[Atletica] Gibilisco squalificato per doping

Arcovoltaico77

Utente Èlite
1,558
10
CPU
Core 2 Duo E2200 + Thermaltake silent tower 112cu (1,3 Kg)
Scheda Madre
Asus P5B
HDD
160Gb Maxtor SATA2 + WD Caviar 250GB SATA2
RAM
2 * 1Gb Corsair CL4 (Pc4300, Value Select)
GPU
Point of View 6600GT 256Mb (500-1000 @ 571-1183)
Audio
integrato 5.1
Monitor
LCD 17 samsung
PSU
Enermax Pro82+ 525 Watt
Case
ColorsIT
OS
Windows XP & Ubuntu
avete letto la notizia riguardante Gibilisco?
pare che l' atleta ( spec. salto con l' asta), vincitore a Parigi 2003,
sia stato squalificato per due anni, causa doping...

ovviamente lui si proclama innocente...

che tristezza... ma siamo tornati ai tempi dell' inquisizione, dove si vedevano streghe dappertutto (con la giustizia sportiva a far la parte dell' inquisizione),
oppure non c'è veramente più nessuno pulito, tra i primi arrivati?

Ormai quando guardo una gara e c'è qualche tizio che dà la pista agli altri,
invece che pensare "guarda che fisico, che prestazioni", viene da pensare "sarà dopato o no?" ... tutto questo toglie bellezza allo sport, sia per chi lo guarda che per chi lo pratica...

o no?!
 

ipergiorg

Utente Èlite
2,077
3
se si vede lo sport più come intrattenimento invece che competizione, non vedo alcun problema nella legalizzazione del doping. Chiaro che quesa ottica o è più fattibile nei "giochi" tipo calcio, basket e altri che nell'atletica leggera o nel ciclismo dove l'emozione è proprio dovuta alla competizione e al record che allo spettacolo puro che invece può offrire una giocata di Maradona.
E il problema è anche capire che cosa è doping.. in fin dei conti si tratta essenzialmente di stare alla larga da una lista di sostanze dopanti.. quindi basta fare ricerca o utilizzare farmaci fuori dalla prescrizione e si batte il regolamento. Insomma si gioca a nascondino perchè una definizione univoca di doping in effetti non può esserci. Per esempio un atleta regolare di oggi può avere prestazioni superiori ad un atleta di 50 anni fa semplicemete con una alimentazione più mirata che è stata studiato solo oggi o bevendo una bevanda tipo gatorade che 50 anni fa non esisteva. In purissima teoria l'atleta odierno è dopato rispetto all'atleta di 50 anni fa perchè dispone di risorse che l'altro non poteva praticamente procurarsi. O si pensi alla famosa Creatina.. non era doping (e credo non lo sia nemmeno oggi) ma la Juventus aveva saggiamente dato questo additivo ai suoi giocatori che avevano un buon vantaggio prestazionale sugli altri no?

Quindi a parer mio bisogna smettere di rincorrere la ricerca sul doping che sarà ovviamente sempre un passo avanti. E deregolameentare il settore sport professionistico. I campioni sono pagati (e spesso cifre molto grosse) anche per rischiare la salute.
 
D

diabo84

Ospite
ipergiorg ha detto:
se si vede lo sport più come intrattenimento invece che competizione, non vedo alcun problema nella legalizzazione del doping. Chiaro che quesa ottica o è più fattibile nei "giochi" tipo calcio, basket e altri che nell'atletica leggera o nel ciclismo dove l'emozione è proprio dovuta alla competizione e al record che allo spettacolo puro che invece può offrire una giocata di Maradona.
E il problema è anche capire che cosa è doping.. in fin dei conti si tratta essenzialmente di stare alla larga da una lista di sostanze dopanti.. quindi basta fare ricerca o utilizzare farmaci fuori dalla prescrizione e si batte il regolamento. Insomma si gioca a nascondino perchè una definizione univoca di doping in effetti non può esserci. Per esempio un atleta regolare di oggi può avere prestazioni superiori ad un atleta di 50 anni fa semplicemete con una alimentazione più mirata che è stata studiato solo oggi o bevendo una bevanda tipo gatorade che 50 anni fa non esisteva. In purissima teoria l'atleta odierno è dopato rispetto all'atleta di 50 anni fa perchè dispone di risorse che l'altro non poteva praticamente procurarsi. O si pensi alla famosa Creatina.. non era doping (e credo non lo sia nemmeno oggi) ma la Juventus aveva saggiamente dato questo additivo ai suoi giocatori che avevano un buon vantaggio prestazionale sugli altri no?

