB SATA3 - 1x SSD Samsung 840 Pro
RAM
2x Corsair Vengeance LPX 8GB 3000mhz DDR4
GPU
GTX 1080 Phoenix Gainward
Audio
Sound Blaster Z
Monitor
LG 27GL850 27" QHD
PSU
XFX XTR 550w Gold
Case
Phanteks P400 Tempered Glass
Periferiche
Tastiera: TTesports - Mouse: Logitech G403 Prodigy - Cuffie: DT 990 Pro
Net
Fibra
OS
Windows 10 Pro 64 Bit
Secondo me dipende molto dal risultato che si vuole ottenere. Io farei collegare direttamente tutti i punti luce a dei relè, ed anche qualche presa che tornano utili in un contesto domotico. Inoltre per i pulsanti farei passare corrugati a parte per poterli gestire a 5v in sicurezza e in maniera molto più "potente" e smart.

Però potresti anche semplicemente mettere dei dispositivi come sonoff e shelly su un impianto convenzionale e raggiungere più o meno lo stesso risultato con qualche limitazione.

Ovviamente il tutto collegato ad un sistema domotico, degno di chiamarsi tale. Come: https://www.home-assistant.io/
Ti ringrazio per la risposta. Penso che dovrò fare un po' di domande direttamente all'elettricista che farà i lavori in quanto non ho capito molto, problema mio, tu hai cercato di essere il più chiaro possibile.
Più che altro, per concludere il discorso, posso essere tranquillo che un impianto elettrico costruito oggi (e a norma di legge) mi permetterà in futuro di poter sviluppare della tecnologia "domotica"? O dipenderà dal tipo di lavoro che verrà eseguito?
 

enricovela

Utente Attivo
433
123
CPU
Ryzen 3600
Dissipatore
Thermaltake Water 3.0 240
Scheda Madre
MSI Gaming plus max x470
HDD
970 evo plus;Crucial MX500 1TB; GIGABYTE M.2 PCIe SSD; p300
RAM
16 GB @3000 MHz
GPU
quadro fx 3800
Audio
Audioengine D1
Monitor
LG 32QK500
PSU
Straight power 11 650 W
Case
Cooler Master MB510L
Net
FTTH Tim
OS
Pop!_OS
Più che altro, per concludere il discorso, posso essere tranquillo che un impianto elettrico costruito oggi (e a norma di legge) mi permetterà in futuro di poter sviluppare della tecnologia "domotica"? O dipenderà dal tipo di lavoro che verrà eseguito?

Si lo puoi fare. Farei però mettere, delle scatole di derivazione che abbiano grandezza adeguata. In modo da poter contenere i dispositivi che, poi, andranno a comporre la domotica. Ad esempio questo dovrebbe essere a norma e ti fa controllare 12 uscite tra lampadine e prese, oltre a 12 ingressi come i pulsanti. Un attuatore di questo tipo non completa l'impianto domotico.

Sicuramente ti servirà un piccolo server(anche un raspberry può andar bene), dove girerà il vero e proprio sistema. Si occuperà di far dialogare i vari componenti tra di loro. Ad esempio, permetterà a google ed alexa di azionare i relè. Gestirà alcuni dispositivi in funzione della geolocalizzazione degli utenti, in funzione del meteo e ecc. ecc. In questo contesto di automatizzazioni e scenari, la dove si sta ristrutturando, magari conviene cogliere l'occasione e posizionare anche dei sensori.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Auronzolo

Auronzolo

Utente Attivo
1,014
108
CPU
Ryzen 5 1600
Dissipatore
Stock
Scheda Madre
AsRock AB350 Pro 4
HDD
1x SSD SanDisk Extreme 500 GB - 1x Seagate 500GB 3.5" 7200rpm 16MB SATA3 - 1x SSD Samsung 840 Pro
RAM
2x Corsair Vengeance LPX 8GB 3000mhz DDR4
GPU
GTX 1080 Phoenix Gainward
Audio
Sound Blaster Z
Monitor
LG 27GL850 27" QHD
PSU
XFX XTR 550w Gold
Case
Phanteks P400 Tempered Glass
Periferiche
Tastiera: TTesports - Mouse: Logitech G403 Prodigy - Cuffie: DT 990 Pro
Net
Fibra
OS
Windows 10 Pro 64 Bit
Si lo puoi fare. Farei però mettere, delle scatole di derivazione che abbiano grandezza adeguata. In modo da poter contenere i dispositivi che, poi, andranno a comporre la domotica. Ad esempio questo dovrebbe essere a norma e ti fa controllare 12 uscite tra lampadine e prese, oltre a 12 ingressi come i pulsanti. Un attuatore di questo tipo non completa l'impianto domotico.

Sicuramente ti servirà un piccolo server(anche un raspberry può andar bene), dove girerà il vero e proprio sistema. Si occuperà di far dialogare i vari componenti tra di loro. Ad esempio, permetterà a google ed alexa di azionare i relè. Gestirà alcuni dispositivi in funzione della geolocalizzazione degli utenti, in funzione del meteo e ecc. ecc. In questo contesto di automatizzazioni e scenari, la dove si sta ristrutturando, magari conviene cogliere l'occasione e posizionare anche dei sensori.
Grazie mille per le informazioni!
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot: Sei vaccinato? [sondaggio anonimo]

  • Primo ciclo vaccinale completo (1-2 dosi)

    Voti: 473 79.0%
  • Fatta 1a dose, in attesa della 2a

    Voti: 20 3.3%
  • Sono prenotato per la 1a dose

    Voti: 12 2.0%
  • Non so se vaccinarmi

    Voti: 16 2.7%
  • Non ho intenzione di vacciarmi

    Voti: 61 10.2%
  • Fatta anche la terza dose

    Voti: 17 2.8%