Meglio di Archlinux?

darkfor.del

Nuovo Utente
35
6
Io le distribuzioni soprattutto di base li conosco perché ho fatto molte prove e li ho provate ma per curiosità pure anche confusione personale che non sono in grado di farmi una decisione finale ho voluto dei consigli aprendo questo post. Io uso da parecchio tempo Archlinux e mi piace per la sua personalizzazione e nelle sue configurazioni manuali ma sempre quello che non mi è mai piaciute sono le AUR anche perché la sudo vorrei sempre tenerla disattivata ma con le AUR devi attivarla. Mi viene voglia di cambiare distribuzione molte volte e delle volte installo altre distribuzioni ma poi sempre massimo di 2 giorni le distro non mi convincono e ritorno su Arch, come molte volte avevo deciso di passare su Debian testing (non stable) ma mi da una impressioni di più instabilità e Arch ci mette molto meno tempo ad aprirmi i software (Debian per esempio libreoffice ci mette molto ad aprirsi), Fedora l'ho usata per molto tempo in passato ma non sono tanto solo per open-source e Gentoo lasciamo perdere perché ho provato pure questa distribuzione ed è veramente affascinante e mi piace molto pure Gentoo per la sua personalizzazione ma con il tempo che ci mette ad installarmi ogni software e facili conflitti di software... si andrebbe ad esagerare anche con la personalizzazione. Come si capisce da questo post, non non chiedo consigli per la sostituzione di Arch con derivate o distribuzioni alla Ubuntu ma distribuzioni originali e molto configurabili. Se volete comunque farmi un confronto tra Arch e Fedora o Arch e Debian, fatemeli pure, per il momento è solo una curiosità che forse rimarrò su Arch ma vorrei dei consigli. Grazie!
 

pabloski

Utente Èlite
2,721
793
mi piace per la sua personalizzazione e nelle sue configurazioni manuali ma sempre quello che non mi è mai piaciute sono le AUR anche perché la sudo vorrei sempre tenerla disattivata ma con le AUR devi attivarla

Perchè installare programmi su Debian, Ubuntu, Fedora, non richiede il sudo? Per le attività amministrative ci vogliono i privilegi di root, c'è poco da fare.

AUR funziona pure col fakeroot, per cui il pacchetto viene scaricato e compilato con privilegi utente normale, poi però il pacchetto pacman va installato con i privilegi di root.

Cioè, il problema dei privilegi si risolve in altri modi, tipo installando i software nella home dell'utente, ovviamente solo software non di sistema. Oppure puoi usare i container tipo Docker o LXC.

Per cui non vedo nessuna ragione per cambiare distribuzione solo per questo motivo.

L'unica distribuzione simile ad Arch è Void. Però ha molti meno pacchetti disponibili. E quindi non si può dire che sia migliore.

Se vuoi dei confronti, guarda qui https://wiki.archlinux.org/index.php/Arch_compared_to_other_distributions

Se non ti piace niente di tutto questo, l'unica possibilità è passare a FreeBSD.
 

EmanueleC

Utente Èlite
5,446
1,739
CPU
Ryzen 5 2600x
Dissipatore
stock
Scheda Madre
ROG STRIX B450-F GAMING
HDD
1TB Toshiba, Toshiba TR200 240 GB
RAM
Corsair DDR4 3000 Mhz 2x8 GB
GPU
GeForce GTX 750Ti 2gb
PSU
Seasonic Focus Gold 450W
Case
BitFenix Neos
OS
Fedora 33
Io le distribuzioni soprattutto di base li conosco perché ho fatto molte prove e li ho provate ma per curiosità pure anche confusione personale che non sono in grado di farmi una decisione finale ho voluto dei consigli aprendo questo post. Io uso da parecchio tempo Archlinux e mi piace per la sua personalizzazione e nelle sue configurazioni manuali ma sempre quello che non mi è mai piaciute sono le AUR anche perché la sudo vorrei sempre tenerla disattivata ma con le AUR devi attivarla. Mi viene voglia di cambiare distribuzione molte volte e delle volte installo altre distribuzioni ma poi sempre massimo di 2 giorni le distro non mi convincono e ritorno su Arch, come molte volte avevo deciso di passare su Debian testing (non stable) ma mi da una impressioni di più instabilità e Arch ci mette molto meno tempo ad aprirmi i software (Debian per esempio libreoffice ci mette molto ad aprirsi), Fedora l'ho usata per molto tempo in passato ma non sono tanto solo per open-source e Gentoo lasciamo perdere perché ho provato pure questa distribuzione ed è veramente affascinante e mi piace molto pure Gentoo per la sua personalizzazione ma con il tempo che ci mette ad installarmi ogni software e facili conflitti di software... si andrebbe ad esagerare anche con la personalizzazione. Come si capisce da questo post, non non chiedo consigli per la sostituzione di Arch con derivate o distribuzioni alla Ubuntu ma distribuzioni originali e molto configurabili. Se volete comunque farmi un confronto tra Arch e Fedora o Arch e Debian, fatemeli pure, per il momento è solo una curiosità che forse rimarrò su Arch ma vorrei dei consigli. Grazie!
Se ti trovi bene con Arch, perché non usi Arch? La tua domanda non avrà mai una risposta perché è una questione di gusti personale la preferenza di una distro, ad oggi io preferisco Ubuntu, tizio Debian, tizio 2 Gentoo etc...
Se il tuo problema sono i privilegi e la sicurezza delle APP, installa flatpak e configura lo store flathub.
 

darkfor.del

Nuovo Utente
35
6
Perchè installare programmi su Debian, Ubuntu, Fedora, non richiede il sudo? Per le attività amministrative ci vogliono i privilegi di root, c'è poco da fare.

AUR funziona pure col fakeroot, per cui il pacchetto viene scaricato e compilato con privilegi utente normale, poi però il pacchetto pacman va installato con i privilegi di root.

Cioè, il problema dei privilegi si risolve in altri modi, tipo installando i software nella home dell'utente, ovviamente solo software non di sistema. Oppure puoi usare i container tipo Docker o LXC.

Per cui non vedo nessuna ragione per cambiare distribuzione solo per questo motivo.

L'unica distribuzione simile ad Arch è Void. Però ha molti meno pacchetti disponibili. E quindi non si può dire che sia migliore.

Se vuoi dei confronti, guarda qui https://wiki.archlinux.org/index.php/Arch_compared_to_other_distributions

Se non ti piace niente di tutto questo, l'unica possibilità è passare a FreeBSD.

No, non serve per forza sudo ma basta il su, cioè il root. Comunque il fatto dei fakeroot non l'avevo mai sentita e mi informerò.

Se ti trovi bene con Arch, perché non usi Arch? La tua domanda non avrà mai una risposta perché è una questione di gusti personale la preferenza di una distro, ad oggi io preferisco Ubuntu, tizio Debian, tizio 2 Gentoo etc...
Se il tuo problema sono i privilegi e la sicurezza delle APP, installa flatpak e configura lo store flathub.

Io sto usando Arch (ti sto scrivendo con Arch gnome in questo momento) ma Debian mi piace un tantino di più il suo packages manager (apt) ma come già scritto, la stable NO perché... OK qualcosa un pò arretrata per più stabilità, anzi la preferisco ma non così tanto quanto Debian stable e "quanti morti del papa per un aggiornamento!"... ma la testing ultimamente (rispetto al passato) è diventata instabile e come già ho descritto e pure con i passaggi experimental, sid e dopo testing dovrebbe essere più stabile e darmi meno problemi di Arch , quanto tempo ci mette solo a caricarmi e aprirmi libreoffice. La mia era solo una curiosità al momento delle risposte ottenute, lo so che non esiste una distro perfetta ma vedevo solo se ci sarebbe stata una distro alternativa ma lo so che molto probabilmente rimarrò su Arch
 

Edmund Blackadder

Utente Attivo
292
138
Io uso da parecchio tempo Archlinux e mi piace per la sua personalizzazione e nelle sue configurazioni manuali ma sempre quello che non mi è mai piaciute sono le AUR anche perché la sudo vorrei sempre tenerla disattivata ma con le AUR devi attivarla.
Io con l'AUR non ho mai utilizzato il sudo: se ti interessa come helper uso 'yay'.

Mi viene voglia di cambiare distribuzione molte volte e delle volte installo altre distribuzioni ma poi sempre massimo di 2 giorni le distro non mi convincono e ritorno su Arch
È una malattia che accomuna molti utenti Linux, si chiama distrohopping. :asd:
Io per evitare di passare da una distro all'altra nel giro di poche settimane son passato ad Arch. Opinione personale ma alla fine la differenza fra le distro (che più conta per l'utente finale) sta nei pacchetti e nelle loro versioni. Passare ad Arch ha soddisfatto il mio bisogno di avere moltissimi pacchetti e soprattutto di avere l'ultima versione.

Ogni tanto anche a me ritorna la voglia di ritornare sulle Debian based ma ho imparato a resistere.

Come si capisce da questo post, non non chiedo consigli per la sostituzione di Arch con derivate o distribuzioni alla Ubuntu ma distribuzioni originali e molto configurabili.
Ancora opinione personale ma per quanto riguarda il rapporto configurabilità/semplicità Arch è la migliore. Come hai già detto tu per Gentoo ci vuole tempo per installare i pacchetti. Se cerchi qualcosa di nuovo puoi provare Kiss Linux, è nuovissima nel panorama delle distro. Mi piace perché è ancora più minimale di Arch.
 

pabloski

Utente Èlite
2,721
793
Sudo e su non sono la stessa cosa. Sudo è un accessorio.

Non ho mai citato su, che è oltretutto overkill per la semplice installazione di un programma.
Post automatically merged:

No, non serve per forza sudo ma basta il su, cioè il root. Comunque il fatto dei fakeroot non l'avevo mai sentita e mi informerò.

Perchè usare su, che switcha l'utente corrente? E' un grosso rischio per la sicurezza. Riguardo fakeroot, è attivo di default, altrimenti non ti fa compilare i pacchetti AUR. Quel prompt che esce alla fine e ti chiede la password, è appunto un'invocazione di sudo.

E il sudo può essere programmato per far decadere i privilegi temporaneamente acquisiti dopo un tot di tempo o altre condizioni. In oltre il sudo si può programmare per dare all'utente i privilegi di root solo in una determinata area/zona del sistema.

Su che citavi prima, invece, ti rende l'utente root, con tutti i suoi poteri.
 
Ultima modifica:

clessidra

Utente Attivo
766
272
CPU
VIA C3
GPU
Ati Rage
OS
linux - Red Hat 1.1
No, non serve per forza sudo ma basta il su, cioè il root. Comunque il fatto dei fakeroot non l'avevo mai sentita e mi informerò.
Hanno due funzioni differenti. Con il comando su diventi root (o un altro utente), ma non è che con sudo non puoi fare danni. Alla fine se uno sa quello che fa sudo è superfluo.

Fakeroot è molto usato. In sintesi, simula un ambiente root, necessario per gestire i suoi permessi.
 

EmanueleC

Utente Èlite
5,446
1,739
CPU
Ryzen 5 2600x
Dissipatore
stock
Scheda Madre
ROG STRIX B450-F GAMING
HDD
1TB Toshiba, Toshiba TR200 240 GB
RAM
Corsair DDR4 3000 Mhz 2x8 GB
GPU
GeForce GTX 750Ti 2gb
PSU
Seasonic Focus Gold 450W
Case
BitFenix Neos
OS
Fedora 33
No, non serve per forza sudo ma basta il su, cioè il root. Comunque il fatto dei fakeroot non l'avevo mai sentita e mi informerò.



