FiiO X3 MK III

filoippo97

Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
13,082
6,977
CPU
Intel Core I7 4930K @4.5GHz
Dissipatore
EKWB supremacy nickel
Scheda Madre
ASUS Rampage IV Black Edition
Hard Disk
OCZ vertex 4 512GB | WD RE4 Enterprise Storage 2TB
RAM
16GB Corsair Dominator Platinum 2133MHz cas9 OC @2400MHz 9-11-11-31-2 1.65V
Scheda Video
2-way SLI GTX 780Ti DirectCUII OC
Scheda Audio
TEAC UD-503 MUSES + HiFiMan HE-560 V2 + Anaview AMS1000 + Tannoy Revolution XT8F
Monitor
ASUS VG278HR 144Hz 3D 1920x1080p
Alimentatore
Corsair AX1200i Fully sleeved red
Case
Corsair Graphite 760T Arctic White
Periferiche
Corsair K95 | Steelseries Rival
Sistema Operativo
windows 10 Pro
FiiO X3 MK III

7d1e9822d9c88b3a2b3754ceb8cf58e61b61062da209ef774fdf85942e5b846c383fab984d084926cd347508a9a056...jpg

Come sempre voglio iniziare questa recensione con i dovuti ringraziamenti, che vanno a Silvia Gallitto del reparto vendite di Audio Azimuth-Playstereo, importatore ufficiale per l’italia per conto di FiiO e di molte altre marche, per aver permesso questa recensione fornendo il materiale. Al solito, questa è la mia onesta opinione e non sono stato pagato per scrivere l’articolo.

Il FiiO X3 MK III è il lettore musicale portatile di fascia media di FiiO, che è andato a sostituire il MK II e ne ha migliorato molti aspetti nonché implementato diverse nuove funzionalità. Attualmente collocato sui 192€, il gap che lo separa tecnologicamente dall’X1 è davvero notevole e questo lo rende un prodotto davvero interessante.

SPECIFICHE
Generali
  • Model/Number: X3 Mark III/ FX3321
  • Headphone Impedance Range: 16-150 ohm
  • Display: TFT 320x240
  • Headphone out: 3.5mm
  • Digital Coaxial out: 3.5mm
  • USB DAC: up to 192kHz 24 bit supported
  • Volume control type: 120 steps digital potentiometer
  • Equalizer: 10 band equalizer
  • Gain: High/low
  • Analog audio output: 3.5mm
  • balanced output: supported (2.5mm)
  • bluetooth: bluetooth V4.1
Line Output
  • THD+N: ≤ 0.002% (1 kHz)
  • Frequency response: 5Hz-70kHz (-3dB)
  • Crosstalk: ≥ 103 dB (10 KΩ/1 kHz)
  • SNR: ≥113 dB (A-weighted)
  • Dynamic range: ≥107 dB
  • Line output level: 1.9 Vrms (10 KΩ/1 kHz)
Headphone output
  • Output power 1: > 120 mW (16 Ω/THD+N<1%)
  • Output power 2: ≥ 160 mW (32 Ω/THD+N<1%)
  • Output power 3: ≥ 15 mW (300 Ω/THD+N<1%)
  • frequency response: 5 Hz~70 kHz (-3dB)
  • SNR: ≥112 dB (A-weighted)
  • Output impedance: ≤ 1.4Ω(32Ω loaded)
  • Crosstalk: ≥69 dB (1 kHz)
  • THD+N: ≤ 0.002% (1 kHz)
  • Max output voltage: ≥ 6.5 Vp-p
  • Max output current: ≥ 145 mA(For reference)
2.5mm balanced output
  • Output Power 1> 110 mW (16 Ω/THD+N<1%)
  • Output Power 2≥ 190 mW (32 Ω/THD+N<1%)
  • Output Power 3≥ 20 mW (300 Ω/THD+N<1%)
  • Output Impedance<1.2Ω(32Ω loaded)
  • Crosstalk≥97 dB (1 kHz)
  • THD+N≤ 0.003% (1 kHz)
  • Frequency Response5 Hz~70 kHz (-3dB)
  • MAX. output voltage>7.1 Vp-p
  • SNR≥112 dB (A-weighted)
  • MAX. output current>145 mA(For reference)
formati supportati

