Consiglio scelta universitaria tra informatica e design del prodotto industriale

Bitrey

Nuovo Utente
56
6
CPU
AMD Ryzen 5 1600
Dissipatore
AIO
Scheda Madre
AsRock AB350 Pro4
HDD
256GB NVMe + 1TB HDD + 120GB SSD
RAM
16GB DDR4 2400MHz
GPU
RX 570
Audio
No
Monitor
Samsung FHD 24"
PSU
EVGA 430W
Case
NZXT S340 Elite
Net
Fibra!!
OS
Windows 10 Pro
È il periodo di scelta universitaria e sono in crisi più totale, quindi vorrei chiedere una vostra opinione :)
A me piace molto informatica, stare le ore a programmare mi diverte tantissimo.
Naturalmente ho pensato di fare la laurea in informatica, convinto che fosse un corso di studio carico di programmazione dal lato pratico, con argomenti come tecnologie web, sicurezza, machine learning...
E molti argomenti ci sono, ma ho scoperto dagli studenti stessi agli open day che, in realtà, l'università è molto più puntata a dare delle basi ed elementi teorici, mentre i concetti più pratici sono da imparare autonomamente.
Nonostante ciò, informatica probabilmente resta il corso più sensato per me, ma da mesi mi si è insediata una pulce nell'orecchio: design del prodotto industriale.
Non c'entra praticamente niente ed è completamente un'altra cosa, ma una parte di me vorrebbe farla. Essere in grado di sviluppare progetti, modellazione 3D, di sviluppare quell'occhio che fa dire "questo starebbe proprio bene così". Fare quei siti, quelle presentazioni, che chi guarda pensa wow.
Ma non ho mai provato design, ho sempre preferito le parti più logiche della programmazione e non sono neanche così convinto che effettivamente mettermi poi lì a fare quelle cose mi piaccia. Soprattutto il mio lavoro lo vorrei nell'ambito informatico. Ma la mia paura è poi di pentirmi di non averlo fatto.
Secondo voi ha senso provare? Fare una cosa come un semestre di design e, se non mi piace, cambiare per informatica?
Vi ringrazio in anticipo
 

Skills07

Head of Development
Staff Forum
Utente Èlite
28,672
8,682
CPU
Ryzen 7 5800x
Dissipatore
Deepcool gammax l240 v2
Scheda Madre
Aourus Gigabyte X-470 ultra gaming
HDD
Samsung Evo 850 250gb ,2tb x 2 toshiba P300, 256 Ssd silicon power, Samsung evo plus 1tb nvme
RAM
32 gb G.Skill Tridentz 3200 mhz RGB
GPU
KFA2 Rtx 2070 super
Monitor
ASUS TUF QHD 165hz IPS, ITEK GCF 165hz IPS QHD, Samsung Curvo 144hz QHD
PSU
Seasonic Focus 650w 80 platinum
Case
Coolermaster h500p
Periferiche
Asus Tuf Wireless
Net
Fibra Tim 100mb
OS
Windows 10 Pro 64 bit
Ciao sbagli la concezione,
la facoltà di informatica che ho fatto anche io, è semplicemente un corso che ti insegna l'approccio alla programmazione.
Io ovviamente l'ho fatta 10 anni fa, ma ora grazie a questi studi sono Head of Development nella mia azienda dove lavoro.
Una volta che apprendi tutti i concetti, come programmare bene, quali sono le strutture dati per i progetti, sapere quali sono i pattern, puoi facilmente adattarti alle nuove tecnologie.
Io sono partito all'uni con conoscere Java, da li poi corsi in Android , programmazione concorrente etc.
Nell'arco di questi 10 anni ora so usare perfettamente Java (sia classico che spring), tutta la suite .net di Microsoft, objective-c + swift per ios, kotlin per android ed in piu react e react native.
Attualmente poi stiamo lavorando per sviluppare nel metaverso.
 
  • Mi piace
Reazioni: Andretti60

Andretti60

Utente Èlite
5,823
4,423
Condivido completamente con @Skills07 un corso universitario senza basi è inutile, scrivere il classico programmino “hello world” è facile, progettare un software di successo è tutta un’altra cosa, farai ben poca carriera se non conosci tecniche di progettazione e pattern di programmazione (che sono indipendenti dal linguaggio e sistema operativo). In altre parole c’è una grossa differenza tra un semplice programmatore (che si può diventare anche senza andare a scuola, anche se al giorno d’oggi è difficile e bisogna iniziare da giovanissimi) e ingegnere del software.
Piuttosto, io penserei di più alla scelta tra le facoltà di informatica e di ingegneria informatica (o addirittura ingegneria elettronica), a seconda di quanto più “pratico” vuoi essere. E ti avviso subito, passare ore a programmare serve solo quando si studia (io passavo le notti nei laboratori), quando si lavora meno codice si scrive meglio è, il grosso del lavoro lo si deve passare in fase di progettazione. E quando si diventa bravi, si delega ad altri la parte di programmazione.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando