DOMANDA Discussione/Informazioni: Consiglio su differenze tra vari HDD/SSD

visentind

Nuovo Utente
6
0
CPU
Ryzen 5 3600
Dissipatore
Stock AMD (da cambiare)
Scheda Madre
MSI B450 Gaming Plus Max
Hard Disk
1x120 SSD SanDisk Plus + 1x1TB Western Digital Blue 7200RPM
RAM
2x8GB Ballstix Crucial 3600MHz
Scheda Video
AMD XFX RX5700XT Thicc III 8GB DDR6
Scheda Audio
-
Monitor
AOC U2879VF
Alimentatore
Corsair CX650M
Case
NZXT H510
Periferiche
Microsoft AIO Keyboard
Internet
Vodafone 50MB/s
Sistema Operativo
Windows 10 Pro (1909) x64
Ciao a tutti e buon fine settimana innanzitutto!

Chiedo puramente a titolo informativo/consultativo, sperando che magari questo topic/thread possa essere d'aiuto anche ad altri utenti che come me vorrebbero un po' di chiarezza, spinta dalla curiosità, sulle memorie sia HDD che SSD (sia classici da 2,5" che M2 NVME).

Parto dicendo che ormai, in termini di velocità di trasferimento dati, lettura e scrittura di essi, gli SSD sovrastano gli HDD.
Ebbene, vorrei capire, in data odierna (dunque giugno 2020), entrando in tema HDD, i marchi migliori che ci sono sul mercato in questo momento. Ne cito alcuni, se si può, tra WD, Crucial, Samsung, Toshiba e Seagate. Tra questi, in un PC d'uso comune quale gaming/ufficio, quale marca andreste a prendere? Quale marca sulla carta può definirsi "migliore"? Le differenze che ci possono essere tra i produttori di HDD, sono così marcate a tal punto da sconsigliare una determinata marca? (a patto che tali HDD non siano fallati di fabbrica, vedi una serie Barracuda di tempo fa). HDD sia migliori che peggiori oggettivamente e soggettivamente parlando, sempre tenendo conto (oltre che magari, anche delle vostre esperienze personali) dei termini quali qualità, affidabilità e durata. Sui prezzi, è indifferente, ognuno spende ciò che vuole!

Entrando in tema di SSD, sempre allo stato attuale, ripongo la stessa domanda per gli HDD, aggiungendo qualche variabile in più. Andreste su SSD SATA oppure un M2 NVME? Vero che le velocità che offre una porta PCIe rispetto ad un cavo SATA sono migliori, vorrei capire perchè andreste a scegliere un eventuale M2 NVME (sempre su un PC basico da gaming/ufficio) rispetto ad un SATA. Si nota davvero così tanto la differenza con un uso elementare del PC? Vero che forse per spostare, esempio banalissimo, 20GB di file in una botta sola, un M2 NVME sovrasterà un SATA (almeno penso, ma non saprei quantificare di quanto), però... Dico io, è giustificabile il passaggio/aggiunta di un SSD NVME anche se si possiede già un SSD SATA? Se foste senza, andreste a scegliere un M2 oppure un classico SSD da 2,5"? Se si, quale brand andreste ad utilizzare sempre tenendo conto dei tre criteri?

Sperando di non essere stato troppo lungo, noioso e soprattutto di essere rimasto in linea con le linee guida, chiudo qui.

BONUS: Vi dico come bonus che, nonostante i Seagate siano "sconsigliati" poichè rumorosi e fallati, ho un HDD del 2007 che è acceso da più di 17000 ore con quasi 5000 accensioni, quasi 2 anni. E funziona ancora, dopo aver fatto un quadriliardo di cicli di lettura e scrittura, formattazioni, deframmentazioni e chissà cos'altro. Build HP preassemblata del 2007, Barracuda da 7200rpm. Un mulo. E si, per quanto sia rumoroso, funziona e fa girare Windows 7.
 

crimescene

Super Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
25,039
11,050
CPU
Intel Core i5 9600k
Dissipatore
Be Quiet Shadow Rock slim
Scheda Madre
MSI z390i Gaming Edge AC
Hard Disk
Nvme Sabrent 1TB SSD 128 Gb SHDD 2TB HDD 3TB
RAM
32GB DDR4 @ 3000 Corsair Vengeance lpx
Scheda Video
Zotac 2070 Super
Scheda Audio
Realtek Hd Audio
Monitor
LG Ultragear 27GL850 QHD 144
Alimentatore
Seasonic Foìcus+ 550W Platinum
Case
Sharkoon TG5 RGB
Internet
TIm 100Mega
Sistema Operativo
Windows 10 Pro
non esiste una risposta decisiva alla tue domande perché dipende principalmente dagli utilizzi che ne devi fare.

Oggi ovviamente come disco principale non ha più senso mettere uin HDD meccanico, sono estreamente lenti specie in avvio, l'utilizzo di un SATA SSD è il minimo sindacale.

Per un sistema base va bensiimo un SSD semplice, con un taglio che ovviamente dipende dalle esigenze personali.

Tuttavia i prezzi sono diventati accessibili anche per gli nvme che sono di gran lunga superiori come velocità di lettura e scrittura, ed anche se i benefici reali sono al momento poco tangibili i prezzi sono scesi a tal punto che se si ha budget conviene prendere questi ultimi

la cosa milgiroe da fare è mettere un SSD o un nvme di medie o anche piccole dimensioni, per SO programmi, e un HDD per archiviazioen dati e giochi di grandi dimensioni


Al livello di HDD consilgiamo i p300 che sono dischi piuttosto affidabili e con un buon rapporto qualità prezzo

Non si tratta dei dischi più veloci, ma vanno bene per il loro scopo

Per quanto riguarda gli nvme se si vuole il top si può scelgiere tea diversi modeeli, uno dei milgiroi è sicuramente l XPG che ha un ottimo rapporto qualità prezzo prestazioni, mentre al top troviamo sempre i SAMSUNG

Questi 2 sono se si vuole il massimo delle prestazioni anche al livello di velocità di avvio in quanto dispongono anche di una cache dedicata (in scrittura)

Il costo di questi però è elevato, e se guardiamo l'avvio un nvme senza cache da comunque ottime performance quindi se si vuole risparmiare qualcosa si potrebbe puntare anche sui più economici SABRENT o SILICON POWER

Questi non hanno cache, ma sono comunque dischi molto veloci, abbiamo anche una recensione fatta da ma QUI

Se invece si vuole risparmiare anche il classico SSD va ancora bene
 
Ultima modifica:

Liupen

SSD MAN
Utente Èlite
9,707
4,161
non esiste una risposta decisiva alla tue domande perché dipende principalmente dagli utilizzi che ne devi fare.
:ok: mi è piaciuta questa risposta.
E poi, @visentind, tu stesso fai riferimento ad un modello Seagate fallato, ed ad uno in tuo possessi con mila ore, dunque non ci sono marchi (la qualità è uno standard) ma diversi modelli, chi buono chi meno buono, ma che sono destinati a usi diversi, quindi caratteristiche, qualità e...prezzo diverso.

Oggi ovviamente come disco principale non ha più senso mettere uin HDD meccanico, sono estreamente lenti specie in avvio, l'utilizzo di un SATA SSD è il minimo sindacale.

Per un sistema base va bensiimo un SSD semplice, con un taglio che ovviamente dipende dalle esigenze personali.

Tuttavia i prezzi sono diventati accessibili anche per gli nvme che sono di gran lunga superiori come velocità di lettura e scrittura, ed anche se i benefici reali sono al momento poco tangibili i prezzi sono scesi a tal punto che se si ha budget conviene prendere questi ultimi
Detto bene.

la cosa milgiroe da fare è mettere un SSD o un nvme di medie o anche piccole dimensioni, per SO programmi, e un HDD per archiviazioen dati e giochi di grandi dimensioni
Questione di soldi ma ormai farsi un pc ssd only è fattibile ;)
 

crimescene

Super Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
25,039
11,050
CPU
Intel Core i5 9600k
Dissipatore
Be Quiet Shadow Rock slim
Scheda Madre
MSI z390i Gaming Edge AC
Hard Disk
Nvme Sabrent 1TB SSD 128 Gb SHDD 2TB HDD 3TB
RAM
32GB DDR4 @ 3000 Corsair Vengeance lpx
Scheda Video
Zotac 2070 Super
Scheda Audio
Realtek Hd Audio
Monitor
LG Ultragear 27GL850 QHD 144
Alimentatore
Seasonic Foìcus+ 550W Platinum
Case
Sharkoon TG5 RGB
Internet
TIm 100Mega
Sistema Operativo
Windows 10 Pro

visentind

Nuovo Utente
6
0
CPU
Ryzen 5 3600
Dissipatore
Stock AMD (da cambiare)
Scheda Madre
MSI B450 Gaming Plus Max
Hard Disk
1x120 SSD SanDisk Plus + 1x1TB Western Digital Blue 7200RPM
RAM
2x8GB Ballstix Crucial 3600MHz
Scheda Video
AMD XFX RX5700XT Thicc III 8GB DDR6
Scheda Audio
-
Monitor
AOC U2879VF
Alimentatore
Corsair CX650M
Case
NZXT H510
Periferiche
Microsoft AIO Keyboard
Internet
Vodafone 50MB/s
Sistema Operativo
Windows 10 Pro (1909) x64
Mi piace la discussione costruttiva che si è venuta a creare, pensavo fossi andato fuori tema facendo domande simili, pertanto grazie per le vostre risposte!

Mi sembra di aver capito che, si, vero, la soglia dei prezzi tra un SSD standard ed un NVME sia quasi "paragonabile", e voi tutti mi avete detto, chi più e chi meno, che per l'uso domestico/aziendale/ufficio, un SSD SATA va ancora più che bene, mentre se si vuole puntare ad un qualcosa di "superiore", ci si prende un NVME anche tenendo conto, appunto, dell'utilizzo che se ne va a fare.
Ebbene, ho visto che @crimescene ha consigliato qualcosa tra Toshiba, XPG (mai sentito questo brand, giuro), Samsung, Sabrent e Silicon Power. Mi viene da pensare, com'è possibile non venga più consigliato (sempre tenendo conto dell'uso del PC, ovvio!) un Western Digital, ad esempio? Può essere che una azienda leader nel settore degli HDD non sia in grado di essere competitiva anche su un altro tipo di mercato? (Tralasciando il caso dei WD Red spacciati male), E' davvero importante chi va a produrre il disco in se? Vero che può esserci qualche differenza e nessun SSD è mai uguale al precedente, per questioni di fisica, ovvio. Però, ora come ora, se aveste un brand di fiducia, andreste a "tradirlo" per provare qualcosa di nuovo che risponde perfettamente alle vostre esigenze?

Se volete continuare, siete liberi. Vedete voi!
 

Markus Lux

Utente Attivo
171
64
I WD vanno bene, ho provato qualche Nvme Black (ed anche WD Blue Sata) ed hanno anche temperature nettamente più basse rispetto ai blasonati Samsung, con prestazioni che si equivalgono. Hai sempre 5 anni di garanzia e tbw alti. Sabrent al momento lascerei perdere, perché a parte il boom iniziale visti i prezzi e comunque gli ottimi componenti, ora sta cominciando a sfornare varie versioni con componenti di bassa qualità, ma lo scopriresti solo una volta comprato. Sull'affidabilità difficile dirlo visto che non sono usciti da molto, ma lato software sicuramente meglio i marchi conosciuti. Al momento ho un WD Nvme SN750 Black e va alla grande, e mai visto oltre i 50 gradi anche con questo caldo.
 
  • Mi piace
Reactions: Liupen

GraveKeeper

Utente Èlite
2,379
971
CPU
Intel Core i5 7200u (2 Core - 4 Threads)
Scheda Madre
HP 84A7
Hard Disk
128gb Samsung M.2 + 1tb Hitachi 5400rpm
RAM
1x8gb 2400Mhz
Scheda Video
NVIDIA GeForce MX110 2gb ddr3
Monitor
Schermo HD 1366x768
Case
HP Notebook 15-da0134nl
Periferiche
Studio Monitor Speakers Presonus Eris E3.5
Sistema Operativo
Windows 10 Home 64-bit
Tenendo in considerazione e concordando su tutto quello che si è già detto, tengo personalmente a sconsigliare fortemente l'acquisto dei Seagate Barracuda.

Ti è andata di fortuna, capita il modello resistente, anch'io a casa ne ho uno che ancora va senza problemi.

Ma ne ho molti tutti da buttare tutti per lo stesso problema. Dopo un po' di tempo di tuilizzo certi valori iniziano a salire e di norma dopo poco i riallocati salgono e lì non c'è più nulla da fare, nonostante il disco sia funzionante, a meno che non vuoi vivere nella paura di perdere i tuoi dati da un momento all'altro.

Per altro uno di questi lavorava come disco secondario e ha provocato instabilità all'intero sistema di Windows che laggava quasi ci fosse un virus. Non capivo cosa fosse finchè con CrystalDIskInfo non ho visto di chi era la colpa. Dagli una controllatina anche tu al tuo.

Dal canto mio, mai più Seagate e li sconsiglio col cuore, costano solo 3 euro meno rispetto ad hdd affidabili. Ma come per i VS, la gente li compra per la marca e perchè sono spesso il primo risultato su amazon.

Invece, d'altro canto, ho 2 WD Blue WD10EZEX senza alcun problema, oltre a un altro vecchio Blue scorpio appartenente a un portatile nato con vista e quindi di circa 10 e più anni fa da 320GB che non aveva problemi e l'ho riutilizzato sulla mia ps3 dopo che il Toshiba di fabbrica, nonstante siano ottimi, si era rotto. L'unico problema di quest'ultimo è la lentezza dovuta alla vecchiaia e al fatto che è un 5400RPM.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot del momento