Lossless:

DSD:DSD64(.iso, .dsf和.dff)
APE(Fast): 192 kHz/24 bit;
APE(Normal): 96 kHz/24 bit;
APE (High): 96 kHz/24 bit;
FLAC: 192 kHz/24 bit;
WAV: 192 kHz/32 bit;
Aiff:192 kHz/32 bit;
Aif:192 kHz/24 bit;
WMA Lossless: 48 kHz/24 bit (to be supported by future update);
Apple Lossless: 192 kHz/24 bit;

Lossy compression:

MP3、WMA、OGG....

PACKAGING E ACCESSORI

Il packaging è essenziale ma curato, all’interno della scatola in cartone ve ne è un’altra nera con impresso il logo dorato, e aperta anche quest’ultima, appare il nostro lettore in un sacchettino, riposto al centro. Gli accessori inclusi consistono in un cavo USB micro B to A per la connessione del lettore al PC, un cavo jack 3.5mm to RCA coassiale per la connessione digitale di un dac esterno, due pellicole protettive che vanno a coprire l’intera superficie frontale del lettore e due custodie veramente ben fatte, una in cuoio nero e l’altra in classica plastica trasparente come quelle dei cellulari. Si sente la mancanza a mio avviso di un caricatore da muro, anche se un qualsiasi caricatore con uscita USB tipo iphone/samsung va bene.



QUALITÀ COSTRUTTIVA E DESCRIZIONE

Il lettore è veramente ben fatto ed è solido in mano, il frame in alluminio tutto intorno contribuisce a tenere insieme le due parti di plastica che compongono il retro e lo schermo. I tasti non hanno alcun gioco strano e rispondono sempre correttamente, il frontale in plastica attira però un po’ troppo le impronte ed è anche per questo che suggerisco di adoperare le pellicole protettive, che risultano invece più oleofobiche. Sul frontale abbiamo lo schermo da 2.31” 320x240, leggermente più grande di quello del predecessore che montava un TFT da 2”, ma con un bilanciamento cromatico decisamente più sui colori freddi, e 5 tasti, ovvero il tasto indietro, il prev e next da usare per cambiare traccia e per muoversi in alternativa alla rotella touchscreen nei menù, il tasto centrale play/pause e conferma, e un tasto che FiiO chiama “shortcut” che ha diverse funzioni a seconda del contesto in cui viene premuto, ad esempio può servire per abilitare la ricerca per lettera iniziale quando si è nella cartella file oppure per passare alle impostazioni di riproduzione quando si è nel menù principale. Sul lato sinistro abbiamo il tasto di accensione/spegnimento e blocco schermo, il volume e il tasto play/pause che sono davvero comodi e a “portata di dito”, nonché lo slot microSD capace di accettare schede fino a 256GB. Sul lato inferiore abbiamo l’uscita combo da 3.5mm che funziona come uscita cuffie, uscita di linea e uscita digitale coassiale, la porta micro usb e l’uscita da 2.5mm bilanciata, non è invece presente alcun ingresso line in. È Presente anche subito sotto la rotella touchscreen un led indicatore che segnala lo stato del lettore, analogamente a quanto accade con il led di notifica in uno smartphone android. Dimensionalmente e esteticamente parlando, se non fosse per i tasti fisici sul frontale, ricorda parecchio un iphone 4, con dimensioni che si attestano a 114mm × 59 mm × 12.8 mm per 126 grammi di peso. Insomma, bello compatto e maneggevole.



