Distro minimale e stabile?

Magallo

Nuovo Utente
49
0
Ciao a tutti, chiedo consiglio per decidere sulla distro migliore per me.

Premetto che sono sostanzialmente un novizio ma sono motivato ad imparare ad usare Linux. Purtroppo però ora come ora (causa università) non ho troppo tempo da dedicarvi quindi escludo a priori Arch perché se anche riuscissi a fare quello che voglio seguendo come un pappagallo wiki e tutorial comunque non avrei la “presence of mind” necessaria per imparare come vorrei.



Detto questo sono ormai utente Ubuntu da qualche mese e non mi sento completamente soddisfatto. Quello che vorrei è una cosa molto più minimale e razionale, anche nel fileSystem per quanto possibile. Vorrei una cartella Home che all’installazione sia vuota, ho sempre odiato le cartelle speciali in Windows (immagini, musica, video, ecc.), le odio in iOS, e le odio in Linux. Non voglio vedermi cartelle apparire dal nulla come su windows come ad esempio la cartella snap (lo so che è colpa mia che ho usato lo snapstore), vorrei che il sistema prima di fare questo genere di azioni mi chiedesse sempre conferma e che rimanesse il più razionale possibile nel distribuire i file nelle cartelle di sistema dedicate del fileSystem di Linux.


Per quanto riguarda il minimalismo sinceramente non so nemmeno io cosa voglio, mi piace l'idea dietro ad Arch che fornisce solo i servizi fondamentali e poi ti installi tu quello che vuoi. Ma non essendo un superesperto sinceramente non so di che servizi potrei avere davvero bisogno. Ad esempio cosa c'è in più su Ubuntu la cui ISO pesa 2GB rispetto a Puppy che pesa 16MB?


Parlando poi di stabilità, mi interessa relativamente, non lavoro con file vitali ma comunque non ho tempo di stare a seguire tutorial di ore ogni due settimane per riparare il SO. Una rolling release degli aggiornamenti quindi mi spaventa un pochino, il modello Ubuntu di rilasciare aggiornamenti ogni 6 mesi mi sembra il più giusto in questo senso.


Detto questo mi piacerebbe sentire i vostri commenti e consigli a riguardo, sono disponibile a chiarire qualsiasi punto che non sia abbastanza chiaro.
Grazie in anticipo.



Edit: se dovesse interessare, aggiungo che la macchina su cui voglio cambiare distro è un portatile da 14", senza GPU, con un i5 di quarta generazione che tende un pochino a scaldare e 8GB di ram.
 
Ultima modifica:

EmanueleC

Utente Èlite
5,399
1,717
CPU
Ryzen 5 2600x
Dissipatore
stock
Scheda Madre
ROG STRIX B450-F GAMING
HDD
1TB Toshiba, Toshiba TR200 240 GB
RAM
Corsair DDR4 3000 Mhz 2x8 GB
GPU
GeForce GTX 750Ti 2gb
PSU
Seasonic Focus Gold 450W
Case
BitFenix Neos
OS
Fedora 33
Ciao a tutti, chiedo consiglio per decidere sulla distro migliore per me.

Premetto che sono sostanzialmente un novizio ma sono motivato ad imparare ad usare Linux. Purtroppo però ora come ora (causa università) non ho troppo tempo da dedicarvi quindi escludo a priori Arch perché se anche riuscissi a fare quello che voglio seguendo come un pappagallo wiki e tutorial comunque non avrei la “presence of mind” necessaria per imparare come vorrei.



Detto questo sono ormai utente Ubuntu da qualche mese e non mi sento completamente soddisfatto. Quello che vorrei è una cosa molto più minimale e razionale, anche nel fileSystem per quanto possibile. Vorrei una cartella Home che all’installazione sia vuota, ho sempre odiato le cartelle speciali in Windows (immagini, musica, video, ecc.), le odio in iOS, e le odio in Linux. Non voglio vedermi cartelle apparire dal nulla come su windows come ad esempio la cartella snap (lo so che è colpa mia che ho usato lo snapstore), vorrei che il sistema prima di fare questo genere di azioni mi chiedesse sempre conferma e che rimanesse il più razionale possibile nel distribuire i file nelle cartelle di sistema dedicate del fileSystem di Linux.


Per quanto riguarda il minimalismo sinceramente non so nemmeno io cosa voglio, mi piace l'idea dietro ad Arch che fornisce solo i servizi fondamentali e poi ti installi tu quello che vuoi. Ma non essendo un superesperto sinceramente non so di che servizi potrei avere davvero bisogno. Ad esempio cosa c'è in più su Ubuntu la cui ISO pesa 2GB rispetto a Puppy che pesa 16MB?


Parlando poi di stabilità, mi interessa relativamente, non lavoro con file vitali ma comunque non ho tempo di stare a seguire tutorial di ore ogni due settimane per riparare il SO. Una rolling release degli aggiornamenti quindi mi spaventa un pochino, il modello Ubuntu di rilasciare aggiornamenti ogni 6 mesi mi sembra il più giusto in questo senso.


Detto questo mi piacerebbe sentire i vostri commenti e consigli a riguardo, sono disponibile a chiarire qualsiasi punto che non sia abbastanza chiaro.
Grazie in anticipo.



Edit: se dovesse interessare, aggiungo che la macchina su cui voglio cambiare distro è un portatile da 14", senza GPU, con un i5 di quarta generazione che tende un pochino a scaldare e 8GB di ram.
netsintall Debian stable.
 
  • Like
Reactions: darkfor20

clessidra

Utente Attivo
766
272
CPU
VIA C3
GPU
Ati Rage
OS
linux - Red Hat 1.1
Sulla questione delle cartelle create in automatico nella HOME.
Almeno sulle distro che ho usato finora, nessuna mi ha mai creato delle cartelle a mia insaputa. Le cartelle che vedi nella tua HOME, Documenti, Immagini, ecc., vengono create solo al momento della creazione dell'utente. Qualche altro programma potrebbe creare delle cartelle nella HOME ma solo se lo usi per la prima volta.

Esiste un programma che ti avvisi della creazione di una cartella? Io non ne conosco, e non so se ne esiste uno di questo tipo. Ma ti posso dire che un programmatore può realizzarlo in qualche minuto. Io, che non sono un programmatore ma ogni tanto mi diverto con python come hobbista, ho già lo schema in mente.
Post automatically merged:

Una distro minimale? Ultimamente mi sono imbattuto in Simplicity Linux Mini. È una derivata di Debian che non usa systemd. La sto osservando adesso, ed è incredibile che all'avvio pesi meno di 100 MB. E ha anche pochissimi servizi attivi. Non è un consiglio, ma potrebbe esser un'opzione.
 
Ultima modifica:

kernele

Utente Èlite
1,990
430
Condivido o se vuole software più recente non è male nemmeno netinstall Debian testing (io installarei quella) ma più probabilità di bug e sconsiglio il sid che non c'è la probabilità ma la sicurezza di bug. Testing è una via di mezzo
anch'io voterei per una testing che ho sempre usato e trovato molto stabile.
 

pabloski

Utente Èlite
2,702
776
Quello che vorrei è una cosa molto più minimale e razionale, anche nel fileSystem per quanto possibile.

Se parliamo di razionalità estrema nell'organizzazione dei filesystem, solo i BSD possono soddisfarti. Linux ha già di suo deviato, fin dall'inizio, dall'organizzazione tipica di Unix. Con l'arrivo di nuovi meccanismi di gestione del software ( Flatpak, Snap ) e del filesystem in generale, la situazione si è ingarbugliata ancora di più. Non perchè lo facciano apposta, ma perchè bisogna mantenere la compatibilità col vecchio schema.

Vorrei una cartella Home che all’installazione sia vuota

Richiesta curiosa. I desktop environment creano una serie di directory che, si suppone, ogni utente voglia usare. Chiaro che esistono soluzioni diverse, in particolare i window manager ( i3, awesome, pek, ecc... ). Parliamo di roba minimale. Ma parliamo di roba che va configurata a mano, richiede un certo tempo e un pò di lavoro per abituarsi ad usarla in maniera proficua. Il risultato è ottimo imho, ma ci vuole tempo e sperimentazione.

Non voglio vedermi cartelle apparire dal nulla come su windows come ad esempio la cartella snap (lo so che è colpa mia che ho usato lo snapstore), vorrei che il sistema prima di fare questo genere di azioni mi chiedesse sempre conferma e che rimanesse il più razionale possibile nel distribuire i file nelle cartelle di sistema dedicate del fileSystem di Linux.

Se non usi Ubuntu e non installi Snap, non avrai problemi riguardo quella cartella. Ma ovviamente ogni programma che installi creerà dei suoi file e cartelle. Ne hanno bisogno. E francamente impazziresti se ogni singola operazione, svolta da ogni singolo programma, dovesse essere approvata manualmente.

Cioè, creare i file che servono è ritenuta cosa normale e sensata. E si, i programmi Linux/Unix seguono una logica nell'organizzare quei file. Purtroppo, come scrivevo sopra, Linux ha deviato un pò dal modello di organizzazione del filesystem di Unix e ti ritrovi con delle incongruenze. I BSD sono molto più coerenti su questo punto e tutti i loro programmi fanno altrettanto.

Per quanto riguarda il minimalismo sinceramente non so nemmeno io cosa voglio

Questo è un problema. Perchè esiste il minimalismo lato UI ( l'interfaccia ), quello lato software ( meno pacchetti, programmi più leggeri ), quello di sistema ( niente systemd o altri init system supercomplicati, kernel ridotto all'osso e ottimizzato per l'hardware ).

Ad esempio cosa c'è in più su Ubuntu la cui ISO pesa 2GB rispetto a Puppy che pesa 16MB?

Una marea di programmi. E programmi belli grossi. JWM è l'ambiente grafico di default in Puppy, Gnome è quello di Ubuntu. Ovvio che poi ci siano differenze di dimensioni notevoli.

Parlando poi di stabilità, mi interessa relativamente, non lavoro con file vitali ma comunque non ho tempo di stare a seguire tutorial di ore ogni due settimane per riparare il SO. Una rolling release degli aggiornamenti quindi mi spaventa un pochino, il modello Ubuntu di rilasciare aggiornamenti ogni 6 mesi mi sembra il più giusto in questo senso.

Difficile trovare grossi problemi pure con Arch. A meno di mettersi a compilare tutto da sorgenti e senza il supporto di un package manager, capiterà rarissimamente di trovarsi in brutte acque. E capiterà pure con Ubuntu!!!
 

darkfor20

Nuovo Utente
121
6
Beh! se non vuoi proprio sulla home le cartelle documenti, musica, scaricati e ecc... il pacchetto che te li creano queste cartelle è xdg-user-dirs ma non so se quando è già installato e ti ha già creato le cartelle se le disinstalli ti elimina le cartelle. La cosa migliore è che impari a installarti un sistema minimale come netinstall Debian ma tra le opzioni che ti da l'installazione di Debian deselezioni l'ambiante grafico e poi a testo installi i componenti e un ambiente grafico minimale come per esempio non installi il pacchetto "gnome" ma "gnome-shell" o per kde "plasma-desktop" che ti installa solo l'ambiente grafico e non completo senza pacchetti di troppo. Ma per questo dovresti fare un pò di strada e capire i componenti importanti per Linux come xorg e i driver
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: Quale crypto per il futuro?

  • Bitcoin

    Voti: 84 45.7%
  • Ethereum

    Voti: 72 39.1%
  • Cardano

    Voti: 24 13.0%
  • Polkadot

    Voti: 8 4.3%
  • Monero

    Voti: 15 8.2%
  • XRP

    Voti: 15 8.2%
  • Uniswap

    Voti: 4 2.2%
  • Litecoin

    Voti: 13 7.1%
  • Stellar

    Voti: 13 7.1%
  • Altro (Specifica)

    Voti: 26 14.1%

Discussioni Simili