mint 20 novita della nuova versione

Baldoni

Utente Attivo
325
62
Sistema Operativo
watch -n.1 "cat /proc/cpuinfo | grep \"^[c]pu MHz\""
Linux mint 20 novita della nuova versione. In generale resta sempre il buon Linux mint che funziona bene e non crea problemi, ma con alcune differenze :
* Solo versioni a 64 bit
* istallazione su HD con partizione EFI - supporto UEFI
* Warpinator, finalmente un sistema per condividere file point to point in rete lan (work in progress perche' ancora non l'ho testato)
* alti miglioramenti minori.
 
Ultima modifica:

EmanueleC

Utente Èlite
5,293
1,680
CPU
Ryzen 5 2600x
Dissipatore
stock
Scheda Madre
ROG STRIX B450-F GAMING
Hard Disk
1TB Toshiba, Toshiba TR200 240 GB
RAM
Corsair DDR4 3000 Mhz 2x8 GB
Scheda Video
GeForce GTX 750Ti 2gb
Alimentatore
Seasonic Focus Gold 450W
Case
BitFenix Neos
Sistema Operativo
Fedora 33
Linux mint 20 novita della nuova versione. In generale resta sempre il buon Linux mint che funziona bene e non crea problemi, ma con alcune differenze :
* Solo versioni a 64 bit
* istallazione su HD con partizione EFI - supporto UEFI
* Warpinator, finalmente un sistema per condividere file point to point in rete lan (work in progress perche' ancora non l'ho testato)
* alti miglioramenti minori.
La sto provando in VM, devo dire che non è male. Ma Mint dovrebbe allontanarsi da Ubuntu e concentrarsi sulla versione Debian, LMDE invece di bloccare snapd etc...
Schermata del 2020-08-02 22-49-25.png
 

Baldoni

Utente Attivo
325
62
Sistema Operativo
watch -n.1 "cat /proc/cpuinfo | grep \"^[c]pu MHz\""
Sicurezza in senso di virus? direi buona. Sicurezza nel senso di rootkit e spyware ? Probabilmente sono gia nativi "data collection" e "identity security" con possibilita' di modifica da remoto da parte di programmatori, software house e aggenzie dello zio sam. In informatica l'unica certezza e' l'inaffidabilita dei sistemi digitali.
 
  • Mi piace
Reactions: Numero8

LitterallyWho

Nuovo Utente
89
22
Sicurezza in senso di virus? direi buona. Sicurezza nel senso di rootkit e spyware ? Probabilmente sono gia nativi "data collection" e "identity security" con possibilita' di modifica da remoto da parte di programmatori, software house e aggenzie dello zio sam. In informatica l'unica certezza e' l'inaffidabilita dei sistemi digitali.
No, più che altro come politiche. Tempo fa il team di Mint "bloccava" di default alcuni aggiornamenti(lasciando però libero l'utente di installarli comunque), anche se mi pare di ricordare che siano cambiate le cose
 

¬Air™

Utente Èlite
1,625
810
No, più che altro come politiche. Tempo fa il team di Mint "bloccava" di default alcuni aggiornamenti(lasciando però libero l'utente di installarli comunque), anche se mi pare di ricordare che siano cambiate le cose
Non è super libero come altre Distro Linux. Lo sto utilizzando come punto di partenza e per programmare. Mi ci sto trovando davvero bene. Di Default è anche disabilitato l'utente root che va abilitato etc...

Aggiornamenti ne riceve giornalmente, anche come pacchetti che alcuni indica come fittizi e puoi scegliere liberamente se installarli o meno.

Sicurezza in senso di virus? direi buona. Sicurezza nel senso di rootkit e spyware ? Probabilmente sono gia nativi "data collection" e "identity security" con possibilita' di modifica da remoto da parte di programmatori, software house e aggenzie dello zio sam. In informatica l'unica certezza e' l'inaffidabilita dei sistemi digitali.
Concordo, il problema vero è che da quando Windows si è avvicinato a Linux come molti utenti del resto, ormai stanno cercando e sviluppando vulnerabilità anche per Linux. Diciamo che essendo un OS open source viene continuamente aggiornato ma ormai alcuni problemi ci sono anche su Linux.
 

EmanueleC

Utente Èlite
5,293
1,680
CPU
Ryzen 5 2600x
Dissipatore
stock
Scheda Madre
ROG STRIX B450-F GAMING
Hard Disk
1TB Toshiba, Toshiba TR200 240 GB
RAM
Corsair DDR4 3000 Mhz 2x8 GB
Scheda Video
GeForce GTX 750Ti 2gb
Alimentatore
Seasonic Focus Gold 450W
Case
BitFenix Neos
Sistema Operativo
Fedora 33
Non è super libero come altre Distro Linux. Lo sto utilizzando come punto di partenza e per programmare. Mi ci sto trovando davvero bene. Di Default è anche disabilitato l'utente root che va abilitato etc...
L'utente "root" è disabilitato anche su Ubuntu e molte altre distro. C'è sudo per loggarti temporaneamente come "root".
 
Ultima modifica:

Baldoni

Utente Attivo
325
62
Sistema Operativo
watch -n.1 "cat /proc/cpuinfo | grep \"^[c]pu MHz\""
Sulle nuove live (mi sembra dalla 19 in poi) si puo' entrare come root dal terminal con il comando "sudo su" sull' istallazione invece bisogna aggiungere, ovviamente, la password. Inoltre Warpinator puo' essere la soluzione per condividere i file senza la necessita del nas che in ogni caso e' molto piu lento della connessione SSD locale. Ho eseguito una piccola prova con due pc (2x1Gb Lan) collegati allo switch 8 porte + un modem router (1x100Mb Lan) come server dhcp altrimenti la rete non assegna automaticamente gli indirizzi e non si inizializza. Nel trasferimento di un file da 850MB la velocita' media e' stata di 54MB/s quindi la rete Gigabit funziona quasi alla massima velocita teorica. A chi bastano 4 porte lan invece potrebbe utilizzare il modem router classico e dhcp abilitato.
 
Ultima modifica:

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot del momento