DOMANDA Espansione con SSD al posto del lettore ottico

Buonasera. Come da titolo, mi chiedo se sia davvero utile una cosa del genere.
Purtroppo mi ritrovo con un portatile con C: che ha solo 15GB disponibili, su 371. E D:, 144 su 560.
Su D ci sono primariamente i documenti e i file di lavoro. Sono architetto e lavoro con numerosi software, l'uno più pesante dell'altro, ed i file che ne tiro fuori sono anche peggio.
Attualmente, il portatile (con Win10), è lentissimo.
La questione è: potrebbe migliorare le prestazioni del computer aggiungere un SSD non troppo grande sul quale mettere i file sui quali lavoro al momento? Esempio: sposto un file sul SSD, lo apro, ci lavoro, salvo e quando ho finito definitivamente lo sposto nell'archivio.

Una volta un mio professore disse che conveniva addirittura un file di paging sul SSD. Ma non si rischia di degradarlo troppo velocemente?
 
U

Utente cancellato 35177

Ospite
Sul mio portatile di lavoro ho fatto esattamente questo, perchè lavorare su un disco da 5400 è un suicidio.
Disco C: SSD con OS e programmi, tutti i dati sono sul secondo disco (uno Scorpio) inserito in un caddy (adattato...) al posto del lettore ottico, che tanto uso una volta all' anno tramite masterizzatore esterno usb3.
Certamente una buona soluzione.
 
  • Mi piace
Reactions: Stefano Guadagno

Entra

oppure Accedi utilizzando