DOMANDA Ma qual è il problema delle workstation mobili Windows?

fbmafu

Utente Attivo
839
126
Salve a tutti, apro questo thread non tanto per chiedere un consiglio piuttosto per intavolare una chiacchierata generalista sullo stato dell'arte odierno delle workstation portatili.
La discussione vuole anche essere un pizzico provocatoria (senza prendere parti o fazioni, intesi) su una serie di problemi che, almeno da una decade, questi computer si portano dietro senza un apparente traguardo risolutivo.

La domanda volutamente provocatoria con cui vorrei iniziare, sostanzialmente, è: risulta davvero così difficile avere lo stesso controllo qualità / attenzione all'hardware che si ha in casa Apple?
Tralasciando casistiche particolari e/o i famosi "richiami" da parte di Apple (e.g. tastiere con meccanismo a farfalla), risulta indubbio che - ad oggi - i portatili della mela abbiano:

- miglior audio
- miglior batteria
- miglior luminosità
- miglior trackpad
- e così via...

tutte cose che - seppur non indispensabili a definire una workstation tale - fanno certamente crescere l'esperienza utente ed il valore del prodotto. Con ciò non sto dicendo che i MacBook possano adempiere a tutte le funzioni / potenzialità di una workstation Windows (altrimenti non ne avrei una!), ma cerco solo di capire come sia possibile che su macchine professionali (anche da costi elevatissimi!) ci sia un po' di superficialità e disattenzione.

Il mio discorso deriva da un'esperienza personale di frustrazione sulla base dei portatili Windows avuti negli ultimi anni:

2019 - Dell XPS 15'' - 4K OLED - RTX 1650 4 GB - Rivenduto
- malfunzionamenti al tanto decantato trackpad
- batteria sostanzialmente da 3 ore, se andava bene
- riavvi inaspettati / blue screen
- ventole sempre al massimo
- bassa qualità del trasformatore che si è scollato
- overheating estremo a tale punto da far spegnere la macchina

Su questo forum ci sono svariati miei thread in cui parlo dei problemi avuti con quella macchina che, con buona probabilità, era fallata.

2020 - HP Envy 15'' - 4K OLED Touch - RTX 2060 6 GB - Rivenduto
- mi si è fuso il trasformatore
- surriscaldamento generalizzato e ventole al massimo
- la scocca, in prossimità della griglia di aerazione, si è deformata a causa del calore
- batteria praticamente inesistente, 2 ore circa
- trackpad non pervenuto e peggiore dell'XPS

Costruttivamente era peggiore dell'XPS, ma aveva un hardware più potente e generalmente un audio migliore.

2021 - Acer ConceptD 15'' - 4K IPS Pantone Verified - RTX 5000 16 GB - Attuale
- luminosità schermo imbarazzante di 400 nits
- agghiacciante che sul display non ci sia coating protettivo o lastra policarbonato (lo schermo ha i segni della tastiera quando si chiude)
- mi si è fusa la scheda madre dopo 1 mese (riparato)
- trackpad senza dubbio il peggiore dei 3 pc
- layout tastiera da denuncia ed assenza di tasti multimediali
- quando cambio rapidamente inclinazione al display il connettore si stacca e lo schermo diventa nero per tornare a coloro dopo 1 secondo
- display che presenta flickering e color shifting (nonostante tutte le certificazioni di sto caso!)

Senza dubbio la macchina più potente avuta negli ultimi 3 anni e con il miglior sistema di raffreddamento (è l'unico che non scalda mai!), ma a che prezzo tutto ciò… se la batteria mi dura 2 ore, lo schermo presenta problemi (non è la mia macchina, fidatevi) e l'esperienza utente generale è pessima? Ripeto, parliamo di un computer che a listino costa 4.000€.

Come vedete, tutti i miei "cambi" di portatile sono stati solo ed unicamente dettati dalla necessità di avere una GPU più potente e di lavorare in mobilità.
 

Albo89

Utente Èlite
5,274
2,086
che sappia io i macbook pro intel, specialmente quelli tipo il 16" che montano processori "-H", scaldano anche loro come forni..

inoltre proprio quelli, dotati anche di gpu discreta (rx 5000 mi pare?) sotto carico si bevono la batteria piu o meno come le controparti non apple..

se poi metti in conto che gli altri, a volte montano gpu ben piu spinte la situazione non fa che peggiorare per loro (ma a ragion veduta), quindi non metterei affatto i macbook intel su di un livello superiore alle controparti (trackpad a parte, il loro è il top da almeno 10 anni)

a sto punto fai il salto "nel vuoto" con i nuovi m1.. tanto ho visto che praticamente non c'è nulla di non apple che soddisfa per bene tutte le tue necessità: con i portatili attuali (classica accoppiata cpu intel/amd e gpu nvidia/amd) si sta toccando il limite di cosa può fare una batteria da max 99whr (per legge) e di cosa può fare un sistema di dissipazione così piccolo.


per i guasti subiti devo dire che ne hai avuta di sfortuna.. 2 alimentatori così è strano..
 

fbmafu

Utente Attivo
839
126
che sappia io i macbook pro intel, specialmente quelli tipo il 16" che montano processori "-H", scaldano anche loro come forni..

inoltre proprio quelli, dotati anche di gpu discreta (rx 5000 mi pare?) sotto carico si bevono la batteria piu o meno come le controparti non apple..

se poi metti in conto che gli altri, a volte montano gpu ben piu spinte la situazione non fa che peggiorare per loro (ma a ragion veduta), quindi non metterei affatto i macbook intel su di un livello superiore alle controparti (trackpad a parte, il loro è il top da almeno 10 anni)

a sto punto fai il salto "nel vuoto" con i nuovi m1.. tanto ho visto che praticamente non c'è nulla di non apple che soddisfa per bene tutte le tue necessità: con i portatili attuali (classica accoppiata cpu intel/amd e gpu nvidia/amd) si sta toccando il limite di cosa può fare una batteria da max 99whr (per legge) e di cosa può fare un sistema di dissipazione così piccolo.


per i guasti subiti devo dire che ne hai avuta di sfortuna.. 2 alimentatori così è strano..

Aspetta, facciamo un po' di chiarezza.

1. I MacBook Pro Intel, da sempre, hanno scaldato, ma - almeno - erano silenziosi e la scocca non si fondeva. Inoltre c'è anche da dire che, spesso, le CPU Intel montate sui MacBook erano castrate per evitare di mandare le ventole a palla... quindi indubbiamente in termini di potenza "bruta" erano inferiori rispetto alla controparte Windows, ma - a parità di software - ciò non li hai mai resi inferiori rispetto ad un processore H non castrato.

2. Non credo che i MacBook abbiano mai montato GPU mobili dedicate NVidia. Se non sbaglio hanno sempre avuto AMD, ma potrei sbagliarmi. In ogni caso i MacBook non sono mai stati famosi per avere delle GPU particolarmente potenti, proprio perché su MacOS non girano particolari software industriali che richiedono tali prestazioni. Se vado a memoria, in ambiente Apple la GPU è sempre e solo servita per esportare video che - tecnicamente - con Adobe Premiere e Final Cut era sempre super ottimizzato.

3. Parlavo di MacBook a livello di esperienza generalizzata, non a livello di hardware nudo e crudo né di software. Se si fa un bilancio complessivo, a parità di prezzi, restituiscono un'esperienza generalmente superiore anche lato hardware (non di calcolo), quindi: schermo, audio, batteria e così via.

4. Non posso usare MacOS per una questione di compatibilità software né, onestamente, vorrei finanziare Apple. In generale non mi trovo male con i prodotti Android / Windows, ma reputo inaccettabile che anche su macchine molto costose ci siano degli "scivoloni".
 

Albo89

Utente Èlite
5,274
2,086
1) beh, qui salta fuori il solito discorso: hw e sw sviluppati e ottimizzati a braccetto fanno miracoli.. con windows sappiamo che non è possibile

2) si, per un periodo le hanno montate le nvidia (il mio mbp aveva una gt 320m mi pare), però per me non regge il discorso "a loro non serve gpu potente", altrimenti non vedo il motivo di vendere i mac pro con gpu che arrivano anche a 13k €..
quindi, l'accoppiata cpu + gpu esagerate su altri portatili è possibile.. ma per assurdo peggiora l'esperianza complessiva causa peso, calore ecc ecc. Questo fatto però NON lo vedo come un pregio dei mbp. (non so se mi sono spiegato)
 

fbmafu

Utente Attivo
839
126
1) beh, qui salta fuori il solito discorso: hw e sw sviluppati e ottimizzati a braccetto fanno miracoli.. con windows sappiamo che non è possibile

2) si, per un periodo le hanno montate le nvidia (il mio mbp aveva una gt 320m mi pare), però per me non regge il discorso "a loro non serve gpu potente", altrimenti non vedo il motivo di vendere i mac pro con gpu che arrivano anche a 13k €..
quindi, l'accoppiata cpu + gpu esagerate su altri portatili è possibile.. ma per assurdo peggiora l'esperianza complessiva causa peso, calore ecc ecc. Questo fatto però NON lo vedo come un pregio dei mbp. (non so se mi sono spiegato)

Mettiamo da parte il discorso software + hardware e tralasciamo anche tutto ciò che concerne la potenza di calcolo.