Io sto usando Arch (ti sto scrivendo con Arch gnome in questo momento) ma Debian mi piace un tantino di più il suo packages manager (apt) ma come già scritto, la stable NO perché... OK qualcosa un pò arretrata per più stabilità, anzi la preferisco ma non così tanto quanto Debian stable e "quanti morti del papa per un aggiornamento!"... ma la testing ultimamente (rispetto al passato) è diventata instabile e come già ho descritto e pure con i passaggi experimental, sid e dopo testing dovrebbe essere più stabile e darmi meno problemi di Arch , quanto tempo ci mette solo a caricarmi e aprirmi libreoffice. La mia era solo una curiosità al momento delle risposte ottenute, lo so che non esiste una distro perfetta ma vedevo solo se ci sarebbe stata una distro alternativa ma lo so che molto probabilmente rimarrò su Arch
LibreOffice è uguale sia su Arch che su Debian, su Arch potrebbe essere più aggiornato. La testing è chiamata cosi per un motivo, ma a parte i primi mesi dalla release della stable dove arrivano molti pacchetti, poi su testing non si hanno grossi problemi, che tu abbia avuto problemi, non vuol dire che si rompe ogni due per... magari non sai usare APT o non sai come riparare da eventuali problemi o magari pasticci con le configurazioni/pacchetti, stessa cosa potresti averla con Arch, anzi, molto più probabile.
 

darkfor.del

Nuovo Utente
35
6
LibreOffice è uguale sia su Arch che su Debian, su Arch potrebbe essere più aggiornato. La testing è chiamata cosi per un motivo, ma a parte i primi mesi dalla release della stable dove arrivano molti pacchetti, poi su testing non si hanno grossi problemi, che tu abbia avuto problemi, non vuol dire che si rompe ogni due per... magari non sai usare APT o non sai come riparare da eventuali problemi o magari pasticci con le configurazioni/pacchetti, stessa cosa potresti averla con Arch, anzi, molto più probabile.

Ma scusa... se io installato libreoffice solo con packages manager diversi su 2 distro, perché su una mi va lento ma sull'altro si apre quasi subito? Poi, Debian testing l'ho provata ad installare 3 volte per fare delle prove e capire se avevo sbagliato qualcosa e tutte e 3 mi va lenta ad aprirsi, quindi non può essere solo una volta installato male, più di fare... apt install libreoffice libreoffice-l10n-it libreoffice-gnome, cosa dovrei fare? l'unica informazione che forse è meglio darvi ma non vi ho dato prima è che quando installo Debian, l'ha installa senza software aggiuntivi e ambiente grafico e poi installo tutto dopo. Dopo aver installato xorg e xinit non installo "gnome" o "gnome-core" ma "gnome-shell" perché per l'appunto non voglio software aggiuntivi e voglio un ambiante grafico al momento più minimale possibile ma ho notato che il pacchetto "gnome-shell" è più aggiornato rispetto agli altri 2, cioè "gnome-shell" su Debian testing e SID ha gnome 3.36 (come Arch) mentre "gnome" e "gnome-core" ha gnome 3.30, forse è questa questione che li da così tanta instabilità e lentezza
 

pabloski

Utente Èlite
2,721
793
Ma scusa... se io installato libreoffice solo con packages manager diversi su 2 distro, perché su una mi va lento ma sull'altro si apre quasi subito?

Quali distro e quali package manager? E soprattutto quale ambiente grafico. Lo chiedo perchè ci sono varie possibilità (1) LibreOffice usa librerie che in una distro sono precaricate, perchè le usa pure la distro, e nell'altra no, (2) una distro ha compilato LibreOffice con determinati flag/aggiunte e l'altra no, (3) una distro t'installa Libreoffice il programma e l'altra Libreoffice il paccheto Flatpak o Snap, che si porta dietro gazillioni di dipendenze da caricare all'avvio.

Poi, Debian testing l'ho provata ad installare 3 volte per fare delle prove e capire se avevo sbagliato qualcosa e tutte e 3 mi va lenta ad aprirsi,

L'unico modo per sapere perchè è di usare gli strumenti di profiling di Systemd. Poi guarda che driver grafici installano entrambe, perchè potrebbe essere il problema. Oppure, Debian installa e carica automaticamente il microcodice, il kernel e le librerie con le patch per le falle dei processori Intel? Mentre la tua installazione di Arch potrebbe non usarle.

l'unica informazione che forse è meglio darvi ma non vi ho dato prima è che quando installo Debian, l'ha installa senza software aggiuntivi e ambiente grafico e poi installo tutto dopo.

E' irrilevante.

cioè "gnome-shell" su Debian testing e SID ha gnome 3.36 (come Arch) mentre "gnome" e "gnome-core" ha gnome 3.30, forse è questa questione che li da così tanta instabilità e lentezza

No. L'unica cosa è confrontare le versioni degli stessi software su Debian e Arch. Perchè Arch potrebbe avere una versione più nuova, che implementa miglioramenti prestazionali. C'è stata una release di Gnome che ha aumentato le prestazioni di un bel pò, ma non ricordo esattamente quale. Ma in ogni caso non parliamo di cambiamenti grossolanamente visibili, tipo che per fare un'operazione, una ci mette 1 secondo e l'altra 1 minuto. Nel tuo caso potrebbe esserci problemi con firmware mancanti, per esempio. E comincerei a guardare quali driver grafici sta usando.
 

darkfor.del

Nuovo Utente
35
6
Quali distro e quali package manager? E soprattutto quale ambiente grafico. Lo chiedo perchè ci sono varie possibilità (1) LibreOffice usa librerie che in una distro sono precaricate, perchè le usa pure la distro, e nell'altra no, (2) una distro ha compilato LibreOffice con determinati flag/aggiunte e l'altra no, (3) una distro t'installa Libreoffice il programma e l'altra Libreoffice il paccheto Flatpak o Snap, che si porta dietro gazillioni di dipendenze da caricare all'avvio.

Come già scritto Arch (pacman) mi apre quasi subito Libreoffice mentre Debian (apt) ci mette ad aprirsi. Io in questo momento uso Gnome ma ho provato pure con KDE

L'unico modo per sapere perchè è di usare gli strumenti di profiling di Systemd. Poi guarda che driver grafici installano entrambe, perchè potrebbe essere il problema. Oppure, Debian installa e carica automaticamente il microcodice, il kernel e le librerie con le patch per le falle dei processori Intel? Mentre la tua installazione di Arch potrebbe non usarle.

I driver che uso sono open-source perché ho un pc AMD con scheda video integrati alla scheda madre con CPU AMD 2200G con scheda video Radeon Vega 8. Io usavo driver proprietari solo in passato con pc intel con scheda video dedicata nvidia. Esistono driver proprietari per la mia scheda video?

E' irrilevante.

ho solo pensato che forse era poco testato e instabile, tutto qui

No. L'unica cosa è confrontare le versioni degli stessi software su Debian e Arch. Perchè Arch potrebbe avere una versione più nuova, che implementa miglioramenti prestazionali. C'è stata una release di Gnome che ha aumentato le prestazioni di un bel pò, ma non ricordo esattamente quale. Ma in ogni caso non parliamo di cambiamenti grossolanamente visibili, tipo che per fare un'operazione, una ci mette 1 secondo e
l'altra 1 minuto. Nel tuo caso potrebbe esserci problemi con firmware mancanti, per esempio. E comincerei a guardare quali driver grafici sta usando.

Non credo che Arch software così avanti rispetto ad Arch perché per esempio libreoffice sui siti ufficiali, su Arch dice che ha la versione 6.4.3 mentre su Debian testing 6.4.4. Per quanto riguarda la scheda video la risposta l'ho già data che uso driver open-source, grazie
 

pabloski

Utente Èlite
2,721
793
Come già scritto Arch (pacman) mi apre quasi subito Libreoffice mentre Debian (apt) ci mette ad aprirsi. Io in questo momento uso Gnome ma ho provato pure con KDE

Perchè hai specificato pacman e apt? Cioè, quando parli di aprirsi, parli di avviare il programma o di installarlo?


I driver che uso sono open-source perché ho un pc AMD con scheda video integrati alla scheda madre con CPU AMD 2200G con scheda video Radeon Vega 8.

Non esistono driver proprietari per AMD. Quindi Debian e Arch stanno usando gli stessi. Ovviamente Arch di sicuro sta usando una versione più aggiornata.



Non credo che Arch software così avanti rispetto ad Arch perché per esempio libreoffice sui siti ufficiali, su Arch dice che ha la versione 6.4.3 mentre su Debian testing 6.4.4. Per quanto riguarda la scheda video la risposta l'ho già data che uso driver open-source, grazie

L'ultima versione stabile è la 6.4.3, per cui la 6.4.4 è una versione in sviluppo. E probabilmente è compatibile per il debug. Inoltre non so se Debian Testing offre software compilato in modalità debug o release.

Comunque il problema potrebbe essere proprio l'uso del ramo testing.
 

darkfor.del

Nuovo Utente
35
6
Perchè hai specificato pacman e apt? Cioè, quando parli di aprirsi, parli di avviare il programma o di installarlo?

Hai scritto pure "quale packages manager..." e io ho risposto

Non esistono driver proprietari per AMD. Quindi Debian e Arch stanno usando gli stessi. Ovviamente Arch di sicuro sta usando una versione più aggiornata.

Infatti mi sembrava che non esistessero ma ammetto che la questione mi era poco interessata e quindi ho solo fatto poche ricerca al riguardo

L'ultima versione stabile è la 6.4.3, per cui la 6.4.4 è una versione in sviluppo. E probabilmente è compatibile per il debug. Inoltre non so se Debian Testing offre software compilato in modalità debug o release.

Comunque il problema potrebbe essere proprio l'uso del ramo testing.

Infatti mi sembrava più organizzata una volta Debian, come mai su testing c'è una versione di sviluppo che c'è pure su SID, pure il pachetto "gnome-shell" c'è la stessa versione sia su testing che SID (3.36) e pure KDE e poco considerata e poco aggiornata su Debian, ma non dovrebbe fare il passaggio da experimental a SID, poi da SID a testing? mi sembra che è la stessa cosa avere SID o testing e in passato mi dava veramente molti meno problemi Debian (adesso uso da anni Arch ma in passato ho usato molto tempo anche Debian ma solo testing)
 

pabloski

Utente Èlite
2,721
793
mi sembra che è la stessa cosa avere SID o testing e in passato mi dava veramente molti meno problemi Debian (adesso uso da anni Arch ma in passato ho usato molto tempo anche Debian ma solo testing)

Non so cos'abbiano cambiato. Personalmente Debian la usavo 20 anni fa!! Ma all'epoca era la distro "per le cose serie". Le altre erano o troppo per niubbi o troppo instabili.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot: Sei vaccinato? [sondaggio anonimo]

  • Primo ciclo vaccinale completo (1-2 dosi)

    Voti: 103 66.5%
  • Fatta 1a dose, in attesa della 2a

    Voti: 18 11.6%
  • Sono prenotato per la 1a dose

    Voti: 9 5.8%
  • Non so se vaccinarmi

    Voti: 7 4.5%
  • Non ho intenzione di vacciarmi

    Voti: 18 11.6%
  • Fatta anche la terza dose

    Voti: 0 0.0%