UI E PERFORMANCE GENERALI

La UI è bella a vedersi e semplice da usare, ed è organizzata in un menú principale dove è possibile selezionare mediante la rotella le 5 possibili voci ovvero “now playing”, “category”, “browse files”, “play settings” e “system settings”. Disponibile con 6 temi a scelta differenti e ben fatti, le impostazioni sono davvero molto complete e permettono ad esempio di selezionare il formato dell’uscita digitale in DOP o D2P, il gain, le diverse modalitá di vista della cover dell’album, un volume massimo da non superare per evitare di oltrepassarlo per errore, la tipologia di uscita di linea (fixed/variable) e un sacco di altre opzioni. L’unico problema della UI è il lag abbastanza frequente come giá osservato anche da altri recensori, sebbene più veloce dell’X1 infatti, c’è sempre un lag di 1 secondo circa tra la pressione del tasto seleziona e la partenza della musica, e nel caso in cui si utilizzino tracce pesanti come dei campionamenti DSD, il lag si estende anche allo scrolling del menú quando la musica va in background, rendendo il dispositivo in generale molto poco reattivo. Ho eseguito qualche test circa la velocità di trasferimento file tramite crystaldiskmark, visto che nessuno prima lo aveva fatto ed è comunque un dato che reputo interessante, riscontrando un abbattimento delle performance quando connesso via USB di circa 8 volte rispetto alla connessione diretta della microSD allo slot del pc.

Interessante la presenza dell’equalizzatore, che ho notato non influire troppo sulla qualitá audio ed in generale ben implementato, e del bluetooth, non presente sulla precedente versione, che permette la connessione del player a uno speaker/cuffie BT per streaming. Purtroppo non funziona nell’altro senso, ovvero non è possibile usare uno smartphone con spotify installato per mandare contenuti in streaming sul FiiO utilizzandolo come DAC. Proprio in questo senso è un grande punto di forza nonché differenza rispetto all’X1 la possibilitá di usare il player come DAC/amp per pc: basta infatti scaricare i driver (che devono essere i 4.11.0 o superiori) e, una volta selezionato nelle impostazioni del FiiO “USB mode: DAC” il nostro X3 verrá riconosciuto da windows senza problemi e lo potremo usare a tutti gli effetti come una scheda audio esterna, con anche il supporto al bitperfect ASIO tramite applicazioni compatibili (foobar2000 ad esempio).

Da notare anche che le cover non devono per forza essere integrate nel file flac, ma possono anche essere contenute come file jpg nella cartella: la UI seleziona automaticamente l’immagine dalla cartella dell’album e ve la mostra, insieme alle lyrics della traccia se presenti. Splitta inoltre i singoli file flac su base cuesheet, utile per esempio se si rippano i vinili per portarli sempre con sé. Un piccolo bug che ho trovato è il seguente: impostando la modalitá di riproduzione su traccia singola (ovvero riproduzione della traccia selezionata fermandosi alla fine) se la si vuole riascoltare, premendo il tasto indietro la UI fa un salto sulla traccia successiva per 1-2 secondi e poi ritorna indietro all’inizio di quella che si voleva effettivamente riascoltare, un problema simile si verifica se si vuole riascoltare una traccia che non è ancora terminata: si nota una piccola interferenza/scarica nelle cuffie prima che il cursore si riposizioni all’inizio.

Insomma, tolto qualche bug e lag, davvero completa, ben organizzata, pulita e pratica questa UI, peccato per l’assenza della lingua italiana che per i non anglofoni potrebbe risultare in un punto in meno. Da notare anche alcuni piccoli accorgimenti come il blocco volume a schermo spento: i tasti volume servono infatti non più a modificare il volume (onde evitare pressioni accidentali) ma, tenendoli premuti, si cambia traccia. Il player inoltre supporta una gran parte dei controlli in linea delle cuffie.

La batteria utilizzata è una Li-Po da 2350mAh, la durata è variabile a seconda dei molti fattori di utilizzo (BT, schermo acceso, cuffie utilizzate sono ad esempio solo alcuni di questi) ma con un carico medio-basso come può essere una IEM di fascia alta, si attesta intorno alle 10 ore, passate per la maggior parte a schermo spento.



Gli altri temi disponibili

QUALITÁ AUDIO

Ed eccoci finalmente alla sezione che non può mai mancare nella recensione di un prodotto come questo: la qualitá audio ovvero, come suona? In poche parole, per il prezzo davvero molto bene e FiiO è stata in grado di mantenere il rapporto qualitá/prezzo alto che la caratterizza. Ho fatto qualche test veloce ricopiando le condizioni di test eseguite da FiiO (ovvero risposta in frequenza ad onda sinusoidale – lineout) tramite un oscilloscopio digitale, salvo piccoli discostamenti dovuti probabilmente alle condizioni iniziali differenti, i test dell’azienda rispecchiano la realtá e quindi abbiamo un leggero rolloff dai 60Hz in giú (appena udibile, di -0.3dB circa), con una risposta che prosegue poi lineare nel resto della banda udibile. Il FiiO ha quindi una tonalitá neutrale e bilanciata, anche se confrontandolo con dac/amp desktop di più alto livello come il mio Teac UD-503, si nota un leggero inasprimento sui medioalti, laddove nel teac sono invece più morbidi e naturali, inasprimento che sembra acuirsi leggermente passando al gain high. Mediobassi e bassi sono assolutamente di ottimo livello invece, il basso è pulito e senza sbavature, nitido e pieno nonostante il rolloff, mentre le voci vengono rese con naturalezza. Il livello di dettaglio è assolutamente molto buono ed estremamente concorrenziale sulla fascia 200€, decisamente migliore complessivamente del Cayin N3 che cade parecchio indietro in ogni ambito. È stato provato anche come media player sul mio impianto home, in questo caso dopo aver cambiato la tipologia di uscita in uscita di linea, l’ho collegato tramite un cavo jack to RCA al mio Teac e al resto dell’impianto composto da cuffie HiFiman HE-560, amplificatore finale bilanciato Anaview AMS1000 autocostruito e diffusori Tannoy Revolution XT8F. Ebbene anche qui non ha sfigurato e sebbene la differenza passando dal teac all’X3 si sente (in generale nel dettaglio e bilanciamento) il FiiO raggiunge comunque un livello più che buono a confronto, rendendo sempre l’ascolto piacevole e mai affaticante e facendo intravedere anche le enormi potenzialitá che ha in fatto a versatilitá.

La possibilitá di usarlo come DAC da un valore in più a questo lettore, rendendo disponibile una alta qualitá, tranquillamente comparabile con uno schiit fulla 2, anche per un eventuale PC. La potenza in uscita non è eccessiva, si parla di 160 e 190mW rispettivamente per le uscite sbilanciate e bilanciate su 32 ohm (che diventano 15 e 20 per 300 ohm) ma comunque sufficiente per praticamente qualunque IEM e in generale qualunque cuffia con una impedenza inferiore a 150 ohm (magnetoplanari escluse), non ho avuto infatti alcun problema con HD598, RHA T20i e FiiO FH1, auricolari e cuffie tutte nella fascia di prezzo più bilanciata per l’X3 (si parla infatti di 6.5Vp-p e 145mA di corrente per l'uscita da 3.5mm, con una tensione massima che sale a 7.1Vp-p nel caso dell'uscita bilanciata). Aggiungo anche che non ho riscontrato differenze tra le due tipologie di uscite, e le ritengo egualmente valide. Non è invece presente alcun relay che sopprima i disturbi dovuti alla connessione del jack, pertanto all’inserimento si sentiranno i classici rumori elettronici da connessione/disconnessione.



INSIGHT TECNICO

FiiO si distingue dalle altre aziende per il voler dichiarare per filo e per segno tutti i chip e gli integrati utilizzati all’interno dei loro prodotti, una cosa che apprezzo veramente e su cui vorrei pertanto spendere due parole. Innanzi tutto partiamo dal DAC, come detto in precedenza i DAC utilizzati sono due per garantire una uscita bilanciata reale, si è passati pertanto dal CS4398 del MK II ai due PCM5242 di Texas Instruments con controllo volume digitale, caratterizzati da un SNR e un range dinamico di 114dB, THD di -94dB. Per i più tecnici, lascio il link al datasheet che potete trovare qui: http://www.ti.com/lit/ds/symlink/pcm5242.pdf che io sappia é usato in veramente pochissimi prodotti (tra cui l'Acoustic Research AR-M20 da 699$ peró), tuttavia si presta bene per un sacco di funzioni dal momento che include anche un DSP programmabile a monte capace di eseguire fino a 1024 operazioni su ogni sample a 48kHz: proprio questo DSP suppongo venga usato per convertire il flusso DSD in un PCM, infatti il chip accetta solo stream PCM a massimo 384kHz 32 bit. Per quanto riguarda l’amplificazione è stato scelto un’operazionale sempre della TI, l’OPA1622, con un THD+N di -119dB e un CMRR di 127dB. L’impedenza in uscita non è altissima, attestandosi sui 1.4 ohm per l’uscita sbilanciata e gli 1.2 per quella bilanciata, un valore buono per garantire una amplificazione anche di cuffie a bassa impedenza come delle IEM. Su IEM molto sensibili si nota un leggero rumore di fondo a volumi intorno al 70/120, non c’è un grande nero infrastrumentale ma comunque è apprezzabilmente buono per la fascia di prezzo. Anche qui, vi lascio il datasheet: http://www.ti.com/lit/ds/symlink/opa1622.pdf interessanti sono le pagine dalla 22 alla 25 dove ci sono i grafici completi e qualche breve cenno sul controllo gain nella specifica applicazione nell’audio hifi, dove si può anche osservare un grafico della funzione di trasferimento perfettamente lineare in tutta la banda audio. Il filtro passa basso è realizzato da un op amp TI OPA2140 mentre il SoC è un Ingenic JZ4760B, un processore dual core RISC based (con istruzioni SIMD) operante a 600MHz con unitá FPU, pipeline a 8 stadi e 32KB di cache, che ritroviamo ad esempio anche nell’Xduoo X3 e che ha come interfaccia supportata massimo la USB 2.0, ecco spiegato perché i trasferimenti erano più lenti via USB che non direttamente via card. Il bluetooth é affidato a un F1C81 di F1media ed é un 4.1, nessun supporto all'APTx. Dal punto di vista circuitale direi quindi che siamo a livello con le altre proposte commerciali e pertanto ci troviamo davanti a un prodotto che rimane concorrenziale.

CONCLUSIONI

Se vi state domandando dopo tutto questo tempo passato a leggere recensioni: Vale la pena passare da un telefono a un player hifi? Prima di rispondervi é bene conoscere quello che ci collegherete: cuffiette da 40€? Le differenze ci sono ma a meno che non vi serva per ridurre l'uso della batteria sul cellulare e separare i compiti (ad es. per liberare memoria sul cellulare), se ne puó fare anche a meno lato qualitá e puntare al massimo su un piú economico X1. Cuffiette da 200€ come le RHA T20i? La differenza é abissale a dir poco, sia in dinamica, dettaglio, soundstage e bilanciamento. Il FiiO X3 MK III è un prodotto che per 200€ vi offre la possibilitá di essere usato come lettore portatile, scheda audio esterna, streamer bluetooth e come base per un impianto home. Se cercate un dispositivo portatile ma capace di rendere bene anche in casa e che suoni bene per il prezzo richiesto, l’X3 non vi deluderá e se gli perdonerete qualche lag e difetto della UI, sará in grado di offrirvi un ottimo sonoro ricco e dettagliato. Da segnalare anche la compatibilitá con altri prodotti FiiO come l’amplificatore per cuffie K5 che permettono di espandere ulteriormente il sistema.
 
Ultima modifica:

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot del momento