Installazione Red Hat Fedora

RunDLL

Utente Attivo
138
1
Ciao a tutti e grazie perchè state leggendo le mie richieste:
innanzi tutto vorrei promuovere una critica e spero che gli amanti di Linux non me ne vogliano ma quello che si deve dire si deve dire. Sono un programmatore e quando andavo a scuola il mio professore di informatica ci ripeteva fino alla nausea che la prima regola di un buon programmatore è quella di creare programmi che ogni utente anche meno esperto sia in grado di usare. Bene se questa regola è vera chi ha programmato Linux è un vero cialtrone!
Va bhè detto questo vorrei alcuni chiarimenti se è possibile, fino ad ora non ho sentito l'esigenza di intraprendere la strada di Linux ma visto che sta prendendo piede per il mio lavoro tra un po' diventerà indispensabile e allora ho deciso di studiarmi la cosa.

1) Che differenza c'è tra il file system ext2 e ext3?

2) Ho installato Linux Red Hat Fedora 1 ad un certo punto mi ha chiesto di determinare la partizione root, dopo vari tentativi sono riuscito a capire come si faceva e nell'andare avanti mi ha "invitato" ad usare un'altra partizione per il file di swap. Bhè là sinceramente non c'ho capito nulla, ho provato tutte le soluzioni nella finestrella delle proprietà della partizione che avevo scelto, come si fà a scegliere un'altra partizione al file di swap in fase di installazione? Ed eventualmente dopo averlo installato?

3) Vorrei installare anche Window 2000 dopo, immagino che chiaramente visti i file system diversi vadano obbligariramente installati su due partizioni diverse ma quale devo installare prima e quale dopo? Come faccio a scegliere con quale sistema fare il boot poi?

Ringrazio sentitamente e vi mando tanti saluti
 

valhalla

Utente Attivo
38
1
1) il file system ext2 e' quello tradizionale di linux, ormai in giro da diversi anni, il filesystem ext3 e' un filesystem che mi risulta essere bene o male compatibile con ext2 (non so fino a che punto), ma che introduce capacita' di journaling, come la maggior parte dei nuovi filesystem.

2) quello dipende dalla distro usata, non so esattamente come sia Fedora (e il metodo manuale che uso di solito dovrebbe funzionare, ma se e' ancora come una volta mi sembra che i tool grafici red hat non vedano di buon occhio il fatto che li si bypassi). In generale in fase di installazione dovrebbe esserci la richiesta di realizzare delle partizioni: in questa sede e' buona norma creare almeno 3 partizioni: windows, linux (root) e swap, grande il doppio della memoria disponibile, o se la memoria e' gia' tanta (512MB e piu') anche solo grande tanto quanto la memoria, poi si selezionano appropriatamente quando viene richiesto.

Dopo l'installazione puo' essere problematico, nel senso che e' sempre possibile dire a linux di usare un'altra partizione per lo swap (che, nel caso non lo sapessi, e' l'equivalente del file di scambio di windows), ma e' piu' critico creare effettivamente la partizione, dato che e' molto piu' facile creare partizioni dallo spazio vuoto che non ridimensionarne di gia' esistenti.

3) Si', ogni sistema che si vuole installare deve avere almeno una sua partizione. Per il boot esistono dei programmi detti "boot loader" che presentano una scelta tra i vari sistemi. Per linux i piu' diffusi sono lilo e grub, uno dei due dovrebbe essere gia' stato installato dalla red hat (un boot loader va usato anche quando c'e' un solo sistema da far partire, viene solo configurato in modo diverso).
Per l'installazione di windows 2000 bisogna fare attenzione all'installazione in modo da non disturbare l'NT loader (bootloader di windows, che pero' puo' far partire solo sistemi microsoft, per quel che mi risulta), e non ricordo cosa si debba fare.
In generare e' buona norma, se possibile, installare prima windows, che ha brutte abitudini per quello che riguarda la scrittura delle aree dove normalmente stanno i boot loader, e poi linux, che invece si adatta meglio alle situazioni preesistenti, ma non e' obbligatorio.

Come partizioni, windows 9x richiedeva obbligatoriamente di essere installato nella prima partizione del disco primario, ma credo che con 2000 non ci siano piu' problemi del genere

Ultimo consiglio: se non vuoi usare linux come sistema principale, ma solo imparare un po' com'e', magari puo' valere la pena di provare prima una distro live, come la knoppix, che va da cd e non richiede installazione.
 

emufile.com

Utente Attivo
573
0
CPU
Intel i7 8700K
Scheda Madre
MSI Z370 PC PRO
HDD
1 x Samsung 960Nvme + 2Tb Seagate SSHD
RAM
32Gb DDR4 ADATA
GPU
MSI GTX1070 Armor
Audio
Realtek
Monitor
AOC 24"
PSU
850w ANTEC
Case
Chieftech Bravo
OS
Windows 7 Pro 64Bit MSDN
ti do un consiglio
se proprio hai bisogno di una distro facile passa a mandrake
 

valhalla

Utente Attivo
38
1
RunDLL ha detto:
Ciao a tutti e grazie perche` state leggendo le mie richieste:
innanzi tutto vorrei promuovere una critica e spero che gli amanti di Linux non
me ne vogliano ma quello che si deve dire si deve dire. Sono un programmatore e
quando andavo a scuola il mio professore di informatica ci ripeteva fino alla nausea che la prima regola di un buon programmatore e` quella di creare programmi che ogni utente anche meno esperto sia in grado di usare. Bene se questa
regola e` vera chi ha programmato Linux e` un vero cialtrone!
(...)

rispondo anche a questa parte: un buon programmatore deve creare programmi innanzitutto che funzionino bene, poi che tutti possano usare, non installare e configurare, per questo ultimo punto e' molto piu' importante che sia comodo per coloro che lo devono fare abitualmente, e sanno piu' o meno cosa devono fare.

Un sistema operativo e' necessariamente complesso, e se e' giusto che questa complessita' possa essere mascherata per gli utenti meno esperti, l'unico modo per
nasconderla totalmente agli amministratori sarebbe privarli di ogni possibilita' di scelta su cosa installare sul proprio sistema, e non e' una buona mossa.

Per quello che riguarda le distribuzioni linux, si ha il vantaggio di poter scegliere la distro piu' adatta alle proprie esigenze, dal "tutto standard va bene", estremamente facile, al "voglio solo quello che dico di volere", che richiede ovviamente di conoscere le opzioni tra cui scegliere.

Per il primo caso ho avuto recentemente a che fare con mandrake, e devo dire che l'unica parte difficile dell'installazione sta nella gestione delle partizioni, che del resto si puo' ignorare installando in sistema su un hd ad esso dedicato, come avviene normalmente per tutti gli altri sistemi (per i quali la gestione delle partizioni, se fatta, ha difficolta' simili); per il resto vengono proposte delle scelte di default adeguate e segnalate abbastanza chiaramente, in modo tale che chi conosce possa scegliere, e chi non conosce possa comunque andare piu' o meno sul sicuro.

Nel secondo caso ho installato diverse versioni recenti di slackware linux, e anche qui ho sempre trovato la cosa comoda e semplice, ma perche' conoscevo la risposta che volevo dare ad almeno la meta' delle domande che mi venivano poste (per le altre ho lasciato la scelta di default, e ha funzionato). Per conoscere quelle risposte non ho fatto molta fatica, semplicemente ho usato per un po' di tempo linux, e man mano che incontravo qualcosa di non noto o mi facevo spiegare o andavo a cercare notizie su google e HOWTO, comunque la cosa fondamentale da imparare sono stati i nomi di programmi corrispondenti alle varie funzioni, non quindi una difficolta' intrinseca di linux.

Adesso ho occasione di usare anche un sistema macos x, e sto avendo esattamente gli stessi "problemi": cercare i programmi di cui ho bisogno (beh, tranne che per le esigenze coperte dagli iQualunqueCosa, che comunque non sono tutto) ed imparare qualche cosa specifica del sistema (e del computer, ad esempio il fatto di avere open firmware al posto del solito bios). La cosa ha le stesse difficolta' di quelle incontrate con linux, considerando che quando ho iniziato ad usare linux era ancora leggermente piu' difficile, ma ho sempre avuto a disposizione delle persone a cui fare domande, che per mac non ho, ovvero minime e non credo proprio eliminabili.
 

emufile.com

Utente Attivo
573
0
CPU
Intel i7 8700K
Scheda Madre
MSI Z370 PC PRO
HDD
1 x Samsung 960Nvme + 2Tb Seagate SSHD
RAM
32Gb DDR4 ADATA
GPU
MSI GTX1070 Armor
Audio
Realtek
Monitor
AOC 24"
PSU
850w ANTEC
Case
Chieftech Bravo
OS
Windows 7 Pro 64Bit MSDN
adesso la scarico
vediamo cosa hanno combinato
proviamo sto kernel 2.6
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: Quale crypto per il futuro?

  • Bitcoin

    Voti: 124 45.9%
  • Ethereum

    Voti: 109 40.4%
  • Cardano

    Voti: 40 14.8%
  • Polkadot

    Voti: 15 5.6%
  • Monero

    Voti: 17 6.3%
  • XRP

    Voti: 26 9.6%
  • Uniswap

    Voti: 7 2.6%
  • Litecoin

    Voti: 16 5.9%
  • Stellar

    Voti: 16 5.9%
  • Altro (Specifica)

    Voti: 40 14.8%