DOMANDA Come Utilizzare Al Meglio Un Supporto Di Archiviazione Esterno

FabSa

Nuovo Utente
11
2
Ciao a tutti.

Dunque, ho cercato un po sul forum e sul web in generale con scarsi risultati, il che mi sembra strano perchè non penso andrò a trattare un argomento mai considerato.

Mi è arrivato da poco un TOSHIBA Canvio Basic 2TB e volevo sapere come utilizzarlo al meglio.
Ora, io quando l'ho acquistato avevo già in mente come avrei voluto usarlo ma:
1) Non ho le conoscenze per mettere in pratica quanto vorrei fare
2) Sono sempre ben disposto verso suggerimenti soprattutto da chi ha più esperienza di me.

Dunque, il mio pensiero era questo: ho acquistato l'hard disk esterno perché il mio notebook ormai è sazio di byte e dunque volevo alleggerirlo un po; e quello che mi è venuto in mente era una cosa come svuotare completamente l'HD dai dati di lavoro e personali che archivierei sull'unità esterna e dedicare quella interna solo ed esclusivamente al sistema (che a questo punto ripristinerei e magari gli metterei anche un dual boot W10/Linux) e all'installazione dei software che utilizzo.
Inoltre mi piacerebbe che ogni volta che collego l'unità esterna al notebook, essa importasse in maniera automatica i file utente che posso aver creato sul NB (download, immagini, musica, documenti, tutto..) in modo da mantenere sempre vuoto da dati l'HD interno.

Potreste aiutarmi a realizzare questa mia idea? Spero di essermi spiegato bene! Grazie!
 

EasyMan QV

Azienda Verificata
7,864
5,299
Ciao a tutti.

Dunque, ho cercato un po sul forum e sul web in generale con scarsi risultati, il che mi sembra strano perchè non penso andrò a trattare un argomento mai considerato.

Mi è arrivato da poco un TOSHIBA Canvio Basic 2TB e volevo sapere come utilizzarlo al meglio.
Ora, io quando l'ho acquistato avevo già in mente come avrei voluto usarlo ma:
1) Non ho le conoscenze per mettere in pratica quanto vorrei fare
2) Sono sempre ben disposto verso suggerimenti soprattutto da chi ha più esperienza di me.

Dunque, il mio pensiero era questo: ho acquistato l'hard disk esterno perché il mio notebook ormai è sazio di byte e dunque volevo alleggerirlo un po; e quello che mi è venuto in mente era una cosa come svuotare completamente l'HD dai dati di lavoro e personali che archivierei sull'unità esterna e dedicare quella interna solo ed esclusivamente al sistema (che a questo punto ripristinerei e magari gli metterei anche un dual boot W10/Linux) e all'installazione dei software che utilizzo.
Inoltre mi piacerebbe che ogni volta che collego l'unità esterna al notebook, essa importasse in maniera automatica i file utente che posso aver creato sul NB (download, immagini, musica, documenti, tutto..) in modo da mantenere sempre vuoto da dati l'HD interno.

Potreste aiutarmi a realizzare questa mia idea? Spero di essermi spiegato bene! Grazie!
allora, si può fare in modo che vengano trasferiti automaticamente i file da PC a HDD, ovviamente bisogna dare dei "parametri"
Si può fare con determinati programmi di backup (mi sfugge il nome :cav:) e si può impostare l'ora del backup, le cartelle da prendere, le varie destinazioni...
 

FabSa

Nuovo Utente
11
2
Ciao EasyMan,

dunque, per quanto riguarda la manutenzione e l'organizzazione interna (cartelle, sottocartelle, etc) del HDD ho trovato una guida molto ben fatta che descriveva un metodo per tenere in ordine i file su HDD, ed è anche molto affine al mio modo che già uso sul notebook, quindi penso utilizzero appunto quel metodo.

Per quanto riguarda l'archiviazione automatica su unità esterna, visto che hai utilizzato il termine 'backup', non vorrei confondere ciò a cui ti riferisci: io intendo un trasferimento dei dati su unità esterna come se si facesse un copia/incolla diciamo di tutto ciò che è diverso da un certo istante (es: imposto come 'istante_1' il momento successivo al ripristino a W10, quindi PC pulito, senza cose superflue.. poi per esempio utilizzo il PC per creare un documento e scaricare le foto dal telefono e quando attacco l'HDD esterno, viene fatto un confronto tra istante_1 e istante_attuale, e tutto ciò che sul PC è diverso rispetto a istante_1 viene trasferito su HDD ext).

