[DOMANDA] Mi chiarite alcuni dubbi sulle criptovalute (OneCoin)?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
#1
Oggi mi sono informato, sotto consiglio di un amico che ci ha investito diversi soldi, sulle criptovalute. In particolare il sistema che mi ha consigliato il mio amico mi è sembrato molto simile a un altra ''criptovaluta'' che è stata creata qualche anno fa, di nome Onecoin. Non capisco niente di informatica e finanza, per cui già capire il funzionamento delle criptovalute classiche (es. Bitcoin) per me è difficile; nonostante questo, quando sono andato a leggere il funzionamento del sistema Onecoin, sono rimasto letteralmente perplesso, in quanto secondo me trattasi di truffa; l'obiettivo di questa discussione è proprio capire, grazie a qualcuno che magari ne sa più di me, se è effettivamente così.

La società dietro Onecoin è già stata multata dall'antitrust per aver adottato uno schema Ponzi basato sulla vendita di pacchetti contenenti ''token'' (che, approssimando, sarebbero gli Onecoin) . Detta così, sembrerebbe che il sistema piramidale adottato dalla società sia in realtà legittimo, in quanto ogni partecipante, a fronte del suo investimento, riceve degli Onecoin che potrebbero acquisire valore nel tempo. L'antitrust però ha multato lo stesso la società. Chi ha ragione?

Inspiegabilmente online si trova pochissimo materiale (sia positivo che negativo) su questa criptovaluta. Le uniche cose che ho capito sono che il Onecoin:
- NON ha un sistema decentralizzato
- Ha una blockchain PRIVATA

Ora, quello che vorrei chiedere, riguardo al Onecoin ma anche in generale su tutte le criptovalute, è:

1) Avendo un sistema centralizzato, se improvvisamente un giorno la società decidesse di chiudere, immediatamente il valore della moneta scenderebbe a zero, e anzi la moneta stessa smetterebbe di esistere lasciando tutti gli investitori con il becco di un quattrino; è corretto?
2) Avendo un sistema centralizzato, l'azienda sarebbe in grado a proprio piacimento di stabilire il numero massimo di Onecoin circolanti (che ad esempio per il Bitcoin è fisso a 21 milioni), sostanzialmente modificando a proprio piacimento il rapporto domanda-offerta, e quindi il valore del Onecoin; è corretto?
3) Attualmente il Onecoin non può essere scambiato sul mercato ''normale'', ma solamente nel circuito interno del progetto (cioè solo fra quelli che hanno investito); è vero che finchè il Onecoin non sarà immesso sul mercato, non potrà acquistare valore? E qual è il senso di creare una criptovaluta che non può essere scambiata liberamente? Magari è una cosa temporanea?
4) Il fatto che la blockchain sia privata rende automaticamente la moneta inaffidabile/priva di valore?

Chiedo scusa per la lungaggine del post ma è veramente difficile per chi non ne sa nulla di informatica comprendere questo mondo... Ringrazio in anticipo chiunque mi aiuti a capire questi punti.
 
32,475
8,516
Hardware Utente
CPU
Intel® Core™ i7-4712HQ
Scheda Madre
Intel HM87
Hard Disk
Samsung SSD SM841 512GB
RAM
16 GB Dual-channel DDR3L 1600 MHz
Scheda Video
NVIDIA GeForce GT 750M - 2 GB GDDR5
Scheda Audio
Intel Lynx Point PCH
Monitor
15.6 pollici 3200x1800 pixel IZGO Led
Alimentatore
130 Watt AC 100-240V, 50-60Hz; DC 19,5V
Case
Dell XPS 15
Sistema Operativo
Windows 10
#2
C'è la discussione ufficiale, chiudo
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Discussioni Simili


Entra

Guarda il video live di tomshardwareita su www.twitch.tv