Il mio discorso iniziale era: possibile che sui portatili Windows ci sia ancora una qualità complessivamente peggiore della macchina anche quando si parla di prodotti di fascia professionale?

Ciò di cui mi lamento principalmente riguarda:

- Schermo
- Audio
- Tastiere
- Trackpad
- Pesi / Ingombri
- Materiali
- Malfunzionamenti sporadici
 

alemian95

Utente Attivo
1,054
348
CPU
Intel Core i7 9750H @2.6GHz
Scheda Madre
XPS 15 7590
HDD
WD SN730 NVMe 512GB
RAM
2×8GB SK Hynix 2666MHz
GPU
NVIDIA GeForce GTX 1650
Monitor
HP EliteDisplay E243i (1920×1200)
Case
XPS 15 7590
Periferiche
Mouse: Logitech G403 - Tastiera: Durgod Taurus K320
OS
Windows 10 Home 64 bit
possibile che sui portatili Windows ci sia ancora una qualità complessivamente peggiore della macchina anche quando si parla di prodotti di fascia professionale?
Possiedo il mio XPS da ormai 2 anni, non mi sembra che generalmente ci siano tutti questi problemi su Windows, ho avuto delle noie lato hardware, ma i difetti di fabbrica possono sempre capitare, una volta sostituito il componente difettoso il pc va come un treno.

Sulla questione performance/temperature/silenziosità, il mio rimane silenzioso fino ai 60° (in idle sto a 30 in inverno, 35/40 in estate) poi le ventole devono ovviamente fare il loro lavoro, a carico massimo invece è possibile ridurre drasticamente il thermal throttling, tant'è che facendo qualche prova con cinebench noto come solamente 2 core su 6 vengano limitati per un breve periodo, sul lungo periodo invece il clock si stabilizza ai 3,8 GHz su tutti i core invece dei 4 massimi. Detto ciò mi sembra che considerando la tipologia di laptop è difficile attendersi un comportamento migliore di questo.

Andando con ordine sui punti che hai elencato
- Schermo: il pannello nonostante non sia un oled è ottimo, sulla risoluzione possiamo metterci a discutere, per me il fhd sui 15" è sufficiente per quello che devo fare ma devo dire che siamo un po' al limite
- Audio: non so come sono i nuovi ma il mio modello è quello con gli altoparlanti sotto, la qualità è discreta, il volume un po' meno
- Tastiera: i tasti sono un po' "gommosi", onestamente non lo trovo fastidioso, anzi, scrivo bene e veloce, penso che sia piuttosto soggettivo come aspetto
- Trackpad: quello dell'XPS è ottimo ma nemmeno a parlarne, i Mac sono superlativi e vincono a mani basse
- Pesi: 1,8 kg per un 15" non lo definirei pesante, anzi
- Materiali: nulla da invidiare ad un Mac
- Malfunzionamenti sporadici: come dicevo ho avuto qualche malfunzionamento hardware che mi ha causato qualche schermo blu, si trattava dell'SSD difettoso, una volta sostituito il pc non ha più dato problemi e va come un treno, anche dopo i vari aggiornamenti di Windows che secondo certe testate causavano problemi, mai avuto uno solo di questi.

Alla fine dei conti che devo dire? Forse qualche tirata d'orecchi per il controllo qualità di Dell, ma per il resto sono rimasto soddisfatto, forse qualche lacuna lato progettazione (come l'audio per esempio) ma se considero che all'epoca il mio di listino stava a 1800 (pagato 1400 grazie a qualche sconto) mentre un MacBook pro stava a 3000, capirai bene come di fronte a certe piccole "imprecisioni" ci si può passare sopra.
 
