GUIDA Guida allo streaming casalingo: Steam Link e Moonlight

  • Hai problemi con un gioco? Scrivi all'interno della discussione ufficiale anziché aprire un nuovo topic, grazie!

Panzer81

Utente Attivo
600
393
Da qualche mese mi sono buttato sullo streaming casalingo, ho utilizzato l'app Steam link e ho cercato di capirne il funzionamento e quali fossero i settaggi migliori per un’esperienza valida di gioco.

Ciò detto volevo condividere con voi quello che ho appreso facendo una piccola guida (anche perché in italiano francamente ho trovato poco o nulla in rete).

Per chi non lo sapesse Steam Link permette di giocare in remoto su pc particolarmente vetusti (windows/linux/mac indifferente) smartphone, tablet, raspberry, box android, fire stick e televisori Samsung. Il tutto con una risoluzione massima che può arrivare al 4320p 8K a 120FPS.

I test da me effettuati sono tutti a 1080p 60 fps.

La particolarità è che lo Steam Link non necessita di connessione internet attiva, i giochi partono da remoto sul proprio pc (che funge da server) e vengono streammati sul client al quale è sufficiente collegare un controller (bluetooth o usb indifferente, l’importante ovvio che sia compatibile con il dispositivo). Quindi in sostanza se avete il pc al piano di sopra potrete godervi i vostri giochi sullo schermo del soggiorno al piano di sotto.

La connessione preferibile è sicuramente quella cablata, anche via powerline e non servono strumenti particolarmente potenti. Io allo scopo utilizzo un router vecchissimo della Netgear (peraltro neppure gigabit) e degli adattatori powerline da 450 mbit (installati su delle ciabatte alle quali sono connessi altri dispositivi) ed il segnale è stabile e senza problemi di input lag.

Sul collegamento wi-fi Steam consiglia la banda 5 ghz ma ammetto di non aver neppure provato perché i muri di casa sono spessi ed il segnale non arriva proprio.

L’utilizzo è molto semplice, basta avviare Steam sul server, successivamente avviata l’app sul client sarà sufficiente connettersi con il server ed il gioco è fatto.

Sia dal server che dal client sarà possibile intervenire sulle impostazioni di streaming che tuttavia però sono diverse in alcuni aspetti.

Quando alla banda utilizzabile agendo dal client le opzioni sono più limitate (si arriva ad un massimo di 30 mbit) mentre agendo dal server si può arrivare ai 75. Vi sconsiglio di lasciare le impostazioni su automatico o illimitato e vi consiglio di impostare la banda su 25 mbits. Questo in quanto Steam link ha un terribile bug: impostando un valore che termina con zero alla successiva riconnessione lo zero magicamente scompare (faccio un esempio imposto 50 mega bit dal server, mi disconnetto, mi riconnetto e i megabit sono 5). Il problema è risolvibile sullo streaming da pc a pc o da pc a dispositivo Android rootato intervenendo manualmente sui file di sistema, ma per chi (come me) utilizza ad esempio una tv Samsung l’unica soluzione è impostare come valore 25 mbit e in modo tale da non incorrere in questo fastidioso bug. L’alternativa è cambiare il valore ad ogni avvio (ma è una rottura di scatole)
Vi assicuro comunque che con il valore 25 mbit e la qualità dello streaming su balanced non avrete problemi nè di input lag nè di cali di bitrate (stabile tutto a 1080p e 60 fps, niente hdr purtroppo)

Un altro problema che può sorgere è effettuare lo streaming in 1080p disponendo di un monitor sul server che non supporta questa risoluzione. Steam link infatti trasmette prendendo come riferimento il monitor installato, e non è possibile purtroppo intervenire su questo parametro (sono incorso in questo problema quando avevo ancora un vecchissimo monitor 4:3)

In questo caso ci si può affidare ai cosiddetti “emulatori di monitor” utilizzati per il mining. Sono delle piccole prese hdmi (che costano un paio di euro su Amazon) e che simulano l’esistenza di un monitor (nel mio caso viene riconosciuto come un Mi Tv di Xiaomi).

