-

[THREAD UFFICIALE] [Community Test] Recensione Neffos C9A - Jarren

Jarren

UTENTE LEGGENDARIO
15,766
6,942
Hardware Utente
CPU
i5 3570
Dissipatore
Arctic Freezer 33
Scheda Madre
Asrock H61M-S
Hard Disk
Western Digital Green 500GB + Maxtor 320GB + 850 Evo 256GB
RAM
Corsair Vengeance 8GB DDR3 1600Mhz C9
Scheda Video
VTX3d R9 280
Scheda Audio
integrata nella mobo
Monitor
Samsung LS22SF350
Alimentatore
Evga 500B
Case
Fractal Design 1500
Internet
Adsl infostrada 20/1
Sistema Operativo
Windows 10 64bit
#1
Introduzione

TP-Link é un brand che conosciamo per router, modem, videocamere di sorveglianza e negli ultimi tempi anche dispositivi domotici. Dai primi del 2016 però immette sul mercato anche una propria gamma di smartphone, utilizzando il marchio Neffos. Oggi grazie al Community Test (ringrazio @Stefano Novelli e la redazione per l'opportunità), ho la possibilità di provare e recensire il Neffos C9A, la loro proposta entry level della nuova gamma Neffos, caratterizzata soprattutto da una garanzia che offre il servizio Zero Pensieri (attivo per 24 mesi dall'acquisto dello smartphone), una sorta di “polizza kasko” con cui è possibile richiedere un intervento completamente gratuito per coprire i danni solitamente non coperti da Garanzia Legale, come per esempio la rottura del display in seguito a caduta accidentale (dal secondo intervento in poi invece il danno sarà riparato addebitando solo i costi di spedizione e manodopera). Detto ciò, vediamo un po’ come è costruito e come si comporta.


Confezione e contenuto
Il contenuto in confezione è pressappoco il solito che troviamo nella maggior parte degli smartphone: troviamo un caricabatterie da 5V/1A (ci mette circa 2 ore e mezza per caricare la batteria da 3020mAh, sarebbe stato gradito almeno uno da 1.5A), ovviamente la manualistica, un cavo USB-micro usb e la graffetta per estrarre il carrellino delle sim. In confezione presente infine una coverina in silicone trasparente, non molto spessa ma comunque una gradita presenza. Oltre Xiaomi, non sono molti i produttori ad offrirla in confezione. Non presenti le cuffie auricolari. Una critica: la pellicola display presente in confezione è praticamente inutile, dato che non copre l’intera superficie del display.

< < < <

(Mi scuso per la qualità non eccelsa delle foto, sono state scattate da un P9 Lite, di certo non il miglior smartphone in circolazione sul piano fotografico e inoltre non sono un grandissimo fotografo purtroppo :P


Qualità costruttiva ed ergonomia
Lato costruzione, lo smartphone è realizzato quasi interamente in plastica, troviamo sul lato destro il tasto di accensione e i tasti del bilanciere del volume, lato sinistro liscio con solo lo slot per il carrellino per le sim (possiamo inserire due sim in formato nano + una MicroSD), sopra troviamo invece il Jack cuffie da 3,5mm. Sulla parte inferiore, presente una porta Micro USB 2.0 in formato standard (e non Type-C). Sul lato posteriore, presente al centro il sensore di impronte digitali (non precisissimo, sblocca 6 volte su 10 e neanche tra i più veloci) e in alto a sinistra la fotocamera da 13 megapixel + il flash led. Sul front troviamo un vetro 2,5 D che ospita un display da 5.45" in formato 18:9, presenti al centro la capsula auricolare e a lato la fotocamera frontale da 5 megapixel dotata anche di flash frontale. Grazie a ciò, lo smartphone riesce ad essere abbastanza compatto, con dimensioni pari a 146.5mm di altezza e 70,9mm di larghezza. Abbastanza contenuto anche lo spessore, che ammonta a 8mm. Lo smartphone si tiene abbastanza bene in mano, e se avete mani grandi si può riuscire anche ad usarlo con una sola mano. La plastica è di buona fattura, lo smartphone non scivola molto, ma il fatto di avere una scocca in policarbonato lucido contribuisce abbastanza a trattenere le ditate. Il Neffos C9A è disponibile infine in due colori: grigio scuro con pannello frontale nero e grigio chiaro con pannello frontale bianco.

IMG_20181009_174520.jpg
IMG_20181010_121645.jpg
IMG_20181010_121841.jpg
IMG_20181010_121916.jpg

Display

Su questo smartphone, come detto in precedenza, troviamo un display da 5.45” in 18:9 a risoluzione HD+ 1440x720 pixel, la cui tecnologia è IPS. La densità pixel ammonta a 295ppi, non elevatissima, ma i pixel non si scorgono facilmente: ho trovato piccole differenze di definizione con un Full HD solo nella fruizione di testi molto piccoli. La luminosità non è elevatissima, ma riesce a consentire una discreta visibilità sotto la luce diretta del sole. Non ci sono grosse variazioni di colore, neanche ad angoli di visione molto elevati, i neri non sono profondissimi ma assolutamente in linea con altri display della fascia di prezzo a tecnologia IPS , anzi personalmente ad alte angolazioni li ho trovati anche un pelo migliori di quelli dello smartphone che utilizzo quotidianamente, un Huawei P9 Lite (certamente non un fascia alta, ma un fascia media 2016 la cui piattaforma hardware però è superiore a quella che troviamo in questo Neffos). Un display che per la fascia di prezzo dello smartphone è più che accettabile. Il sensore di luminosità automatica è un filino pigro, ma funziona abbastanza bene regolandola abbastanza a dovere. Meno bene invece il vetro del display: non troviamo una protezione Gorilla Glass e inoltre non è per niente oleofobico, trattenendo molto facilmente le ditate

Hardware e comparto software
Questo Neffos arriva nella fascia bassa del mercato, con un prezzo di listino vicino ai 120€, e per questo è difficile attendersi un hardware particolarmente performante: infatti troviamo una cpu Mediatek MT6739WW, quad core A53, 28nm, con una frequenza di 1.5Ghz accompagnati a una gpu PowerVR GE8100 a 570Mhz, con una potenza di calcolo di quest'ultima che arriva solo a circa 25Gflops e supporta una risoluzione display fino all' HD+ (1440x720) e video encoding H234 a 30 fps. In generale abbiamo una cpu con performance simili a uno Snapdragon 425. La RAM ammonta a 2GB, mentre lato storage abbiamo 16GB di memoria interna eMMC espandibile con Micro Sd. Lo smartphone è un Dual Sim Dual Standby, ma purtroppo non ho potuto effettuare il test con due sim attive possedendo un unica sim in formato nano.
Con questo hardware miracoli non possiamo aspettarcene, e il Neffos non ne fa: lo smartphone se la cava egregiamente nell'uso quotidiano con software di messaggistica (Telegram e Whatsapp) e in una navigazione web non sfrenata, ma inizia ad avere piccoli tentennamenti quando facciamo qualcosa di più pesante. Ad esempio, ho notato alcuni lag (non esagerati ma percepibili) tenendo aperto un buon numero di applicazioni (in quel momento avevo in background telegram, il browser, l'app youtube e alcuni software di test come Androbench e Geekbench) e avviando l' aggiornamento di alcune applicazioni dal Google Play Store. Nessun problema particolare con la navigazione web, sufficientemente fluida con singola pagina (come browser ho usato Chrome), ma che ha mostrato qualche tentennamento dovuto ai limiti hardware con più di tre pagine web aperte o su siti molto pesanti impostati in modalità desktop. La home di Tom's Hardware in modalità desktop ha avuto un tempo di caricamento inferiore ai 10 secondi sotto rete WiFi Wind Infostrada (una Adsl 20/1) e la pagina si è dimostrata già abbastanza fruibile anche in fase di caricamento. Nessun problema anche in campi di testo, avendo provato a rispondere da smartphone in alcuni thread sul forum.

<

Durante l'uso un po più intenso, lo smartphone tende leggermente a scaldare sulla parte posteriore, ma nulla di terribile.

Lato rom mi sarei aspettato la rom stock Mediatek, come alcune smartphone cinesi import dotati di questa piattaforma hardware, invece qui troviamo una rom comunque realizzata con un minimo di cura. Basato su Android 8.1, esteticamente la UI è molto ispirata alle altre UI cinesi. Carine le gesture per sostituire i tasti funzione con le slide (che si rifanno un po alla Flyme di Meizu), tra le app preinstallate, oltre alle app google, troviamo anche alcune app proprietarie di TpLink: interessante l'app Kasa, collegata ai dispositivi TpLink, con cui possiamo gestire un ecosistema smart-home: possiamo ad esempio controllare le prese smart Wi-Fi di TpLink, controllare il consumo energetico (se dotate), oppure gestire le lampadine Smart WiFi di TpLink, oltre a permetterci anche di comunicare con prodotti smart home di Amazon, come Echo e Dot. Presente poi l' app Tether, per amministrare i router o range extender di TpLink direttamente da smartphone, un QR-Code, la Bussola e l'app Commenti: praticamente una sorta di guida utente, in cui troviamo risposta alle domande più comuni
Tra le app di terze parti preinstallate troviamo invece il noto lettore file OfficeSuite e Clean Master (di cui tp link, sinceramente, poteva fare a meno)

Presente nelle impostazioni l'app Cloner, funzione che ci permette di clonare due applicazioni con tanto di due account. Funzione ormai diffusa anche in altre rom.

Ui dotata anche delle gesture rapide di Oreo e altre impostazioni carine in "Gesti e Assistenza Intelligente": possibile attivare il doppio tap per riattivare il display, controlli musicali disegnando frecce per andare al brano precedente o successivo o possibilità di metterlo in pausa trascinando due dita verso il basso, effettuare uno screen scorrendo 3 dita, e attivare torcia e fotocamera con una O o una V ecc

Una scelta molto strana che ho notato é stata provando ad allegare un file sul forum da smartphone: non é possibile allegare infatti un file dal nostro file manager, ma solo dai download, una registrazione audio dal registratore oppure una foto o un video scattati/girati all' instante. Scelta di cui sinceramente non me capisco proprio i motivi

<

La tastiera preinstallata è la TouchPal, tastiera che personalmente non mi è piaciuta moltissimo sebbene sia abbastanza personalizzabile. Non mi è piaciuto particolarmente la disposizione dei tasti (soprattutto simboli come chiocciola ed Euro, bisogna fare più di passaggio per trovarli, avrei preferito fossero accessibili con meno passaggi dato che comunque sono simboli molto usati quotidianamente) oltre ad aver trovato un correttore automatico abbastanza scarno. Di tanto in tanto inoltre, mi scappava qualche spazio in più, cosa che con la GBoard che uso quotidianamente non mi è capitato

< <

Dalla schermata di blocco è possibile avviare alcune applicazioni, come la fotocamera, il registratore vocale, la calcolatrice, la torcia elettrica e il cronometro

Presente anche un sistema di riconoscimento facciale, che tuttavia è praticamente inutile: non funziona a schermo totalmente bloccato ma solo sulla schermata di blocco e inoltre non è per niente preciso: solo poche volte mi ha riconosciuto sbloccando il display

Una cosa che non mi è piaciuta molto è la visualizzazione contatti in rubrica: non è ad esempio possibile scegliere di visualizzare solo i contatti su sim in rubrica, ma al contempo verranno visualizzati assieme tutti i contatti, anche numeri di cellulare di qualche persona con cui si è deciso di condividere il proprio numero di cellulare su telegram ma non abbiamo salvato il suo numero su sim o telefono

Interessante infine la possibilità di sbloccare il bootloader dello smartphone direttamente dal menù opzioni sviluppatore


Audio

In questo smartphone, la capsula auricolare funziona anche come speaker principale di sistema: ciò va abbastanza bene in chiamata, ma non nella fruizione di contenuti multimediali. In chiamata nessun problema, si riesce a captare senza particolari problemi la conversazione e l'interlocutore, il vivavoce non è particolarmente potente ma non distorce eccessivamente la voce e non si sente il "gracchiare". Meno bene l' altoparlante di sistema nella fruizione di musica e video: il volume massimo non è elevatissimo, i bassi sono poco potenti e definiti e tende anche leggermente a gracchiare a volume massimo

Benchmark Vari
Con lo smartphone, ho eseguito anche alcuni software di benchmarking a scopo di test. I software utilizzati sono Antutu, Geekbench ed Androbench per le memorie.
Su Antutu 7.1.0 è stato rilevato un punteggio di circa 47000 punti, mentre su Geekbench 4 abbiamo un punteggio di circa 600 punti in single core e 1800 punti in multithread. Punteggi molto vicini a quelli di uno smartphone con Snapdragon 425

Ho voluto effettuare anche un test delle memorie con Androbench, con tanto di confronto col P9 Lite. Una cosa su cui ha spinto Neffos dall'introduzione della NFUI 7.0, è l'uso del Kernel F2FS al posto del solito Ext4, con lo scopo di migliorare le performance in lettura e scrittura casuale. Ciò sarà vero? A quanto pare no. Il dispositivo ha ottenuto dati in linea con le memorie del mio altro dispositivo, offrendo circa 270mb/s in lettura sequenziale e 50mb in scrittura sequenziale, con una lettura/scrittura sequenziale 4k pari a circa 8300 e 3000 IOPS rispettivamente per lettura e scrittura casuale. I valori sono in linea con quelli del P9 Lite, ma non per la lettura casuale, dove il P9 Lite ha rilevato una lettura superiore a vicina alle 12000 IOPS

imageedit_4_5194317765.png
imageedit_6_9707941312.jpg


imageedit_8_7286235578.jpg
Ma come sono questi valori in confronto ai migliori dispositivi under 120€? I risultati sono appunto buoni in confronto a dispositivi con Snapdragon 425 che troviamo in questa fascia, ma in questa fascia troviamo anche dispositivi dotati di hardware più performante: sono l'Honor 7A e il Motorola Moto G5, dotati di una soluzione octa core Snapdragon 430 a 1.3Ghz A53 28nm e dello Xiaomi Redmi 6, dotato invece della nuova cpu Mediatek Helio P22 octa core 2Ghz A53 12nm, con performance tra Snapdragon 450 e Snapdragon 625. Moto G5 che offre anche un display migliore a risoluzione Full HD, mentre il Redmi 6 è pressappoco l'unico ad offrire 32GB di rom in questa fascia.

E ovviamente, dato il miglior hardware, anche i punteggi su antutu v7 saranno superiori (la fonte dei punteggi del redmi è il sito Kimovil.com, ottimo comparatore smartphone che uso spesso per ricavare vari dati sui dispositivi, mentre quelli di Moto G5 e Honor 7A li ho ricavati tramite alcune ricerche google):

Redmi 6: 75.355
Moto G5: 55.810
Honor 7A: 58.255


Test Gaming
Oltre i normali test nell'uso quotidiano, ho voluto effettuare anche un piccolo test gaming, per vedere come si comporta anche in quest'ambito. Dai limiti hardware della gpu del soc presente nello smartphone, mi aspettavo performance per niente esaltanti, e purtroppo così è stato.

Come test, ho deciso di effettuare una piccola sessione di gaming su Asphalt Nitro (una sorta di "versione lite" di Asphalt, meno pesante e con un app di soli 35MB, rendendolo adatto quindi ai dispositivi con hardware meno performante), ma anche qui i risultati non sono stati granché: anche con dettagli grafici al minimo, ho trovato un framerate molto fluttuante e che spesso ad occhio non raggiungeva la soglia minima dei 30 FPS:
imageedit_1_4768490351.jpg

imageedit_3_5240567471.jpg
Nessun problema invece con giochi 2D, anche abbastanza complessi come Super Mario Run, che è risultato pienamente giocabile:

imageedit_7_8358632098.jpg
imageedit_9_8628304701.jpg

Fotocamera

Sul retro abbiamo una camera da 13 Megapixel con apertura focale f/2.2 e autofocus automatico. Non sono riuscito a trovare il nome preciso del sensore fotografico, ma dovrebbe essere prodotto da Omnivision. La fotocamera non è di buon livello e non garantisce scatti di grande qualità, restituendo foto senza particolari dettagli e con colori impastati. Presente l'HDR a migliorare un po la situazione, ma che tuttavia a volte tende a sfalsare un po troppo i colori:

HDR OFF
IMG_20181010_112501.jpg

IMG_20181017_140425.jpg

IMG_20181017_140640.jpg


HDR ON
IMG_20181010_112515_HDR.jpg

IMG_20181017_140547_HDR.jpg

IMG_20181017_140651_HDR.jpg

Fa meglio la fotocamera frontale, dotata anche di flash, che garantisce scatti accettabili per la fascia di prezzo e paragonabili ai migliori dispositivi della fascia under 150€. Qualità accettabile anche nelle videochiamate, ne ho effettuata una veloce di pochi minuti e la definizione era abbastanza buona, ovviamente paragonata sempre a dispositivi della medesima fascia di prezzo. Fotocamera frontale, che come quella posteriore, gira anche video in full HD. É assente però qualsiasi tipo di stabilizzazione, quindi bisogna avere mano ferma se non vogliamo che il video risulti eccessivamente mosso e quindi ben poco gradevole.

Riguardo invece i video appunto essi sono accettabili: girati fino a Full HD 30Fps, la loro qualità è abbastanza buona, peccato però che essendo la stabilizzazione totalmente assente dovremo tenere una mano piuttosto ferma se non vogliamo che il video risulti eccessivamente mosso e quindi poco godibile. L' audio catturato non è particolarmente potente, ma tutto sommato nitido di quel tanto che mi aspettavo da uno smartphone di questa fascia

I video girati son disponibili nel link Mega seguente per chi volesse visualizzarli. Son due video molto brevi di pochi secondi, il primo è una breve panoramica della mia stanza mentre il secondo è un test anche piuttosto "stupidino": riprendo uno spezzone di video da youtube. I video sono girati con illuminazione artificiale :)

https://mega.nz/#F!UVcilAoT!mXSsbwkv6fz9nwg5EoN0LA

Autonomia

Dotato di una batteria da 3020mAh, devo dire che mi ha un po deluso e ammetto che avendo lo smartphone un display a risoluzione HD e una cpu solo Quad Core mi sarei aspettato sicuramente qualcosa di più. Al 20% di batteria residua (valore cui solitamente metto in carica i miei smartphone), lo smartphone mi ha fatto circa 4 ore di schermo, suddivise in circa 20 minuti di chiamate, un ora e 10 di browser, circa 40 minuti di telegram, download di app dal playstore e l' esecuzione di vari software di benchmarking, tra cui Antutu, Geekbench, Androbench e uno Speedtest. Il test è stato effettuato con luminosità massima e senza risparmi energetici, usando rete mista 3G Wind e WiFi.
Non è certamente un uso molto attendibile nell'uso quotidiano (chi è che si mette quotidianamente ad effettuare dei bench?), ma credo che con un uso più quotidiano con luminosità automatica lo smartphone si sarebbe attestato attorno alle 5 ore di display.
Consumi che invece sono abbastanza buoni quando lo smartphone si trova in standby: l' ho lasciato acceso tutta la notte in standby col risparmio energetico avanzato attivo, e al mattino ho trovato una percentuale di batteria inferiore solo del 3%

< < < <

Aggiornamento 17/10: come previsto, con un uso più giornaliero lo smartphone al 20% di autonomia ha fatto segnare un valore di screen of display lievemente superiore alle 5 ore, suddivise in: circa un oretta e 30 di telegram, circa un ora di navigazione web, una videochiamata whatsapp di circa 10 minuti, una conversazione velocissima di un paio di minuti, ascoltato qualche canzone su sportify (non molte, 4-5) e l'installazione dei due giochi Super Mario Run ed Asphalt Nitro con sessione di gaming complessiva di circa 15 minuti. Il test è stato effettuato con la luminosità display impostata su automatica e con connessione mista WiFi/H+/4G (60% del tempo WiFi, 40% del tempo connessione dati)
 

Jarren

UTENTE LEGGENDARIO
15,766
6,942
Hardware Utente
CPU
i5 3570
Dissipatore
Arctic Freezer 33
Scheda Madre
Asrock H61M-S
Hard Disk
Western Digital Green 500GB + Maxtor 320GB + 850 Evo 256GB
RAM
Corsair Vengeance 8GB DDR3 1600Mhz C9
Scheda Video
VTX3d R9 280
Scheda Audio
integrata nella mobo
Monitor
Samsung LS22SF350
Alimentatore
Evga 500B
Case
Fractal Design 1500
Internet
Adsl infostrada 20/1
Sistema Operativo
Windows 10 64bit
#2
Ricezione, GPS e Bluetooth
Essendo Tp-Link un azienda nota appunto per modem e router, avrei voluto effettuare test più approfonditi riguardo la ricezione, provando anche con vari operatori, ma la mancanza in casa di sim di operatori diversi da Wind non mi ha permesso di effettuare molti test.

Tuttavia, sono riuscito a fare un test velocissimo con Netmonitor, un applicazione che sfrutta il GPS e la Geolocalizzazione che permette di visualizzare informazioni sulle cellule vicine e anche di definire la potenza del segnale di quest'ultime.

Il test è stato effettuato con i due smartphone affiancati, entrambi con medesimo operatore e entrambi su rete 4G, lasciando andare Netmonitor per una decina di minuti. La zona purtroppo non è neanche il massimo come ricezione, tuttavia ho riscontrato valori di Rx Level (ossia la potenza espressa in dBm di segnale ricevuto dalla BTS, più il valore è basso migliore è la ricezione) leggermente migliori sul mio altro dispositivo, il P9 Lite:

Neffos C9A
<

Huawei P9 Lite
<
Riguardo la ricezione del WiFi nell'uso quotidiano invece direi che la ricezione WiFi è buona, in linea con altri smartphone di questa fascia di prezzo. Sotto rete Wind, ho riscontrato un segnale praticamente identico a quello riscontrato sul P9 Lite che utilizzo quotidianamente nelle medesime zone, riuscendo ad agganciare senza particolari problemi la linea del mio modem anche al primo piano del mio condominio (abito al terzo piano) e sotto speedtest ha agganciato tutti i 20/1 Mega della mia ADSL offrendo un ping in linea con la mia connessione desktop
<

Abbastanza bene anche il GPS, abbastanza veloce ad agganciare e senza strane perdite di segnale con Maps. Nessun problema anche col Bluetooth durante il trasferimento dati, bluetooth qui in versione 4.2

Non è presente purtroppo l' NFC


Valori SAR
Sebbene non si conoscono ancora l'effettiva potenzialità dei danni dovuti dalle emissioni elettromagnetiche sul corpo umano, alcuni test hanno dimostrato come una esposizione continua a lungo andare possa provocare la formazione di cellule tumorali. I valori di SAR EU dello smartphone (ossia la misura della percentuale di energia elettromagnetica assorbita dal corpo umano quando esso viene esposto all'azione di un campo elettromagnetico, qui per approfondimenti) dichiarati per questo dispositivo sono di 0.326 W/Kg per la testa e di 0.855 W/Kg per il corpo, valori non eccessivamente elevati e perfettamente dentro i limiti europei di 2W/Kg (più bassi per USA, circa 1.6W/KG).

Valori più bassi anche dei diretti rivali sulla fascia di prezzo: il Moto G5 ha fatto segnare nei test un valore di 0.618W/Kg per la testa e 1.34W/Kg per il corpo, mentre il Redmi 6 di 0.55W/Kg per la testa e di 1.417W/Kg per il corpo.

neffos sar.png

-
moto g5 sar.png

-
redmi 6 sar.png

Pensiero finale
Il Neffos C9A ha un prezzo ufficiale di listino di 120€, come detto più volte. Lo consiglierei? Sul piano hardware, sicuramente no: ormai la potenza degli smartphone si è alzata anche in quella fascia, e c'è più di uno smartphone anche di brand più noti della stessa Neffos dotati di hardware superiore a prezzi anche leggermente inferiori (questo prendendo in considerazione i prezzi amazon nel momento in cui ho scritto la recensione), come i già citati prima Xiaomi Redmi 6, Honor 7A e Motorola Moto G5, che sono dotati anche di materiali migliori grazie alla scocca posteriore in metallo. Software però che comunque è stato curato abbastanza bene, aggiornato e con patch di sicurezza e implementazioni abbastanza recenti, il display non sfigurerebbe fino ai 150€ e i valori di SAR sono più bassi dei diretti concorrenti (forse la costruzione in policarbonato contribuisce su quest'aspetto). Smartphone che non va malissimo come detto, ma che sicuramente può diventare più appetibile quando calerà attorno ai 95€, sebbene non è affatto esente da difetti che fanno storcere il naso anche su dispositivi di questa fascia, due su tutti il comparto audio non particolarmente esaltante e un sensore di impronte poco preciso. La fotocamera infine non è di gran livello, con colori troppo pastosi e un flash che spesso tende ad illuminare un po troppo la scena, ma considerato il prezzo salvo miracoli non potevamo aspettarci nulla di diverso.

Per cosa lo consiglierei? Soprattutto per la garanzia! Grazie al servizio Zero Pensieri, come detto in apertura, è possibile richiedere un intervento totalmente gratuito per la riparazione di danni accidentali come la rottura del display (mentre dal secondo intervento in poi verranno addebitati solo i costi di spedizione e manodopera) rendendo questo smartphone un dispositivo adatto alle persone ben poco attente alla cura dello smartphone, oppure come primo smartphone poco costoso da affidare a un bambino.

Possibile anche effettuare un upgrade alla garanzia Zero Attese con 39€, con cui avremo minori tempi di attese, backup dei dati presenti sullo smartphone prima della riparazione e anche un dispositivo sostitutivo da usare durante la riparazione.

Per maggiori dettagli, vi rimando al sito ufficiale di Tp Link-Neffos e al video Youtube realizzato dal canale di Tom's Hardware sull'argomento:

 
Mi Piace: Onafets26

Entra