Quindi a parer mio bisogna smettere di rincorrere la ricerca sul doping che sarà ovviamente sempre un passo avanti. E deregolameentare il settore sport professionistico. I campioni sono pagati (e spesso cifre molto grosse) anche per rischiare la salute.

Non hai torto a parlare così... Bisogna però tener conto che una sostanza come "Gatorade" non è un doping, nel senso che non altera la fisiologia di un atleta... Semplicemente contiene acqua, sali e qualche altra schifezza... Un pò come il vecchio "acqua e zucchero" che 50 anni fà dava differenza tra un atleta e l'altro...
In "Doping" si parla di farmaci che modificano pesantemente la fisiologia di un atleta per migliorarne il rendimento... E fin troppo spesso, questi atleti si bruciano in pochissimi anni, a causa dei danni che questi provoca...
Con un Gatorade non divento campione, con un pò di schifezze magari sì ;)
 

Arcovoltaico77

Utente Èlite
1,558
10
CPU
Core 2 Duo E2200 + Thermaltake silent tower 112cu (1,3 Kg)
Scheda Madre
Asus P5B
HDD
160Gb Maxtor SATA2 + WD Caviar 250GB SATA2
RAM
2 * 1Gb Corsair CL4 (Pc4300, Value Select)
GPU
Point of View 6600GT 256Mb (500-1000 @ 571-1183)
Audio
integrato 5.1
Monitor
LCD 17 samsung
PSU
Enermax Pro82+ 525 Watt
Case
ColorsIT
OS
Windows XP & Ubuntu
non sono affatto d' accordo con la legalizzazione del doping... in primo luogo perchè lo spettacolo può esserci benissimo anche dove gli altleti non si "bombano", in tutti gli sport...
Poi questi prodotti non sono acqua fresca, nè integratori salini come il gatorade, nè concentrati di proteine o aminoacidi tipo quelli che si usano per il body building, ma prodotti dannosi, che sovraccaricano di lavoro il cuore,i reni, il fegato, l' apparato muscolare, ecc... và tutto a meraviglia, fino al giorno in cui scoppi definitivamente, perchè il fisico non regge più il tipo di sforzi cui è sottoposto.
In un regime di "sport sano" gli atleti che primeggiano sono quelli che hanno capacità maggiori degli altri, i "fuoriclasse", oppure quelli che hanno lavorato di più/meglio... oggi invece primeggia chi ha più possibilità di trovare il dopante che ancora non viene scoperto nelle analisi...
Gli atleti non sono pagati per rischiare la pelle, quella non ha prezzo...
E' triste che per il raggiungimento dello scopo si preferisca cercare la strada (anche illegale) più comoda, invece che mettersi a testa bassa e lavorare sodo...

come diceva ipergiorg, già prodotti "regolari", come le proteine, danno un netto vantaggio rispetto alla sola alimentazione controllata (provato di persona in palestra, per body building)... non basta? c'è bisogno d' altro? pompare, pompare, pompare! :asd::D

Edit: ho letto stamattina che [SIZE=-1]Michael Rasmussen, il detentore della maglia gialla del tour de france, essendosi più volte rifiutato di rivelare dove fosse il suo luogo di allenamento, impedendo così di fatto i controlli antidoping, è stato escluso dalla nazionale Danese dalla federazione Internazionale...
Quindi per lui niente modiali e niente Pechino 2008... è un' epidemia....
[/SIZE]
 
D

diabo84

Ospite
50 anni fà, gli atleti erano coraggiosi... Davano il massimo di loro stessi, non avevano nè usavano mix di sostanze di alcun tipo, ed ecco i veri campioni :) Ancora più coraggiosi erano coloro che arrivavano secondi, xkè ammettevano il loro limite e ci davano dentro ancora di più :sisi:
Ora il campione è il risultato chimico di varie sostanze... :doh::doh:
 

Arcovoltaico77

Utente Èlite
1,558
10
CPU
Core 2 Duo E2200 + Thermaltake silent tower 112cu (1,3 Kg)
Scheda Madre
Asus P5B
HDD
160Gb Maxtor SATA2 + WD Caviar 250GB SATA2
RAM
2 * 1Gb Corsair CL4 (Pc4300, Value Select)
GPU
Point of View 6600GT 256Mb (500-1000 @ 571-1183)
Audio
integrato 5.1
Monitor
LCD 17 samsung
PSU
Enermax Pro82+ 525 Watt
Case
ColorsIT
OS
Windows XP & Ubuntu
si, ti pappi la bustina, ti spari la bomba al plutonio in vena, e diventi Ben Johnson... (oppure vinci il giro d' italia pur essendo asmatico - vedi Petacchi -)

:boh: pessimismo e fastidio
 

franknos90

Utente Èlite
4,244
16
CPU
Intel E8600@4500mhz - Enzotech Luna Rev.A
Scheda Madre
Gigabyte GA-EP45-UD3R - Enzotech SNBW Rev.A
HDD
Hitachi 320gb - Western Digital 1000gb
RAM
OCZ Blade 2x2gb PC9200@1200mhz
GPU
XFX 260GTX XXX - Ybris ACSG L.E.
Audio
Creative X-Fi Fatal1ty - Empire PS2120D
Monitor
LG W2452 24"
PSU
Corsair HX1000
Case
Coolermaster Stacker STC-T01
OS
Windows 7 Ultimate 64bit
in effetti, ormai ogni volta che uno vince nell'atletica ci si chiede se è dopato o meno.. gatlin l'anno scorso, ora gibilisco.. per non parlare del vinctore dei 5000metri mondiali ecc ecc.. bah..
50 anni fà, gli atleti erano coraggiosi... Davano il massimo di loro stessi, non avevano nè usavano mix di sostanze di alcun tipo, ed ecco i veri campioni :)
un attimo.. io mi ricordo che alcuni famosi campioni di ciclismo di 50 anni fa parlavano della "bomba", un beverone che non sapevano cosa ci fosse dentro.. e da come, ne parlavano, non mi sembrava proprio gatorade..
 

Arcovoltaico77

Utente Èlite
1,558
10
CPU
Core 2 Duo E2200 + Thermaltake silent tower 112cu (1,3 Kg)
Scheda Madre
Asus P5B
HDD
160Gb Maxtor SATA2 + WD Caviar 250GB SATA2
RAM
2 * 1Gb Corsair CL4 (Pc4300, Value Select)
GPU
Point of View 6600GT 256Mb (500-1000 @ 571-1183)
Audio
integrato 5.1
Monitor
LCD 17 samsung
PSU
Enermax Pro82+ 525 Watt
Case
ColorsIT
OS
Windows XP & Ubuntu
si, in effetti sostanze dopanti girano fin dagli anni 50, solo che allora non c'erano controlli, e neanche consapevolezza di quello che si faceva (o almeno c' era ma solo in parte)...
poi (dicono) era un fenomeno ristretto, oggi è un' epidemia...
 
D

diabo84

Ospite
un attimo.. io mi ricordo che alcuni famosi campioni di ciclismo di 50 anni fa parlavano della "bomba", un beverone che non sapevano cosa ci fosse dentro.. e da come, ne parlavano, non mi sembrava proprio gatorade..

Dubito che dentro ci fosse chissà quali sostanze... Magari c'era soltanto dell'LSD :asd: Sai come pedalavano dopo? :lol::lol::lol:

Cmq era davvero un fenomeno ristretto, niente a che vedere con il mondo d'oggi... :sisi:
 

ipergiorg

Utente Èlite
2,077
3
Dubito che dentro ci fosse chissà quali sostanze... Magari c'era soltanto dell'LSD :asd: Sai come pedalavano dopo? :lol::lol::lol:

Cmq era davvero un fenomeno ristretto, niente a che vedere con il mondo d'oggi... :sisi:
mi risulta che un ciclista sia morto un 40 anni fa perchè correva dopato.
 

ipergiorg

Utente Èlite
2,077
3
Beh, 1 su quanti e in mezzo secolo? Non penso che tutti fossero dopati solo xkè non era possibile scoprirlo... ;)

beh però è anche l'unico caso che io ricordi di morte per doping nel ciclismo. Significa semplicemente che già 40 anni fa si cercava la scorciatoia. Gli atleti non erano poi tanto più nobili di quelli di adesso, magari però ora hanno medici più competenti
 

John Smith

Utente Attivo
96
7
CPU
Intel Core 2 Extreme quad-core QX6850
Scheda Madre
Asus P5K64 WS
HDD
2*Raptor 150 GB + Seagate Barracuda 7200.11 - 1TB
RAM
4*2Gb DDR3 HyperX ULL
GPU
4*NVIDIA Quadro FX 5600
Audio
Creative Sound Blaster X-Fi Elite Pro
Monitor
Samsung SyncMaster PPM63M6HS (Dual Screen) + LG M5500C
PSU
ThermalTake Toughpower 1500W
OS
Windows Vista Ultimate Edition
O sostanze dopanti meno "invasive"..... :lol:
 
D

diabo84

Ospite
beh però è anche l'unico caso che io ricordi di morte per doping nel ciclismo. Significa semplicemente che già 40 anni fa si cercava la scorciatoia. Gli atleti non erano poi tanto più nobili di quelli di adesso, magari però ora hanno medici più competenti

Beh, ma non credo fosse ai livelli attuali... Non se ne sentiva mai parlare oltretutto... :sisi:
 

ipergiorg

Utente Èlite
2,077
3
è difficile stabilire oggetivamente se c'erano più o meno scorciatoie allora od oggi. Negli ultimi anni si è puntato il riflettore sul doping, prima gliene fregava relativamente poco. Certamente oggi il doping è più studiato ed efficace di allora. Magari prima era più artigianale più affidato a "maghi della bomba".

Cmq negli ultimi anni ho sentito anche di certe indagini (giornalistiche più che altro) sul doping di tanti anni fa. Se non ricordo male i particolari è saltato fuori che:
1) l'inter delle coppe campioni era regolarmente siringata con sostanze più o meno conosciute a detta di un panchinaro dell'epoca.
2) Mennea si dedicava alle autotrasfusioni (la leggenda narra persino di mix con sangue di cavallo!)
3) alcuni giocatori della fiorentina (o genoa??) degli anni '70 si sono ammalati di distrofia muscolare
4) giocatori di una nazionale olimpica degli anni '70 testimoniarono che erano talmente bombati che invece che dormire continuavano a mulinare le gambe pure in branda.

pure prendendo tutto con beneficio di inventario c'è di che riflettere.
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Hot: E3 2021, chi ti è piaciuto di più?

  • Ubisoft

    Voti: 36 22.8%
  • Gearbox

    Voti: 3 1.9%
  • Xbox & Bethesda

    Voti: 101 63.9%
  • Square Enix

    Voti: 13 8.2%
  • Capcom

    Voti: 7 4.4%
  • Nintendo

    Voti: 21 13.3%
  • Altro (Specificare)

    Voti: 15 9.5%