Quando tu invece dici backup, ti riferisci al processo di backup (e quindi -se non erro- mi trovo sull'HDD un unico file di backup con tutto ma inutilizzabile finché non ripristinato) ?

Grazie.
 

EasyMan QV

Azienda Verificata
7,864
5,299
Ciao EasyMan,

dunque, per quanto riguarda la manutenzione e l'organizzazione interna (cartelle, sottocartelle, etc) del HDD ho trovato una guida molto ben fatta che descriveva un metodo per tenere in ordine i file su HDD, ed è anche molto affine al mio modo che già uso sul notebook, quindi penso utilizzero appunto quel metodo.

Per quanto riguarda l'archiviazione automatica su unità esterna, visto che hai utilizzato il termine 'backup', non vorrei confondere ciò a cui ti riferisci: io intendo un trasferimento dei dati su unità esterna come se si facesse un copia/incolla diciamo di tutto ciò che è diverso da un certo istante (es: imposto come 'istante_1' il momento successivo al ripristino a W10, quindi PC pulito, senza cose superflue.. poi per esempio utilizzo il PC per creare un documento e scaricare le foto dal telefono e quando attacco l'HDD esterno, viene fatto un confronto tra istante_1 e istante_attuale, e tutto ciò che sul PC è diverso rispetto a istante_1 viene trasferito su HDD ext).

Quando tu invece dici backup, ti riferisci al processo di backup (e quindi -se non erro- mi trovo sull'HDD un unico file di backup con tutto ma inutilizzabile finché non ripristinato) ?

Grazie.
si esatto, esistono programmi di "backup" se così si può definire, che fanno il classico copia incolla.
Non ricordo il nome - ne utilizzavo uno in particolare e mi ci trovavo molto bene - se mi si accende la lampadina te lo dico
 
  • Like
Reactions: FabSa

FabSa

Nuovo Utente
11
2
Per quanto riguarda invece il partizionamento dell'HDD da 2TB, cosa mi consigliate di fare?
Ho letto un articolo/discussione -non ricordo dove- in cui dicevano di creare una partizione per ogni categoria di file (il che mi sembra abbastanza difficile in quanto dovrei stimare quanto penso possano occupare le foto, i video etc..), o forse di partizionare in 2 l'HDD e salvare una doppia copia dei file..

In ogni caso, come è meglio partizionare l'HDD?
Grazie
 

EasyMan QV

Azienda Verificata
7,864
5,299
Per quanto riguarda invece il partizionamento dell'HDD da 2TB, cosa mi consigliate di fare?
Ho letto un articolo/discussione -non ricordo dove- in cui dicevano di creare una partizione per ogni categoria di file (il che mi sembra abbastanza difficile in quanto dovrei stimare quanto penso possano occupare le foto, i video etc..), o forse di partizionare in 2 l'HDD e salvare una doppia copia dei file..

In ogni caso, come è meglio partizionare l'HDD?
Grazie
mmm,
nono, cioè tutte quelle partizioni non le ritengo utili sinceramente. Organizza bene le cartelle e basta.
Una cosa che ti posso consigliare è, nell'HDD interno, di creare una partizioni dedicata al Sistema operativo e ai programmi.
Poi quella, con un programma per Backup (tipo acronis, non quello di cui non ricordo il nome) fai una copia dell'immagine sull'HDD esterno.
Così, nel caso il PC si impesti di virus o succeda qualcos'altro che ti riporti a formattare, ripristini in mezz'ora l'immagine del sistema e hai Windows di quando avevi fatto l'immagine (quindi non reinstalli da zero).
Questa è una cosa comoda
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: Sei vaccinato? [sondaggio anonimo]

  • Primo ciclo vaccinale completo (1-2 dosi)

    Voti: 444 78.4%
  • Fatta 1a dose, in attesa della 2a

    Voti: 20 3.5%
  • Sono prenotato per la 1a dose

    Voti: 13 2.3%
  • Non so se vaccinarmi

    Voti: 16 2.8%
  • Non ho intenzione di vacciarmi

    Voti: 59 10.4%
  • Fatta anche la terza dose

    Voti: 14 2.5%