Come galleggiare sull'acqua?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

AlexZampa53

Nuovo Utente
3
2
Hardware Utente
CPU
INTEL
Scheda Madre
GIGABYTE
RAM
16
Scheda Video
NVIDIA GTX1050ti
Monitor
ASUS
Sistema Operativo
Windows 10
Premetto che se dite bisogna rilassarli, vi posso già smentire perchè quando entro in acqua sono rilassatissimo a parte il cambio di temperatura dell'acqua che mi fa venire i brividi, l'unica cosa che mi fa venire l'ansia e quando ho la sensazione di sprofondare e di annegare. Come faccio a galleggiare sull'acqua di mare?

Vorrei almeno cominciare a imparare a galleggiare visto che sono al mare senza istruttore però.
 

Andretti60

Utente Èlite
3,262
2,145
Hardware Utente
Riempi i polmoni di aria, quello e' il tuo problema, quando si e' ansiosi si tende a trattanere il respiro, quindi i polmoni si "sgonfiano" e si perde la capacita' di galleggiare in quanto la densita' corporea aumenta. Abituati a prendere grossi respiri, gonfiando bene i polmoni. Fallo quando sei a terra, e noterai che quando respiriamo normalmente il nostro torace non aumenta tanto di volume. Gonfialo il piu' possibile e abituati a tenerlo espanso. Respirare bene (respiri lunghi e profondi) aiuta anche a combattere l'ansia, in quanto il corpo manda segnale elettrici al cervello rassicurandolo che non c'e' nulla da allarmarsi.

Tieni comunque presente che il corpo umano galleggia solo in parte, pochissime persone hanno gambe con una densita' abbastanza bassa da permetterle di galleggiare, quando io faccio "il morto" (ossia giacere immobile con la shiena rivolta verso il basso, braccia e gambe allargate) dopo un po' le mie gambe sprofondano. Le persone che galleggiano meglio sono quelle con ossa piccole e tanto grasso sotto la pelle.
 

AlexZampa53

Nuovo Utente
3
2
Hardware Utente
CPU
INTEL
Scheda Madre
GIGABYTE
RAM
16
Scheda Video
NVIDIA GTX1050ti
Monitor
ASUS
Sistema Operativo
Windows 10
Sono un flautista so come respirare, sono abituato sia a respirare con i polmoni sia a respirare con il diaframma, e li gonfio i polmoni o non avrei abbastanza fiato a fare 5 battute in un solo fiato e poi la gestione dell ansia non è una novità io ho già gestito degli episodi sotto ansia, la problematica sta quando sono sull'acqua ed ho paura di sprofondare e anche di morire.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

Robertob89

Moderatore
Staff Forum
2,743
1,509
Hardware Utente
CPU
Ryzen 5 2600X OC @4.2ghz
Dissipatore
Custom Loop: wb cpu e gpu EK+HL gts 360/240
Scheda Madre
Asus Prime X470 Pro
Hard Disk
Samsung 960 Evo + Samsung 850 Evo
RAM
G skill Trident 3200mhz CL16
Scheda Video
Evga 1080TI Sc Black Gaming OC
Monitor
Acer Predator 27" 144hz 1440p IPS
Alimentatore
Evga 650W SuperNova G2
Case
Cooler Master H500M
Sistema Operativo
Win 10 Pro 64 bit
Direi che un bravo psicologo/psicoterapeuta che conosca bene la terapia cognitivo-comportamentale possa fare al caso tuo.
Ho sofferto di attacchi di panico per diversi anni e ne sono uscito fuori (non tramite la CBT ma qualcosa di molto simile). :ok:
 

ince

Utente Attivo
404
225
Hardware Utente
fai una prova dove l'acqua ti arriva al petto,tieni i polmoni mezzo pieni invece che vuotarli del tutto e il naso all'insù,rimani in verticale e prova a piegare le gambe ...se rimani calmo vedrai che anche in verticale e immobile(mi raccomando prova dove tocchi) il naso rimane sempre fuori dall'acqua,dopo che hai imparato a rimanere così imparare a muovere mani e piedi per "aiutarti"il passo è breve e ti accorgerai che serve veramente poco a tenerti a galla,naturalmente questo vale per il mare calmo,col mare mosso bisogna saper nuotare.
ti racconto un aneddoto mio da piccolo(avevo paura dell'acqua alta),5/7 anni:babbo si tocca dove sei tu?risposta: si si vieni...nuoto per quello che sapevo fare...arrivo da lui,cerco la sabbia:paurafap:...niente sabbia,lui che ride e si allontana:pazzo:...il giorno ho dovuto imparare a nuotare;ora che so nuotare è divertente da raccontare ma ti lascio immaginare il panico del giorno:blush:
 
  • Mi piace
Reactions: ppeppe

AlexZampa53

Nuovo Utente
3
2
Hardware Utente
CPU
INTEL
Scheda Madre
GIGABYTE
RAM
16
Scheda Video
NVIDIA GTX1050ti
Monitor
ASUS
Sistema Operativo
Windows 10
Allora, adesso sono sotto l'ombrellone dopo che mi sono lavato dall'acqua salata del mare. Quando stavo a fare il bagno vedevo bandiera rossa con un mare calmissimo, infatti dopo "Ammainare la bandiera rossa e issare la bandiera bianca". Ho fatto delle prove a galleggiare prima restando a galoppo quindi ginocchia alzate, il problema è che le devo alzare io quindi non mi rilasso con i muscoli, ho provato andare più avanti e mi viene ancora quella sensazione di sprofondare / di morire e poi comincio a dare di matto con le mani e con i piedi. Qualche altro consiglio?

Aggiungo che le respirazioni sono calme fino a quando arriva quella sensazione, l'unica cosa è che ho l'addome ritirato. Come se facessi vaccum con.
 

AlexZampa53

Nuovo Utente
3
2
Hardware Utente
CPU
INTEL
Scheda Madre
GIGABYTE
RAM
16
Scheda Video
NVIDIA GTX1050ti
Monitor
ASUS
Sistema Operativo
Windows 10
A parte che stamattina mentre facendo il bagno c'era un bambino con la sua mamma e il bambino faceva il morto a menadito stavo quasi per piangere perchè ha 21 anni non so ancora come galleggiare e come nuotare.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

Andretti60

Utente Èlite
3,262
2,145
Hardware Utente
Se stai fermo vai a fondo. Devi muoverti, lentamente e costantemente, sia braccia che gambe. Muovi le gambe come se camminassi o come se andassi in bicicletta. Muove le braccia in movimenti rotatori, tenendo le mani verticali quando vanno su e tendendole orizzontale quando vanno in giù, spingendo l'acqua verso il basso. Tieni la bocca chiusa perché è perfettamente normale che finisce sotto l'acqua.
Questo articolo è in inglese, ma i video sono esplicativi.
Post automaticamente unito:

Lascia stare i bambini, hanno una densità corporea bassissima avendo pochi muscoli e tanto grasso, quando cadono per terra rimbalzano (non scherzo)
Post automaticamente unito:

La paura di affogare è normale, quando non si sa nuotare appena l'acqua ci bagna il viso la parte del cervello dedicata alla sopravvivenza prende il sopravvento e comincia a “urlare”. Occorre imparare a sopprimere quel pensiero. Vai in acqua fino a quando ti arriva al petto. Prendi un bel respiro, piega le gambe e rimanendo con la testa verticale lasciala andare sotto per pochi secondi, a occhi chiusi. Tirala su, rilassati, prendi un bel respiro, vai sotto nuovamente. Ripetilo finché piano piano il cervello si rende conto che sei sotto controllo della situazione. Prova adesso a tenere gli occhi aperti, la prima volta andrai nuovamente in panico, ripetilo. Muoviti dove l'acqua è più bassa. L'ideale sarebbe una piscina per bambini dove lo puoi fare seduto sul fondo.
Ma qualunque cosa fai NON ESSERE MAI DA SOLO. Affogare è facilissimo anche in un metro d'acqua. Ti puoi allenare anche in casa, riempi il lavello di acqua e buttaci la faccia.
PS ero un nuotatore agonistico, insegnavo a nuotare ai bambini, con loro era facilissimo perché lo facevo diventare un gioco. Eppure anche a loro quando erano presi dal panico ti si avvinghiano al corpo come se avessero dieci braccia e dieci gambe.

Ripeto: affogare è facile. Mai provare da solo, specie in mare.
 
Ultima modifica:

NT.Wardenclyffe

Utente Attivo
331
342
Hardware Utente
CPU
ryzen 5 2600
Dissipatore
b quiet! pure rock slim
Scheda Madre
b450 aorus m
Hard Disk
ssd kinston 240 gb / hdd seagate barracuda 1tb + 500gb wd (bkps) / 500gb wd esterno
RAM
vengeance lcx xmp (8x2) 3000mhz
Scheda Video
rx 580 nitro (4gb)
Scheda Audio
integrata
Alimentatore
cx650m (cavi fissi)
Case
matrexx 55
Internet
(Sfortunatamente per la mia località > Scrauso)
Sistema Operativo
manjaro xfce (Kernel - linux419) - archlinux_x64 DE xfce 4.12 / kde plasma 5.16
Fai così, mettiti vicino la battigia dove c'è l'acqua bassa (circa 40/50cm di profondità), siediti in acqua con le spalle verso il mare, stendi completamente le gambe in acqua e inizia a fare dei lunghi respiri quando sei pronto e te la senti, metti le braccia lungo i finachi e poggia le mani sul fondo, portali leggermente in dietro (sempre tenendo i palmi delle mani sul fondo), vai piano piano con la schiena in dietro fino a quando l'acqua non ti arriverà tra spalle e collo, facendo dei lunghi respiri alza il sedere e togli le braccia (ovviamente non di colpo) sempre respirando (tenta di rimanere il più calmo possibile altrimenti andrai a fondo).

Immagina me, che figura di mer* ho fatto con la mia compagna, quando ho visto che sapeva nuotare a stile libero e sapeva fare la vertiquale sotto l'acqua, ed io solamente a galleggiare tipo morto e muovermi con i piedi e piccoli movimenti delle braccia (Comunque sia, è una sensazione fantastica).
 
Ultima modifica:

dave91

Utente Attivo
509
125
Hardware Utente
Seguo!

Di mio aggiungo che la paura dell'acqua e dell'affondare mi è passata decidendo di mettere la testa sott'acqua.
Non so ancora nuotare, ma dove tocco mi immergo e provo a usare le gambe ed espiro lentamente cercando di imparare il ciclo della respirazione. Penso sia la cosa più importante da imparare dopo il galleggiamento.
 
  • Mi piace
Reactions: Mursey

AlexZampa53

Nuovo Utente
3
2
Hardware Utente
CPU
INTEL
Scheda Madre
GIGABYTE
RAM
16
Scheda Video
NVIDIA GTX1050ti
Monitor
ASUS
Sistema Operativo
Windows 10
Ma come fate a mettere la testa sott'acqua, non sentite niente, non vedete niente, non potete aprire la bocca, non potete respire... Cioè quando sprofondo e come se i miei sensi non ci siano e quindi c'è la sensazione di morire...

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

corazon_an

Utente Èlite
3,636
1,446
Hardware Utente
CPU
Intel i7 6700k @4.4
Dissipatore
be quiet! Dark Rock PRO 3
Scheda Madre
Asrock z170 extreme 4
Hard Disk
WD blu 1TB + ssd samsung 850 evo 250gb
RAM
2x8 gb corsair vengeance 3000mhz
Scheda Video
EVGA GTX 1080Ti SC2
Monitor
DELL 24" 1440p S2417DG
Alimentatore
corsair rm650x
Case
anidees AI Crystal
Periferiche
Logitech G413 + Mionix Castor
Il tuo problema è la paura, se non superi quella non potrai mai galleggiare
Post automaticamente unito:

Ma come fate a mettere la testa sott'acqua, non sentite niente, non vedete niente, non potete aprire la bocca, non potete respire... Cioè quando sprofondo e come se i miei sensi non ci siano e quindi c'è la sensazione di morire...

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
sai com'è in teoria non siamo nati per stare sott'acqua
Post automaticamente unito:

Fai così, mettiti vicino la battigia dove c'è l'acqua bassa (circa 40/50cm di profondità), siediti in acqua con le spalle verso il mare, stendi completamente le gambe in acqua e inizia a fare dei lunghi respiri quando sei pronto e te la senti, metti le braccia lungo i finachi e poggia le mani sul fondo, portali leggermente in dietro (sempre tenendo i palmi delle mani sul fondo), vai piano piano con la schiena in dietro fino a quando l'acqua non ti arriverà tra spalle e collo, facendo dei lunghi respiri alza il sedere e togli le braccia (ovviamente non di colpo) sempre respirando (tenta di rimanere il più calmo possibile altrimenti andrai a fondo).

Immagina me, che figura di mer* ho fatto con la mia compagna, quando ho visto che sapeva nuotare a stile libero e sapeva fare la vertiquale sotto l'acqua, ed io solamente a galleggiare tipo morto e muovermi con i piedi e piccoli movimenti delle braccia (Comunque sia, è una sensazione fantastica).
Io una volta mi sono addormentato facendo il morto a galla e fortunatamente mi svegliò un onda quando ero a una 50ina di metri dalla riva.

Da quel giorno sto sempre vigile :asd:
 
Ultima modifica:
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Entra

oppure Accedi utilizzando