Dente di sega con Ryzen 7 3700x

jim__massew

Nuovo Utente
2
0
ripeto che misurare la temperatura senza vedere la percentuale di utilizzo della CPU e i Watt che vengono trasformati in calore ha poco senso.
si vedono molto bene le oscillazioni anche se è in idle, a causa di processi in background.
Magari con Ryzen 2 in background senza risparmio energetico ci sono processi MOLTO più impegnativi....
Nel mio caso dipende dall'utilizzo della CPU, infatti picchi di utilizzo corrispondono a picchi di temperatura e quando portata al 100% le temperature si appianano rimanendo stabili.
Come è possibile che la CPU venga utilizzata in questo modo in idle? Su una installazione ex novo quali processi possono causarla?
 

BWD87

Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
32,425
19,845
CPU
Core i5 10600k @5,1GHz
Dissipatore
Corsair Hydro h100x (2x ml120pro white led push + 2x ml120 pull)
Scheda Madre
MSI Z490 Tomahawk
HDD
ADATA XPG SX6000 128GB (SO) + Crucial MX500 1TB (giochi) + Seagate Barracuda 1TB (storage vario)
RAM
32Gb Crucial Ballistix DDR4 3600MHz C16 (15-17-17-37)
GPU
MSI GeForce GTX 1070Ti AERO + kraken g12/kraken x31 @2114core/4554vram + 2x sp120 pwm
Monitor
AOC AG271QX
PSU
Corsair TX550M
Case
Corsair Carbide 400R moddato
Periferiche
Ventole case: 3x silent wings 2 in, 2x sp140 led in, 1x sp140 led out
OS
Windows 10
Con questo dente di sega, sembra come se, dopo aver eseguito l'operazione scaldandosi, ci impiegasse un pò di tempo a raffreddarsi, ovvero, subentra il picco massimo alla chiamata alla cpu da parte del sistema (qualsiasi esso sia il processo), creando un picco massimo, perché l'operazione viene eseguita istantaneamente per poi riscendere subito, ma lo fa in maniera leggermente più lenta, rispetto al tempo impiegato per scaldarsi; un confronto quindi si può fare con quest'immagine presa dal post di @Niemand
20200112_005802.png
(Scusate se si vede male, sono da cell abbiate pietà :sisi:)

Qui si vede che la cpu si raffredda più rapidamente.

Ma comunque si raffredda abbastanza da ritornare a livelli normali poi, non vedo tutto questo problema insomma :a50:
 

AnonME

Nuovo Utente
55
15
Mi scuso per il ritardo di più di un mese, sono stato in trasferta e penso che fare i test tramite teamviewer non avrebbe avuto molto senso :)

ripeto che misurare la temperatura senza vedere la percentuale di utilizzo della CPU e i Watt che vengono trasformati in calore ha poco senso.
scarica HWInfo64 e fai il monitoraggio di tutti i parametri rilevanti.
di seguito le rilevazioni di un i5 8400 in idle:
si vedono molto bene le oscillazioni anche se è in idle, a causa di processi in background.
Magari con Ryzen 2 in background senza risparmio energetico ci sono processi MOLTO più impegnativi....

Ho fatto una prova, spegnendo praticamente tutti i processi che potevo, e questo è il risultato (nota le scale, che ho modificato: mentre nell'immagine sopra la scala watt è 1W-90W, nel mio caso è 30W-55W e un quadratino equivale a circa 1.5W, per la temperatura invece la scala è 30°C-50°C). Stando al grafico, in IDLE, la potenza varia di meno di 2W e la temperatura di circa 10°C, mi pare un po' eccessivo.

Inoltre, il polling è a 50ms, e la barra della temperatura cala di 10°C in un ciclo, quindi in soli 50ms, anche questa eccessiva variazione di temperatura mi sembra fisicamente impossibile. Inoltre, quando non è in IDLE la potenza è di 20W superiore ma la temperatura è comunque 10°C più alta e anche in questo caso con dei picchi. Non ha senso la cosa!

temps.png

Ma comunque si raffredda abbastanza da ritornare a livelli normali poi, non vedo tutto questo problema insomma :a50:
Il problema in realtà è dovuto al fatto che impostando la velocità della ventola rispetto alla temperatura, questi picchi causano dei continui passaggi della velocità della ventola da 500RPM a 2000RPM con delle impostazioni "normali", e quindi mi ritrovo a dover usare delle impostazioni che lasciano praticamente sempre la ventola al minimo salvo alzarla di colpo sopra ai 60°C, e non è piacevole :)
 
  • Like
Reactions: BWD87

BWD87

Moderatore
Staff Forum
Utente Èlite
32,425
19,845
CPU
Core i5 10600k @5,1GHz
Dissipatore
Corsair Hydro h100x (2x ml120pro white led push + 2x ml120 pull)
Scheda Madre
MSI Z490 Tomahawk
HDD
ADATA XPG SX6000 128GB (SO) + Crucial MX500 1TB (giochi) + Seagate Barracuda 1TB (storage vario)
RAM
32Gb Crucial Ballistix DDR4 3600MHz C16 (15-17-17-37)
GPU
MSI GeForce GTX 1070Ti AERO + kraken g12/kraken x31 @2114core/4554vram + 2x sp120 pwm
Monitor
AOC AG271QX
PSU
Corsair TX550M
Case
Corsair Carbide 400R moddato
Periferiche
Ventole case: 3x silent wings 2 in, 2x sp140 led in, 1x sp140 led out
OS
Windows 10
Mi scuso per il ritardo di più di un mese, sono stato in trasferta e penso che fare i test tramite teamviewer non avrebbe avuto molto senso :)



Ho fatto una prova, spegnendo praticamente tutti i processi che potevo, e questo è il risultato (nota le scale, che ho modificato: mentre nell'immagine sopra la scala watt è 1W-90W, nel mio caso è 30W-55W e un quadratino equivale a circa 1.5W, per la temperatura invece la scala è 30°C-50°C). Stando al grafico, in IDLE, la potenza varia di meno di 2W e la temperatura di circa 10°C, mi pare un po' eccessivo.

Inoltre, il polling è a 50ms, e la barra della temperatura cala di 10°C in un ciclo, quindi in soli 50ms, anche questa eccessiva variazione di temperatura mi sembra fisicamente impossibile. Inoltre, quando non è in IDLE la potenza è di 20W superiore ma la temperatura è comunque 10°C più alta e anche in questo caso con dei picchi. Non ha senso la cosa!



Il problema in realtà è dovuto al fatto che impostando la velocità della ventola rispetto alla temperatura, questi picchi causano dei continui passaggi della velocità della ventola da 500RPM a 2000RPM con delle impostazioni "normali", e quindi mi ritrovo a dover usare delle impostazioni che lasciano praticamente sempre la ventola al minimo salvo alzarla di colpo sopra ai 60°C, e non è piacevole :)
Sai dove andare a parare nel tuo bios per smanettare con le ventole? :a50:
 

Niemand

Utente Èlite
6,443
1,651
Adesso ho per le mani un 3600 e riscontro lo stesso tipo di comportamento. Sono quindi andato un po’ più a fondo nei monitoraggi e credo di aver svelato l’arcano. Anche in idle ciascuno dei core (a turno) è attivo ciclicamente per una frazione di secondo, sebbene gli altri siano a riposo. Nell’assorbimento totale questo picco è appena percettibile ma per qualche motivo il sensore di temperatura che usa il BIOS per le ventole lo rileva. Forse ciò è dovuto al fatto che in single thread le frequenze possono essere più alte e quindi il monitoraggio deve tutelare il chip anche se le temperature nel complesso sono molto più basse rispetto alla piccola parte del die con il core “attivo”.
 
  • Like
Reactions: BWD87

Mechano

Nuovo Utente
13
1
Ho un 7-3700X ma uso solo Linux. Prima avevo un 7-1700.
Io ho un comportamento simile con entrambe CPU. Ed è rimasto tale cambiando case e ventole.
Era già migliorato di 1-2° mettendo pasta Arctic MX-4.

Ma per me è più marcato perché mi ostinavo a fare case ITX come il Lian Li PC-Q21.

Adesso sono sempre su un cubo ma mictoATX è l'Itek Emerald D5S.

Ho lo stesso dissipatore su entrambi un ID-Cooling ID6 downdraft basso profilo ma 6 heatpipes (TDP 120w) a cui ho messo una ventola Arctic 120x25mm P12-PWM-PST di qualità che vi consiglio di provare.

Nel case LianLi avevo una ventola 120 basso profilo in push, spingeva dal basso ed un alimentatore SFX che esponeva parte del calore dei dissipatori dei transistor dentro al case. Ma era ventilato dalla ventola CPU che avevo girato al contrario dalla CPU verso l'alimentatore e non verso la motherboard. Sennò salivo ancora di temperatura.

Nel case Itek ho una Arctic P12 anche in pull cioè estrae dall'alto del case. Alimentatore ATX che ha la sua ventola che aspira dalla griglia laterale dall'esterno, quindi il suo flusso è indipendente dal case.
Guardatevi i case cercando su Internet le foto per capire meglio.

Nel LianLi avevo idle intorno ai 47-52°C, nell'Emerald 40-46°C. Stagione primaverile, 24-26 gradi in casa.

E poi ci sono picchi, sempre intorno ai 10°C ogni volta che ci sono processi in background che richiedono attenzione. Che però sono subito mitigati.

Leggo che queste CPU hanno questi comportamenti la temperatura e la ventola è controllata dal sensore Tdie che è dentro al die sotto l'heatspreader e sente il picco prima di un eventuale sensore sotto all'heatspreader.

Al cambio CPU da 1700 a 3700X (stesso TDP) ho dovuto cambiare case perché sotto stress il 3700X riusciva ad arrivare in throttling (95°) dove invece il 1700 non ci arrivava.
Finalmente nel case Itek Emerald non super gli 85° sotto stress.

Anche il boost non era eccezionale nel case piccolo, massimo 4Ghz e in questo Itek salgo anche a 4,2Ghz col 3700X.

Ciò che mi interessa è avere quasi le massime prestazioni ma soprattutto un sistema molto stabile. Perché lavora a lungo, fa attività di elaborazione e sta tanto acceso quasi H24 con Linux con alcuni servizi attivi.

Per cui mi sono armato di software stressatori di CPU, dischi e ram, e ho fatto andare le macchine a lungo.

Non sto più a farmi fisime sui denti di sega, i picchi ecc. Se tutto è stabile e funzionante con costanza, e non raggiungo il throttling a me basta, ed è evidente che la stranezza è causata dall'architettura della CPU.

Al massimo si ha il fastidio delle ventole che hanno quelle continue accelerate repentine, che però durano poco e rientrano nel giro di 3-5sec.

So che si può fare di meglio, so che ci sono case grandi, radiatori a liquido, AIO, ecc.

Però io dovevo decidere tra il cassone pieno di ventole sotto la scrivania ed abbassarmi per armeggiare nei connettori, o una macchina più compatta e stilosa sopra la scrivania a portata di mano.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: PS5 VS XBOX X/S?

  • Playstation 5

    Voti: 298 63.5%
  • XBOX Series X/S

    Voti: 171 36.5%

Discussioni Simili