Lo spazio esterno è un fluido non newtoniano?

Tidus88

Utente Attivo
736
267
CPU
Ryzen 2400G
Scheda Madre
Asrock B450M Pro4
Hard Disk
MX-500 500GB
RAM
Ballistix 16GB DDR4 3000Mhz
Scheda Video
GTX 970 Compact Inno3D
Monitor
Philips 27" 278C4QHSN/00
Alimentatore
Sharkoon Silentstorm Icewind 550W
Case
Aerocool Aero-500-BC
Sistema Operativo
Windows 10
Ciao a tutti,

Ho letto stamattina questo interessante articolo:

Fondamentalmente lo scienziato in questione afferma che lo spazio non viene curvato dalla massa degli oggetti che lo occupano, bensì è composto da una sorta di fluido non newtoniano che reagisce alla compressione.
I suoi risultati combaciano con la teoria dello spazio curvo, risultando però in una teoria più facilmente applicabile alle osservazioni concrete.

Premetto che trovo alcune sue risposte un po' troppo da pallone gonfiato (quasi del tipo: Einstein è na pippa), in ogni caso voi cosa ne pensate?
 

Fea

Utente Attivo
307
290
Premessa: a spanne l'articolo linkato potrebbe essere molto più enfatico della ricerca di cui parla.
In breve, sono molto perplesso. Sembra che si sia sviluppato un modello ad hoc tanto per far tornare due conti, ma niente di più.
EDIT: vedi secondo post, ma a me sembra una puttanata atomica.
Tanto più che l'implicazione notevole è che un effetto di fisica quantistica sia visibile e misurabile direttamente su scala macroscopica e in situazioni ordinarie, il che è appunto notevole.

Passiamo al paper vero e proprio.
Capitolo 3.1, il rallentamento delle Pioneer
Il fatto che un modello descriva alla perfezione un singolo evento già noto non dice granché; la bontà di un modello fisico è di prevedere fenomeni più che di descrivere casi specifici già noti. Nel caso del paper in questione, il modello fluidico restituirebbe esattamente il valore misurato, pretendendo di essere migliore poichè più vicino del valore previsto dalla fisica classica. Ora, il valore previsto da fisica classica è necessariamente affetto da tutta una serie di incertezze su quantità reali (proprietà ottiche dei materiali e orientamento delle superfici in primis); dall'altra parte il Fedi (l'autore del paper) prende due equazioni ben note, moltiplica tutto per un coefficiente arbitrario, et voilà il magico risultato. Senza tenere nemmeno conto che la sua stessa equazione vuole descrivere un fenomeno attuale ed è basata su una velocità che nel frattempo è cambiata per ragioni di volgare meccanica orbitale, ergo non ha senso.
Incidentalmente l'equazione per un fluido viscoso di Newton è una enorme e ben nota semplificazione della realtà fisica, per dirne un paio non tiene conto di compressibilità, turbolenze, entropie, etc.

Capitolo 3.2
Questa sezione mostra che gli effetti introdotti sono, nel caso menzionato- trascurabili. Come dire che se cammino per la strada non mi spiaccico contro i palazzi perché la loro forza di gravità è piccola. Il che è un fatto vero, ma non mi sembra nulla di conclusivo.

Capitolo 3.3
Il pezzo dopo il secondo "=" dell'equazione 6 è valido per orbite circolari, quindi l'eccentricità e nell'equazione dovrebbe essere ==0; si potrebbe sorvolare su questo, se non fosse che al punto (10) il valore finale è la metà del valore dovuto, e la differenza viene imputata arbitrariamente all'orbita circolare anziché ellittica. Francamente mi pare una stronzata senza nessuna giustificazione, a maggior ragione del fatto che tutto l'impianto teorico è basato sul concetto di fluido newtoniano, cioè con attriti non dipendenti dalla velocità.
Post automaticamente unito:

Dimenticavo un punto fondamentale: tutte le volte che si parla di velocità, non è ben chiaro in quale sistema di riferimento questa sia misurata. Terra? Sole? Stelle fisse? Più tardi faccio i conti e controllo...
Post automaticamente unito:

Riguardo le velocità: il paper riporta 36737 m/s per la velocità massima delle Pioneer 10 e 11, indicandola come la velocità massima raggiunta.
Ora, due obiezioni:
1) la massima velocità è stata toccata solo al periasse con l'ultimo pianeta nel 1973 per la 10 e nel 1979 per la 11, e da allora è in costante diminuzione per questioni di meccanica classica prima che per la citata anomalia delle Pioneer; essendo la velocità attuale ben più bassa e intorno ai 10-11000 m/s, la scelta di un valore che è oltre il triplo risulta quantomeno bizzarra. O meglio, è proprio una minchiata.
2) Ma soprattutto, 36737 m/s non è il valore corretto! Entrambe le sonde hanno passato i 42000 m/s al loro massimo!

Ad essere cattivi, viene da pensare che il valore di velocità sia stato scelto solo per far tornare i conti, visto che non ha nessuna attinenza con la velocità effettiva.

Ultimo ma non per importanza: esistono decine di migliaia di satelliti di cui è perfettamente nota posizione e velocità ... era proprio necessario cercare di dimostrare qualcosa usando quelle due che sono un caso praticamente unico nell'esperienza umana?
 
Ultima modifica:

gronag

Utente Èlite
20,295
6,875
Intanto, nel caso in oggetto, non stiamo parlando né di teoria né di modello, siamo nel campo delle idee, il metodo scientifico che ci hanno insegnato alle scuole elementari è cosa ben diversa dal formulare un'ipotesi e trovare una rivista scientifica che la pubblichi :sisi:
Sul fatto che lo spazio-tempo non sia "curvo" e che tale curvatura non sia determinata dalla densità di materia e d'energia stendiamo un pietoso velo, non merita alcuna spiegazione.
https://www.lescienze.it/news/2014/06/21/news/spazio-tempo_liquido_superfluido-2186620/
Nel 2014 (vedi link sopra), a partire dall'ipotesi che il "tessuto" spazio-temporale si comportasse come un fluido, il team di Liberati (della SISSA di Trieste) e di Maccione (dell'Università di Monaco di Baviera) propose un esperimento: si trattava di misurare la dissipazione di energia dei fotoni gamma provenienti dalla Nebulosa del Granchio (in base all'ipotesi i fotoni immersi nel tessuto fluido subiscono una dissipazione).
Bene, l'esperimento diede come risultato un nulla di fatto: i fotoni non subirono alcuna dissipazione energetica.
Questo è il motivo per cui è "scaturita" (non si sa da dove) l'ipotesi dello spazio-tempo "superfluido": i fotoni non hanno subito alcuna dissipazione poiché la "tessitura" spazio-temporale è a viscosità quasi nulla !!!!! :nunu:
Ditemi voi se questa è scienza, perché se questa è scienza allora nella vita abbiamo sbagliato tutto !
Tornando alla notizia in oggetto, la cosa che desta maggiore perplessità consiste nell'aver ignorato del tutto le confortanti "evidenze" scientifiche sulla struttura "granulare" dello spazio-tempo: dalla gravità quantistica a loop del team di Rovelli e di Smolin (di cui tornerò a discutere, se avrò tempo) fino all'annuncio, nel 2017 da parte del gruppo di Camelia e D'Amico della "Sapienza" di Roma, della scoperta che i risultati sperimentali sono in accordo con una tessitura "schiumosa" dello spazio-tempo
https://www.uniroma1.it/sites/default/files/allegati_news/segnalazione dai media ok.pdf :sisi:
Ovviamente il campione statistico è limitato (ne sapremo di più tra qualche anno), non ci sono conclusioni precise tuttavia il risultato è in buon accordo con l'ipotesi "granulare" dello spazio-tempo.
La linea da seguire è segnata :sisi:

1587725696897.png


Come si vede, alla scala della lunghezza di Planck la curvatura spaziale subisce delle fluttuazioni tali da trasformarne la tessitura (non la materia e l'energia) in una sorta di "spuma" che è impossibile da rappresentare analiticamente.
A presto ;)
 
Ultima modifica:

Tidus88

Utente Attivo
736
267
CPU
Ryzen 2400G
Scheda Madre
Asrock B450M Pro4
Hard Disk
MX-500 500GB
RAM
Ballistix 16GB DDR4 3000Mhz
Scheda Video
GTX 970 Compact Inno3D
Monitor
Philips 27" 278C4QHSN/00
Alimentatore
Sharkoon Silentstorm Icewind 550W
Case
Aerocool Aero-500-BC
Sistema Operativo
Windows 10
Ringrazio entrambi per le ricche delucidazioni! :) Diciamo che c'è un motivo se fa ancora il Preside anzichè lavorare alla NASA!
 

Andretti60

Utente Èlite
3,892
2,628
Il problema è: se lo spazio è un fluido, da cosa è costituito? Comunque l’articolo venne pubblicato un anno fa, e lo ho trovato citato ben poche volte.
 
  • Haha
Reactions: cext104

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili