DOMANDA Cambiare nomi e lettere alle partizioni

serassone

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
29,197
8,574
CPU
Core i5 3570K
Dissipatore
Noctua NH-U9B SE2
Scheda Madre
Gigabyte GA-Z77X-UD3H
HDD
Crucial MX500 500 GB | Crucial MX500 1 TB | WD Blue 1 TB | 2 x WD Green 3 TB
RAM
2 x 8 GB DDR3 1866 Corsair Vengeance
GPU
nVidia GT 1030
Audio
VIA integrata
Monitor
Asus VW246H 24" 1920x1080
PSU
Enermax MODU87+ 500W
Case
CoolerMaster Stacker
OS
Windows 10 Pro x64
Ovviamente controllando noto una cosa che non capisco e di cui debbo trovare la spiegazione.

Tra l'OS migrato, attuale (C) on SSD-1-System (su disk0) e quello precedente (D) on SSD-1-System (su disk1) ci sono 6.6 GB di differenza e li ho individuati nel file System Volume Information in (D), file che prima della migrazione era normale e piccolo.

Come mai? Io ora sto controllando che tutto funzioni poi formattero' il vecchio (C) e si spera che la cosa sia sistemata, ma vorrei capire... sono vecchia, ma posso ancora imparare ;)
La cartella System Volume Information è utilizzata da Ripristino configurazione di sistema per immagazzinare i punti di ripristino. L'utilità di Ripristino configurazione di sistema è praticamente nulla, visto che usi un ben più potente software di imaging, dunque puoi provare a disabilitarlo. Pannello di controllo -> Ripristino -> Configura ripristino di sistema. Seleziona tutte le partizioni, una per volta, e ogni volta fai click su "Configura" e metti il pallino su "Disattiva protezione sistema". Disattivando il ripristino, i vari punti di ripristino dovrebbero essere cancellati e la cartella dovrebbe svuotarsi.

Giusto per chiarire fino in fondo la cosa, nella migrazione c'e' stata la conversione a GPT da MBR e quindi si e' creata la partizione nascosta Local DIsk da 128 MB.
Si e' trasferita o forse ricreata la partizione Recovery da 300 MB (OEM service volume).
e si e' trasferita o ricreata anche la No Name da 100 MB (OEM service volume).
Visto che comunque io non le vedo non intendo impazzirci, ma in teoria quale sarebbe quella che NON ci dovrebbe essere se avessi installato da zero Win 10?

Appena avro' formattato il vecchio (C) attuale (D) sistemero' le letttere ed i nomi del Disk2 e poi - Alleluja - spero di riprendere la vita normale.

E questo grazie al forum, o meglio grazie al prezioso e gentilissimo aiuto di Serassone che mi ricorda un altro torinese CapitaFTP, vecchio amico di forum e sperimenti su PC.

Grazie davvero!
Quando si installa Windows 10 su di un disco nuovo (o comunque vuoto, privo di partizioni), esso crea una partizione System reserved da 500 MB e una partizione (C) che comprende tutto il resto del disco, null'altro. Attenzione: se vuoi ripartire da zero, non dovrai limitarti a formattare. Quando il setup di Windows ti chiederà dove installare il SO, dovrai fare click sul pulsante "Opzioni unità (avanzate)", selezionare le varie partizioni del disco dove intendi installare Windows e fare click su "Elimina" e dare conferma. Vista la particolare complessità del tuo pc, ti converrà senz'altro staccare tutte le altre unità disco in modo da non fare errori. Il setup di Windows, infatti, può elencare le partizioni in modo differente rispetto a quanto mostrato sotto Windows, dunque potresti sbagliarti ed eliminare quello che non devi. Una volta che il disco verrà mostrato come "Spazio non allocato", potrai fare click su "Nuovo" per creare il nuovo volume, lasciando tutto come viene proposto.
Felice di esserti stato d'aiuto, Lio! :) Alla prossima! :ciaociao:
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reazioni: BigBearLio

BigBearLio

Nuovo Utente
44
0
CPU
i7-3930K
Scheda Madre
ASUS P9X79
HDD
RAM
G.SKILL RipjawsZ 64GB (8X8GB)
GPU
2 x GeForce GTX 670 OC 980MHZ 2GB
Monitor
3 x Samsung SyncMaster 27"
PSU
Cooler Master Silent Pro M2 850W
Case
TT Level 10 Snow
OS
Windows 8
Basta cosi' per quanto mi riguarda... ho riavviato 3 volte per assicurarmi che tutto funzionasse e mi appresto a formattare la vecchia partizione (C) di Win 10 (per intenderci l'originale di quello che sto usando).
Cosi' si dovrebbe liberare la lettera (D) e dovrei avere a disposizione l'alfabeto al completo ;)

A quel punto si trattera' solo di creare due partizioni nel SSD disk1, e rinominare dando le corrette lettere il disk2 visto che il disk3 e' gia' sistemato in modo logico e coerente.
Solo a quel punto reimmettero' l'ultimo drive che - a rigor di logica - dovrebbe prendere le lettere libere in successione.
Sistemero' qualche dettaglio, installero' le ultime cose e via al backup dell'OS.

Per quanto tu dici sul disabilitare il System restore devo decidere... onestamente mi sara' accaduto forse un paio di volte di usarlo in tanti anni, ma mi infastidisce abbastanza l'avere sempre la presenza in background di uno "spione" come era Acronis True image.
Paragon ancora non lo conosco ma debbo capire come funziona per creare immagini o fare backup incrementali. Solitamente mi limito a fare un backup del sistema pulito e con installati i programmi che uso sempre ed archiviarla in caso di failure brutali, ma forse dovrei provvedere ad un backup incrementale intelligente.
Tutto sempre piu' complicato :blah:

Spulcero' i tutorial qui per vedere cosa viene detto di Paragon e del suo uso per creare backup.

:thanks: per tutto e alla prossima (ce ne e' sempre una nuova....)
 

serassone

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
29,197
8,574
CPU
Core i5 3570K
Dissipatore
Noctua NH-U9B SE2
Scheda Madre
Gigabyte GA-Z77X-UD3H
HDD
Crucial MX500 500 GB | Crucial MX500 1 TB | WD Blue 1 TB | 2 x WD Green 3 TB
RAM
2 x 8 GB DDR3 1866 Corsair Vengeance
GPU
nVidia GT 1030
Audio
VIA integrata
Monitor
Asus VW246H 24" 1920x1080
PSU
Enermax MODU87+ 500W
Case
CoolerMaster Stacker
OS
Windows 10 Pro x64
Boh, True Image uno "spione"... :) è lì quasi inattivo, gira in background senza fare nulla di particolare, si attiva solamente una volta alla settimana per farmi l'immagine del sistema (l'ho impostato così), e stop, non vedo perché e come possa dare fastidio... :) Il Ripristino di sistema, avendo un software come questo (o come Paragon, perché no), non serve assolutamente a nulla, ti assicuro: serve solo a occupare spazio disco con i suoi punti di ripristino. In varie occasioni, in pc dove non era presente un software di imaging, ho provato a utilizzare il ripristino configurazione di sistema: mai funzionato... :sisi: Disattivalo senza pensarci su. :sisi:
 

BigBearLio

Nuovo Utente
44
0
CPU
i7-3930K
Scheda Madre
ASUS P9X79
HDD
RAM
G.SKILL RipjawsZ 64GB (8X8GB)
GPU
2 x GeForce GTX 670 OC 980MHZ 2GB
Monitor
3 x Samsung SyncMaster 27"
PSU
Cooler Master Silent Pro M2 850W
Case
TT Level 10 Snow
OS
Windows 8
Appena avro' sistemato Win 10 (lavoro lungo per me che voglio un sistema mooooltoooo personalizzato) disattivero' il ripristino e cerchero' di capire come configurare il backup di Paragon. Ho visto che ne ha piu' di uno e direi dovro' farne due differenti: uno da mettere da parte e non toccare se non in caso di crash, con il sistema pulito ed i programmi di base. E poi uno incrementale, ma nache di questo ce ne sono una serie differente.....
Backing up a hard disk or partition to a network drive
Creating a differential to a full partition backup
Creating a sector increment to a full partition backup
Creating a file increment to a full partition backup
Creating an increment to a full file backup
Creating a cyclic partition backup
Tanto per renderti le cose piu' complicate :(

Grazie del consiglio cmq, ne faccio tesoro!
 

serassone

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
29,197
8,574
CPU
Core i5 3570K
Dissipatore
Noctua NH-U9B SE2
Scheda Madre
Gigabyte GA-Z77X-UD3H
HDD
Crucial MX500 500 GB | Crucial MX500 1 TB | WD Blue 1 TB | 2 x WD Green 3 TB
RAM
2 x 8 GB DDR3 1866 Corsair Vengeance
GPU
nVidia GT 1030
Audio
VIA integrata
Monitor
Asus VW246H 24" 1920x1080
PSU
Enermax MODU87+ 500W
Case
CoolerMaster Stacker
OS
Windows 10 Pro x64
Paragon Hard Disk Manager è un software professionale, e come tale offre una completa serie di opzioni, utili al professionista IT che gestisce il parco macchine di un'azienda; per uso personale, quindi per il backup solamente del proprio pc, ovvio che può disorientare un po'. È lo stesso discorso di software come Photoshop: il fotografo professionista, o comunque esperto, ha la possibilità di effettuare una miriade di operazioni sui file RAW della propria fotocamera; ma l'utente che vuole togliere solamente gli occhi rossi, tanto per fare un esempio, dalle foto fatte con la propria piccola macchinetta automatica (o con lo smartphone), si trova in difficoltà, proprio perché il software offre talmente tante opzioni, che chi ha poche esigenze e poca esperienza si trova un po' a disagio. :)
Per il backup di sistema casalingo, personalmente consiglio Acronis True Image: non ha tutte quelle opzioni, ma non importa, a me serve solo che il software faccia l'immagine del mio pc, stop. ;) Creare un "sector increment to a full partition backup", a me, utente singolo, non serve... :)
Vabbè, ora hai Paragon, usa questo. Il backup che ti serve è quello dell'intero disco 0, quello dove hai migrato Windows; proprio perché il SO si appoggia a partizioni di sistema, meglio fare un backup del disco, non della sola partizione. Consiglio quindi un "disk backup" (o come viene chiamato) di tipo incrementale, lasciando perdere tutte quelle opzioni da te indicate, perché inutili per un utente singolo che voglia semplicemente fare il backup di sistema.
 

Ci sono discussioni simili a riguardo, dai un'occhiata!

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili