DOMANDA Cambio gestore - Wholesale e Ull: a Telecom la priorità?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Wantoast

Nuovo Utente
7
0
Salve a tutti.
Considerando gli scarsi risultati ottenuti dall'attuale connessione Infostrada - in wholesale - (avevo anche aperto un thread a riguardo, lo segnalo nello spoiler sotto nel caso serva per qualche dato), sto valutando la possibilità di cambiare gestore per l'ADSL.


Ora, prima di decidere quale contratto sottoscrivere, vorrei qualche chiarimento riguardo ai parametri wholesale e ull:

Da quanto ho letto in rete (non esitate a correggere) nel primo caso l'intera struttura è di proprietà di Telecom, alla quale il gestore paga per usufruirne. Di conseguenza qualsiasi problema, per quanto il Fastweb di turno possa incentivare, è legato a Telecom, che ovviamente dà la precedenza alle sue sottoscrizioni.
Ma cosa più importante: wholesale darebbe origine alla famosa "saturazione di rete" (che alla fine è il mio problema). Ed è questo che non mi è chiaro. Qual è la causa? Io suppongo sia perché, essendo tutto canalizzato su Telecom, arriva ad esserci sovraffollamento nelle centrali.

Per quanto riguarda ull, invece, il gestore affitta solamente il doppino per poi collegarsi ad una centrale propria. Ciò garantirebbe maggiore assistenza e stabilità. Insomma, conviene sicuramente. Quello che sto facendo è quindi verificare per ogni gestore se qualcuno copra in ull la mia zona (anche se ormai mi sembra improbabile, rimanendo praticamente solo Vodafone e Tiscali).

A questo punto la soluzione più convincente, salvo scoperte dell'ultimo minuto, sarebbe quella di passare a Telecom. A parte le recensioni utenti che non mi sono sembrate molto positive (la vostra opinione?) la mia domanda è: cosa mi garantisce che con essa la connessione sia differente da quella che uso attualmente? E con differente intendo che non si disconnetta ogni quarto d'ora e che abbia valori nella norma. Voglio dire: sicuramente i due parametri citati sopra non varranno più, ma se c'è sovraffollamento il sovraffollamento rimane, no?

Un'altra cosa: non penso che sia wholesole, di suo, indicatore di scarsa qualità, quanto più i problemi che possono derivare da una connessione del genere. Quindi: c'è un modo per verificare, nel caso decida di optare comunque per un contratto in wholesale, se si riscontreranno problemi? Se già ne ho ora è probabile averne con qualsiasi altro gestore non ull?

Grazie in anticipo!
 
Ultima modifica:

Andrea786

Utente Èlite
9,104
1,430
CPU
Intel(R) Core(TM) i5-3470 CPU @ 3.20GHz
Scheda Madre
FUJITSU D3171-A1
HDD
250GB
RAM
12GB
GPU
GeForce GT730
Monitor
LG W2243 (1920x1080@59Hz)
PSU
200W
Case
FUJITSU
Net
FTTC Absolute Fibra 100
OS
WINDOWS 10 Professional
Non è cosi , gli operatori quando sono in wholesale affittano le dslam e la rete da Telecom però devono ampliare la stessa a man mano che gli utenti aumentano ( e questo non lo fanno mai per risparmiare generando il famoso effetto saturazione ) , per quello che riguarda ULL invece è un altra cosa perché vuol dire che in quelle centrali coperte da ULL quei operatori hanno le loro dslam riservate e di proprietà con la propria rete Gbe , poi ovviamente devono affittare da Telecom l ultimo miglio di doppino .. Se io dovessi decidere di passare da un operatore come Telecom ad un altro lo farei solo se in ULL e dopo essermi accertato che sulla linea non ci fossero problemi perché sono problemi poi per farla sistemare perché comunque devono sempre passare da Telecom per intervenire sul doppino ..

Per sapere che connessione potrai trovarti con Telecom devi postare i valori di snr e attenuazione della tua linea
 

iperbole

Utente Attivo
986
209
Da quanto ho letto in rete (non esitate a correggere) nel primo caso l'intera struttura è di proprietà di Telecom, alla quale il gestore paga per usufruirne.

Intera struttura = rete di distribuzione e rete di trasporto, fino al punto di consegna, dopodiché è rete dell'OLO.

Di conseguenza qualsiasi problema, per quanto il Fastweb di turno possa incentivare, è legato a Telecom, che ovviamente dà la precedenza alle sue sottoscrizioni.

Inferenza del tutto arbitraria.

wholesale darebbe origine alla famosa "saturazione di rete"

Il condizionale è proprio d'obbligo, in quanto non è un nesso causa/effetto categorico, per quanto statisticamente parlando frequente.

Io suppongo sia perché, essendo tutto canalizzato su Telecom, arriva ad esserci sovraffollamento nelle centrali.

Il "sovraffollamento" a livello centrale è dovuto al sottodimensionamento delle infrastrutture, indipendentemente dal fatto che vengano condivise.

In questa sede ricordiamo, però, che nello specifico delle linee wholesale spesso incide un "sovraffollamento" di altra natura, a livello di punto di consegna, in quanto molti OLO acquistano da Telecom lotti di banda sottodimensionati rispetto alle linee ivi attivate.

La prima casistica, comunque, negli ultimi anni sta migliorando grazie alla crescente presenza di nuovi apparati in centrale; la seconda casistica temo invece si ripresenterà cronicamente anche sui recenti kit di consegna ethernet, per il medesimo motivo...sottodimensionati lotti di banda acquistata (benché almeno in questa prima fase di utilizzo dei nuovi kit le linee ivi instradate siano giocoforza in numero ridotto, pertanto non si accuserà al problematica).

il gestore affitta solamente il doppino per poi collegarsi ad una centrale propria.

Corretto, tranne il fatto che non si collega ad una centrale propria, bensì ad apparati propri, co-locati nella medesima centrale Telecomitalia.

Ciò garantirebbe maggiore assistenza e stabilità. Insomma, conviene sicuramente.

Anche qui rientriamo nel campo delle inferenze del tutto arbitrarie, o comunque fondate su una casistica troppo frammentata e ridotta per risultare significativa.

L'assistenza sulla distribuzione, che rimane la medesima, dipende comunque da Telecomitalia o ditte in subappalto, così come di conseguenza la stabilità e qualità del doppino.

Piuttosto possiamo dire che a parità di assistenza sulla distribuzione e stato del doppino, può cambiare sostanziosamente (e generalmente cambia...) la qualità della connettività tra una linea WS su rete ATM ed una ULL su rete proprietaria (full IP un po' per tutti gli OLO).

cosa mi garantisce che con essa la connessione sia differente da quella che uso attualmente? E con differente intendo che non si disconnetta ogni quarto d'ora e che abbia valori nella norma.

Oramai avrai capito che lo stato del doppino fisico NON dipende dall'operatore, ma SEGUE l'operatore...quindi i problemi di ordine fisico vanno risolti indipendentemente. In questo senso si potrebbe pensare, come poi tu hai (legittimamente, sia chiaro) vagheggiato, che come cliente Telecomitalia diretto gli interventi di assistenza sulla linea possano essere magari più rapidi/efficaci...beh...non è (ahimé?) così scontato.

se c'è sovraffollamento il sovraffollamento rimane, no?

Il "sovraffollamento" a livello in centrale (che quindi interessa TUTTE le linee, TI ed OLO WS, ribadiamolo), in realtà inizia ad essere sempre più raro, grazie al ribaltamento di circuiti sui vari DSLAM IP (molto meno sottodimensionati) via via affiancati a quelli ATM

non penso che sia wholesole, di suo, indicatore di scarsa qualità

Esatto...che poi statisticamente rischino di essere le linee con connettività peggiore, beh in particolare per alcuni OLO è quasi verità.

c'è un modo per verificare, nel caso decida di optare comunque per un contratto in wholesale, se si riscontreranno problemi?Se già ne ho ora è probabile averne con qualsiasi altro gestore non ull?

In entrambi i casi vale quanto già accennato: se ora hai problemi di natura fisica, quelli rimangono con qualsiasi operatore, fino a che non vengono risolti. In più in modalità WS c'è la probabilità (più con alcuni OLO che con altri, e comunque meno rispetto al passato) di avere problemi logici, leggasi banda scarsa/ballerina...ed in questo caso ti può un minimo aiutare soltanto confrontari con altri clienti già attivi nella tua centrale.
 
Ultima modifica:

Wantoast

Nuovo Utente
7
0
Ci ho messo un po' a rispondere, comunque:
Non è cosi , gli operatori quando sono in wholesale affittano le dslam e la rete da Telecom però devono ampliare la stessa a man mano che gli utenti aumentano ( e questo non lo fanno mai per risparmiare generando il famoso effetto saturazione ) , per quello che riguarda ULL invece è un altra cosa perché vuol dire che in quelle centrali coperte da ULL quei operatori hanno le loro dslam riservate e di proprietà con la propria rete Gbe , poi ovviamente devono affittare da Telecom l ultimo miglio di doppino .. Se io dovessi decidere di passare da un operatore come Telecom ad un altro lo farei solo se in ULL e dopo essermi accertato che sulla linea non ci fossero problemi perché sono problemi poi per farla sistemare perché comunque devono sempre passare da Telecom per intervenire sul doppino ..

Per sapere che connessione potrai trovarti con Telecom devi postare i valori di snr e attenuazione della tua linea
Intera struttura = rete di distribuzione e rete di trasporto, fino al punto di consegna, dopodiché è rete dell'OLO.



Inferenza del tutto arbitraria.



Il condizionale è proprio d'obbligo, in quanto non è un nesso causa/effetto categorico, per quanto statisticamente parlando frequente.



Il "sovraffollamento" a livello centrale è dovuto al sottodimensionamento delle infrastrutture, indipendentemente dal fatto che vengano condivise.

In questa sede ricordiamo, però, che nello specifico delle linee wholesale spesso incide un "sovraffollamento" di altra natura, a livello di punto di consegna, in quanto molti OLO acquistano da Telecom lotti di banda sottodimensionati rispetto alle linee ivi attivate.

La prima casistica, comunque, negli ultimi anni sta migliorando grazie alla crescente presenza di nuovi apparati in centrale; la seconda casistica temo invece si ripresenterà cronicamente anche sui recenti kit di consegna ethernet, per il medesimo motivo...sottodimensionati lotti di banda acquistata (benché almeno in questa prima fase di utilizzo dei nuovi kit le linee ivi instradate siano giocoforza in numero ridotto, pertanto non si accuserà al problematica).



Corretto, tranne il fatto che non si collega ad una centrale propria, bensì ad apparati propri, co-locati nella medesima centrale Telecomitalia.



Anche qui rientriamo nel campo delle inferenze del tutto arbitrarie, o comunque fondate su una casistica troppo frammentata e ridotta per risultare significativa.

L'assistenza sulla distribuzione, che rimane la medesima, dipende comunque da Telecomitalia o ditte in subappalto, così come di conseguenza la stabilità e qualità del doppino.

Piuttosto possiamo dire che a parità di assistenza sulla distribuzione e stato del doppino, può cambiare sostanziosamente (e generalmente cambia...) la qualità della connettività tra una linea WS su rete ATM ed una ULL su rete proprietaria (full IP un po' per tutti gli OLO).



Oramai avrai capito che lo stato del doppino fisico NON dipende dall'operatore, ma SEGUE l'operatore...quindi i problemi di ordine fisico vanno risolti indipendentemente. In questo senso si potrebbe pensare, come poi tu hai (legittimamente, sia chiaro) vagheggiato, che come cliente Telecomitalia diretto gli interventi di assistenza sulla linea possano essere magari più rapidi/efficaci...beh...non è (ahimé?) così scontato.



Il "sovraffollamento" a livello in centrale (che quindi interessa TUTTE le linee, TI ed OLO WS, ribadiamolo), in realtà inizia ad essere sempre più raro, grazie al ribaltamento di circuiti sui vari DSLAM IP (molto meno sottodimensionati) via via affiancati a quelli ATM



Esatto...che poi statisticamente rischino di essere le linee con connettività peggiore, beh in particolare per alcuni OLO è quasi verità.



In entrambi i casi vale quanto già accennato: se ora hai problemi di natura fisica, quelli rimangono con qualsiasi operatore, fino a che non vengono risolti. In più in modalità WS c'è la probabilità (più con alcuni OLO che con altri, e comunque meno rispetto al passato) di avere problemi logici, leggasi banda scarsa/ballerina...ed in questo caso ti può un minimo aiutare soltanto confrontari con altri clienti già attivi nella tua centrale.

5XB0yu6.png


In poche parole il sovraffollamento riguarda la "consegna" più che la centrale, ed è qui che teoricamente con Telecom non dovrei avere problemi.
Tutto ciò presupponendo che non ci siano problemi fisici. Questo come è verificabile (anche se ne dubito)?
Per esempio, il fatto che il modem perda la connessione ADSL (e rimanga solo in locale) per poi al riavvio funzionare è dovuto a danni logici o fisici?
Grazie ancora.
 

Andrea786

Utente Èlite
9,104
1,430
CPU
Intel(R) Core(TM) i5-3470 CPU @ 3.20GHz
Scheda Madre
FUJITSU D3171-A1
HDD
250GB
RAM
12GB
GPU
GeForce GT730
Monitor
LG W2243 (1920x1080@59Hz)
PSU
200W
Case
FUJITSU
Net
FTTC Absolute Fibra 100
OS
WINDOWS 10 Professional
Oddio non vedo tanti problemi anzi tutto sommato hai una buona connessione a livello di portante che ti dovrebbe comunque garantire una 7mega poi se non si arriva statisticamente si potrebbe anche parlare di saturazione anche se bisognerebbe mettere occhio su come è configurata la linea
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: E3 2021, chi ti è piaciuto di più?

  • Ubisoft

    Voti: 13 15.5%
  • Gearbox

    Voti: 1 1.2%
  • Xbox & Bethesda

    Voti: 59 70.2%
  • Square Enix

    Voti: 3 3.6%
  • Capcom

    Voti: 5 6.0%
  • Nintendo

    Voti: 13 15.5%
  • Altro (Specificare)

    Voti: 6 7.1%

Discussioni Simili