  • Mi piace
Reazioni: robnet77

mr_loco

quello cattivo
Utente Èlite
19,592
7,656
@fbmafu un po te la cerchi se continui a prendere roba venduta come "workstations", ho scritto una guida abbastanza dettagliata sull'argomento, purtroppo è puro marketing, nessuno vorrebbe un portatile da 3Kg, ma se non vuoi avere un termo camino, le dimensioni contano
differenze sostanziali fra Mac e mondo windows:
apple ha le sue fabbriche e non produce un infinità di componenti, questo gli permette un migliore controllo qualità e soprattutto un ottima ottimizzazione sul software
lato windows devono soddisfare più fasce, questo causa un continuo cambio di componenti, andando a cercare sempre quello che costa meno per loro e guadagnarci su di te, l'ottimizzazione software non esiste, anche su linux è molto difficile averla modificando il kernel perchè possono cambiare componenti su stessi modelli, essendo pensati più per la massa ti fanno il controllo di qualità sul primo stock dei notebook finiti e non del singolo componente
 

robnet77

Utente Attivo
303
65
Nel 2017 comprai un iMac 27", che uso tuttora, perche' non ritenni che acquistare un Macbook Pro avesse senso, tantomeno un Macbook Air.
La lista dei problemi o lati negativi di quei portatili era bella lunga, dalla tastiera orribile di tipo "butterfly" alla barra al posto dei tasti funzione, dall'impossibilita' di upgradare i componenti nel tempo al thermal throttling (del Macbook Air che mi pare avesse, tra l'altro, ancora schermi a bassa risoluzione e cornici dello schermo fantozziane) o alla GPU castrata, eccetera.

Come per gli iPhone, Apple punta molto al mercato di fascia alta e solo occasionalmente sforna prodotti budget.

Nel 2017 erano ancora pochi i portatili Windows che superavano i 1.500 euro, quindi era anche difficile fare paragoni.

Oggi ci sono ottime workstation lato Windows grazie anche ai processori AMD che consumano poco e permettono di avere una durata della batteria piuttosto lunga, tanto e' vero che pure dei gaming laptops riescono ad arrivare a lavorare per 9-10 ore pur avendo GPU potentissime e adatte sia ai giochi che al lavoro.

Oggi comprerei sicuramente un Macbook Pro, che rimane un prodotto costoso ma almeno ha limato molti dei problemi di allora.
Purtroppo, lato giochi ancora Windows vince a mani basse, quindi intanto sto provando a comprare un nuovo laptop con Windows e poi si vedra'.
 

fbmafu

Utente Attivo
839
126
Possiedo il mio XPS da ormai 2 anni, non mi sembra che generalmente ci siano tutti questi problemi su Windows, ho avuto delle noie lato hardware, ma i difetti di fabbrica possono sempre capitare, una volta sostituito il componente difettoso il pc va come un treno.

Sulla questione performance/temperature/silenziosità, il mio rimane silenzioso fino ai 60° (in idle sto a 30 in inverno, 35/40 in estate) poi le ventole devono ovviamente fare il loro lavoro, a carico massimo invece è possibile ridurre drasticamente il thermal throttling, tant'è che facendo qualche prova con cinebench noto come solamente 2 core su 6 vengano limitati per un breve periodo, sul lungo periodo invece il clock si stabilizza ai 3,8 GHz su tutti i core invece dei 4 massimi. Detto ciò mi sembra che considerando la tipologia di laptop è difficile attendersi un comportamento migliore di questo.

Andando con ordine sui punti che hai elencato
- Schermo: il pannello nonostante non sia un oled è ottimo, sulla risoluzione possiamo metterci a discutere, per me il fhd sui 15" è sufficiente per quello che devo fare ma devo dire che siamo un po' al limite
- Audio: non so come sono i nuovi ma il mio modello è quello con gli altoparlanti sotto, la qualità è discreta, il volume un po' meno
- Tastiera: i tasti sono un po' "gommosi", onestamente non lo trovo fastidioso, anzi, scrivo bene e veloce, penso che sia piuttosto soggettivo come aspetto
- Trackpad: quello dell'XPS è ottimo ma nemmeno a parlarne, i Mac sono superlativi e vincono a mani basse
- Pesi: 1,8 kg per un 15" non lo definirei pesante, anzi
- Materiali: nulla da invidiare ad un Mac
- Malfunzionamenti sporadici: come dicevo ho avuto qualche malfunzionamento hardware che mi ha causato qualche schermo blu, si trattava dell'SSD difettoso, una volta sostituito il pc non ha più dato problemi e va come un treno, anche dopo i vari aggiornamenti di Windows che secondo certe testate causavano problemi, mai avuto uno solo di questi.

Alla fine dei conti che devo dire? Forse qualche tirata d'orecchi per il controllo qualità di Dell, ma per il resto sono rimasto soddisfatto, forse qualche lacuna lato progettazione (come l'audio per esempio) ma se considero che all'epoca il mio di listino stava a 1800 (pagato 1400 grazie a qualche sconto) mentre un MacBook pro stava a 3000, capirai bene come di fronte a certe piccole "imprecisioni" ci si può passare sopra.

Evidentemente sei stato fortunato con il tuo XPS. Io lo presi nel 2019 proprio perché su questo forum mi fu altamente consigliato come la controparte diretta di MacBook Pro... ma, evidentemente, sono stato sfortunato... non saprei!
In generale mi trovavo bene con la macchina, ma per il prezzo pagato c'erano evidenti problemi hardware che non erano sopportabili per me.

Sulla questione prezzi hai certamente ragione: gli XPS prima del Covid avevano prezzi onesti (io stesso pagai 1800€ il modello con schermo 4K), ma adesso - se non sbaglio - sono aumentati di molto (ingiustificatamente, forse).

L'XPS, comunque, tirando le somme era ottimo costruttivamente, ma l'ho rivenduto per gli innumerevoli problemi denunciati sulla mia macchina. Ad oggi non potrei comunque utilizzare quel modello che avevo per i "pochi" GB di VRam sulla GPU.

@fbmafu un po te la cerchi se continui a prendere roba venduta come "workstations", ho scritto una guida abbastanza dettagliata sull'argomento, purtroppo è puro marketing, nessuno vorrebbe un portatile da 3Kg, ma se non vuoi avere un termo camino, le dimensioni contano
differenze sostanziali fra Mac e mondo windows:
apple ha le sue fabbriche e non produce un infinità di componenti, questo gli permette un migliore controllo qualità e soprattutto un ottima ottimizzazione sul software
lato windows devono soddisfare più fasce, questo causa un continuo cambio di componenti, andando a cercare sempre quello che costa meno per loro e guadagnarci su di te, l'ottimizzazione software non esiste, anche su linux è molto difficile averla modificando il kernel perchè possono cambiare componenti su stessi modelli, essendo pensati più per la massa ti fanno il controllo di qualità sul primo stock dei notebook finiti e non del singolo componente

Ciao @mr_loco e grazie per la risposta. Ho letto la tua guida e l'ho trovata interessante. Non conoscevo l'MSI Creator e mi ha piacevolmente stupito a livello di design.

Non so se ricordi ma qualche tempo fa scrissi che la scelta del laptop per me è sostanzialmente dettata dalla GPU che deve essere sì "veloce", ma ancora più importante: avere tanta memoria dedicata. Diciamo che 6 GB mi stanno stretti ed idealmente mi basterebbero 8-10 GB... ma sul mercato non c'è nulla e ciò mi preclude qualsiasi "workstation" ben fatta e ben costruita.

Che fare, quindi?
Il ConceptD della Acer con 16 GB di VRam era l'unico che soddisfava le mie esigenze... però dietro si porta parecchie "sviste" legate ad uno scarso controllo qualità. Proprio pochi secondi fa lo schermo è diventato nero dopo averne regolata l'inclinazione. Ho aspettato qualche secondo ed il connettore si è assestato.

Ti renderai conto che non posso portare ogni mese il PC in assistenza (che se lo tiene per 2 settimane circa) e la cosa mi penalizza non poco. Sfortunato? Non saprei. Tre macchine su tre equivale al 100% dei casi da me testati.

Se riesco a fare un video del malfunzionamento lo posto...

Anzi, eccolo qui:


Nel 2017 comprai un iMac 27", che uso tuttora, perche' non ritenni che acquistare un Macbook Pro avesse senso, tantomeno un Macbook Air.
La lista dei problemi o lati negativi di quei portatili era bella lunga, dalla tastiera orribile di tipo "butterfly" alla barra al posto dei tasti funzione, dall'impossibilita' di upgradare i componenti nel tempo al thermal throttling (del Macbook Air che mi pare avesse, tra l'altro, ancora schermi a bassa risoluzione e cornici dello schermo fantozziane) o alla GPU castrata, eccetera.

Come per gli iPhone, Apple punta molto al mercato di fascia alta e solo occasionalmente sforna prodotti budget.

Nel 2017 erano ancora pochi i portatili Windows che superavano i 1.500 euro, quindi era anche difficile fare paragoni.

Oggi ci sono ottime workstation lato Windows grazie anche ai processori AMD che consumano poco e permettono di avere una durata della batteria piuttosto lunga, tanto e' vero che pure dei gaming laptops riescono ad arrivare a lavorare per 9-10 ore pur avendo GPU potentissime e adatte sia ai giochi che al lavoro.

Oggi comprerei sicuramente un Macbook Pro, che rimane un prodotto costoso ma almeno ha limato molti dei problemi di allora.
Purtroppo, lato giochi ancora Windows vince a mani basse, quindi intanto sto provando a comprare un nuovo laptop con Windows e poi si vedra'.

Non ho mai detto che i MacBook sono stati esenti da problemi, ci mancherebbe. Dico solo che generalmente ed a campione hanno meno problemi della controparte Windows.
Io stesso ho avuto problemi in passato con entrambe le mie macchine Apple:

- Nel 2009 acquistai un iMac 21,5' con Leopard che... uscito dalla scatola si fuse dopo 1 ora di accensione a causa di un problema all'alimentatore. Portai il computer in Apple Store e senza batter ciglio me ne diedero uno nuovo di pacca, senza passare per assistenza.
- Sullo stesso iMac per almeno un anno ho avuto problemi a seguito di un upgrade alla RAM... per scoprire solo dopo migliaia di ricerche che gli iMac (almeno quella serie) volevano banchi uguali in 4x4 e solo di marchi certificati da loro (Hynix, Crucial e così via). Prima di allora avevo migliaia di riavvii improvvisi e malfunzionamenti vari proprio perché i banchi non comunicavano bene.

- Sullo stesso iMac smise di girare l'HDD meccanico ma dopo ben 8 anni di utilizzo. Sostituito con un SSD al posto del masterizzatore e passò la paura.

Comunque, ribadisco, il mio discorso non si è mai legato alla potenza di calcolo che su Windows è superiore dato l'hardware, ma a tutto ciò che fa da contesto al PC:

- schermo
- audio
- batteria
- luminosità
- qualità costruttiva

Ecco. Sono questi gli aspetti dove secondo me - generalmente - i laptop Windows sono ancora indietro.
 

alemian95

Utente Attivo
1,054
348
CPU
Intel Core i7 9750H @2.6GHz
Scheda Madre
XPS 15 7590
HDD
WD SN730 NVMe 512GB
RAM
2×8GB SK Hynix 2666MHz
GPU
NVIDIA GeForce GTX 1650
Monitor
HP EliteDisplay E243i (1920×1200)
Case
XPS 15 7590
Periferiche
Mouse: Logitech G403 - Tastiera: Durgod Taurus K320
OS
Windows 10 Home 64 bit
Evidentemente sei stato fortunato
Fortunato credo sia una parola grossa, il mio pc funziona benissimo anche lato temperature, ma ci ho messo un po' del mio tra cambio pasta termica e undervolt. Non esce di certo così dalla fabbrica, è per questo che sono soddisfatto di ciò che ho acquistato ma non di ciò che mi è stato dato, non so se ho reso l'idea, ma potenzialmente questo pc poteva essere decisamente superiore rispetto a quello che è stato, sarebbero state sufficienti piccole accortezze.

Sulla questione prezzi hai certamente ragione: gli XPS prima del Covid avevano prezzi onesti (io stesso pagai 1800€ il modello con schermo 4K), ma adesso - se non sbaglio - sono aumentati di molto (ingiustificatamente, forse).
Se non erro 400€ in più per la stessa versione, motivo per cui un Macbook ora risulta decisamente più appetibile rispetto a poco tempo fa.

- schermo
- audio
- batteria
- luminosità
- qualità costruttiva

Ecco. Sono questi gli aspetti dove secondo me - generalmente - i laptop Windows sono ancora indietro.
Purtroppo si, ma generalmente i prodotti "professionali" (oltre agli XPS mi vengono in mente anche i Thinkpad) sono pari livello. Sulla batteria mi permetto di dissentire, ad oggi riesco ancora a raggiungere MINIMO le 11 ore in navigazione/streaming/office, anche se tengo aperta una vm, per cui non posso che essere soddisfatto, quando questo era lo stesso risultato che si otteneva anche con il MacBook con la stessa cpu (i7 9750h)
 
  • Mi piace
Reazioni: fbmafu

fbmafu

Utente Attivo
839
126
Fortunato credo sia una parola grossa, il mio pc funziona benissimo anche lato temperature, ma ci ho messo un po' del mio tra cambio pasta termica e undervolt. Non esce di certo così dalla fabbrica, è per questo che sono soddisfatto di ciò che ho acquistato ma non di ciò che mi è stato dato, non so se ho reso l'idea, ma potenzialmente questo pc poteva essere decisamente superiore rispetto a quello che è stato, sarebbero state sufficienti piccole accortezze.


Se non erro 400€ in più per la stessa versione, motivo per cui un Macbook ora risulta decisamente più appetibile rispetto a poco tempo fa.


Purtroppo si, ma generalmente i prodotti "professionali" (oltre agli XPS mi vengono in mente anche i Thinkpad) sono pari livello. Sulla batteria mi permetto di dissentire, ad oggi riesco ancora a raggiungere MINIMO le 11 ore in navigazione/streaming/office, anche se tengo aperta una vm, per cui non posso che essere soddisfatto, quando questo era lo stesso risultato che si otteneva anche con il MacBook con la stessa cpu (i7 9750h)

Ora mi sono ricordato che anche io sul mio XPS dovetti fare Undervolt e Repasting... per abbassare tipo di 5 gradi al massimo la temperatura che già mi permetteva di usarlo come ottimo padellino per le uova.

Non ho mai avuto un Thinkpad... quindi diciamo che la mia valutazione sulle macchine Windows non è completa, ma il problema dei Thinkpad è:

- Costano un botto.
- Non li vende Amazon.
- Quelli che vende Amazon sono "stock" non personalizzabili.

Io al momento resto, sostanzialmente, con questo tipo esigenza:

- Un portatile simil-MacBook Pro come "schermo, audio, tastiera, batteria".
- Con Windows.
- Con almeno 8 GB di VRam su GPU.


Mi sa che dati questi tre paletti non ci sia nulla... ma potrei sbagliarmi.
 

Andretti60

Utente Èlite
5,828
4,427
Mettiamo da parte il discorso software + hardware …


Non puoi farlo, in quanto è proprio l’integrazione con un sistema operativo proprietario con l’hardware montato che fa la differenza con i prodotti Apple, capace di rendere lo stesso hardware montato da altri molto più performante. Lo stesso avviene con tablet e smartphone, Apple ha il suo sistema operativo mentre gli altri devono rappezzare una versione di Android che in due anni risulta obsoleta e l’intero terminale si può buttare nel cesso.

Senza contare che macOS si basa su Unix, che in genere è sempre più performante di Windows, che è carente in molte situazioni per esempio per applicazioni multimediali non per nulla i musicisti preferisco macOS.

Comunque scusa, mi pare che tu sia stato particolarmente sfortunato, tre portatili bruciati in tre anni? L’azienda dove lavoro io andrebbe in fallimento, eppure abbiamo centinaia di portatili che lavorano per anni (ovvio i guasti ci sono ma rientrano nella norma) però compriamo prodotti professionali di qualità che finiscono con il costare di più di un MacBook. Il problema dei portatili “consumer” è che per limitare il costo (cosa che Apple non fa) si devono usare componenti più economici che non durano molto, e limitare il controllo di qualità (se il duspositivo si accende ed è capace di fare il boot, lo si mette in scatola e lo si spedisce)
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reazioni: mr_loco e fbmafu

Albo89

Utente Èlite
5,274
2,086
Mettiamo pure che io abbandoni l'idea di un form factor in stile MacBook. C'è qualcosa?

attualmente ho un alienware da 17 pollici (17 R5)

grosso, tamarro e con la tastiera USA, ma era configurabile con hw molto molto buono e a me funziona ancora bene dopo 4 anni (ed una ripastata con pasta buona, che mi ha levato molti gradi)

quindi, fossi io a cercare un pc del genere, cercherei (se lo fanno ancora) un area 51 M.

oppure, mi configurerei un XMG (anzi, probabilmente prima sonderei questa via qui)

tenendo presente che non mi intendo di audio e qualità visiva, a me è sempre servita la sola potenza di calcolo
 

Entra

oppure Accedi utilizzando