E’ sufficiente dopo aver avviato Steam dal server impostare come monitor primario quello fittizio ed il gioco è fatto.

Una volta connessi Steam parte in formato big pitcure e da lì potrete scegliere il gioco preferito ed avviarlo.

E’ anche possibile ovviamente utilizzare anche i giochi non Steam aggiunti (tipo quelli di Epic e Origin). Per tale scopo vi consiglio di utilizzare Steamgriddb https://www.steamgriddb.com/ che tuttavia però non vi scaricherà le icone compatibili per la big picture mode (dovranno essere scaricate in seguito) oppure di creare dei collegamenti da aggiungere poi manualmente come giochi non steam tramite playnite (https://playnite.link/) (dopo aver importato la libreria). Ciò in quanto a volte capita che aggiungendo solo l'eseguibile del gioco a causa dei drm il gioco non parta o ci siano dei problemi con il riconoscimento del gamepad. Sino ad ora l'unico problema con i controlli l'ho riscontrato in World War Z di Epic, dove il pad non viene proprio riconosciuto, ma è possibile scaricare un overlay apposito che assegna i tasti della tastiera al pad.

Quanto ai giochi Gamepass, questi sono più difficili da far digerire allo Steam link. Non tanto per il gioco in sè, quanto per sfruttare lo steam overlay e quindi l'utilizzo del gamepad.
La soluzione migliore che ho trovato è utilizzare GloSC (https://github.com/Alia5/GlosSI).
E' sufficiente avviare l'applicativo (con Steam avviato) , create new e su UPW cercate il gioco Gamepass ed aggiungetelo.
Alcuni giochi non sono tuttavia individuabili automaticamente, e non è possibile aggiungere manualmente l'eseguibile essendo la cartella del gamepass "bloccata" da particolari restrizioni. L'alternativa è utilizzare il già citato playnite (https://playnite.link/)
Scaricatelo, importate la libreria del Gamepass e create un link sul desktop del gioco che vi interessa.
A quel punto tornate su GloSC e aggiungete manualmente il link creato con playnite ed il gioco è fatto.

Sempre in relazione ai giochi gamepass ho riscontrato un piccolo problema. Mentre in generale gli fps renderizzati sul pc host e trasmessi via steamlink coincidono, per il gamepass non è proprio così.
Esempio: avvio Doom sul pc host senza steam link attivo. Risultato oltre 100 fps. Attivo lo Steam Link e correttamente Doom gira a 60 fps sull'host e sul client (verificando l'fps counter di steam link).
Per i giochi gamepass non funziona così, lo streaming si lega al refresh rate del monitor host. Esempio in Forza Horizon 4 nelle opzioni FPS potevo scegliere solo tra 38, 75 o illimitato, mentre lo streaming avveniva sempre a 60 fps. Ciò mi creava qualche problema e per risolvere ho ridotto il refresh rate del monitor a 60hz (non essendo purtroppo aggiungere a nvidia control panel i giochi del gamepass).
Aggiornamento sui giochi gamepass:
Ci sono comunque a prescindere dei problemi di leggero stuttering nell'utilizzo dei giochi gamepass via steam link. Il problema di fondo è che i giochi UWP vengono acquisiti con l'encoder desktop windows manager che non viene ben digerito da steam. Ho notato che modificando le priorità del processo di Steam (impostando superiore al normale) la situazione migliora di molto (anche se non perfetta)

Segnalo infine che sulle versioni 2020 dell'app steamlink per Samsung TV il puntatore mouse non è visibile in modalità desktop.
Le due alternative per risolvere (in attesa di un auspicato aggiornamento) sono:
1) attivare la scia del puntatore mouse
2) connettere contemporaneamente tv e smartphone


Trovandomi tuttavia insoddisfatto a livello di prestazioni con i giochi gamepass, ho voluto provare l'alternativa offerta da NVIDIA, ovvero Moonlight Game Streaming.
Per chi non lo sapesse è una funzione integrata in geforce experience utilizzabile sui principali dispositivi android e windows, linux, apple e in via sperimentale su psvita, wiiu e tv LG.
Il client (moonlight appunto) è opensource e scaricabile dal sito https://moonlight-stream.org/
Il funzionamento è molto semplice e simile a Steam Link. Avviate geforce experienze e sulle opzioni abilitate nvidia game stream. Successivamente avviate sul client moonlight e cercate sulla rete locale il pc, una volta effettuato l'accoppiamento il gioco è fatto. L'interfaccia è molto più spartana, ma le opzioni sono decisamente maggiori per lavorare sulla qualità dello streaming. L'ho settata a 28 mb/s e tutto gira e meraviglia a 1080p 60 fps, con una qualità maggiore rispetto a steam link e senza alcun problema con i giochi gamepass che non hanno problemi di stuttering od altro.
Anche in questo caso (come accade su steam link) potete aggiungere i giochi non ufficialmente supportati manualmente dall'apposito menu di geforce experience (per i giochi del gamepass è sufficiente aggiungere il link)
Se vi piace invece l'interfaccia di steam, potete sempre aggiungere steam a geforce experience ed avviarlo in modalità big picture.
Moonlight lo utilizzo sullo steam link originale (che ho reperito on line a una ventina di euro usato). L'ho provato sul mio mini pc android beelink gt1 che monta una custom rom Android TV 7.1 ma i risultati erano davvero pessimi (e pare dovuti alla versione android troppo vecchia).
 
Ultima modifica:

EdwardTheGamer

Bestemmiatore abusivo
Utente Èlite
2,746
1,422
CPU
AMD FX 6300
Scheda Madre
ASRock 960GM-VGS3 FX
HDD
Crucial MX500 + Hitachi Ultrastar + Toshiba P300
RAM
2x4GB DDR3 1600Mhz
GPU
AMD Sapphire RX 580 8GB
Monitor
1080p@60hz
PSU
Sharkoon Silentstorm Icewind 550W
OS
Winzozz 10
Da qualche mese mi sono buttato sullo Steam link e ho cercato di capirne il funzionamento e quali fossero i settaggi migliori per un’esperienza valida di gioco.

Ciò detto volevo condividere con voi quello che ho appreso facendo una piccola guida (anche perché in italiano francamente ho trovato poco o nulla in rete).

Per chi non lo sapesse Steam Link permette di giocare in remoto su pc particolarmente vetusti (windows/linux/mac indifferente) smartphone, tablet, raspberry, box android, fire stick e televisori Samsung. Il tutto con una risoluzione massima full HD a 60fps

La particolarità è che lo Steam Link non necessita di connessione internet attiva, i giochi partono da remoto sul proprio pc (che funge da server) e vengono streammati sul client al quale è sufficiente collegare un controller (bluetooth o usb indifferente, l’importante ovvio che sia compatibile con il dispositivo). Quindi in sostanza se avete il pc al piano di sopra potrete godervi i vostri giochi sullo schermo del soggiorno al piano di sotto.

La connessione preferibile è sicuramente quella cablata, anche via powerline e non servono strumenti particolarmente potenti. Io allo scopo utilizzo un router vecchissimo della Netgear (peraltro neppure gigabit) e degli adattatori powerline da 450 mbit (installati su delle ciabatte alle quali sono connessi altri dispositivi) ed il segnale è stabile e senza problemi di input lag.

Sul collegamento wi-fi Steam consiglia la banda 5 ghz ma ammetto di non aver neppure provato perché i muri di casa sono spessi ed il segnale non arriva proprio.

L’utilizzo è molto semplice, basta avviare Steam sul server, successivamente avviata l’app sul client sarà sufficiente connettersi con il server ed il gioco è fatto.

Sia dal server che dal client sarà possibile intervenire sulle impostazioni di streaming che tuttavia però sono diverse in alcuni aspetti.

Quando alla banda utilizzabile agendo dal client le opzioni sono più limitate (si arriva ad un massimo di 30 mbit) mentre agendo dal server si può arrivare ai 75. Vi sconsiglio di lasciare le impostazioni su automatico o illimitato e vi consiglio di impostare la banda su 25 mbits. Questo in quanto Steam link ha un terribile bug: impostando un valore che termina con zero alla successiva riconnessione lo zero magicamente scompare (faccio un esempio imposto 50 mega bit dal server, mi disconnetto, mi riconnetto e i megabit sono 5). Il problema è risolvibile sullo streaming da pc a pc o da pc a dispositivo Android rootato intervenendo manualmente sui file di sistema, ma per chi (come me) utilizza ad esempio una tv Samsung l’unica soluzione è impostare come valore 25 mbit e in modo tale da non incorrere in questo fastidioso bug. L’alternativa è cambiare il valore ad ogni avvio (ma è una rottura di scatole)
Vi assicuro comunque che con il valore 25 mbit e la qualità dello streaming su balanced non avrete problemi nè di input lag nè di cali di bitrate (stabile tutto a 1080p e 60 fps, niente hdr purtroppo)

Un altro problema che può sorgere è effettuare lo streaming in 1080p disponendo di un monitor sul server che non supporta questa risoluzione. Steam link infatti trasmette prendendo come riferimento il monitor installato, e non è possibile purtroppo intervenire su questo parametro (sono incorso in questo problema quando avevo ancora un vecchissimo monitor 4:3)

In questo caso ci si può affidare ai cosiddetti “emulatori di monitor” utilizzati per il mining. Sono delle piccole prese hdmi (che costano un paio di euro su Amazon) e che simulano l’esistenza di un monitor (nel mio caso viene riconosciuto come un Mi Tv di Xiaomi).

E’ sufficiente dopo aver avviato Steam dal server impostare come monitor primario quello fittizio ed il gioco è fatto.

Una volta connessi Steam parte in formato big pitcure e da lì potrete scegliere il gioco preferito ed avviarlo.

E’ anche possibile ovviamente utilizzare anche i giochi non Steam aggiunti (tipo quelli di Epic e Origin). Per tale scopo vi consiglio di utilizzare Steamgriddb https://www.steamgriddb.com/ che tuttavia però non vi scaricherà le icone compatibili per la big picture mode (dovranno essere scaricate in seguito) oppure di creare dei collegamenti da aggiungere poi manualmente come giochi non steam tramite playnite (https://playnite.link/) (dopo aver importato la libreria). Ciò in quanto a volte capita che aggiungendo solo l'eseguibile del gioco a causa dei drm il gioco non parta o ci siano dei problemi con il riconoscimento del gamepad. Sino ad ora l'unico problema con i controlli l'ho riscontrato in World War Z di Epic, dove il pad non viene proprio riconosciuto, ma è possibile scaricare un overlay apposito che assegna i tasti della tastiera al pad.

Quanto ai giochi Gamepass, questi sono più difficili da far digerire allo Steam link. Non tanto per il gioco in sè, quanto per sfruttare lo steam overlay e quindi l'utilizzo del gamepad.
La soluzione migliore che ho trovato è utilizzare GloSC (https://github.com/Alia5/GlosSI).
E' sufficiente avviare l'applicativo (con Steam avviato) , create new e su UPW cercate il gioco Gamepass ed aggiungetelo.
Alcuni giochi non sono tuttavia individuabili automaticamente, e non è possibile aggiungere manualmente l'eseguibile essendo la cartella del gamepass "bloccata" da particolari restrizioni. L'alternativa è utilizzare il già citato playnite (https://playnite.link/)
Scaricatelo, importate la libreria del Gamepass e create un link sul desktop del gioco che vi interessa.
A quel punto tornate su GloSC e aggiungete manualmente il link creato con playnite ed il gioco è fatto.

Sempre in relazione ai giochi gamepass ho riscontrato un piccolo problema. Mentre in generale gli fps renderizzati sul pc host e trasmessi via steamlink coincidono, per il gamepass non è proprio così.
Esempio: avvio Doom sul pc host senza steam link attivo. Risultato oltre 100 fps. Attivo lo Steam Link e correttamente Doom gira a 60 fps sull'host e sul client (verificando l'fps counter di steam link).
Per i giochi gamepass non funziona così, lo streaming si lega al refresh rate del monitor host. Esempio in Forza Horizon 4 nelle opzioni FPS potevo scegliere solo tra 38, 75 o illimitato, mentre lo streaming avveniva sempre a 60 fps. Ciò mi creava qualche problema e per risolvere ho ridotto il refresh rate del monitor a 60hz (non essendo purtroppo aggiungere a nvidia control panel i giochi del gamepass).

Esistono altri servizi, tipo moonlight di Nvidia (dicono vada meglio ma non l'ho provato), ma francamente prediligo la comodità di aver l’app installata direttamente sulla smart tv Samsung.

Accendo il pc, accendo la tv ed il gioco è fatto (davvero come una consolle).

Segnalo infine che sulle versioni 2020 dell'app steamlink per Samsung TV il puntatore mouse non è visibile in modalità desktop.
Le due alternative per risolvere (in attesa di un auspicato aggiornamento) sono:
1) attivare la scia del puntatore mouse
2) connettere contemporaneamente tv e smartphone

Molto interessante, mi permetto solo di segnalare un'imprecisione: la risoluzione massima non è 1080p@60fps, si può arrivare infatti al 4320p 8K a 120FPS.
 

Panzer81

Utente Attivo
600
393
Sto letteralmente bestemmiando per far funzionare decentemente i giochi del gamepass via steam link che in alcuni casi hanno seri problemi di prestazioni.
Sul forum di steam ho letto questo
1639416548702.png

Cosa significa?
 

EdwardTheGamer

Bestemmiatore abusivo
Utente Èlite
2,746
1,422
CPU
AMD FX 6300
Scheda Madre
ASRock 960GM-VGS3 FX
HDD
Crucial MX500 + Hitachi Ultrastar + Toshiba P300
RAM
2x4GB DDR3 1600Mhz
GPU
AMD Sapphire RX 580 8GB
Monitor
1080p@60hz
PSU
Sharkoon Silentstorm Icewind 550W
OS
Winzozz 10
Sto letteralmente bestemmiando per far funzionare decentemente i giochi del gamepass via steam link che in alcuni casi hanno seri problemi di prestazioni.
Sul forum di steam ho letto questo
Visualizza allegato 422893
Cosa significa?
Credo che i giochi del Microsoft Store siano installati in maniera differente dal normale, rendendo poco pratico utilizzarli tramite applicazioni esterne.
 

Panzer81

Utente Attivo
600
393
Trovo abbastanza assurdo che sul PC Forza 5 giri a 60 fps e sul client no, sembra crappato a 30 fps con piccoli episodi di stuttering. Eppure l'fps counter di steam link segna 60. Ma il Dwm cosa sarebbe?
 

EdwardTheGamer

Bestemmiatore abusivo
Utente Èlite
2,746
1,422
CPU
AMD FX 6300
Scheda Madre
ASRock 960GM-VGS3 FX
HDD
Crucial MX500 + Hitachi Ultrastar + Toshiba P300
RAM
2x4GB DDR3 1600Mhz
GPU
AMD Sapphire RX 580 8GB
Monitor
1080p@60hz
PSU
Sharkoon Silentstorm Icewind 550W
OS
Winzozz 10
Trovo abbastanza assurdo che sul PC Forza 5 giri a 60 fps e sul client no, sembra crappato a 30 fps con piccoli episodi di stuttering. Eppure l'fps counter di steam link segna 60. Ma il Dwm cosa sarebbe?
Non ho abbastanza conoscenze per spiegartelo con precisione, ma DWM è un sistema usato per mostrare la finestra di gioco, UWP è una piattaforma proprietaria di Microsoft esclusiva per Windows 10 e 11, gestisce i file di installazione in modo diverso dal solito, creando eventuali problemi con software di terze parti.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili